Carrello
Carrello vuoto

PATRIMONIO PUBBLICO 3/2017

Raccolta di giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici


titolo: PATRIMONIO PUBBLICO 3/2017
sottotitolo: Raccolta di giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici
area/e tematica/che: demanio
data: Maggio-Giugno 2017
testo in formato: pdf  
pagine: 112 in formato A4 (cm 21X29,7), corrispondenti a 190 in formato libro (cm 17X24)
 
prezzo:
€ 25,00

  leggi qui come funziona
vai al sommario
vai all'abstract e alla descrizione
segnala ad un amico
SCARICA GRATIS ALCUNE PAGINE

editore: Exeo
collana: osservatorio di giurisprudenza
numero in collana: 286
issn: 2239-8015
sigla: PAT39
categoria: PATRIMONIO PUBBLICO
tipologia: raccolta
genere: annuario/agenda/rivista
altezza: cm 29,7
larghezza: cm 21
dimensione: A4
funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
protezione: digital watermarking
disponibità: illimitata
destinatari: professionale accademico
soggetto: diritto
consigliato da :   
 
prezzo:
€ 25,00

 GUARDA LA COPERTINA ANTERIORE      

Selezione delle notizie più lette - derivanti dalla giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici - pubblicate nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.patrimoniopubblico.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui si riferiscono

LE SOCIETÀ DI CARTOLARIZZAZIONE SONO SOGGETTI CON FUNZIONI MERAMENTE FINANZIARIE DI AUSILIO ALL'AUTORITÀ PUBBLICA PER LO SMOBILIZZO DEL SUO PATRIMONIO IMMOBILIARE

L'ASPORTO DI RAMI E TRONCHI DA QUERCE SECOLARI UBICATE IN ZONA DEMANIALE ESPOSTI ALLA PUBBLICA FEDE CONFIGURA UNA FATTISPECIE DI FURTO AGGRAVATO

ESCLUSA LA PRESCRIZIONE DEL REATO DI CUI ALL'ART. 1161 COD. NAV. FINCHÉ NON VENGONO MENO L'USO ED IL GODIMENTO ILLEGITTIMI

LA POSA DI OMBRELLONI E SDRAIO, IN ZONA ADIBITA A VIABILITÀ E PARCHEGGI, IN PREVISIONE DELL'UTILIZZO PER LA STAGIONE ESTIVA COSTITUISCE INNOVAZIONE ABUSIVA EX ART. 1161 COD. NAV.

IL RIGETTO DELLA DOMANDA DI INIDONEITÀ DELLA ISTRUTTORIA DEMANIALE A DETERMINARE LA QUALITAS SOLI COMPORTA L'AFFERMAZIONE DELL'ESISTENZA DEI DIRITTI DI USO CIVICO

GIURISDIZIONE AL TRAP PER LE CONTROVERSIE CHE INCIDANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE SUGLI INTERESSI PUBBLICI CONNESSI AL REGIME DELLE ACQUE

SOLO L'ATTUALE PRESENZA DI UNA MASSA D'ACQUA PUBBLICA RENDE OPERANTE IL DIVIETO DI COSTRUIRE A MENO DI DIECI METRI DALL'ALVEO

LA NATURA DEMANIALE O MENO DEL CANALE CHE SEPARA I FONDI NON VALE A PRECLUDERE LA CONFIGURABILITÀ DELLA LORO CONFINANZA

SONO SOTTOPOSTE AD ICI LE PIATTAFORME PETROLIFERE DI PROPRIETÀ DELLA SOCIETÀ CONTRIBUENTE SITUATE NEL TRATTO DI MARE FACENTE PARTE DEL DEMANIO STATALE ANTISTANTE IL COMUNE INTERESSATO

LA DISTINZIONE TRA STRADE INTERNE ED ESTERNE AL CENTRO ABITATO NON RILEVA AL FINE DI ESCLUDERE LA RESPONSABILITÀ DEL COMUNE EX ART. 2051 C.C.

