PATRIMONIO PUBBLICO 5/2015

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Raccolta di giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici

23 novembre 2015

pdf  / 190 pagine in formato A4

Ius sepulchri e disciplina sopravvenuta; canone di alloggi di servizio occupati sine titulo; trasmissibilità del diritto di sepolcro primario; omesso pagamento del canone per concessione demaniale marittima; onere di manutenzione di strada privata; ripristino di uso pubblico della strada vicinale; chiusura dell'esercizio per indebita occupazione di suolo pubblico; silenzio su istanza di sdemanializzazione; indennizzo per la revoca dell'autorizzazione all'impianto pubblicitario; misura del cosap; acquisizione al demanio di opere inamovibili costruite sul demanio marittimo con occupazione autorizzata e non rinnovata; incentivi per i grandi impianti fotovoltaici; provvedimento di decadenza da concessione demaniale marittima; autorizzazione agli accessi carrai; erosione dell'arenile che rende inutilizzabile la concessione demaniale marittima; piani cava e piani territoriali di coordinamento dei parchi; natura di strada utilizzata per l'indifferenziato traffico pedonale; classificazione delle opere viarie; concessioni su viabilità principale con aree a sosta tariffata; attribuzione a privati dell'utilizzazione di beni del demanio o del patrimonio indisponibile; eccetera.

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 249
  • isbn: 978-88-6907-146-1
  • sigla: PAT29
  • categoria: PATRIMONIO PUBBLICO
  • tipologia: giuridica
  • genere: raccolta
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

LO IUS SEPULCHRI GIÀ COSTITUITO PUÒ ESSERE DISCIPLINATO DA UNA NORMATIVA ENTRATA IN VIGORE SUCCESSIVAMENTE

ALLOGGI ERP: LA COMUNICAZIONE AGLI ASSEGNATARI IN LOCAZIONE SEMPLICE DEL PREZZO DI RISCATTO NON PRODUCE UN EFFETTO PERFEZIONATIVO DEL CONTRATTO TRASLATIVO DI VENDITA

PER RIDETERMINARE IL CANONE PROVVISORIO DI ALLOGGI DI SERVIZIO OCCUPATI SINE TITULO, L'AMMINISTRAZIONE NON HA L'OBBLIGO GIURIDICO DI PROCEDERE A SOPRALLUOGO

IL SINDACO HA SEMPRE IL POTERE DI ORDINARE LA RIMOZIONE DI MATERIALI OSTATIVI AL LIBERO TRANSITO QUANDO SUSSISTE UN OGGETTIVO PREGIUDIZIO DEL PUBBLICO PASSAGGIO SULLE STRADE COMUNALI

NON PUÒ INVOCARSI NELLE OCCUPAZIONI SINE TITULO DI ALLOGGI DI SERVIZIO LA DISCIPLINA GENERALE IN TEMA DI LOCAZIONI

GIURISDIZIONE DEL TSAP ANCHE PER IL CONDONO DI PORZIONI IMMOBILIARI CHE NON RICADONO NELLA FASCIA DI RISPETTO DEL FIUME: PER LA SANATORIA L'EDIFICIO È UNITARIO

TRASMISSIBILITÀ DEL DIRITTO DI SEPOLCRO PRIMARIO: È LA VOLONTÀ DEL FONDATORE CHE DECIDE SE IL SEPOLCRO È FAMILIARE OPPURE EREDITARIO

L'OMESSO PAGAMENTO DEL CANONE PER CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA NON PUÒ ESSERE COMPENSATO CON ALTRE TIPOLOGIE DI OBBLIGAZIONI ORDINARIE

SE LA STRADA È PRIVATA L'ONERE DELLA MANUTENZIONE NON PUÒ ESSERE POSTO A CARICO DEL COMUNE, SALVO QUANTO DIPENDA DALLA COSTITUZIONE DI UN CONSORZIO

SUSSISTE GIURISDIZIONE DEL GIUDICE ORDINARIO PER L'INDENNIZZO A TITOLO DI OCCUPAZIONE ABUSIVA DI AREA DEMANIALE

NON SONO LEGITTIMATE ALL'IMPUGNAZIONE DI UN PIANO DI DISMISSIONI IMMOBILIARI LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI O SINGOLE PERSONE FISICHE IN RELAZIONE DIRETTA COLLA DESTINAZIONE DEL BENE IMMOBILE

