PATRIMONIO PUBBLICO 1/2016

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Raccolta di giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici

05 marzo 2016

pdf  / 210 pagine in formato A4

Selezione delle notizie più lette - derivanti dalla giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici - pubblicate nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.patrimoniopubblico.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui si riferiscono

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 256
  • issn: 2239-8015
  • sigla: PAT31
  • categoria: PATRIMONIO PUBBLICO
  • tipologia: giuridica
  • genere: raccolta
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

LO SPOSTAMENTO MOTIVATO DEL MERCATO COMUNALE IN VIA PROVVISORIA RESA POI DEFINITIVA RIENTRA NEI LEGITTIMI POTERI PIANIFICATORI DEL COMUNE

LA CHIUSURA PER CINQUE GIORNI DELL'ESERCIZIO COMMERCIALE HA LO SCOPO SIA DI DISSUADERE GLI ESERCENTI DALL'OCCUPAZIONE ABUSIVA SIA DI REINTEGRARE L'INTERESSE PUBBLICO LESO

GIURISDIZIONE ESCLUSIVA DEL G.A. PER LE CONTROVERSIE RELATIVE L'ESCUSSIONE DELLA CAUZIONE PROVVISORIA PRESTATA NELLE GARE AD EVIDENZA PUBBLICA

LA MAGGIORAZIONE DEL CANONE PER L'OCCUPAZIONE DI SPAZI ED AREE PUBBLICHE EX ART. 63 D.LGS. 446/1997 PUÒ ESSERE IMPOSTA SOLO SE È PROVATA L'ATTIVITÀ DI MANUTENZIONE

AI FINI DELL'ADOZIONE DELL'ORDINANZA DI RIMOZIONE DEI RIFIUTI LA MANCATA RECINZIONE DELL'AREA NON RILEVA QUEL COMPORTAMENTO COLPOSO DEL PROPRIETARIO

L'IMPATTO DELLO STABILIMENTO BALNEARE E' DIVERSO A SECONDA DEL PERIODO DELL'ANNO CONSIDERATO

LA NORMATIVA SULL'ACCESSO AGLI ATTI RIGUARDA TUTTI GLI ATTI RIFERIBILI ALLA P.A. INDIPENDENTEMENTE DALLA LORO DISCIPLINA

LA DECADENZA DELLA CONCESSIONE DEMANIALE SULL'AREA DETERMINA LA PERDITA DELLA PROPRIETÀ DEL BENE SOPRA COSTRUITOVI

IL CONCETTO GIURIDICO DI SCARICO PRESUPPONE CHE IL COLLEGAMENTO TRA INSEDIAMENTO E RECAPITO FINALE SIA STABILE E SENZA INTERRUZIONI ANCORCHÈ CASUALI

NON SUSSISTE IL REATO EX ART. 633 C.P. OGNI QUAL VOLTA IL SOGGETTO SI LIMITI A POSSEDERE UN BENE, PUR NON AVENDONE DIRITTO E SENZA PREVENTIVA INVASIONE

COMMETTE IL REATO DI INVASIONE CHI, PUR ESSENDO AUTORIZZATO DALL'ENTE PUBBLICO, OCCUPA UN TERRENO DEMANIALE DIVERSO E MAGGIORE DA QUELLO CONCESSO

L'INOSSERVANZA DEL TERMINE PER ADOTTARE IL REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELL'IMPOSTA SULLA PUBBLICITÀ VIZIA L'AZIONE AMMINISTRATIVA

IN MATERIA DI CONCESSIONI DEMANIALI L'ISTANZA RISARCITORIA E' AMMISSIBILE ANCHE IN ASSENZA DI DOMANDA DI ANNULLAMENTO

L'OCCUPAZIONE ABUSIVA DI DEMANIO MARITTIMO È UNA SITUAZIONE DI POSSESSO DEL LUOGO SOSTANZIALMENTE STABILE O COMUNQUE DURATURA E NON FACILMENTE RIMUOVIBILE

AI FINI DEL REATO DI CUI ALL'ART. 1161 C.N. BASTA LA SEMPLICE LIMITAZIONE DELL'UTILIZZO DEL PUBBLICO DEMANIO

DATO L'OBBLIGO DI DISAPPLICAZIONE DEL D.L. N. 400/1993, ART. 01 PER IL PERIODO DI VIGENZA, SONO CADUCATE LE CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME RINNOVATE IN BASE AD ESSO

