Carrello
Carrello vuoto

decisione giudiziale

 

TEMI degli articoli



Notifica della sentenza
La responsabilità della tardiva notificazione dell’atto di impugnazione della sentenza di primo grado non è imputabile all’appellante ove sia stata cagionata da un trasferimento di domicilio non notificato e non risultante dalla sentenza notificata.

Termini per l'impugnazione della decisione giudiziale
La tempestività del gravame è un profilo verificabile d'ufficio.

Il divieto della "reformatio in peius" nell'impugnazione delle sentenze
I poteri del giudice dell'impugnazione vanno determinati con esclusivo riferimento all'iniziativa delle parti; con la conseguenza che, in assenza d'impugnazione (appello o ricorso incidentale) della parte parzialmente vittoriosa, la sua decisione non può essere più sfavorevole all'impugnante e più favorevole alla controparte di quanto non sia stata la sentenza impugnata, e non può, quindi, dare luogo alla "reformatio in peius" in danno del primo.

Impugnabilità delle sentenze pronunciate dal Commissario Regionale per la liquidazione degli usi civici
Le sentenze pronunciate dal Commissario Regionale per la liquidazione degli usi civici nelle controversie attinenti all'esistenza, natura ed estensione dei diritti di uso civico ovvero alla rivendicazione delle terre, e le pronunce che dichiarino la nullità dei contratti di affittanza o sedicente concessione in favore di un privato di terreni appartenenti al demanio collettivo di una università agraria sono impugnabili col mezzo del reclamo alla sezione speciale della Corte di Appello di Roma

La consumazione del potere di impugnazione
La mera notificazione del primo ricorso non comporta la consumazione del potere d'impugnazione.

Il giudizio di rinvio a seguito della sentenza della Corte di Cassazione
Dall'affermazione della giurisdizione del G.O. sulla pretesa risarcitoria non può essere tratto, in sede di giudizio di rinvio, un accertamento di merito in ordine alla sussistenza del fatto lesivo e del pregiudizio derivatone, del tutto esulante dai limiti della cognizione devoluta al giudice di legittimità.

Condizioni di legittimità della notifica a cointeressati e controinteressati
La notifica eseguita in luogo o a soggetti diversi da quelli dovuti deve ritenersi inesistente solo in difetto di alcuna attinenza o riferimento o collegamento di quel luogo o soggetto con il destinatario.

La cognizione del giudice in sede di appello alla sentenza amministrativa
Nell'attuale sistema di giustizia amministrativa, il giudizio di appello non è un iudicium novum, per cui la cognizione del giudice resta circoscritta alle questioni dedotte dall'appellante attraverso l’enunciazione di specifici motivi diretti ad incrinare il fondamento logico-giuridico della sentenza.