URBIUM 5/2011

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

edilizia ed urbanistica

31 ottobre 2011

pdf  / 146 pagine in formato A4

Accertamento giudiziale condonabilità abusi condonati | reato di lottizzazione abusiva | terrapieno e distanze legali | ordine di demolizione di opera assentibile | nullità ex art. 15 legge 10/1977 | efficacia disciplina statale in tema di aree non pianificate | il danno da violazione delle distanze legali | distanza tra pareti finestrate | autorizzazione paesaggistica in sanatoria | ordinanza di demolizione e l'accertamento di conformità | annullamento del titolo edilizio complesso | titolo del mutamento di destinazione d'uso | sottotetto e volumetria | condono paesaggistico e condono edilizio | derogabilità distanze negli strumenti urbanistici comunali | presentazione istanza condono e completamento opere abusive | titolo edilizio e silenzio assenso | incidenza pubblicazione accordo di programma su piano urbanistico | preclusione industrie insalubri nel territorio comunale | interessi su oneri e contributi non pagati | destinazione urbanistica aree acquisite con convenzione urbanistica | oneri per opere abusive in area non pianificata

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 56
  • issn: 2039-6678
  • sigla: URB05
  • categoria: URBIUM
  • tipologia: giuridica
  • genere: periodico
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: Stampa: SI - Modifica: SI - Copia/Incolla: SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

LA SOPRAVVENUTA NORMATIVA SULLE DISTANZE NON INCIDE SULLE COSTRUZIONI GIÀ ULTIMATE
 
IL GIUDICE PENALE PUÒ E DEVE ACCERTARE LA REALE CONDONABILITÀ DEGLI ABUSI CONDONATI
 
IL REATO DI LOTTIZZAZIONE ABUSIVA PUÒ CONCORRERE COL REATO DI ABUSO EDILIZIO SEMPLICE
 
LA DEMANIALITÀ PUÒ ESSERE ACCERTATA IN BASE A RISULTANZE CATASTALI, CARATTERISTICHE OGGETTIVE ED ALLOCAZIONE DEL BENE
 
DISTANZE DAI CONFINI O DISTANZE TRA COSTRUZIONI? SERVE UN'ATTENTA VALUTAZIONE DELLA DOMANDA ATTOREA
 
IL TERRAPIENO DEVE RISPETTARE LE DISTANZE LEGALI
 
ORDINE DI DEMOLIZIONE EX ART. 27 T.U. ANCHE SE L'OPERA È ASSENTIBILE CON D.I.A.
 
LA NULLITÀ EX ART. 15 LEGGE 10/1977 SI APPLICA ANCHE AI PRELIMINARI CHE HANNO AD OGGETTO IMMOBILI ABUSIVI
 
LA DISCIPLINA STATALE IN TEMA DI AREE NON PIANIFICATE COSTITUISCE PRINCIPIO FONDAMENTALE NON DEROGABILE DALLA LEGISLAZIONE REGIONALE SE NON IN SENSO PIÙ RESTRITTIVO
 
IL DANNO DA VIOLAZIONE DELLE DISTANZE LEGALI VA RISARCITO ANCHE SE È ACCORDATA LA TUTELA RIPRISTINATORIA
 
LA DISTANZA DI 10 METRI TRA PARETI FINESTRATE VA RISPETTATA ANCHE SE LA PARETE FINESTRATA FRONTEGGIA UNA FALDA DEL TETTO
 
L'IMMOBILE ADIBITO A BED AND BREAKFAST HA DESTINAZIONE RESIDENZIALE
 
È ILLEGITTIMA L'AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA IN SANATORIA CHE SI LIMITI ESPRESSAMENTE AI LAVORI ANTECEDENTI AD UNA CERTA DATA
 
L'ORDINANZA DI DEMOLIZIONE DIVIENE INEFFICACE SE IL DESTINATARIO CHIEDE L'ACCERTAMENTO DI CONFORMITÀ
 
L'ANNULLAMENTO DEL TITOLO EDILIZIO COMPLESSO OPERA DIVERSAMENTE IN CASO DI ILLEGITTIMITÀ TOTALE E PARZIALE
 
MUTAMENTO DI DESTINAZIONE D'USO DA DEPOSITO A ESERCIZIO COMMERCIALE: PERMESSO DI COSTRUIRE
 
LA STRUTTURA ALBERGHIERA NON PUÒ ESSERE EQUIPARATA AGLI IMPIANTI INDUSTRIALI
 
SE IL REGOLAMENTO DI CONDOMINIO VIETA LE «VARIANTI» IL TERMINE È USATO IN SENSO ATECNICO
 
ANCHE SE ABITABILE, IL SOTTOTETTO NON GENERA VOLUMETRIA SE COSÍ PRESCRIVE IL REGOLAMENTO COMUNALE
 
LA SOSPENSIONE DEI PIANI URBANISTICI NELLE MORE DELL'ACCERTAMENTO DELLA VIOLAZIONE DELL'OBBLIGO DI ASTENSIONE OPERA AUTOMATICAMENTE
 
CONDONO PAESAGGISTICO E CONDONO EDILIZIO VIAGGIANO SU BINARI DISTINTI
 
L'AUTORIMESSA DI PROPRIETÀ ESCLUSIVA DI UNO DEI CONDOMINI NON È PERTINENZA DEL CONDOMINIO
 
NEL CONDOMINIO LA SERVITÚ DI APERTURA DI LUCI PUÒ ESSERE ACQUISTATA PER USUCAPIONE O PER DESTINAZIONE DEL PADRE DI FAMIGLIA
 