TUTELA DELLE ACQUE DALL'INQUINAMENTO: LO SCARICO EXTRA TABELLARE È PENALMENTE SANZIONATO CHE SIA ABITUALE O OCCASIONALE, ED È INDIFFERENTE LA VOLONTARIETÀ O MENO DELLE PERDITE

L'OCCUPAZIONE DELLO SPAZIO DEMANIALE MARITTIMO È ARBITRARIA EX ART. 1161 COD. NAV. QUANDO MANCA UN TITOLO CONCESSORIO VALIDO ED EFFICACE RILASCIATO PROPRIO AL SOGGETTO CHE OCCUPA IL BENE PUBBLICO

L'OCCUPAZIONE ARBITRARIA DI BENE DEMANIALE MARITTIMO CONSISTE NELL'ACQUISIRE E MANTENERE SENZA AUTORIZZAZIONE IL POSSESSO O LA DETENZIONE DELLO STESSO, COMPRIMENDONE L'USO DA PARTE DI POTENZIALI UTENTI

IL REATO DI CUI ALL'ART. 1161 C.N. SI CONFIGURA ANCHE IN CASO DI OCCUPAZIONE ARBITRARIA PROTRATTASI OLTRE LA SCADENZA DEL TITOLO

GIURISDIZIONE AL GIUDICE ORDINARIO NELLE CONTROVERSIE SULLA QUANTIFICAZIONE DEI CANONI PER OCCUPAZIONE PREGRESSA DEI TERRENI GRAVATI DA USI CIVICI

SUSSISTE ABUSIVA OCCUPAZIONE SU AREA DEMANIALE SE ESSA VIENE SOTTRATTA ALLA FRUIBILITÀ COLLETTIVA, ILLECITA INNOVAZIONE SE NON VIENE LIMITATO IL GODIMENTO COMUNE

IL POSSESSO DI BENI DI INTERESSE ARCHEOLOGICO SI PRESUME ILLEGITTIMO SE NON SI DIMOSTRA DI AVERLI LEGITTIMAMENTE ACQUISTATI PRIMA DELL'ENTRATA IN VIGORE DELLA L. 364/1909

SUSSISTE SEMPRE LA GIURISDIZIONE DEL COMMISSARIO LIQUIDATORE AGLI USI CIVICI QUANDO È NECESSARIA LA PRONUNZIA CON EFFICACIA DI GIUDICATO IN MERITO ALLA "QUALITAS SOLI"

E' ILLEGITTIMA L'AUTOTUTELA DEMANIALE MOTIVATA CON ESCLUSIVO RIFERIMENTO AD UN DECRETO PENALE DI CONDANNA

L'OCCUPAZIONE NON AUTORIZZATA DI ARENILE CON MATERIALI DI SMONTAGGIO DI STABILIMENTO BALNEARE CONFIGURA IL REATO DI CUI ALL'ART. 1161 C.N.

E' ILLEGITTIMO IL RICORSO ALLE ORDINANZE CONTINGIBILI ED URGENTI PER FRONTEGGIARE UNA CRISI CIMITERIALE PERMANENTE E DURATURA

LA LEGITTIMAZIONE DEL POSSESSO ABUSIVO DELLE TERRE DI USO CIVICO SU DOMANDA DEGLI OCCUPATORI È POSSIBILE SOLO SE ESSI HANNO APPORTATO MIGLIORIE SOSTANZIALI E PERMANENTI

IL POTERE SANZIONATORIO DI CUI ALL'ART. 3, CO. 16, L. N. 94/09 E' ESERCITABILE A PRESCINDERE DA SITUAZIONI CONTINGIBILI

IL POTERE SANZIONATORIO DI CUI ALL'ART. 3, CO. 16, L. N. 94/09 HA NATURA DISCREZIONALE ED E' ESERCITABILE IN VIA GENERALE MEDIANTE ORDINANZA

SE IL G.O. ACCERTA IL DIRITTO AL SEPOLCRO IL COMUNE È OBBLIGATO A REVOCARE L'EVENTUALE DIVIETO DI TUMULARE

LA FASCIA DI RISPETTO CIMITERIALE NON VIENE MENO PER IL SOLO FATTO CHE IL CIMITERO NON È PIÙ UTILIZZATO

CARATTERISTICA DELLE SERVITÙ DI USO PUBBLICO PER IL TRANSITO SU STRADE VICINALI È LA MANCANZA DI UN FONDO DOMINANTE, IN QUANTO POSTE A VANTAGGIO DELL'INTERA COLLETTIVITÀ