È TENUTO AL PAGAMENTO ICI L'ASSEGNATARIO, ANCHE PROVVISORIO, DI UN LOTTO DI PROPRIETÀ DEL CONSORZIO ASI ANCHE NELLE MORE DEL TRASFERIMENTO DI PROPRIETÀ

LA SDEMANIALIZZAZIONE DI BENI DEL DEMANIO MARITTIMO RICHIEDE UN FORMALE PROVVEDIMENTO DELLA COMPETENTE AUTORITÀ E NON PUÒ AVVENIRE PER FACTA CONCLUDENTIA

NON SI APPLICA LA PRESUNZIONE DI DEMANIALITÀ EX L. N. 2248/1865, ALL. F, ART. 22 PER AREE PRIVATE, SENZA SBOCCHI DI TRANSITO E USATA SOLO DAI FRONTISTI

GIURISDIZIONE ORDINARIA PER L'IMPUGNAZIONE DELL'ORDINANZA DELLA P.A. CHE INGIUNGA AL PRIVATO IL RILASCIO DEL TERRENO DI CUI SI CONTESTA LA NATURA DEMANIALE

IL DEMANIO LACUALE COMPRENDE NON SOLO L'ALVEO MA ANCHE LA SPIAGGIA, CIOÈ IL TRATTO DI TERRA CONTIGUO ALL'ALVEO E NECESSARIO PER I PUBBLICI USI DEL LAGO

ESCLUSA EX LEGE LA DEMANIALITÀ DI UN BENE, È IRRILEVANTE LA SUA EVENTUALE ASTRATTA CLASSIFICAZIONE NELL'AMBITO DEI BENI DEMANIALI DELL'ENTE DI APPARTENENZA

ABUSIVA INSTALLAZIONE SU SUOLO PUBBLICO DI CARTELLONI PUBBLICITARI PERICOLOSI PER IL SISTEMA STRADALE: VA ESEGUITA SENZA INDUGIO LA RIMOZIONE

DANNI NELL'USO DI UN BENE DEMANIALE: IL COMPORTAMENTO COLPOSO DEL DANNEGGIATO CHE NON INTERROMPE IL NESSO CON IL DANNO CONFIGURA CONCORSO DI COLPA CON LA P.A.

LA DIVERSA DESTINAZIONE A PARCHEGGIO DI UN'AREA DEMANIALE INTEGRA UNA VARIAZIONE SOSTANZIALE DELLA CONCESSIONE ORIGINARIA

IL SERVIZIO DI RIPRISTINO DELLE CONDIZIONI STRADALI POST INCIDENTE NON PUÒ ESSERE EQUIPARATO AL SERVIZIO DI SPAZZAMENTO

ANCHE LE CONCESSIONI DI GESTIONE AEROPORTUALI RIENTRANO NEL CAMPO DI APPLICAZIONE DEL NUOVO CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI D.LGS. 50/2016

LA MANCATA RIMOZIONE DI UN'INFRASTRUTTURA AL TERMINE DELLA STAGIONE BALNEARE NON DETERMINA LA DECADENZA DALLA CONCESSIONE

IL PRINCIPIO DELLA NECESSARIA ASSEGNAZIONE MEDIANTE GARA DELLE CONCESSIONI DEL DEMANIO LACUALE PRESCINDE DALLE EVENTUALI DIVERSE DISPOSIZIONI REGIONALI

NON SUSSISTE LA GIURISDIZIONE DEL GIUDICE AMMINISTRATIVO NELLA FASE SUCCESSIVA AL PROVVEDIMENTO DI ASSEGNAZIONE DELL'ALLOGGIO E.R.P.

LA NATURA DI STRADA VICINALE NON È DESUMIBILE DALLA PREVISIONE CONTENUTA IN UNA CARTA PROVINCIALE DEGLI ITINERARI TURISTICI ED ESCURSIONISTICI

LA CONTROVERSIA SULLA RIMOZIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI ABUSIVAMENTE POSIZIONATI SU STRADA PUBBLICA SPETTA AL GIUDICE ORDINARIO

L'ENTE PROPRIETARIO DEL SUOLO PUÒ RIMUOVERE SENZA INDUGIO IL CARTELLO PUBBLICITARIO CHE COSTITUISCA PERICOLO PER LA CIRCOLAZIONE

LA CONCESSIONE DEMANIALE PER UN IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE DI CARBURANTI ANCHE SE VICINO AL MARE NON PUÒ RIENTRARE NELLA PROROGA EX L. N. 25/2010

IN SEDE DI SCELTA DEL CONCESSIONARIO L'AMMINISTRAZIONE HA LA FACOLTÀ DI STABILIRE LIMITI E DIVIETI NELLA FRUIZIONE DEL BENE PUBBLICO