I PRIVATI NON POSSONO DEROGARE ALLE DISTANZE FISSATE NEGLI STRUMENTI URBANISTICI COMUNALI
 
LA PRESENTAZIONE DELL'ISTANZA DI CONDONO NON AUTORIZZA LA PROSECUZIONE DEI LAVORI DI COMPLETAMENTO DELLE OPERE ABUSIVE
 
VALLE D'AOSTA: PIANO CASA APPLICABILE ANCHE IN SANATORIA
 
È LEGITTIMO DISPORRE CHE IL SOTTOTETTO GENERA VOLUMETRIA SOLTANTO SE SUPERA UNA DETERMINATA ALTEZZA
 
LE DISTANZE TRA PARETI FINESTRATE DEVONO ESSERE RISPETTATE ANCHE NEI TRATTI NON FINESTRATI
 
TITOLO EDILIZIO: PER IL SILENZIO ASSENSO NON BASTA L'INSERIMENTO DELLA ZONA NEL PROGRAMMA PLURIENNALE DI ATTUAZIONE
 
CONDONO: IL PARERE DELL'AUTORITÀ CHE TUTELA IL VINCOLO VA ACQUISITO ANCHE NEL CASO IN CUI L'OPERA SIA ANTERIORE ALL'IMPOSIZIONE DEL VINCOLO
 
IL GIUDICE PUÒ ORDINARE LA DEMOLIZIONE DI QUANTO COSTRUITO IN VIOLAZIONE DELLE DISTANZE LEGALI ANCHE SE LE OPERE SONO STATE AUTORIZZATE DALLA P.A.
 
DISTANZE LEGALI: L'ESISTENZA DI UNA RECINZIONE NON BASTA PER PROVARE LA SUSSISTENZA DEL CONFINE
 
DESTINAZIONE A PARCHEGGIO: NON NECESSARIAMENTE VINCOLO ESPROPRIATIVO
 
LEGITTIMA LA SOSPENSIONE DEL PIANO URBANISTICO SE VI SONO DUBBI SULLA SUA COMPATIBILITÀ COL REGOLAMENTO EDILIZIO
 
LA DATA DELL'INTERVENTO PUÒ ESSERE DEDOTTA DALL'AVVENUTO RILASCIO DI UN TITOLO EDILIZIO PER COSTRUZIONE EX NOVO E NON IN SANATORIA
 
LA PUBBLICAZIONE DELL'ACCORDO DI PROGRAMMA NON HA EFFICACIA COSTITUTIVA SUL PIANO URBANISTICO
 
PRIMA DI PASSARE IN GIUDICATO, L'ANNULLAMENTO DEL DINIEGO DI PERMESSO DI COSTRUIRE NON GENERA ALCUN AFFIDAMENTO
 
L'AZIONE SUPPLETTIVA EX ART. 9 D.LGS. 267/2000 NON PUÒ ESSERE UTILIZZATA PER IMPUGNARE UN TITOLO EDILIZIO
 
È ILLEGITTIMO LO STRUMENTO URBANISTICO CHE PRECLUDE LE INDUSTRIE INSALUBRI IN TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE
 
EDIFICABILITÀ: IL RIFERIMENTO VA ALLA ZONA E NON AL COMPARTO VIRTUALE
 
IMPIANTI PRODUTTIVI: LEGITTIMO NEGARE LA VARIANTE SE RISULTANO DISPONIBILI NEL P.R.G. AREE PER LA ALLOCAZIONE DELL'INSEDIAMENTO
 
GLI ONERI E CONTRIBUTI NON PAGATI GENERANO UN INTERESSE DEL 10% ANNUO
 
L'ACQUIRENTE DEL TERRENO HA L'ONERE DI ACCERTARNE LA DESTINAZIONE URBANISTICA
 
L'OBBLIGO DEL COMUNE A PROPORRE UN ACCORDO DI PROGRAMMA A FAVORE DEL PRIVATO È DEVOLUTO AL G.O.
 
IL COMUNE È LIBERO DI DARE UNA DESTINAZIONE URBANISTICA DIVERSA ALLE AREE ACQUISITE IN SEDE DI CONVENZIONE URBANISTICA
 
OPERE ABUSIVE IN AREA NON PIANIFICATA: GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE SONO DOVUTI DAL MOMENTO DELL'APPROVAZIONE DEL PIANO URBANISTICO CHE DISCIPLINA DELLA ZONA
 
DISTANZE: LO IUS SUPERVENIENS NON CONCERNE LE COSTRUZIONI GIÀ REALIZZATE
 
ONERI DI URBANIZZAZIONE: LA GIURISDIZIONE DEL G.A. SUSSISTE ANCHE SE È DEDOTTA LA COMPENSAZIONE
 
LA PRESCRIZIONE DELL'AZIONE DI ESECUZIONE IN FORMA SPECIFICA PER GLI OBBLIGHI DI CESSIONE DI AREE DECORRE DALLA SCADENZA DEL TERMINE DI ADEMPIMENTO
 
L'INDENNITÀ EX ART. 15 LEGGE 1479/1939 VA PAGATA ANCHE IN CASO DI CONDONO EDILIZIO
 
LA POSSIBILITÀ DELL'INTERVENTO PRIVATO ESCLUDE LA NATURA ESPROPRIATIVA DEL VINCOLO
 
ZONA F:  VINCOLO CONFORMATIVO
 

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Notiziario bimestrale delle principali notizie derivanti dalla giurisprudenza in materia di urbanistica ed edilizia, recensita nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.urbium.it. Alle massime (“sintesi”) sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.

PRODOTTI CORRELATI

Nuovo

Ultimi articoli pubblicati

APPROFONDIMENTI