PATRIMONIO PUBBLICO 1/2015

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Raccolta di giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici

13 marzo 2015

pdf  / 130 pagine in formato A4

La P.A. è esente dalla responsabilità civile per i danni causati da beni demaniali se dimostra che siano stati determinati da cause estrinseche ed estemporanee create da terzi, non è usucapibile un immobile vincolato in permanenza a un pubblico servizio, l'attraversamento del demanio idrico regionale da parte di cavi di TLC è soggetto solo al pagamento dei canoni previsti dalla legge statale, l'abusiva captazione di acque pubbliche è illecito permanente perché consegue da un continuo emungimento dell'acqua, l'omessa richiesta della misura cautelare rileva ai fini della determinazione del danno risarcibile, le controversie sull’imposta o il canone comunale sulla pubblicità ed il diritto sulle pubbliche affissioni sono di competenza delle commissioni tributarie, al giudizio di ottemperanza sull'illegittimità del piano demaniale marittimo comunale è estraneo l'obbligo dell’amministrazione di rilasciare la concessione, sussiste il dolo di reato di abusiva occupazione di demanio marittimo in chi è consapevole di non essere titolare di concessione scaduta ma di non averla ancora richiesta, la vigilanza e repressione dell’abusivismo pubblicitario è attività doverosa della P.A., eccetera.

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 226
  • isbn: 978-88-6907-105-8
  • sigla: PAT25
  • categoria: PATRIMONIO PUBBLICO
  • tipologia: giuridica
  • genere: raccolta
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

NON SUSSISTE RESPONSABILITÀ DEL COMUNE PER UNA CADUTA PROVOCATA DA UNA BUCA NORMALMENTE VISIBILE SU PUBBLICA VIA

LA P.A. È ESENTE DALLA RESPONSABILITÀ CIVILE PER I DANNI CAUSATI DA BENI DEMANIALI SE DIMOSTRA CHE SIANO STATI DETERMINATI DA CAUSE ESTRINSECHE ED ESTEMPORANEE CREATE DA TERZI

NON È USUCAPIBILE UN IMMOBILE VINCOLATO IN PERMANENZA A UN PUBBLICO SERVIZIO

L'ATTRAVERSAMENTO DEL DEMANIO IDRICO REGIONALE DA PARTE DI CAVI DI TLC È SOGGETTO SOLO AL PAGAMENTO DEI CANONI PREVISTI DALLA LEGGE STATALE

L'ABUSIVA CAPTAZIONE DI ACQUE PUBBLICHE È ILLECITO PERMANENTE PERCHÉ CONSEGUE DA UN CONTINUO EMUNGIMENTO DELL'ACQUA

L'OMESSA RICHIESTA DELLA MISURA CAUTELARE RILEVA AI FINI DELLA DETERMINAZIONE DEL DANNO RISARCIBILE

LE CONTROVERSIE SULL’IMPOSTA O IL CANONE COMUNALE SULLA PUBBLICITÀ ED IL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI SONO DI COMPETENZA DELLE COMMISSIONI TRIBUTARIE

AL GIUDIZIO DI OTTEMPERANZA SULL'ILLEGITTIMITÀ DEL PIANO DEMANIALE MARITTIMO COMUNALE È ESTRANEO L'OBBLIGO DELL’AMMINISTRAZIONE DI RILASCIARE LA CONCESSIONE

SUSSISTE IL DOLO DI REATO DI ABUSIVA OCCUPAZIONE DI DEMANIO MARITTIMO IN CHI È CONSAPEVOLE DI NON ESSERE TITOLARE DI CONCESSIONE SCADUTA MA DI NON AVERLA ANCORA RICHIESTA

LA VIGILANZA E REPRESSIONE DELL’ABUSIVISMO PUBBLICITARIO È ATTIVITÀ DOVEROSA DELLA P.A. A PRESCINDERE DAI CONTRATTI STIPULATI CON IL PRIVATO

L'ART. 2051 C.C. È APPLICABILE ALL'ANAS PER PERICOLI DIRETTAMENTE CONNESSI ALLA CONFORMAZIONE O ALLE PERTINENZE DELLA STRADA

IL POTERE DISCREZIONALE DELLA P.A. NELLE CONCESSIONI DEMANIALI DEVE ESSERE MOTIVATO NEI SINGOLI CASI SUI CRITERI APPLICATI E SULLA VALUTAZIONE DELLA FATTISPECIE CONCRETA

SONO ILLEGITTIMI E VANNO DISAPPLICATI GLI ATTI AMMINISTRATIVI CON CUI LA REGIONE IMPONE CANONI AUTONOMI PER L'ATTRAVERSAMENTO DEL DEMANIO IDRICO

