Carrello
Carrello vuoto

tipo mappale, frazionamento

 

TEMI degli articoli



Particolari casi di tipo mappale
In alcuni casi può essere necessario dichiarare al catasto edilizio urbano un fabbricato già censito al catasto dei terreni, tanto se ivi individuato come fabbricato rurale, quanto se fabbricato iscritto alla partita speciale 1. In deroga alle normali procedure di predisposizione del tipo mappale, il tipo di aggiornamento cartografico può essere compilato sulla base di un estratto di mappa autoallestito, anche con l’adozione di PREGEO 10. Nel libretto PREGEO si compilano le sole righe 0, 9 e 6

Adempimenti in materia di aggiornamento del catasto: il tipo mappale
I tipi di aggiornamento cartografico richiedono l’esecuzione di un rilievo topografico, le cui modalità sono state standardizzate per semplificarne redazione, lettura e verifica delle misure eseguite. Spetta ai soggetti titolari di particelle l’obbligo di predisporre un preventivo frazionamento nel caso di vendita o costituzione di diritti reali su porzione di particella esistente e di dichiarare le nuove costruzioni realizzate su particelle, al fine di mantenere aggiornata la mappa catastale

L'aggiornamento cartografico e catastale: il tipo mappale
Per i possessori di particelle censite nel catasto terreni, sulle quali vengono edificati nuovi fabbricati, vi è l’obbligo di produrre una denuncia di cambiamento nello stato dei terreni in dipendenza di costruzioni di fabbricati urbani. Questa si esegue attraverso la compilazione di un documento di aggiornamento catastale che oltre a contenere gli elementi di natura cartografica richiede anche l’inserimento delle informazioni sulla ditta da accendersi al catasto urbano per le unità immobiliari

L'aggiornamento cartografico e catastale: il tipo di frazionamento
Quando un trasferimento di beni immobili comporta il frazionamento di particelle, deve essere presentato all'Ufficio provinciale del Territorio un elaborato tecnico denominato tipo di frazionamento, firmato dal tecnico abilitato a norma di legge. A partire dall’adozione della versione 9 di PREGEO, il tipo è prodotto su un modello a stampa compilato dalla procedura, e deve essere sottoscritto dalle parti committenti e dal professionista, depositato presso il comune e consegnato in catasto

Il frazionamento di particelle non conformi allo stato riportato in catasto
L’inserimento di nuova geometria in un tessuto cartografico esistente potrebbe comportare una conseguente variazione nella posizione della geometria limitrofa a quella di aggiornamento, senza che la stessa ne sia interessata. Il caso è rilevante specie quando la difformità geometrica tra oggetto rilevato e oggetto rappresentato in mappa eccede i limiti delle tolleranze previste. La relazione tecnica dovrà giustificare le anomalie riscontrate fra situazione di fatto, di diritto e/o catastale.

Particolari casi di tipi frazionamento
Nel tipo di frazionamento per attribuzione di identificativo a fabbricati graffati a particelle si deve ricordare che per attribuire un numero di identificativo catastale autonomo a fabbricati che siano graffati a una particella occorre predisporre un tipo di frazionamento, che, come tale, deve essere preventivamente depositato in comune. L’atto di aggiornamento deve contenere la proposta di aggiornamento redatta sulla base di un libretto contenente le misure assunte sul terreno

Tipologie delle variazioni immobiliari da dichiarare: la variazione per frazionamento
Esistono varie tipologie di variazione, ciascuna delle quali ha un proprio effetto sull'originaria unità immobiliare e un codice identificativo. Si ha divisione (frazionamento) quando un'unità immobiliare urbana o più danno ciascuna origine ad almeno altre due unità immobiliari urbane. In questo tipo di mutazione occorre preliminarmente distinguere se trattasi di frazionamento per trasferimento di diritti o di divisione effettiva per avvenuta costituzione di separate unità o porzioni immobiliari

Variazioni immobiliari da dichiarare al catasto: frazionamento e fusione, topomastica, ultimazione fabbricato
Nel caso in cui i dati di toponomastica riportati negli atti catastali non sono conformi allo stato attuale per successive modifiche intervenute rispetto all’accatastamento originario, i soggetti interessati possono presentare un’istanza all’Ufficio provinciale del territorio competente per il loro aggiornamento. Ai soggetti interessati è consentito, in forma collaborativa, attraverso un proprio tecnico di fiducia di presentare in catasto un documento di aggiornamento per allineare tali dati

Aggiornamento DOCFA per denunce di variazione: frazionamento delle aree urbane censite
Sono state impartite disposizioni per l’attivazione della versione 3 della procedura DOCFA e sono state introdotte della categorie fittizie, atte a qualificare alcuni beni censibili in catasto ai fini dell’identificazione in catasto, nell’ottica di pubblicizzare la titolarità di diritti sugli stessi gravanti e per l'individuazione negli atti di trasferimento o di costituzione di diritti reali sui medesimi. Tali beni, cui non si attribuisce la rendita, sono costituiti da diverse fattispecie

Il frazionamento nel procedimento di acquisizione coattiva sanante
Una volta accertato che sussistono tutte le condizioni per l’acquisizione coattiva sanante si deve procedere al frazionamento catastale dell’area da acquisire, dal momento che questa non coincide necessariamente con tutta l’area a suo tempo occupata e considerata nel verbale di immissione in possesso

Il frazionamento nell'espropriazione per pubblica utilità
La redazione del frazionamento attraverso il quale sono individuati esattamente i terreni interessati dalla realizzazione delle opere non è un presupposto richiesto espressamente dall’art. 22 T.U. ai fini dell’emanazione del provvedimento ivi previsto. Tuttavia, il provvedimento medesimo non può prescindere da tale adempimento.