IL POTERE PREVISTO DALL'ARTICOLO 15, COMMA 2, D.L.LG. 1446/1918 SI RIFERISCE AI CASI IN CUI IL COMUNE DEVE RIPRISTINARE L'USO PUBBLICO DELLA STRADA VICINALE PER UN'ALTERAZIONE DEI LUOGHI CHE LO IMPEDISCA

LA SOLA DISCRASIA FRA LO STATO DI FATTO E LE RISULTANZE CATASTALI NON È DI PER SÉ IDONEA A DIMOSTRARE IL CARATTERE PUBBLICO O MENO DI UNA STRADA COMUNALE

LA SANZIONE DELLA CHIUSURA DELL'ESERCIZIO PER INDEBITA OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO È LEGITTIMA ANCHE SE È STATA RIMOSSA SPONTANEAMENTE DOPO L'ACCERTAMENTO DELL'INFRAZIONE

IL PARERE COMUNALE NEGATIVO SULLA CONFORMITÀ AGLI STRUMENTI URBANISTICI DELLE OPERE DA REALIZZARSI SUL SUOLO DEMANIALE NON PUÒ ESSERE DISATTESO DALLA REGIONE

L'USO PUBBLICO DELLA STRADA DEVE ESSERE ACCERTATO RIGOROSAMENTE PRIMA DI ORDINARE LA DEMOLIZIONE DI OPERE SU SUOLO PRIVATO

IL SILENZIO DELL'AGENZIA DEL DEMANIO SU UN'ISTANZA DI SDEMANIALIZZAZIONE COSTITUISCE SILENZIO - INADEMPIMENTO

L'INDENNIZZO PER LA REVOCA DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMPIANTO PUBBLICITARIO PUÒ ESSERE ESCLUSO MEDIANTE ACCORDO CON IL PRIVATO

LA MISURA DEL COSAP DEFINISCE IL LIMITE MASSIMO DI PRELIEVO REALIZZABILE IN DIPENDENZA DELLA MEDESIMA OCCUPAZIONE DI SUOLO STRADALE

L'ATTO DI CLASSIFICAZIONE DI UN'AREA DEMANIALE HA NATURA DICHIARATIVA

LE OPERE INAMOVIBILI COSTRUITE SUL DEMANIO MARITTIMO CON OCCUPAZIONE REGOLARMENTE AUTORIZZATA E MAI RINNOVATA ALLA SCADENZA VENGONO ACQUISITE AL PATRIMONIO DELLO STATO

LA CONCESSIONE DI SERVIZI RESTA DISTINTA DALLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA ANCHE SE COMPORTA L'ASSEGNAZIONE ACCESSORIA DI UN TRATTO DI ARENILE

IL PROVVEDIMENTO DI AMMISSIONE AGLI INCENTIVI PER I GRANDI IMPIANTI FOTOVOLTAICI HA VALENZA RICOGNITIVA DEL DIRITTO ALL'INCENTIVO

IL COMUNE È LEGITTIMATO A DECIDERE LE MODALITÀ DI AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI PIÙ SPECCHI D'ACQUA PORTUALI DI CUI È CONCESSIONARIO

LE CONTROVERSIE RELATIVE ALL'ACCERTAMENTO DELLA DEMANIALITÀ DI UN'AREA DI CUI ALL'ART. 32 COD. NAV. SPETTANO AL GIUDICE ORDINARIO

IL PROVVEDIMENTO DI DECADENZA DA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA HA NATURA VINCOLATA ED ESCLUDE OGNI POSSIBILE BILANCIAMENTO TRA L'INTERESSE PUBBLICO E LE ESIGENZE DEL PRIVATO CONCESSIONARIO

PUGLIA: LA PROGRAMMAZIONE SULL'USO DEL DEMANIO MARITTIMO NON ELIMINA LE INTERAZIONI CON ALTRI STRUMENTI PIANIFICATORI, REGIONALI O COMUNALI

