PATRIMONIO PUBBLICO 4/2015

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Raccolta di giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici

04 settembre 2015

pdf  / 148 pagine in formato A4

Canone per occupazione sine titulo di alloggio di servizio; esclusione della responsabilità della p.a. per danni nell'uso delle strade pubbliche; sdemanializzazione tacita; manutenzione della sede stradale e della banchina; differenza tra appalto e concessione di servizio pubblico; concessione demaniale mediante procedure concorsuali trasparenti; canone delle concessioni demaniali marittime; sanzione per indebita occupazione di suolo pubblico; responsabilità dei consorzi di bonifica; passerelle e palafitte fisse conficcate nell'alveo di un fiume per aggancio di natanti; tariffe del servizio idrico; inedificabilità da vincolo cimiteriale; demolizione di opere abusive sul demanio in assenza o contrasto con mera d.i.a.; quando cimiteri e mercati sono demaniali; revoca di concessioni cimiteriali; innovazioni non autorizzate ex art. 1161 cod. nav.; ordinanze contingibili e urgenti prive di un limite temporale; occupazione di alloggio di edilizia residenziale pubblica; revoca dell'alloggio e.r.p.; esercizio abusivo dell'attività estrattiva; regolarità urbanistico - edilizia dei locali aperti al pubblico; competenza ordinanze di ripristino avverso opere eseguite su aree demaniali; ecc.

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 246
  • isbn: 978-88-6907-139-3
  • sigla: PAT28
  • categoria: PATRIMONIO PUBBLICO
  • tipologia: giuridica
  • genere: raccolta
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

AL G.O. QUESTIONI SULLA QUANTIFICAZIONE DEI CANONI CONCESSORI IN BASE ALLA LEGGE, AL G.A. LE CONTROVERSIE SULLA LEGITTIMITÀ DEGLI ATTI CHE FISSANO I CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEI CANONI
 
IL CANONE PER OCCUPAZIONE SINE TITULO DI ALLOGGIO DI SERVIZIO NON DIPENDE STRETTAMENTE DAL VALORE LOCATIVO DI MERCATO DELL'IMMOBILE: ESSO È SOLO UN PUNTO DI PARTENZA
 
PER L'IMPUGNAZIONE DI PROCEDIMENTO IN CUI RILEVA ESCLUSIVAMENTE IL RISPETTO DELLA PROCEDURA AMMINISTRATIVA DELL'AFFIDAMENTO DELL'APPALTO DI OPERE IDRAULICHE, LA GIURISDIZIONE È DEL G.A.
 
PER ESCLUDERE LA RESPONSABILITÀ DELLA P.A. PER DANNI NELL'USO DELLE STRADE PUBBLICHE IL CASO FORTUITO PUÒ ESSERE INVOCATO SE IL PERICOLO È PROVOCATO DAGLI STESSI UTENTI
 
I BENI DESTINATI A USO PUBBLICO TRAMITE DISPOSIZIONE LEGISLATIVA POSSONO ESSERE SDEMANIALIZZATI SOLO CON ATTO DI PARI RANGO E NON TACITAMENTE
 
L'ENTE PROPRIETARIO DI UNA STRADA APERTA AL PUBBLICO TRANSITO HA L'OBBLIGO DI PROVVEDERE ALLA MANUTENZIONE SIA DELLA SEDE STRADALE CHE DELLA BANCHINA
 
L'APPALTO È DIVERSO DALLA CONCESSIONE DI SERVIZIO PUBBLICO PERCHÉ IL CONCESSIONARIO SI REMUNERA EROGANDO IL SERVIZIO ALL'UTENZA O SFRUTTANDO IL BENE DEMANIALE
 
LA CONCESSIONE PER LO SFRUTTAMENTO DI UN BENE DEMANIALE DI RILEVANZA ECONOMICA VA ATTRIBUITA PROCEDURE CONCORSUALI TRASPARENTI E NON DISCRIMINATORIE
 
