PATRIMONIO PUBBLICO 2/2016

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Raccolta di giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici

09 maggio 2016

pdf  / 133 pagine in formato A4

Selezione delle notizie più lette - derivanti dalla giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici - pubblicate nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.patrimoniopubblico.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui si riferiscono

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 258
  • issn: 2239-8015
  • sigla: PAT32
  • categoria: PATRIMONIO PUBBLICO
  • tipologia: giuridica
  • genere: raccolta
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

ILLEGITTIMO IL DINIEGO DI RILASCIO O AMPLIAMENTO DI UNA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA PER L'ASSENZA DEL PIANO COMUNALE DELLE COSTE

LE SCARPATE DELLE STRADE STATALI SONO SOGGETTE AL MEDESIMO REGIME DI DEMANIALITÀ

LA CESSIONE DI UN DIRITTO DI SEPOLTURA PRIVATA RICHIEDE L'INTERVENTO DELL'AUTORITÀ CONCEDENTE

LA CONTROVERSIA RELATIVA L'ACCERTAMENTO DI UNA SERVITÙ DI USO PUBBLICO APPARTIENE AL GIUDICE ORDINARIO

IL GIUDICE AMMINISTRATIVO NON PUÒ INGERIRSI NELLA VALUTAZIONE RELATIVA AL REQUISITO DI AFFIDABILITÀ DELL'IMPRESA

LE SPESE SOSTENUTE PER L'ACQUISTO DI MATERIALE DA SPIAGGIA NON COSTITUISCONO UNA ULTERIORE VOCE DI DANNO CHE SI AGGIUNGE AL LUCRO CESSANTE

GIURISDIZIONE ORDINARIA SULLA CONTROVERSIA RELATIVA LA RETTIFICA DEI CONFINI TRA UN FONDO PRIVATO E UNA STRADA PUBBLICA

LA CIRCOSTANZA DI ESSERE OPERATORE DEL SETTORE NON LEGITTIMA ALL'ACCESSO A QUALSIASI DOCUMENTO DEL SETTORE INTERESSATO

IL SILENZIO INADEMPIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE POSTULA IL MANCATO ESERCIZIO DI UN POTERE AMMINISTRATIVO

LA DISDETTA DI UNA CONCESSIONE DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO È UN ATTO VINCOLATO LEGITTIMO ANCHE IN ASSENZA DI COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO

IL COLLEGAMENTO CON LA VIA PUBBLICA NECESSARIO PER CLASSIFICARE UNA STRADA COME PUBBLICA DEVE ESSERE ORGANICO E INSERIRLA NEL SISTEMA DELLE VIABILITÀ

È LEGITTIMO IL RICORSO ALL'AUTOTUTELA PER RECUPERARE LO STADIO CONCESSO ALLA SOCIETÀ CALCISTICA A CUI È STATA INIBITA L'ATTIVITÀ

LE CONTROVERSIE RELATIVE LA QUANTIFICAZIONE DELL'OFFERTA AL CONDUTTORE PER CONSENTIRGLI DI ESERCITARE L'OPZIONE APPARTENGONO AL GIUDICE AMMINISTRATIVO

GIURISDIZIONE ORDINARIA NELLE CONTROVERSIE INERENTI LA COSTITUZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI DEI CONSORZI A.S.I.

LEGITTIMA LA SANZIONE ACCESSORIA DELLA CHIUSURA DELL'ATTIVITÀ IN CASO DI OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO PUBBLICO

LE CONTROVERSIE RELATIVE IL RAPPORTO DI UTENZA NEI SERVIZI PUBBLICI SPETTANO ALLA GIURISDIZIONE ORDINARIA

LEGITTIMA LA RIDETERMINAZIONE DEL CANONE DELL'ALLOGGIO DEMANIALE SULLA BASE DELLE QUOTAZIONI RESE DALL'AGENZIA DEL TERRITORIO