LA CHIUSURA TEMPORANEA DELL'ESERCIZIO POSTULA L'ABUSIVITÀ SIA SOGGETTIVA CHE OGGETTIVA DELL'OCCUPAZIONE

LA MANCANZA DEL TITOLO DI SOSPENSIONE DELL'USO CIVICO NON DETERMINA LA NULLITÀ DELLA CONCESSIONE DEMANIALE

L'AUTORIZZAZIONE AGLI ACCESSI CARRAI EX ART. 45 D.P.R. N. 495/1992 È NECESSARIA ANCHE PER GLI ACCESSI GIÀ ESISTENTI

IL COMUNE NON È RESPONSABILE PER L'EROSIONE DELL'ARENILE CHE RENDE INUTILIZZABILE LA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA PER STABILIMENTO BALNEARE

COLORO CHE NON POSSONO ESSERE DANNEGGIATI DALLO SPOSTAMENTO DI UNA STAZIONE RADIO BASE NON SONO DESTINATARI DELLA COMUNICAZIONE DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO

LA REVOCA DELL'AUTORIZZAZIONE ALLA SOMMINISTRAZIONE DI CIBI E BEVANDE INDIVIDUA UN'IPOTESI DI DECADENZA LEGALE DALLA CONCESSIONE DEMANIALE

IL VIZIO DI ECCESSO DI POTERE PER CONTRADDITTORIETÀ NON È RAVVISABILE AVVERSO GLI ATTI DI AUTOTUTELA

I PIANI CAVA POSSONO MODIFICARE I PIANI TERRITORIALI DI COORDINAMENTO DEI PARCHI

AZIONI RISARCITORIE CORRELATE AL REGIME DELLE ACQUE PUBBLICHE: COMPETENZA DEL TSAP QUANDO I DANNI DIPENDANO DA SCELTE DELLA P.A.

SE L'ATTO DI CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA NON FISSA IL NUMERO DI RATE DEL CANONE NON PAGATE CHE CAUSA LA DECADENZA, L'IRROGAZIONE DI QUEST'ULTIMA È ILLEGITTIMA

UN TRATTO DI STRADA UTILIZZATO PER L'INDIFFERENZIATO TRAFFICO PEDONALE DEGLI ABITANTI È STRADA PUBBLICA INDIPENDENTEMENTE DAL SUO TITOLO DI PROPRIETÀ

LA NUOVA COSTRUZIONE REALIZZATA ALL'INTERNO DELLA FASCIA DI RISPETTO CIMITERIALE EX ART. 338 DEL T.U. N. 1265/1934, NON È SUSCETTIBILE DI SANATORIA

UN'INSTALLAZIONE DEL TUTTO PRECARIA, SENZA CONSISTENZA EDILIZIA NÉ ALTERAZIONE DEI LUOGHI, IN UNO STABILIMENTO BALNEARE NON IMPLICA LA VARIAZIONE DELL'ESISTENTE CONCESSIONE DEMANIALE

UN USO ESCLUSIVO DI TERRENI AD USO CIVICO SUSSISTE SOLO SE ESISTE UNO SPECIFICO TITOLO GIURIDICO ATTESTATO DAL COMUNE PER FINALITÀ DI INTERESSE PUBBLICO

LA CLASSIFICAZIONE IN CONCRETO DELLE OPERE VIARIE SPETTA ALL'ENTE PROPRIETARIO DELLE STESSE

LA CONCESSIONE DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO NON PUÒ VALERE ANCHE COME PERMESSO DI COSTRUIRE

AMPLIAMENTO OSP: LA REITERAZIONE DI ISTANZA SU CUI LA P.A. SI È GIÀ PRONUNCIATA CON ATTI INOPPUGNATI NON LA OBBLIGA ALLA CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO

UN'AREA SCOPERTA DELIMITATA DA IMMOBILI CON DIRETTO ACCESSO E SBOCCO SU STRADA PUBBLICA COMUNALE NON È NECESSARIAMENTE UN CORTILE PRIVATO

NELLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA PER STABILIMENTO BALNEARE È LEGITTIMO DISTINGUERE TRA L'OCCUPAZIONE ILLIMITATA DEL BENE E L'USO LIMITATO AI MESI ESTIVI

OSP DI ROMA CAPITALE: ASSOLUTAMENTE VIETATE LE CONCESSIONI SU TRATTI DI VIABILITÀ PRINCIPALE CON AREE A SOSTA TARIFFATA

L'INDIVIDUAZIONE DI UN'AREA PRIVATA COME AREA DI ATTESA AI FINI DEL RISCHIO SISMICO NON IMPLICA L'ESISTENZA DI UN DIRITTO DI USO PUBBLICO SULLA STESSA

RESPONSABILITÀ PRECONTRATTUALE: IL DANNO RISARCIBILE È IL C.D. INTERESSE NEGATIVO A NON ESSERE COINVOLTO IN TRATTATIVE INUTILI CAUSATE DEL COMPORTAMENTO SCORRETTO DELLA CONTROPARTE

L'ATTRIBUZIONE A PRIVATI DELL'UTILIZZAZIONE DI BENI DEL DEMANIO O DEL PATRIMONIO INDISPONIBILE È SEMPRE RICONDUCIBILE ALLA FIGURA DELLA CONCESSIONE-CONTRATTO

LA CONTROVERSIA RELATIVA AL RINNOVO DI UN CONTRATTO DI CONCESSIONE DI USO DI UN IMMOBILE DEL PATRIMONIO DISPONIBILE SPETTA AL G.A.

LA MATERIA DELLE ACQUE MINERALI È RICONDUCIBILE ALLA MATERIA DELLE MINIERE E NON A QUELLA DELLE ACQUE PUBBLICHE

ILLEGITTIMO IL REGOLAMENTO COMUNALE CHE PREVEDE IL CUMULO DI COSAP E TOSAP

L'OCCUPAZIONE DI SPAZIO PUBBLICO CON ELEMENTI NON RICOMPRESI NELLA CONCESSIONE DI SUOLO PUBBLICO INTEGRA UN'OCCUPAZIONE ABUSIVA

L'ACQUISIZIONE GRATUITA AL DEMANIO AI SENSI DELL'ART. 49 COD. NAV. AVVIENE AUTOMATICAMENTE AL TERMINE DEL PERIODO DI CONCESSIONE

L'ACCERTAMENTO DELLA TITOLARITÀ DI UNA CONCESSIONE CIMITERIALE SPETTA AL GIUDICE AMMINISTRATIVO

GIURISDIZIONE DEL TRIBUNALE SUPERIORE DELLE ACQUE PUBBLICHE SULLE OPERE IDRAULICHE PER LA MESSA IN SICUREZZA DI UN LAGO

IL COSAP NELL'ATTUALE DISCIPLINA DI LEGGE È CORRISPETTIVO DI UNA CONCESSIONE DELL'USO ESCLUSIVO O SPECIALE DI BENI PUBBLICI IN RELAZIONE ALL'USO PARTICOLARE DEL SINGOLO

SOLO LE CHIESE EX CONVENTUALI CHIUSE AL CULTO POSSONO ESSERE CONSIDERATE DEMANIALI E DIVERSAMENTE UTILIZZATE

CARTELLI PUBBLICITARI ABUSIVI SU SUOLO DEMANIALE: L'ENTE PROPRIETARIO DEVE RIMUOVERLI E TRASMETTERE AL PREFETTO LA NOTA PER IL RECUPERO DELLE SPESE

VERIFICAZIONE DISPOSTA DAL TSAP: DEVONO ESSERE COMUNICATI ALLE PARTI GIORNO, ORA E LUOGO DI INIZIO DELLE OPERAZIONI DI VERIFICA

LA SDEMANIALIZZAZIONE TACITA È RAVVISABILE SOLO IN PRESENZA DI ATTI E FATTI INEQUIVOCABILI CHE EVIDENZINO LA VOLONTÀ DELLA P.A. DI SOTTRARRE IL BENE ALL'USO PUBBLICO

