Carrello
Carrello vuoto

pubblica utilità


TEMI degli articoli



Responsabilità contabile in caso di problemi alla dichiarazione di p.u.
Non può invocarsi, a giustificazione della mancata tempestiva adozione del decreto di esproprio, l'invalidità che sarebbe allo stesso derivata dall'intervenuto annullamento della dichiarazione di pubblica utilità, qualora questo sia stato pronunciato limitatamente ad altre posizioni fatte valere in giudizio, in ragione della natura di atto plurimo del provvedimento dichiarativo della pubblica utilità.

Approvazione, rinnovazione, riapprovazione, integrazione del progetto dell'opera di pubblica utilità
La dichiarazione di pubblica utilità deve contenere l'indicazione delle opere da compiere e dei terreni da espropriare. La facoltà, in caso di necessità o opportunità, di espropriare i beni attigui a quelli compresi nel programma di esproprio "deve essere espressa nell'atto di dichiarazione di pubblica utilità, o concessa posteriormente dalla autorità che ha riconosciuta la pubblica utilità dell'opera" (R.D. 8 febbraio 1923, n. 422, art. 34, modif ...

Dichiarazione di pubblica utilità e vincoli urbanistici
La dichiarazione di pubblica utilità intervenuta dopo la decadenza del vincolo, è illegittima (nella fattispecie, apposizione avvenuta mediante legge regionale Veneto 5 maggio 1998, n. 21, la quale all’art. 50 della legge regionale 27 giugno 1985, n. 61, ha introdotto una procedura semplificata di adozione ed approvazione delle varianti parziali di minor rilevanza corrispondente al contenuto tassativamente predeterminato dalla legge).

Casistica di opere ed interventi di pubblica utilità
A norma dell’art. 23 comma 3-sexies, della L.R. Lombardia 29 ottobre 1998 n. 22 come novellato dall'art. 3, comma 1, lettera a), dalla L.R. 8.2.2005 n. 6) e dell’art. 7, quarto comma, del regolamento regionale 26 novembre 2002 n. 11, è l'approvazione dei progetti definitivi degli interventi di ammodernamento e potenziamento delle ferrovie concesse, a comportare dichiarazione di pubblica utilità, urgenza e indifferibilità dei lavori. PUBBLICA UTILITÀ --> OPERE ED ...

La pubblica utilità dell'opera
Qualora l’utilità dell’opera viabilistica (rotonda), non sia legata agli effetti urbanistici di una realtà territoriale e produttiva in essere, ma ad una semplice domanda di autorizzazione commerciale dal cui accoglimento potrebbe derivare l’esigenza pubblica a base dell’opera, ossia l’interesse privato di un singolo, siffatta esigenza non è tale, in mancanza di una espressa e chiara base legale, da giustificare l’esercizio di poteri espropr ...

Pubblica utilità di elettrodotti e gasdotti
La realizzazione di opera consistente (nel caso di specie) nel potenziamento di metanodotto, necessitata dall'esigenza non solo di potenziare l’allacciamento di soggetto privato ma anche di assicurare una sempre maggiore richiesta di fornitura proveniente dall’abitato del Comune, dimostra la pubblica utilità dell’opera.

Pubblica utilità di impianti di generazione di energia da fonti rinnovabili
L’utilizzazione delle fonti di energia rinnovabili, tra le quali viene ricompreso il vento, è espressamente definita dall’art. 1, comma 4, della legge n.10/1991 “di pubblico interesse” e le opere relative alla realizzazione ed esercizio di impianti alimentati da fonti rinnovabili sono qualificati dall’art. 12, comma 1, del d.lgs. n.387/03 “di pubblica utilità, indifferibili ed urgenti”.

La dichiarazione di pubblica utilità di interventi su aree di cui non è prevista la materiale modificazione o trasformazione
Alla luce del disposto di cui all’art.1 commi 1 e 2 del DPR 327/2001, la definizione di opera pubblica è di estrema ampiezza ed onnicomprensività, ed è sicuramente estensibile alla “realizzazione degli interventi” necessari per l'utilizzazione, da parte della collettività, di un terreno di cui non è prevista la materiale modificazione o trasformazione e che, tuttavia, hanno una loro consistenza, che è quella, nel caso di specie, di consentire l ...

La dichiarazione di pubblica utilità da parte dell'ANAS
La dichiarazione di pubblica utilità dell'Anas va fatta risalire al provvedimento del Presidente di ANAS s.p.a. con il quale è stato approvato il progetto ed espressamente si è dichiarata la pubblica utilità dell’opera, e non alla delibera del Consiglio di Amministrazione, avente mera rilevanza interna.

Effetto della dichiarazione di pubblica utilità
L'irreversibile trasformazione del fondo con modalità parzialmente diverse da quelle previste con la dichiarazione di pubblica utilità può eventualmente configurare - ove dimostrato - un ingiustificato arricchimento da parte della P.A. a danno del privato.