NATURA DISCREZIONALE DEL POTERE RICONOSCIUTO AL SINDACO SULLA POLIZIA DELLE STRADE EX L. N. 94/2009

ABUSIVA OCCUPAZIONE: L'ESERCIZIO DEI POTERI EX LEGGE 94/2009 NON È IMPEDITO DALLA DISCIPLINA SULLE LIBERALIZZAZIONI

BENI CONFISCATI: L'INGIUNZIONE DI SGOMBERO NON È CONDIZIONATA ALL'ADOZIONE DI UN ATTO DI DESTINAZIONE

SPETTA AL TSAP LA COGNIZIONE SU PROVVEDIMENTI VOLTI AD ASSICURARE LO SFRUTTAMENTO DELLE ACQUE DEMANIALI E IL LIBERO DEFLUSSO DELLE ACQUE DEI FIUMI, TORRENTI, CANALI E SCOLATOI PUBBLICI

DEMANNIO MARITTIMO: IL CONCESSIONARIO PROVVISORIO NON VANTA ALCUN AFFIDAMENTO AL RILASCIO DEL TITOLO A REGIME

STRADE VICINALI: NESSUN OBBLIGO DI MANUTENZIONE A CARICO DEL COMUNE, SALVA COSTITUZIONE DI UN CONSORZIO

GIURISDIZIONE ORDINARIA NELLE CONTROVERSIE RELATIVE ALLA DETERMINAZIONE DELLE SOMME DOVUTE DAL CONCESSIONARIO DI UN BENE DEMANIALE

L'OCCUPAZIONE DI UNO SPAZIO PUBBLICO MAGGIORE DI QUELLO ASSENTITO E LA VIOLAZIONE DELLE MODALITÀ DI UTILIZZO SONO VIOLAZIONI DELLA STESSA NATURA CHE COMPORTANO RECIDIVA

IL PROCEDIMENTO DI DELIMITAZIONE DEL DEMANIO RISPETTO ALLA PROPRIETÀ PRIVATA È UN ATTO DI AUTOTUTELA PRIVATISTICA SPECIALE

I COMUNI POSSONO INDIVIDUARE AREE PUBBLICHE CON VALORE ARCHEOLOGICO, STORICO, ARTISTICO E PAESAGGISTICO IN CUI VIETARE O SOTTOPORRE A CONDIZIONI PARTICOLARI L'ESERCIZIO DEL COMMERCIO

LA L. 1078/1930, ART. 4 ESCLUDE L'INTEGRAZIONE DEL CONTRADDITTORIO DOPO LA SCADENZA DEL TERMINE DI 30 GIORNI NEI CONFRONTI DEI LITISCONSORTI NECESSARI PRETERMESSI

L'ATTIVITÀ ESTRATTIVA DI INERTI DALL'ALVEO DI UN FIUME DIETRO PAGAMENTO DI UN CANONE VA INQUADRATA NEGLI SCHEMI DELLA CONCESSIONE O DELLA CONCESSIONE-CONTRATTO

NECESSARIA UNA PROCEDURA DI EVIDENZA PUBBLICA PER L'ASSEGNAZIONE DELLE CONCESSIONI DEMANIALI

GIURISDIZIONE DEL GIUDICE ORDINARIO SUL PROVVEDIMENTO CON CUI L'AGENZIA DEL DEMANIO REVOCA L'INCARICO DI AMMINISTRATORE GIUDIZIARIO

LE DISPOSIZIONI DI CUI ALLA LEGGE 689/1981 TROVANO APPLICAZIONE SOLO PER LE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE

L'OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO OLTRE LA MISURA AUTORIZZATA NON INCIDE SUL PROCEDIMENTO PER IL RILASCIO DELLA NUOVA CONCESSIONE

L'AUTORIZZAZIONE EX ART. 55 COD. NAV. NON PUÒ ESSERE NEGATA SULLA BASE DI UNA PERIMETRAZIONE OBSOLETA E SMENTITA DAL G.O.