LEGITTIMO IL DINIEGO DI ACCESSO AGLI ATTI RELATIVI UN IMMOBILE PRIVATO MA ADIBITO A SODDISFARE UN INTERESSE PUBBLICO

RILEVA AI FINI DELL'INOTTEMPERANZA ANCHE IL COMPORTAMENTO ATTIVO DELLA P.A. CHE REALIZZA UN'INESATTA ESECUZIONE DEL GIUDICATO

POSSIBILE LA SCISSIONE ANCHE PARZIALE TRA TITOLARITÀ E GESTIONE DI UNA CONCESSIONE DEMANIALE

LA P.A. CHE INTENDA MODIFICARE PROPRI PROVVEDIMENTI REIETTIVI PUÒ FARLO SE SUSSISTONO I PRESUPPOSTI PER L'EMANAZIONE DI ATTI DI SECONDO GRADO

GIURISDIZIONE ORDINARIA SULLA CONTROVERSIA RELATIVA L'ESCUSSIONE DI UNA POLIZZA FIDEIUSSORIA A GARANZIA DI ONERI DI URBANIZZAZIONE

GIURISDIZIONE ORDINARIA RELATIVAMENTE ALL'ORDINE DI SGOMBERO DI MATERIALE INERTE ACCUMULATO IN AREA DEL PATRIMONIO DISPONIBILE DEL COMUNE

LE OCCUPAZIONI DI SUOLO PUBBLICO TOTALMENTE ABUSIVE SONO SANZIONATE CON LA TEMPORANEA CHIUSURA DELL'ATTIVITÀ

ILLEGITTIMO IL PARERE DELLA SOPRINTENDENZA CHE NON ESPLICHI LE RAGIONI DEL CONTRASTO TRA L'INSEDIAMENTO BALNEARE E I LUOGHI INTERESSATI

LA SERVITÙ DI USO PUBBLICO RICHIEDE TRA L'ALTRO LA CONCRETA IDONEITÀ DEL BENE A SODDISFARE ESIGENZE GENERALI

L'ACQUISIZIONE GRATUITA DELL'OPERA ABUSIVA AL PATRIMONIO DISPONIBILE DEL COMUNE IMPEDISCE LA DEMOLIZIONE SOLO SE IL CONSIGLIO DELIBERA LA PREVALENZA DELL'INTERESSE PUBBLICO AL MANTENIMENTO

L'OMISSIONE DELLA COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO NON È CAUSA DI INVALIDITÀ DELL'ORDINE DI SOSPENSIONE DELL'ATTIVITÀ DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE

OPERE IN FASCIA DI RISPETTO DEL DEMANIO MARITTIMO E SOTTOPOSTE A VINCOLO PAESAGGISTICO: L'ASSENZA DI AUTORIZZAZIONE SPECIFICA LEGITTIMA IL SEQUESTRO PREVENTIVO

SE IL REATO DI DEVIAZIONE DI ACQUE E MODIFICAZIONE DELLO STATO DEI LUOGHI SI ATTUA CON DANNEGGIAMENTO DELLA COSA ALTRUI, QUEST'ULTIMO REATO RESTA ASSORBITO NEL PRIMO

IL SEQUESTRO PREVENTIVO DI UN BENE DEMANIALE MARITTIMO IN CASO DI ILLECITA OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO NON SI ESTENDE ALLE PORZIONI NON OCCUPATE CHE PERMANGANO NELL'USO PUBBLICO

LA COLLOCAZIONE PERMANENTE SULL'ARENILE DI OMBRELLONI E LETTINI NOLEGGIATI GIORNALMENTE INTEGRA IL REATO DI OCCUPAZIONE DI DEMANIO MARITTIMO

NELL'AMBITO DELL'AREA PORTUALE, L'AUTORITÀ PORTUALE E NON IL COMUNE È COMPETENTE PER L'ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI RIFIUTI

GIURISDIZIONE AMMINISTRATIVA IN RELAZIONE AL REGOLAMENTO AVENTE AD OGGETTO L'USO E L'OCCUPAZIONE DEI BENI PUBBLICI

UNA STRADA PRIVATA PUÒ ESSERE SOGGETTA A SERVITÙ DI USO PUBBLICO O PER CONVENZIONE TRA PROPRIETARIO ED ENTE PUBBLICO O PER UTILIZZO PROTRATTO FINO ALL'USUCAPIONE