È COSTITUZIONALMENTE LEGITTIMA LA LEGISLAZIONE CHE RIDETERMINA IL CANONE DEGLI ALLOGGI DI SERVIZIO OCCUPATI SINE TITULO TENENDO CONTO INNANZITUTTO DELLA LORO FUNZIONE ISTITUZIONALE
 
L'ART. 1, COMMA 251, DELLA LEGGE N. 296/2006 SI APPLICA ANCHE ALLA DETERMINAZIONE DEL CANONE DELLE CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME IN CORSO
 
RESTA LEGITTIMA LA SANZIONE PER INDEBITA OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO CHE INFLUISCA NEGATIVAMENTE ANCHE SU UNA DIVERSA ATTIVITÀ NELLO STESSO LUOGO
 
SPETTA ALLA GIURISDIZIONE DEL TSAP IL RICORSO SUL DINIEGO DI RILASCIO DELLA CONCESSIONE PER LA COSTRUZIONE DI UN FABBRICATO NELLE ADIACENZE DI UN FIUME IN AREA ESONDABILE
 
SE IL CONSORZIO DI BONIFICA HA, DI FATTO, PROVVEDUTO ALLA MANUTENZIONE DI UN CANALE, NE È RESPONSABILE E HA L'OBBLIGO DI RISARCIRE I DANNI DERIVANTI DA DIFETTO DI MANUTENZIONE
 
LA PRESENZA DI PASSERELLE E PALAFITTE FISSE CONFICCATE NELL'ALVEO DI UN FIUME PER AGGANCIO DA PARTE DI NATANTI COMPORTA DI PER SÈ OCCUPAZIONE DEL BENE DEMANIALE
 
IL PRINCIPIO DEL RECUPERO INTEGRALE DEI COSTI COMPRESI QUELLI DI INVESTIMENTO SI APPLICA PER LE TARIFFE DEL SERVIZIO IDRICO
 
L'INDENNITÀ PER L'OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA DI DEMANIO MARITTIMO DA PARTE DEL PRIVATO NON PUÒ ESSERE RECUPERATA CON L'INGIUNZIONE DI PAGAMENTO EX R.D. N. 639 DEL 1910
 
RIDETERMINAZIONE DEL CANONE DEMANIALE SULLE CONCESSIONI MARITTIME: GIURISDIZIONE AMMINISTRATIVA IN CASO DI INTEGRALE REVISIONE
 
GIURISDIZIONE DEL TRIBUNALE SUPERIORE DELLE ACQUE PUBBLICHE PER I PROVVEDIMENTI CHE INCIDONO DIRETTAMENTE E IN CONCRETO SUL REGIME DELLE ACQUE PUBBLICHE
 
IL VINCOLO CIMITERIALE IMPORTA INEDIFICABILITÀ ASSOLUTA INDIPENDENTEMENTE DALLA TIPOLOGIA DI FABBRICATO E DALLA SUA NATURA PERTINENZIALE
 
ROMA CAPITALE: NON È MAI POSSIBLE PER IL TITOLARE DI UN ESERCIZIO COMMERCIALE OCCUPARE LIBERAMENTE SUOLO PUBBLICO, SENZA CONCESSIONE DEL MUNICIPIO COMPETENTE
 
È LEGITTIMA LA DEMOLIZIONE DI OPERE IN ASSENZA O CONTRASTO CON MERA D.I.A. NEL CASO SIANO REALIZZATE SU SUOLO DEMANIALE
 
I CIMITERI E I MERCATI RIVESTONO NATURA DEMANIALE SOLO SE DI PROPRIETÀ DELL'ENTE LOCALE
 
GIURISDIZIONE DEL GIUDICE ORDINARIO CON RIFERIMENTO ALLA SOSPENSIONE DELL'AUTORIZZAZIONE AL PUBBLICO ESERCIZIO
 
IL POTERE DI REVOCA DI CONCESSIONI CIMITERIALI NELL'INTERESSE PUBBLICO PRESUPPONE IN CONCOMITANZA I 50 ANNI DALL'ULTIMA TUMULAZIONE E LA GRAVE INSUFFICIENZA DEL CIMITERO
 