LE NUOVE OPERE ENTRO TRENTA METRI DAL DEMANIO MARITTIMO VANNO SOTTOPOSTE ALL'AUTORIZZAZIONE DELL'AUTORITÀ MARITTIMA A PRESCINDERE DAI PROFILI DI RILEVANZA EDILIZIA/URBANISTICA

ANCHE IN PENDENZA DI PROCEDIMENTO DI SANATORIA DEL POSSESSO DELL'AREA DEMANIALE, SE È COINVOLTO UN MANUFATTO EDILIZIO ABUSIVO IL COMUNE DEVE ORDINARE LA DEMOLIZIONE

COMPETENZA DEL TRAP PER LE CONTROVERSIE SU CONSISTENZA E LIMITI DELL'ALVEO E SPONDE DI UN CORSO D'ACQUA, MA PASSA AL G.O. SE LA ZONA È STATA ABBANDONATA DALLE ACQUE

IL PROVVEDIMENTO DI DECADENZA DI UNA CONCESSIONE DEMANIALE PER MANCATO UTILIZZO DELLA STESSA È ESPRESSIONE DI UN POTERE DI AUTOTUTELA VINCOLATO

L'ALLOGGIO PER I DIPENDENTI DELLA SOPRINTENDENZA È BENE DEL PATRIMONIO DISPONIBILE

VARIAZIONE DEL NUMERO DEGLI ABITANTI DELL'ALLOGGIO ERP: L'AUMENTO DEL CANONE NON COSTITUISCE ACCETTAZIONE TACITA

L'USO PUBBLICO DEVE ESSERE RIGOROSAMENTE PROVATO DALLA P.A.

IL RAPPORTO TRA UNIVERSITÀ AGRARIE E UTENTI NON E' ASSIMILABILE A QUELLO TRA ENTE PROPRIETARIO DEI BENI DEMANIALI E CONCESSIONARIO

CONCESSIONE CIMITERIALE RILASCIATA SULLA BASE DI UNA FALSA RAPPRESENTAZIONE DA PARTE DELL'INTERESSATO: NESSUN AFFIDAMENTO SULL'INTERESSE PUBBLICO

LA DECADENZA DELLA CONCESSIONE DEMANIALE OPERA AUTOMATICAMENTE AL REALIZZARSI DEI PRESUPPOSTI DI LEGGE

AL G.O. L'AZIONE NEGATORIA DI SERVITÙ DI PUBBLICO TRANSITO, ANCHE SE INTRODOTTA COME IMPUGNAZIONE

L'APPLICAZIONE DEL CANONE NON RICOGNITORIO RICHIEDE LA MODIFICA DELL'AUTORIZZAZIONE AD OCCUPARE IL SUOLO STRADALE

ASSEGNAZIONE DI AREE AEROPORTUALI PER ATTIVITÀ COMMERCIALI: SUSSISTE L'OBBLIGO DI ATTIVAZIONE DI UNA PROCEDURA COMPETITIVA

E' LEGITTIMA LA SCELTA AMMINISTRATIVA DI NON ACCETTARE LA CESSIONE GRATUITA DI UN BENE DI PREGIO

RIQUALIFICAZIONE AEROPORTI: LEGITTIMO PREVEDERE L'ASSEGNAZIONE DI SPAZI ESCLUSIVI A CIASCUN HANDLER E UN'AREA COMUNE PER I CONTROLLI ALL'IMBARCO

LA "CONCESSIONE" DI BENI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE È IN REALTÀ UNA LOCAZIONE

NON ESISTE UN RAPPORTO DI CAUSALITÀ DIRETTA TRA ESITO NEGATIVO DI UNA DIA E DECADENZA DI UNA CONCESSIONE

ILLEGITTIMO IL DINIEGO DI CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA MOTIVATO DALLA SOLA ASSENZA DEL PIANO COMUNALE DELLE COSTE

IMMOBILE ILLEGITTIMO PER VIOLAZIONE DEL VINCOLO CIMITERIALE E MANCANTE DI CONCESSIONE EDILIZIA: È COMUNQUE LEGITTIMA E DOVEROSA LA REPRESSIONE ATTUATA DAL COMUNE

LA CONCRETA IDONEITÀ DELLA STRADA A SODDISFARE ESIGENZE DI USO PUBBLICO E' UN FATTORE INDICATIVO DELLA SUA NATURA PUBBLICA

IL TRIENNIO CONCESSO AL COMUNE PER REALIZZARE LE OPERE DI URBANIZZAZIONE PRESUPPONE LA PROPRIETÀ PUBBLICA DELLE RELATIVE AREE

NON CONFIGURABILI I VIZI DI ECCESSO DI POTERE PER SVIAMENTO E CARENZE DI MOTIVAZIONE AVVERSO IL PROVVEDIMENTO DI DECADENZA DAL RAPPORTO CONCESSORIO

OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO: INAPPLICABILE IL SILENZIO ASSENSO

ILLEGITTIMA L'ORDINANZA SINDACALE CHE VIETA L'INTERRUZIONE DEL SERVIZIO IDRICO ALL'UTENTE MOROSO

LE CONTROVERSIE SULLA NATURA PUBBLICA O PRIVATA DI UNA STRADA APPARTENGONO ALLA GIURISDIZIONE ORDINARIA

ALLE CONCESSIONI DI SERVIZI NON SI APPLICA LA PUNTUALE DISCIPLINA DEL DIRITTO UE E DEL D.LGS. 163/2006, MA I PRINCIPI DESUMIBILI DAL TFUE E QUELLI GENERALI SUI CONTRATTI PUBBLICI

FRIULI VENEZIA GIULIA: LE ORDINANZE DI MESSA IN SICUREZZA DI EDIFICI ESISTENTI SUL DEMANIO MARITTIMO VANNO INDIRIZZATE ALLA REGIONE

PUGLIA: POTRANNO E DOVRANNO RILASCIARE NUOVE CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME SOLO DOPO L'APPROVAZIONE DEL PIANO REGIONALE DELLE COSTE

MANCATO RILASCIO DELLA CONCESSIONE DEMANIALE: IL TERMINE PER CHIEDERE IL RISARCIMENTO DECORRE DALL'ASSEGNAZIONE A TERZI

IL RILASCIO DELL'AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA NON INCIDE SUL PROCEDIMENTO VOLTO AD AUTORIZZARE L'OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO

SE IL PIANO REGOLATORE CONSENTE IN FASCIA DI VINCOLO CIMITERIALE SOLO INTERVENTI DI MANUTENZIONE, RESTAURO, RISANAMENTO E RISTRUTTURAZIONE, NON È AMMESSIBILE ALCUN TIPO DI NUOVA COSTRUZIONE

I COMMISSARI PER LA LIQUIDAZIONE DEGLI USI CIVICI NON HANNO NELL'ORDINAMENTO ATTUALE NON HANNO PIÙ IL COMPITO DI CURARE L'ESECUZIONE DELLE PROPRIE DECISIONI

LE COSTRUZIONI EDIFICATE SU SUOLO DEMANIALE SONO ACQUISITE DI DIRITTO AL DEMANIO ALLA DATA DEL TERMINE FINALE APPOSTO ALLA CONCESSIONE

IN CASO DI ILLEGITTIMA OCCUPAZIONE DI AREA PUBBLICA CON ARREDI A SERVIZIO DI UN ESERCIZIO COMMERCIALE, LA RIMOZIONE E LA CHIUSURA SONO ATTI OBBLIGATORI E VINCOLATI

DIVIETO DI ACCESSO ALLA Z.T.L. PER I S.U.V.: COMPETENTE È IL SINDACO NON IL DIRIGENTE

IL COMUNE E' ESTRANEO AL RAPPORTO TRA GESTORE DEL SERVIZIO IDRICO E DESTINATARI DELLA FORNITURA

L'INSTALLAZIONE DI UN IMPIANTO DI TELEFONIA MOBILE NON PUÒ ESSERE CLASSIFICATO COME UN MANUFATTO EDILIZIO QUINDI NON È INCOMPATIBILE CON IL VINCOLO CIMITERIALE

L'AUTORITÀ COMUNALE NON HA RUOLO NEL RAPPORTO DI UTENZA E NELLO SVILUPPO CONTRATTUALE TRA IL GESTORE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO ED IL DESTINATARIO DELLA FORNITURA IDRICA

ANCHE SE UN'AREA DEMANIALE MARITTIMA NON È DESTINATA ALLA BALNEAZIONE, CIÒ NON DETERMINA AUTOMATICAMENTE CHE LA STESSA NON POSSA RIVESTIRE UN INTERESSE GENERALE

L'ANALITICA INDIVIDUAZIONE DELL'OGGETTO DEL CONTRATTO DI AVVALIMENTO VALE A SCONGIURARE FACILI E STRUMENTALI AGGIRAMENTI DEL SISTEMA DEI REQUISITI DI PARTECIPAZIONE ALLE GARE PUBBLICHE

LEGITTIMO NEGARE L'INSTALLAZIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI PERICOLOSI PER LA CIRCOLAZIONE STRADALE