LE CONTROVERSIE RELATIVE ALLA RICHIESTA DI PAGAMENTO DEL CANONE NON RICOGNITORIO EX ART. 27 D.LGS. N. 285/92 SPETTANO AL GIUDICE ORDINARIO

GIURISDIZIONE ORDINARIA NELLE CONTROVERSIE RELATIVE AD APPALTI PER LA GESTIONE DI SERVIZI COMPLEMENTARI DA SVOLGERSI IN AREE PORTUALI

LA DECADENZA DELLA CONCESSIONE DEMANIALE CONSEGUE AUTOMATICAMENTE AL REALIZZARSI DELL'INADEMPIMENTO DEL CONCESSIONARIO

SONO LEGITTIMI I CANONI DETERMINATI DAL SEGRETARIO DELL'AUTORITÀ PORTUALE CON ATTI MERAMENTE APPLICATIVI DELLE DETERMINAZIONI PRESIDENZIALI

L'ACCERTAMENTO DELLA PROPRIETÀ PUBBLICA O PRIVATA DI UNA STRADA SPETTA AL GIUDICE ORDINARIO

DISCARICHE: AI FINI IMPOSITIVI SPETTA ALL'AMMINISTRAZIONE PROVARE CHE IL DETENTORE DEI MATERIALI SE NE SIA DISFATTO O ABBIA L'INTENZIONE O L'OBBLIGO DI DISFARSENE

IL POTERE ATTRIBUITO AL SINDACO SULLE STRADE URBANE DALLA L. N. 94/2009 HA NATURA DISCREZIONALE

LA CONTROVERSIA RELATIVA L'ORDINE DI RIPRISTINO DI UN CANALE DI SCOLO SPETTA AL T.S.A.P.

ILLEGITTIMO IL DINIEGO DI VOLTURA DELLE UTENZE NEI CONFRONTI DELL'ISTANTE DIVERSO DAL PROPRIETARIO INADEMPIENTE

RIENTRA NELLA PIENA DISCREZIONALITÀ DELL'AMMINISTRAZIONE LASCIARE ALLA LIBERA BALNEAZIONE UN TRATTO DI COSTA

NELLA COLLOCAZIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI LA SICUREZZA STRADALE DEVE ESSERE TUTELATA ANCHE SOLO DA LESIONI ASTRATTAMENTE IPOTIZZABILI

NON EQUIVALE A DINIEGO DELLA CONCESSIONE DEMANIALE LA NOTA COMUNALE CHE RICHIAMA IL REGIME DEL PUBBLICO DEMANIO

ILLEGITTIMA L'ORDINANZA SINDACALE CHE VIETA LA SOSPENSIONE DELL'EROGAZIONE DELL'ACQUA POTABILE

AI FINI DELL'ACCESSO AGLI ATTI LA DOCUMENTAZIONE RELATIVA ALLE CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME NON APPARTIENE ALL'AMBITO AMBIENTALE

L'AMMINISTRAZIONE CONSERVA UN POTERE DISCREZIONALE DI REGOLAZIONE SULLA CONCESSIONE DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO

CONTRO LE SENTENZE DEL COMMISSARIO PER LA LIQUIDAZIONE DI USI CIVICI SULL'ESISTENZA, NATURA ED ESTENSIONE DI ESSI L'UNICO RIMEDIO È IL RECLAMO ALLA CORTE DI APPELLO DI ROMA

L'ACQUIESCENZA A UN PROVVEDIMENTO AMMINISTRATIVO POSTULA UNA INEQUIVOCA MANIFESTAZIONE DI PIENA ACCETTAZIONE DEGLI EFFETTI PROVVEDIMENTALI

I SOPRAVVENUTI MOTIVI DI INTERESSE PUBBLICO OSTATIVI ALL'ASSEGNAZIONE DEL BENE DEMANIALE SONO QUELLI PRECEDENTI LA NOTIFICA DELLA SENTENZA SALVO DIVERSE INDICAZIONI DEL GIUDICE