IL DINIEGO DI CONCESSIONE ALL'USO DI UN BENE DEMANIALE EX ART. 36 COD. NAV. È ESPRESSIONE DEL POTERE DISCREZIONALE DELL'AMMINISTRAZIONE

L'ACCESSIONE DELLE OPERE NON AMOVIBILI COSTRUITE SULLA ZONA DEMANIALE EX ART. 49 C.N. VA APPLICATA ANCHE IN CASO DI RINNOVO DELLA CONCESSIONE

L'ABDICAZIONE NON ESISTE

LA RICHIESTA DI RIDETERMINAZIONE DEL CANONE DEMANIALE NON DETERMINA LA SOSPENSIONE DEL SUO PAGAMENTO

L'ISTITUTO DEL SILENZIO ASSENSO SI APPLICA AL SUBINGRESSO NELLA CONCESSIONE DEMANIALE

LA FUNZIONE DI COLLEGAMENTO FRA DUE VIE PUBBLICHE PRINCIPALI È DI PER SÉ SUFFICIENTE A DIMOSTRARE IL DIRITTO DI SERVITÙ PUBBLICA SU DI UNA STRADA

L'ISTANZA ALL'INSTALLAZIONE DI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE È ACCOLTA SE ENTRO 90 GIORNI NON GIUNGE UN PROVVEDIMENTO NEGATIVO

NELLE MORE DELL'APPROVAZIONE DEL PIANO REGOLATORE PORTUALE È CONSENTITA UNA REGOLAMENTAZIONE MINIMA COMUNALE

LA PREVENTIVA VALUTAZIONE DI INCIDENZA AMBIENTALE È DOVUTA ANCHE LADDOVE IL PROGETTO INCIDA INDIRETTAMENTE SU UN SITO DI INTERESSE COMUNITARIO

IL COMUNE VANTA UN DIRITTO REALE DI TRANSITO SULLE STRADE VICINALI AD USO PUBBLICO

IL POTERE DI ANNULLAMENTO D'UFFICIO HA NATURA DISCREZIONALE

L'ADOZIONE DI UN'ORDINANZA SINDACALE CONTINGIBILE E URGENTE PRESUPPONE UNA SITUAZIONE DI PERICOLO NON TIPIZZATA DALLA LEGGE

L'AMMINISTRAZIONE NON È OBBLIGATA A PRONUNCIARSI SULL'ISTANZA DI RIESAME DI UN ATTO AVANZATA DA UN PRIVATO

LA DECISIONE DEL COMUNE DI DESTINARE ALLA PUBBLICA FRUIZIONE TUTTE LE AREE BALNEARI A RIDOSSO DEL CENTRO ABITATO NON PUÒ ESSERE CENSURATA NEL MERITO

UN'AREA STRADALE INSERITA NEL PIANO DI ALIENAZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO DEL COMUNE NON PERDE LA SUA QUALIFICAZIONE DEMANIALE

LA MANCATA INDICAZIONE IN UN PROVVEDIMENTO AMMINISTRATIVO DELL'AUTORITÀ CUI PROPORRE RICORSO NON INTEGRA DI PER SÈ UN ERRORE SCUSABILE

VIOLA IL PRINCIPIO DI PROPORZIONALITÀ L'ORDINANZA CHE VIETA IN MODO GENERALIZZATO L'ACCESSO A SPIAGGE LIBERE DI QUALSIASI TIPO DI ANIMALE

L'ASSEGNAZIONE IN USO INDIVIDUALE DI UN BENE PUBBLICO DEVE AVVENIRE NEL RISPETTO DI UNA PROCEDURA CONCORRENZIALE

GLI ATTI COMPIUTI DAL COMMISSARIO AD ACTA SONO RICONDUCIBILI ALLA FUNZIONE GIURISDIZIONALE

L'ISCRIZIONE DI UNA STRADA NELL'ELENCO DELLE STRADE COMUNALE NON DETERMINA LA DEMANIALITÀ DELLA STESSA

LE OPERE SU AREE DI POSTEGGIO OGGETTO DI CONCESSIONE TEMPORANEA OSP NON POSSONO ESSERE CONSIDERATE PRECARIE SOLO PERCHÉ FACILMENTE RIMOVIBILI E PRIVE DI OPERE MURARIE

LA CONCESSIONE DI UN BENE FINALIZZATA AD UN DETERMINATO USO DÀ LUOGO A UN DIRITTO DI GODIMENTO SULLA COSA

L'OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA CESSA CON: ACQUISIZIONE, RESTITUZIONE, ABDICAZIONE, USUCAPIONE, TRANSAZIONE