IL TERRENO CONCESSO CONTRATTUALMENTE IN DIRITTO DI SUPERFICIE DAL COMUNE NON PUÒ ESSERE ASSOGGETTATO A TOSAP PER MANCANZA DI PRESUPPOSTO DELL'IMPOSTA

LA SDEMANIALIZZAZIONE DEI BENI APPARTENENTI AL DEMANIO MARITTIMO RICHIEDE UN PROVVEDIMENTO FORMALE DELLA COMPETENTE AUTORITÀ

ILLEGITTIMO PREVEDERE UN DIVIETO GENERALIZZATO DI APERTURA DI NUOVE CAVE SU TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE

PRESUPPOSTO DELL'IMPOSTA REGIONALE SULLE CONCESSIONI STATALI PER L'OCCUPAZIONE E L'USO DI BENI DEMANIALI È L'USO ASSENTITO DEGLI STESSI

L'OMESSA PIANIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI OBBLIGA IL COMUNE A RISARCIRE IL DANNO AGLI OPERATORI DI SETTORE

LA TUTELA DEI DISABILI NON IMPLICA L'OBBLIGO DI RILASCIO CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA

DOPO L'ANNULLAMENTO GIURISDIZIONALE DEL DINIEGO DI CONCESSIONE DEMANIALE È LEGITTIMO RICHIEDERE LA PRESENTAZIONE DI UNA NUOVA ISTANZA

IN SICILIA PER LE OBBLIGAZIONI ASSUNTE DA UN CONSORZIO DI BONIFICA SOPPRESSO PER OPERE NON PIÙ DI COMPETENZA DEL SUCCESSORE, RISPONDE L'ASSESSORATO REGIONALE

NON PUÒ BENEFICIARE DELLA PROROGA DI CUI ALLA L. N. 147/2013 IL SOGGETTO CHE NON SIA TITOLARE DI UNA CONCESSIONE IN CORSO DI VALIDITÀ

DANNI DA FAUNA SELVATICA ALLE PRODUZIONI AGRICOLE: CHI CHIEDE IL RISARCIMENTO INTEGRALE COME ACCERTATO DALLA PROVINCIA È IN POSIZIONE DI INTERESSE LEGITTIMO

LEGITTIMA LA REVOCA DELLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA NON PIÙ COERENTE CON LE ESIGENZE COLLETTIVE DI FRUIZIONE

L'ESERCIZIO DEI POTERI DI POLIZIA MARITTIMA POSTULA LA NATURA DEMANIALE DELL'AREA DA ACCERTARE CON IL PROCEDIMENTO EX ART. 32 COD. NAV.

ILLEGITTIMO RINVIARE OGNI DETERMINAZIONE SULLE DOMANDE DI CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA ALLA PUBBLICAZIONE DEL BANDO DI GARA

SULLE AREE A SOSTA TARIFFATA È VIETATO IL RILASCIO DI NUOVE CONCESSIONI DI OCCUPAZIONI DI SUOLO PUBBLICO

LE MAPPE CATASTALI POSSONO ESSERE UTILIZZATE PER DIMOSTRARE LA NATURA VICINALE DELLA STRADA

L'UTILIZZO DEL DEMANIO TRATTURALE PUÒ ESSERE CONCESSO A UN PRIVATO PURCHÉ SIA GARANTITA LA FRUIZIONE COLLETTIVA

LA PROPOSTA DI CONVENZIONE PER LA PULIZIA DI UNA SPIAGGIA NON DETERMINA L'OBBLIGO DI PROVVEDERE IN CAPO ALLA PA

LA GESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO SPETTA ALLE AUTORITÀ D'AMBITO

GIURISDIZIONE DEL GIUDICE CIVILE IN CASO DI IMPUGNAZIONE DEI PROVVEDIMENTI DI RIMOZIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI ABUSIVI

UN CANALE SEPARATO DAL RESTO DEL RETICOLO IDRICO MINORE PERDE LA SUA QUALITÀ DEMANIALE

IL TRIBUNALE SUPERIORE DELLE ACQUE PUBBLICHE CONOSCE DELLE CONTROVERSIE CIRCA LE OPERE REALIZZATE SU AREE RISERVATE AL TRANSITO DI ACQUE PUBBLICHE

COMPETENZA DEL COMMISSARIO REGIONALE PER LA LIQUIDAZIONE DEGLI USI CIVICI NELLE CONTROVERSIE RELATIVE L'ESISTENZA E L'ESTENSIONE DELL'USO CIVICO

L'USO PUBBLICO DI UNA STRADA NON PUÒ ESSERE DEDOTTA DA UNA MERA PREVISIONE DI P.R.G.