LA REVOCA O L'ANNULLAMENTO D'UFFICIO DEVONO ESSERE PRECEDUTI DALLA COMUNICAZIONE DI AVVIO SALVO CHE LA P.A. DIMOSTRI CHE IL CONTENUTO NON POTEVA ESSERE DIVERSO

NELLE AREE DESTINATE A SOSTA TARIFFATA SONO PRECLUSE LE OCCUPAZIONI DI SUOLO PUBBLICO

LA L. 481/1995 DEMANDA ALL' AEEGSI UN EQUO CONTEMPERAMENTO TRA LA CERTEZZA DELLA TARIFFA DEI SERVIZI DI PUBBLICA UTILITÀ E LA TUTELA DEGLI UTENTI E DEI CONSUMATORI

LA CONTESTAZIONE DI OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO PUBBLICO È IMPLICITAMENTE REVOCATA DALL'AUTORIZZAZIONE AD OCCUPARE LA MEDESIMA AREA

LA RESTITUZIONE AL DEMANIO DI PARTE DEI TERRENI OCCUPATI NON ELIDE L'ONERE DI EFFETTUARE GLI INTERVENTI DI RIPRISTINO

LA QUOTA DI TARIFFA DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO RIFERITA AL SERVIZIO DI DEPURAZIONE HA NATURA DI CORRISPETTIVO CONTRATTUALE E NON PUÒ ESSERE IMPOSTA IN MANCANZA DI CONTROPRESTAZIONE

LE CONTROVERSIE RELATIVE ALL'INDENNIZZO PER ABUSIVA OCCUPAZIONE DI AREE DEMANIALI SPETTANO AL GIUDICE ORDINARIO

L'ASSENZA DEL PIANO COMUNALE DELLE COSTE NON PRECLUDE AI COMUNI LA POSSIBILITÀ DI INDIVIDUARE LE AREE CONCEDIBILI

IL RILASCIO DI UNA CONCESSIONE DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO È CARATTERIZZATO DA AMPIA DISCREZIONALITÀ DELLA P.A.

OCCUPAZIONE SENZA TITOLO DI IMMOBILE DEMANIALE: PER REGOLARIZZARLA DEVE ESSERE AVVIATA UNA CONCESSIONE O LOCAZIONE E IL BENEFICIARIO NON DEVE AVERE FINE DI LUCRO

VALE L'ESONERO DAL RISPETTO DELLE DISTANZE LEGALI ANCHE PER LE COSTRUZIONI A CONFINE DI STRADE DI PROPRIETÀ PRIVATA GRAVATE DA SERVITÙ PUBBLICHE DI PASSAGGIO

LA PROPRIETÀ PUBBLICA DEL SEDIME DELLA SBARRA NON LEGITTIMA LA REVOCA DELL'AUTORIZZAZIONE AL PASSO CARRAIO

È COMPITO DELLA SOCIETÀ CONCESSIONARIA DELLA GESTIONE DELLE STRADE DI PROPRIETÀ STATALE EVITARE LA FORMAZIONE DI DISCARICHE ABUSIVE

È ILLEGITTIMA L'ORDINANZA CONTINGIBILE ED URGENTE CHE LIMITA LA CIRCOLAZIONE VEICOLARE FINO ALLA FUTURA MESSA IN SICUREZZA DELLA STRADA

LA DESTAGIONALIZZAZIONE DELLE CONCESSIONI DEMANIALI DETERMINA L'ILLEGITTIMITÀ DELLA DECADENZA MOTIVATA DAL MERO RISPETTO DEL TERMINE STAGIONALE

LEGITTIMA L'ORDINANZA CONTINGIBILE DEL PRESIDENTE DELL'AUTORITÀ PORTUALE CHE CONSENTE L'UTILIZZO PROMISCUO DEI MOLI

DINIEGO DELLA CONCESSIONE DEMANIALE NON DETERMINA UN DANNO RISARCIBILE SE L'ISTANZA ERA DOCUMENTALMENTE INCOMPLETA

PRIMA DI REVOCARE LA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA PER ILLEGITTIMO AFFIDAMENTO O SUBCONCESSIONE AD ALTRI IL COMUNE DEVE ISTITUIRE UN CONTRADDITTORIO CON L'INTERESSATO