IL LIMITE ALLA DEVOLUZIONE AUTOMATICA ALLO STATO DELLE OPERE NON AMOVIBILI ALLA CESSAZIONE DEL RAPPORTO CONCESSORIO PRESUPPONE LA LORO REGOLARITÀ EDILIZIA

GIURISDIZIONE ORDINARIA PER LE CONTROVERSIE RELATIVE L'INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE SENZA TITOLO DI UN BENE DEMANIALE

PER IL DINIEGO DI RINNOVO DI CONCESSIONI DI BENI PUBBLICI BASTA UNA MOTIVAZIONE ALLA STREGUA DEGLI ELEMENTI CONCRETI OSTATIVI AL RILASCIO

IL DISUSO PROLUNGATO DI UNA STRADA VICINALE DA PARTE DELLA COLLETTIVITÀ NON COMPORTA LA SDEMANIALIZZAZIONE DELLA STRADA

NATURA VINCOLATA DEL PROVVEDIMENTO CON CUI IL COMUNE ASSEGNA UN BENE CONFISCATO ALLE ORGANIZZAZIONI MAFIOSE

IL COMBINATO DISPOSTO DELL'ART. 20 C.D.S. E DELL'ART. 3, COMMA 16, DELLA LEGGE 94/2009 SANZIONA LE OCCUPAZIONI DI SUOLO PUBBLICO TOTALMENTE ABUSIVE ANCHE SENZA AUMENTO DI CUBATURA

LA TUTELA DEL PATRIMONIO STORICO-CULTURALE E DEL DECORO URBANO CONSENTONO DI NEGARE LEGITTIMAMENTE L'OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO

LEGITTIMO SUBORDINARE IL RINNOVO DELLE LOCAZIONI PASSIVE AD UN NULLA OSTA DELL'AGENZIA DEL DEMANIO, MA NON SI PUÒ PREVEDERE UN SILENZIO RIGETTO

LA MERA DESTINAZIONE URBANISTICA IMPRESSA AD UN BENE NON BASTA PER RICONDURLO AL PATRIMONIO PUBBLICO

GIURISDIZIONE DEL TSAP PER LE VICENDE RISARCITORIE ANCHE SE SOLO MARGINALMENTE INCIDENTI SUL REGIME DELLE ACQUE

IL CANONE DI OCCUPAZIONE E L'INDENNITÀ DA OCCUPAZIONE SINE TITULO SONO PRETESE INFUNGIBILI E NON INTERCAMBIABILI

DIFFERENZA TRA INSEGNE E IMPIANTI PUBBLICITARI: PER LE FARMACIE BISOGNA TENER CONTO DELLA NECESSITÀ DI ASSICURARE VISIBILITÀ ALL'UTENZA

IL GESTORE AEROPORTUALE È SEMPRE OBBLIGATO A INDIRE UNA PROCEDURA COMPETITIVA PER SELEZIONARE IL PRIVATO A CUI CONCEDERE IN USO AREE ALL'INTERNO DELL'AEROPORTO

L'ART. 4 DELLA LEGGE 10/1977 CONSENTE L'EMISSIONE DI TITOLO EDILIZIO SOTTO LA CONDIZIONE SOSPENSIVA DEL RILASCIO DI CONCESSIONE DEMANIALE

LA PROVINCIA PUÒ ESERCITARE L'AUTOTUTELA DEMNANIALE PER GLI IMPIANTI SPORTIVI SCOLASTICI CHE HA IN USO GRATUITO

IL PIANO STRATEGICO NAZIONALE DELLA PORTUALITÀ E DELLA LOGISTICA DEVE ESSERE REDATTO COINVOLGENDO LE REGIONI

CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME: LA REGIONE SARDEGNA NON HA SOLO IL POTERE DI RILASCIO MA ANCHE DI EMANARE, OVVERO D'INTERPRETARE, REGOLAMENTI

CONCESSIONI DI BENI O SERVIZI PUBBLICI: GIURISDIZIONE AMMINISTRATIVA ESCLUSIVA IN CASO DI VERIFICA SUI POTERI DISCREZIONALI DELLA P.A. NELLA DETERMINAZIONE DI INDENNITÀ E CANONI

IL RINNOVO DI AUTORIZZAZIONE A INSTALLARE UN CARTELLONE PUBBLICITARIO STRADALE È UN NUOVO PROVVEDIMENTO E VA SOTTOPOSTO NUOVO APPREZZAMENTO DELLA SITUAZIONE FATTUALE

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.