SI INTENDONO PER INNOVAZIONI NON AUTORIZZATE EX ART. 1161 COD. NAV. TUTTE QUELLE IDONEE A MODIFICARE I BENI DEL DEMANIO MARITTIMO O AD INCIDERE SUL LORO USO
 
ILLEGITTIME LE ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI PRIVE DI UN LIMITE TEMPORALE DI EFFICACIA
 
LO STATO DI NECESSITÀ NON GIUSTIFICA L'OCCUPAZIONE DELL'ALLOGGIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
 
IL PAGAMENTO DEI SERVIZI PUBBLICI È IRRILEVANTE AI FINI DELLA REVOCA DELL'ALLOGGIO DI E.R.P.
 
L'ESERCIZIO ABUSIVO DELL'ATTIVITÀ ESTRATTIVA È REATO AMBIENTALE PERMANENTE CHE DURA FINCHÉ L'ALTERAZIONE NON VIENE ELIMINATA NELLA SUA MATERIALITÀ OD ANTIGIURIDICITÀ
 
LEGITTIMA L'ORDINANZA DI CHIUSURA TEMPORANEA DI UN'ATTIVITÀ COMMERCIALE SVOLTA IN PARZIALE DIFFORMITÀ DAL TITOLO CONCESSORIO
 
NECESSARIA LA REGOLARITÀ URBANISTICO - EDILIZIA ANCHE DEI LOCALI APERTI AL PUBBLICO ENTRO CUI SI SVOLGE UN'ATTIVITÀ COMMERCIALE
 
LE CONTROVERSIE CIRCA L'ANNULLAMENTO DI AVVISI DI PAGAMENTO DELLA TASSA PER OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO SPETTANO AL GIUDICE AMMINISTRATIVO
 
ILLEGITTIMO IL DIVIETO DI UTILIZZARE BARCHE A MOTORE ALIMENTATO A IDROCARBURI PER UN SOLO CANTIERE NAUTICO E NON PER GLI ALTRI DELLA STESSA ZONA
 
L'OCCUPAZIONE ANTICIPATA DI BENI DEL DEMANIO MARITTIMO È STRUMENTALE E PREPARATORIA RISPETTO ALLA CONCESSIONE DEFINITIVA E PUÒ ESSERE ADOTTATA NELLE MORE DEL PERFEZIONAMENTO DEL PROCEDIMENTO
 
LA CHIUSURA PER CINQUE GIORNI DEL LOCALE PER OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO PUBBLICO È LEGITTIMA ANCHE SE PER INFRAZIONI PIÙ GRAVI SI APPLICHI LA MEDESIMA DURATA
 
L'ADOZIONE DELLE ORDINANZE DI RIPRISTINO AVVERSO OPERE ESEGUITE SU AREE DEMANIALI SPETTA AL COMUNE
 
IL TERMINE PER L'ESERCIZIO DEL POTERE INIBITORIO NEI CASI DI D.I.A.E S.C.I.A. È PERENTORIO
 
LEGITTIMA LA DECADENZA DELLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA IN CASO DI MANCATO UTILIZZO CONTINUATO DELLA CONCESSIONE
 
L'ENTE CONCEDENTE UNA DERIVAZIONE IDRICA AD USO IDROELETTRICO PUÒ IMPORRE PRESCRIZIONI AL CONCESSIONARIO ANCHE SENZA ESAMINARNE GLI INTERESSI
 
LE OPERE EDILIZIE REALIZZATE AL DI SOPRA DI BENI DEMANIALI OGGETTO DI CONCESSIONE ACQUISISCONO LA NATURA DI BENE PUBBLICO AL TERMINE DELLA CONCESSIONE
 