LA SDEMANIALIZZAZIONE TACITA NON È CONFIGURABILE OVE PERMANGA LA DESTINAZIONE DEL BENE ALL'USO PUBBLICO, ANCHE SE L'AREA È A LUNGO OCCUPATA DA PRIVATI

I BENI CHE DOPO LA REALIZZAZIONE ASSUMONO PER INTERO NATURA DEMANIALE, QUALI I PORTI, SONO INSUSCETTIBILI DI ISCRIZIONE IPOTECARIA

LA PROROGA EX LEGE DELLE CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME CON FINALITÀ TURISTICA OPERA SOLO PER QUELLE GIÀ IN CORSO DI ESECUZIONE

L'ASSOGGETTABILITÀ DI UNA PROGETTO ALLA V.I.A. POSTULA LA PRESENZA DI SIGNIFICATIVI EFFETTI NEGATIVI SULL'AMBIENTE

LE ESIGENZE DI TUTELA DELL'INCOLUMITÀ PUBBLICA GIUSTIFICANO L'OMISSIONE DELLA COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO

INAPPLICABILE IL SILENZIO ASSENSO AL PROCEDIMENTO RELATIVO L'INSTALLAZIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI

GIURISDIZIONE ORDINARIA SULLA CONTROVERSIA RELATIVA L'ACQUISTO DI UN'AREA DEMANIALE CHE HA PERSO I REQUISITI DI DEMANIALITÀ

L'OBBLIGO DI ADOZIONE DEL PROVVEDIMENTO ESPRESSO DI CUI ALL'ART. 2 L. 241/90 RIGUARDA L'ATTO CONCLUSIVO DEL PROCEDIMENTO

IL PASSAGGIO DA ATTIVITÀ NON ALIMENTARE AD ALIMENTARE POSTULA UN PREVIO TITOLO AUTORIZZATORIO

PER INTERROMPERE LA PROCEDURA DI ACQUISTO DI UN IMMOBILE NON SERVE ALCUNA MOTIVAZIONE SE L'AMMINISTRAZIONE SI È RISERVATA QUESTA FACOLTÀ

GIURISDIZIONE DEL GIUDICE AMMINISTRATIVO LADDOVE L'AMMINISTRAZIONE MODIFICHI IL REGOLAMENTO COSAP

IL PRINCIPIO DI PROPORZIONALITÀ IMPONE DI VERIFICARE IDONEITÀ, NECESSITÀ E ADEGUATEZZA DELLA MISURA

L'AMMINISTRAZIONE NON HA L'OBBLIGO DI RIESAMINARE UN PROVVEDIMENTO DIVENUTO INOPPUGNABILE

L'ISCRIZIONE NELL'ELENCO DELLE STRADE VICINALI DI USO PUBBLICO COSTITUISCE PRESUNZIONE SEMPLICE

LO STABILE MANTENIMENTO DI OPERE BALNEARI È INCOMPATIBILE CON LE ESIGENZE PAESAGGISTICHE DEL LITORALE SABBIOSO

IL CONCESSIONARIO CHE INTENDA TRASFORMARE UN BENE PUBBLICO NECESSITA ANCHE DEL TITOLO EDILIZIO

L'AUMENTO DEL CANONE DEMANIALE DEVE ESSERE PRECEDUTO DA GARANZIE PARTECIPATIVE ANCHE SE È IMPOSTO DA NORME DI LEGGE

IL COMUNE NON PUÒ INGIUNGERE LA DEMOLIZIONE DELLE OPERE REALIZZATE SUL DEMANIO MARITTIMO

È LEGITTIMO DENEGARE LA CONCESSIONE ALL'ASPIRANTE CONCESSIONARIO IN STATO DI LIQUIDAZIONE

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.