IL RILASCIO DI UNA CONCESSIONE DEMANIALE DEVE AVVENIRE MEDIANTE UNA GARA AD EVIDENZA PUBBLICA

IN SEDE DI RINNOVO DI UNA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA IL CONCESSIONARIO NON VANTA ALCUNA ASPETTATIVA AL RINNOVO

L'ATTRIBUZIONE DI UNA CONCESSIONE PER LO SFRUTTAMENTO DI UN BENE DEMANIALE RICHIEDE UNA PROCEDURA DI EVIDENZA PUBBLICA

IL PREGIUDIZIO ALLA CIRCOLAZIONE PEDONALE OBBLIGA LA PA AD ORDINARE LA CESSAZIONE DEL PLATEATICO ABUSIVO

PUGLIA: ORA ADOZIONE E APPROVAZIONE DEL PIANO REGOLATORE PORTUALE SPETTANO RISPETTIVAMENTE A COMUNI E REGIONE

IL POTERE DI AUTOTUTELA PREVISTO DALL'ART. 378 L.N. 2248/1865 ALL. F NON PRESUPPONE LA TITOLARITÀ DI UN DIRITTO REALE DI USO PUBBLICO

CHI SI ASSUME DANNEGGIATO DALL'AZIONE AMMINISTRATIVA DEVE PROVARE TUTTI GLI ELEMENTI COSTITUIVI DELL'ILLECITO AQUILIANO

PER OCCUPARE UNO SPAZIO ACQUEO MEDIANTE EDIFICIO GALLEGGIANTE OCCORRE UNA PROCEDURA DI EVIDENZA PUBBLICA

LA DECADENZA DELLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA DETERMINA L'IMPROCEDIBILITÀ DELL'ISTANZA DI SUBENTRO

PER DICHIARARE LA DECADENZA DELLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA NON BASTA IL FALLIMENTO DEL CONCESSIONARIO

LA REVOCA EX ART. 21 QUINQUIES L. N. 241/1990 OPERA ANCHE PER IL PROVVEDIMENTO PROVVISORIO CHE CONCLUDE LA PRIMA PARTE DEL PROJECT FINANCING

IMPIANTI PUBBLICITARI ABUSIVI: LEGITTIMO L'ORDINE DI DEMOLIZIONE ADOTTATO DAL RESPONSABILE DELL'UFFICIO TRIBUTI

LEGITTIMA LA CHIUSURA DELL'ESERCIZIO COMMERCIALE IN CASO DI OCCUPAZIONE TOTALMENTE ABUSIVA DI SUOLO PUBBLICO

IN PRESENZA DI ELEMENTI DI OGGETTIVA INCERTEZZA DEL DEMANIO MARITTIMO È NECESSARIO IL PROCEDIMENTO DI CUI ALL'ART. 32 COD. NAV.

LE CONTROVERSIE RELATIVE AL REGOLAMENTO PER L'OCCUPAZIONE DI AREE PUBBLICHE E LA DETERMINAZIONE DEL CANONE SPETTANO AL GIUDICE AMMINISTRATIVO

LA PREINSEGNA RESTA TALE ANCHE SE COLLOCATA IN UNA PENSILINA AD UNA FERMATA DI AUTOBUS

L'OPERAZIONE DI INCOLONNAMENTO DI VEICOLI PER L'IMBARCO SU NAVE POSTULA UNA PREVIA AUTORIZZAZIONE

CHIUSURA DELL'ESERCIZIO COMMERCIALE FINO A 5 GIORNI IN CASO DI OCCUPAZIONE TOTALMENTE ABUSIVA DEL SUOLO PUBBLICO

LA CONTROVERSIA TRA CONCESSIONARIO E SUB-CONCESSIONARIO RELATIVA ALLA FASE ESECUTIVA DEL RAPPORTO APPARTIENE AL GIUDICE ORDINARIO