ILLEGITTIMO ANNULLARE L'ASSEGNAZIONE DI UN ALLOGGIO DI EDILIZIA POPOLARE A NOVE ANNI DI DISTANZA
 
ILLEGITTIMO IL DINIEGO ALL'OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO DETERMINATO DALLA MANCATA ADOZIONE DEL PIANO POSTEGGI
 
LA REVOCA CON UN UNICO PROVVEDIMENTO DI TUTTE LE CONCESSIONI CIMITERIALI NON RICHIEDE LA COMUNICAZIONE DI AVVIO
 
IL PROCEDIMENTO DI AUTORIZZAZIONE ALL'INSTALLAZIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI HA NATURA VINCOLATA
 
GIURISDIZIONE DEL TRIBUNALE SUPERIORE DELLE ACQUE PUBBLICHE RELATIVAMENTE AI PROVVEDIMENTI CHE INCIDONO DIRETTAMENTE E IMMEDIATAMENTE SULLA MATERIA DELLE ACQUE
 
GLI IMPIANTI SPORTIVI DI PROPRIETÀ DEL COMUNE APPARTENGONO AL SUO PATRIMONIO INDISPONIBILE PERCHÉ DESTINATI A SODDISFARE L'INTERESSE DELL'INTERA COLLETTIVITÀ
 
UN BENE FACENTE PARTE DEL PATRIMONIO INDISPONIBILE DI UN ENTE PUBBLICO NON PUÒ ESSERE ACQUISTATA DAL PRIVATO PER USUCAPIONE
 
ICI: L'ESENZIONE PER GLI IMMOBILI DEGLI ENTI PUBBLICI NON SPETTA SE IL LORO GODIMENTO È CONCESSO A TERZI VERSO IL PAGAMENTO DI UN CANONE
 
IL TRASFERIMENTO DELLA RESIDENZA COSTITUISCE SOLO UN INDIZIO DELL'ABBANDONO DELL'ALLOGGIO E.R.P.
 
L'ESENZIONE IRPEG SUI REDDITI DI FABBRICATI DERIVANTI DA CANONI DI LOCAZIONE VALE, TRA GLI ALTRI, PER GLI ENTI GESTORI DI DEMANI COLLETTIVI
 
SPETTA AI COMUNI AUTORIZZARE LA PUBBLICITÀ FONICA SULLA SPIAGGIA
 
È LEGITTIMO NEGARE L'INSTALLAZIONE SU SUOLO PUBBLICO DI MANUFATTI IN RAPPORTO DI CONTINUITÀ CON ALTRI ABUSIVI
 
LA MENZIONE IN UN REGOLAMENTO CONDOMINIALE DI UNA STRADA VICINALE NON FA VENIR MENO LA SERVITÙ DI USO PUBBLICO
 
L'OCCUPAZIONE ABUSIVA NON È INTERROTTA DALLA DIFFIDA A RESTITUIRE IL TERRENO
 
GLI ALLOGGI DI PROPRIETÀ DELLE POSTE SONO EQUIPARATI A QUELLI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA SOLO PER LA DETERMINAZIONE DELLE MODALITÀ DI VENDITA DEGLI STESSI AI PRIVATI
 
NEL GIUDIZIO TRA PRIVATI PER IL RILASCIO DI AREA IN LOCAZIONE, IL CONVENUTO NON È LEGITTIMATO AD ECCEPIRE LA DEMANIALITÀ DELL'AREA STESSA A MENO CHE NON ALLEGHI UN TITOLO PROPRIO
 
LA DECISIONE DI NON TRASFERIRE I SERVIZI PREESISTENTI NON COSTITUISCE STRAVOLGIMENTO DELL'ACCORDO PER LA RIQUALIFICAZIONE DI UN'AREA PUBBLICA
 