Pubblica utilità: aspetti particolari
Con la dichiarazione di pubblica utilità, l’amministrazione esprime la propria volontà di realizzare l’opera pubblica individuandola nelle sue specifiche caratteristiche anche riferibili alla precisa localizzazione (attraverso il piano particellare di esproprio). Tale provvedimento, cui la legge equipara anche l’approvazione del progetto definitivo di opera pubblica (cosiddetta dichiarazione “implicita”), contiene anche le previsioni relative ai beni d ...

I piani urbanistici come fonte della dichiarazione di pubblica utilità
Il PUA deve preesistere al bando di gara per la progettazione ed esecuzione di una scuola e di un comparto di edilizia residenziale sociale. In particolare, l’equiparazione del PUA ai piani particolareggiati e ai piani di zona, comporta l’implicita dichiarazione di pubblica utilità, propedeutica ai successivi espropri; pertanto, in mancanza della implicita dichiarazione di pubblica utilità, la realizzazione degli interventi sarebbe stata giuridicamente inattuabile.

Dichiarazione di pubblica utilità ex lege, ex acto
L'affermazione secondo cui, affinché l'approvazione di un progetto di opera pubblica comporti la dichiarazione di pubblica utilità, sarebbe necessario che "l'Amministrazione dichiari espressamente nell'atto deliberativo la propria volontà di avvalersi della disposizione contenuta nella L. 3 gennaio 1978, n. 1, art. 1", si pone in antitesi con la natura implicita della dichiarazione di pubblica utilità che detta norma attribuisce all'approvazione del progetto. Ap ...

La pubblica utilità di un'opera privata
Le opere di interesse generale integrano una categoria logico giuridica nettamente differenziata rispetto a quella delle «opere pubbliche», comprendendo quegli impianti e attrezzature che, sebbene non destinati a scopi di stretta cura della p.a., sono idonee a soddisfare bisogni della collettività, ancorché vengano realizzati e gestiti da soggetti privati. Devono ritenersi di interesse generale le opere realizzabili nelle zone F dei piani regolatori, nelle quali vanno pos ...

Pubblica utilità in Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia
La legge reg. Emilia Romagna 19 dicembre 2002 n. 37, all’art. 12 comma 6 prevede che “nel medesimo caso di cui al comma 5 la delibera di approvazione della variante al POC comporta altresì dichiarazione di pubblica utilità qualora l'autorità competente alla realizzazione dell'opera ovvero il soggetto privato che chiede l'espropriazione ne faccia espressa richiesta trasmettendo all'amministrazione comunale il progetto definitivo dell'opera, in luogo di quello preli ...

Natura (non) recettizia della dichiarazione di pubblica utilità
La mancata notificazione della dichiarazione di pubblica utilità non costituisce vizio di legittimità ma influisce soltanto sul decorso dei termini per l'impugnazione.

La fonte della dichiarazione di pubblica utilità
La dichiarazione di pubblica utilità può configurarsi solo in presenza di uno specifico progetto di un'opera pubblica, non in presenza di accordi aventi ad oggetto mere dichiarazioni di intenti progettuali.

Decreto di occupazione e dichiarazione di pubblica utilità
Giammai un decreto di occupazione potrebbe valere ex se quale dichiarazione di pubblica utilità dell’opera e di urgenza ed indifferibilità dei relativi lavori, trattandosi di un atto propriamente espropriativo emanato in attuazione di un atto presupposto che espressamente o implicitamente dichiari la pubblica utilità dell’opera.

Dichiarazione di pubblica utilità e progetto preliminare
Ai sensi dell’art. 12 del d.P.R. n. 327/2001 (in sostanziale continuità con l’art. 14 della l. n. 109/1994), all’approvazione del progetto preliminare non può connettersi il significato di dichiarazione di pubblica utilità dell’opera.

Progetto definitivo e dichiarazione di pubblica utilità
A norma dell'art. 1 L. n. 1/1978 ed art. 12 DPR 327/2001, la dichiarazione di pubblica utilità dell'opera da realizzare consegue implicitamente dall'approvazione del progetto definitivo.

Progetto dell'opera e dichiarazione di pubblica utilità
L’art. 97, comma 1 bis, D.Lg.vo n. 163/2006 (aggiunto dall’art. 52, comma 1, lett. b, D.L. n. 1/2012 conv. nella L. n. 27/2012), prevede espressamente che, quando vengono accorpate più fasi progettuali, la dichiarazione di pubblica utilità “può essere disposta anche quando l’Autorità espropriante approva a tal fine il progetto esecutivo dell’opera pubblica o di pubblica utilità”; tale disposizione non può essere invocata qualo ...

La dichiarazione di pubblica utilità
La dichiarazione di pubblica utilità è l’atto autoritativo dal quale deve emergere il potere pubblicistico in relazione al bene immobile e costituisce allo stesso tempo il presupposto per la successiva attività giuridica e materiale di utilizzazione del bene stesso per gli scopi pubblici individuati