GIURISDIZIONE DEL TSAP PER GLI ATTI PROVENIENTI DA AMMINISTRAZIONI NON PREPOSTE ALLA TUTELA DELLE ACQUE PUBBLICHE MA CHE INCIDONO COMUNQUE SU TALI BENI

LEGITTIMO IL DINIEGO DELLA CONCESSIONE DEMANIALE SE LA DOCUMENTAZIONE ALLEGATA ALLA DOMANDA È GENERICA

L'INFORMATIVA ANTIMAFIA PUÒ ESSERE CHIESTA ANCHE PER CONCESSIONI DI MODESTO VALORE

ILLEGITTIMA L'ORDINANZA CONTINGIBILE E URGENTE VOLTA A GARANTIRE L'ACCESSO AI BENI DEMANIALI DA PARTE DELLA COLLETTIVITÀ

ILLEGITTIMA LA DECADENZA DELLA CONCESSIONE DEMANIALE ADOTTATA SULLA BASE DI UN'UNICA VERIFICA FATTUALE

PRESUPPOSTO PER L'ATTIVAZIONE DEL RITO AVVERSO IL SILENZIO È UNA DIFFIDA VOLTA A DENUNCIARE UNA SPECIFICA OMISSIONE

GLI IMPIANTI DI PREFABBRICATO AD USO NON ABITATIVO DEVONO ESSERE DI MODESTE DIMENSIONI E FACILMENTE RIMOVIBILI PER NON ALTERARE IL TERRITORIO

I COMUNI POSSONO GESTIRE IL SERVIZIO DI TRASPORTO FUNEBRE SOLO IN REGIME DI LIBERA CONCORRENZA CON LE IMPRESE PRIVATE

IL COMANDANTE DEL PORTO PUÒ ADOTTARE ORDINANZE CON CUI REGOLA IL TRAFFICO DI VEICOLI IN AMBITO PORTUALE

LA DOMANDA DI CONCESSIONE PERMANENTE NON È ADEGUATAMENTE RISCONTRATA CON UNA CONCESSIONE TEMPORANEA

LA PROROGA DELLE CONCESSIONI PREVISTA DAL D.L. N. 194/2009 RIGUARDA ANCHE QUELLE DESTINATE A PORTI TURISTICI E PUNTI DI ORMEGGIO PER LA NAUTICA DA DIPORTO

LA CONTROVERSIA RELATIVA ALL'INADEMPIMENTO DI UNA CONVENZIONE CHE ACCEDE ALLA CONCESSIONE DI UN BENE DEMANIALE SPETTA AL G.A.

L'ALIENAZIONE DI IMMOBILI PUBBLICI DEVE AVVENIRE CON PROCEDURA CONCORSUALE

È LEGITTIMO DETERMINARE IL PREZZO DI ALIENAZIONE DI UN BENE PUBBLICO TENENDO CONTO DELLA QUOTA DI PARTI COMUNI CEDUTA CONTESTUALMENTE

LE OPERAZIONI DI INCOLONNAMENTO DI AUTOVEICOLI PER L'IMBARCO SUI TRAGHETTI RICHIEDONO UNA PREVIA AUTORIZZAZIONE

IL PLURIENNALE RICONOSCIMENTO DELL'ABUSIVA OCCUPAZIONE DEL DEMANIO MARITTIMO NON PUÒ CHE CONDURRE ALL'ORDINE DI DEMOLIZIONE

GIURISDIZIONE DEL G.A. NELLE CONTROVERSIE RELATIVE AI CRITERI INDIVIDUATI DALLA P.A. PER LA COMMISURAZIONE DEL COSAP

LA DECADENZA DALLA CONCESSIONE DEMANIALE IN CASO DI ABUSI DEI PRIVATI È UN PROVVEDIMENTO A NATURA VINCOLATA

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Selezione delle notizie più lette - derivanti dalla giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici - pubblicate dalla rivista telematica www.patrimoniopubblico.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui si riferiscono.