L'ABBATTIMENTO DELLA PARTE DEL CAMINO CHE ATTRAVERSA L'ALLOGGIO PUBBLICO GIUSTIFICA LA REVOCA DELL'ASSEGNAZIONE
 
NON COSTITUISCE ILLEGITTIMO AGGRAVIO RICHIEDERE IL PARERE DELLA SOPRINTENDENZA SULL'ISTANZA DI PLATEATICO
 
APPARTIENE AL GIUDICE ORDINARIO LA COGNIZIONE DELLA CONTROVERSIA SULL'ACCERTAMENTO DEL DIRITTO DELLA COLLETTIVITÀ SU UNA STRADA VICINALE
 
CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA: IL SUBINGRESSO NON RICHIEDE EVIDENZA PUBBLICA
 
LA RECENTE NORMATIVA IN MATERIA DI LIBERALIZZAZIONI NON IMPEDISCE AL COMUNE DI PREVEDERE LA TEMPORANEITÀ DELLE CONCESSIONI DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO
 
BENI DEMANIALI: LA P.A. VA ESENTE DALLA RESPONSABILITÀ EX ART. 2051 COD. CIV. SE DIMOSTRA CHE IL DANNO È STATO CAUSATO DA TERZI
 
NELLA VIGILANZA E CONTROLLO DELLE OPERE PUBBLICHE E DEI BENI DEMANIALI LA P.A. RISPONDE DEI DANNI SE C'È NESSO DI CAUSALITÀ E SE HA VIOLATO NORME DI LEGGE O TECNICHE O DI PRUDENZA
 
È ILLEGITTIMA LA REVOCA DELL'ALLOGGIO PUBBLICO DISPOSTA DOPO TRENT'ANNI DI AFFIDAMENTO LEGITTIMO
 
LE ZONE SOMMERSE DALLE PIENE ORDINARIE FANNO PARTE DEL DEMANIO IDRICO
 
I PASSI CARRAI NON DEVONO OSSERVARE LA DISTANZA DI DODICI METRI DALLE DIRAMAZIONI STRADALI, MA SOLO DALLE INTERSEZIONI
 
I CONTRIBUTI CONSORTILI DI BONIFICA SONO DOVUTI DA TUTTI I PROPRIETARI DI BENI, ANCHE DEMANIALI, CHE RICADONO NELL'AREA BENEFICIATA DALLE ATTIVITÀ DI BONIFICA
 
IL DEMANIO LACUALE, COME QUELLO MARITTIMO, COMPRENDE NON SOLO L'ALVEO MA ANCHE LA SPIAGGIA, NECESSARIA PER I PUBBLICI USI DEL LAGO
 
L'ERRORE SUL VALORE DEL BENE PUBBLICO GIUSTIFICA L'ANNULLAMENTO DELLA PROCEDURA DI ALIENAZIONE
 
IL PARERE PRO VERITATE DI UN LEGALE NON BASTA PER DIMOSTRARE L'USO PUBBLICO DELLA STRADA
 
NELLA SCELTA TRA USO PRIVATO ED USO PUBBLICO DELL'ARENILE VA PREFERITO GENERALMENTE QUEST'ULTIMO
 
IMPOSSIBILE SOSPENDERE IL RILASCIO DELLE CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME IN ATTESA DELL'APPROVAZIONE DEI BANDI PER L'EVIDENZA PUBBLICA
 
ROVINA DI ARGINI: LA NATURA DEMANIALE DELLE ACQUE COMPORTA L'APPLICABILITÀ DEGLI ARTT. 2051 E/O 2053 C.C.
 