NON BASTA IL MERO RICHIAMO ALLA NATURA DEMANIALE DEL SUOLO SU CUI INSISTE L'OPERA RITENUTA ABUSIVA PER SANZIONARLA CON LA RIDUZIONE IN PRISTINO

IL TITOLARE DELL'IMPRESA FORMALMENTE CESSATA NON HA ALCUN DIRITTO DI INSISTENZA

IL CONCESSIONARIO DEVE CORRISPONDERE AL COMUNE IL CANONE DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO RELATIVO AGLI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONE

IL BENE ESPROPRIATO È USUCAPIBILE DAI PRIVATI SOLO CON INTERVERSIONE NEL POSSESSO

RISCHIO DI FRANE DA AREA PRIVATA CAUSATO DA OPERA PUBBLICA: L'ONERE DI MESSA IN SICUREZZA NON GRAVA SUL PROPRIETARIO

RIFIUTI SVERSATI SU AREE PUBBLICHE: NON RISPONDE AUTOMATICAMENTE L'ENTE PROPRIETARIO, NÈ VI È OBBLIGO DI RECINTARE

È LEGITTIMO VIETARE DI COLTIVARE LA CAVA LE CUI SCORIE SI POSSONO RIVERSARE NEL CICLO DELL'ACQUA POTABILE

GIURISDIZIONE AMMINISTRATIVA NEL CONTENZIOSO CONCERNENTE L'INTEGRALE REVISIONE DEL CANONE PER CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME E NON LA MERA QUANTIFICAZIONE

TRATTI DI ARENILE AD INSEDIABILITÀ LIMITATA: IL DINIEGO DI CONCESSIONE RICHIEDE UNA VERIFICA DEI RISCHI CONCRETI

IL RAPPORTO TRA COMUNICAZIONE ANTIMAFIA E INFORMAZIONE ANTIMAFIA È DI ALTERNATIVITÀ

L'ASSOGGETTAMENTO DEI PUNTI DI ORMEGGIO ALLA PROROGA EX LEGE DELLE CONCESSIONI DEMANIALI NON È RETROATTIVO

NELLE FATTISPECIE DI CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME CON FINALITÀ TURISTICO-RICREATIVE EX D.L. 400/1993 E L. 172/2003 NON RIENTRANO I PUNTI DI ORMEGGIO

L'ABUSIVITÀ DELL'OCCUPAZIONE DEMANIALE MARITTIMA RENDE DI PER SÉ LEGITTIMO L'ESERCIZIO DEI POTERI REPRESSIVI DI CUI ALL'ART. 54 COD. NAV.

È LEGITTIMO SOSPENDERE L'ATTIVITÀ DI GESTIONE DELLO STABILIMENTO BALNEARE CHE UTILIZZA OPERE ABUSIVE

L'ALLOGGIO ERP NON PUÒ ESSERE INCLUSO NEI PIANI DI ALIENAZIONE EX ART. 58 D.L. 112/2008

IL PRESIDENTE DELL'AUTORITÀ PORTUALE NON È TENUTO A SENTIRE IL COMITATO PORTUALE PER ORDINARE LO SGOMBERO IN ESECUZIONE DI UNA SENTENZA

I SERVIZI COMMERCIALI IN AREA DEMANIALE ORIGINATI DA UN RAPPORTO DERIVATO FRA IL CONCESSIONARIO E IL TERZO SONO CONTRATTI DI DIRITTO PRIVATO: GIURISDIZIONE ORDINARIA CIVILE

È ILLEGITTIMA LA CLASSIFICAZIONE DI STRADA PUBBLICA CONTRASTANTE CON UNA SENTENZA DEL GIUDICE ORDINARIO

LA NOTA COMUNALE CHE CONCEDE LA PROROGA DELLA CONCESSIONE DI AREA DEMANIALE NON COSTITUISCE UNA DEROGA AI POTERI DI DI TITOLARITÀ E POLIZIA DEMANIALE

AREE MARINE PROTETTE: IL RITARDO NELL'EMANAZIONE DEI REGOLAMENTI NON CONSENTE DI AUTORIZZARE L'ESERCIZIO DI ATTIVITÀ

L'APPOSIZIONE DI PANNELLI FONOASSORBENTI SUL MARGINE STRADALE È INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA: NON SI APPLICANO LE DISTANZE MINIME EX D.M.1444/68