È LEGITTIMO RIFIUTARE L'AFFIDAMENTO DEL BENE DEMANIALE A CHI NON ABBIA PAGATO IL PREZZO DI AGGIUDICAZIONE DI UNA GARA PRECEDENTE
 
SE IL GESTORE CHIEDE LA CONSEGNA DEGLI IMPIANTI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO IL COMUNE DEVE RISPONDERE
 
IGNORARE UNA DELLE ISTANZE DI ASSEGNAZIONE DI UNA CONCESSIONE CIMITERIALE VIOLA TUTTI I PRECETTI DEL DIRITTO AMMINISTRATIVO
 
ABUSIVA OCCUPAZIONE: L'ESERCIZIO DEI POTERI EX LEGGE 94/2009 NON RICHIEDE VALUTAZIONE SULLA SUSSISTENZA DI PERICOLI PER LA SICUREZZA PUBBLICA
 
LA P.A. NON PUÒ AUTORIZZARE USI PARTICOLARI SU AREA OGGETTO DI SERVITÙ PUBBLICA DI PASSAGGIO
 
LA CONCESSIONE DI IMPIANTI PUBBLICITARI SI PROROGA TACITAMENTE PER EFFETTO DEL PAGAMENTO DEL CANONE
 
CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA: L'IMPEGNO A COSTITUIRE LA CAUZIONE DEFINITIVA NON PUÒ ESSERE SOSTITUITO DAL VERSAMENTO DELLA GARANZIA
 
SPETTA AGLI ENTI LOCALI LA DISCIPLINA DELLA CIRCOLAZIONE VEICOLARE NEI PORTI
 
L'INADEMPIMENTO DELLA P.A. ALL'OBBLIGO DI MANUTENZIONE DI UN'AREA NON NE FA VENIR MENO L'USO PUBBLICO
 
NON BASTANO DUE ACCESSI PER ESCLUDERE LA STABILE PRESENZA DELL'ASSEGNATARIO NELL'ALLOGGIO ERP
 
L'ISTANZA DI REGOLARIZZAZIONE DELL'OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO NON IMPEDISCE MEDIO TEMPORE LE SANZIONI COMMERCIALI
 
È LEGITTIMO INSTALLARE GLI IMPIANTI DI TELECOMUNICAZIONI SU AREA DEMANIALE
 
IMPIANTI PUBBLICITARI: LEGITTIMO PREVEDERE UNA TARIFFA DIVERSA IN RAGIONE DELLA PROPRIETÀ PUBBLICA O PRIVATA DEGLI STESSI
 
LA REGIONE PUÒ INCLUDERE TRA I PORTI DI PROPRIA COMPETENZA ANCHE QUELLI DI VALENZA TURISTICA
 
CONCESSIONE DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO: SE LA S.N.C. ORIGINARIA INTESTATARIA SI ESTINGUE IL SOCIO SUPERSTITE NON SUBENTRA AUTOMATICAMENTE
 
IL "NON USO" PER BREVE TEMPO E PER CAUSA DI FORZA MAGGIORE NON COMPORTA LA DECADENZA DELLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA
 
CONCESSIONE O LOCAZIONE? CONTA LA NATURA DEL BENE, NON IL PREVENTIVO ESPLETAMENTO DI UNA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA
 
LA REPRESSIONE DELL'ABUSIVA OCCUPAZIONE DELLA STRADA CON UN INTERVENTO EDILIZIO NON CONCERNE L'AUTOTUTELA DEMANIALE
 
LA CONDANNA PER IL REATO DI ABUSIVA OCCUPAZIONE DI DEMANIO MARITTIMO OSTA ALLA PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA DI AFFIDAMENTO DEL TITOLO CONCESSORIO
 
LA VALUTAZIONE DI COMPATIBILITÀ TRA L'ESERCIZIO DELLO STABILIMENTO BALNEARE E IL VINCOLO PAESAGGISTICO CUI È CORRELATO L'USO DEL BENE DEMANIALE SPETTA ALLA SOPRINTENDENZA

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Selezione delle notizie più lette - derivanti dalla giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici - pubblicate dalla rivista telematica www.patrimoniopubblico.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui si riferiscono.