IL PROPRIETARIO DI UN SEDIME ASSERVITO ALL'USO PUBBLICO NON PUÒ OPPORSI ALL'APERTURA DI UN PASSO CARRAIO SULLO STESSO

È LEGITTIMO IL DINIEGO DI RILASCIO DI TITOLI DI CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA BASATO SU VALUTAZIONI DISCREZIONALI DELLA P.A. RIGUARDANTI IL MERITO AMMINISTRATIVO

L'OMESSA INDICAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO COMPORTA LA MERA IRREGOLARITÀ DEL PROVVEDIMENTO FINALE

GLI IMPIANTI SPORTIVI DI PROPRIETÀ COMUNALE APPARTENGONO AL PATRIMONIO INDISPONIBILE DELL'ENTE

L'INSERIMENTO DI UNA STRADA NELL'ELENCO DELLE STRADE VICINALI NON HA EFFICACIA COSTITUTIVA DEL CARATTERE PUBBLICO DELLA VIA

OCCUPAZIONE ABUSIVA DI IMMOBILE: IL DIRITTO AL RISARCIMENTO DEL DANNO PRESCRIVE DOPO CINQUE ANNI DAL GIORNO IN CUI OGNI SUCCESSIVA FRAZIONE DI DANNO SI PRODUCE

LE DEROGHE ALLE DISTANZE MINIME PER IL POSIZIONAMENTO DEI MEZZI PUBBLICITARI NELLE STRADE DI QUARTIERE NON VALGONO IN PROSSIMITÀ DI INTERSEZIONI, CURVE, PONTI E CAVALCAVIA

L'ACCERTAMENTO DELLA DELIMITAZIONE DELLE AREE DEMANIALI MARITTIME, PER LORO NATURA MUTEVOLI, DEVE ESSERE FATTO IN CONTRADDITTORIO CON I PRIVATI PROPRIETARI

IL CANONE PER L'OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO OPERA QUALE CORRISPETTIVO PER L'USO DI BENI PUBBLICI

LA RICHIESTA DEL PAGAMENTO DEL CANONE DI OCCUPAZIONE NELLE MORE DEL PROCEDIMENTO DI CONCESSIONE DEL BENE NON CREA AFFIDAMENTO

LE ATTIVITÀ COMMERCIALI IN AMBITO AEROPORTUALE NON CONNESSE ALL'ESERCIZIO DELL'AVIAZIONE DEVONO COMUNQUE ESSERE AFFIDATE TRAMITE PROCEDURE COMPETITIVE

LA PROROGA DELLE CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME PER FINALITÀ TURISTICO-RICREATIVA EFFETTUATA DAL D.L. 194/2009 È TRANSITORIA E NON CONTRASTA CON LE NORME EUROPEE

LA PROROGA DELLE CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME PER FINALITÀ TURISTICO-RICREATIVE OPERATA DAL DL 194/2009 È LEGITTIMA IN QUANTO TRANSITORIA

I CARTELLI PUBBLICITARI DEVONO RISPETTARE LE DISTANZE INDICATE DAL CODICE DELLA STRADA ANCHE SE INSTALLATI SULLE AREE PRIVATE, MA CON AFFACCIO ALLA PUBBLICA VIA

I PIANI DI MASSIMA OCCUPABILITÀ DELLE VIE E PIAZZE DEL CENTRO STORICO HANNO LO SCOPO DI CONTEMPERARE GLI INTERESSI DEGLI OPERATORI COMMERCIALI CON LA TUTELA DI LUOGHI DI NOTEVOLE INTERESSE PUBBLICO

SOLO L'AEEG E NON LA REGIONE PUÒ INTERVENIRE SULLA GESTIONE DELLE TARIFFE DI DEPURAZIONE E COLLETTAMENTO DELLE ACQUE

I COMUNI NON POSSONO INTRODURRE ULTERIORI REQUISITI PER LA TASSAZIONE DELLA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

L'INDENNIZZO PER I PREGIUDIZI CONSEGUENTI ALLA REVOCA NON E' DOVUTO PER GLI ATTI AD EFFETTI INTERINALI

LE AREE BOSCHIVE NON POSSONO ESSERE ACQUISITE PER SCONFINAMENTO EX ART. 5-BIS D.L. 326/2003

SUSSISTE LA GIURISDIZIONE AMMINISTRATIVA PER LE CONTROVERSIE IN MATERIA DI SERVIZI PUBBLICI IN CUI LA P.A. AGISCE IN VESTE DI AUTORITA'

L'INDIVIDUAZIONE DEL CONTROINTERESSATO IMPONE LA PRESENZA DEL REQUISITO FORMALE DELL'INDIVIDUABILITA' E DI QUELLO SOSTANZIALE DELL'INTERESSE

IL RINNOVO DELLA CONCESSIONE DEMANIALE NON OPERA IN MODO AUTOMATICO NECESSITANDO UN PROVVEDIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE

L'URBANIZZAZIONE DI UN'AREA DEMANIALE NON COMPORTA LA SDEMANIALIZZAZIONE TACITA DELLA STESSA

I PIANI DI MASSIMA OCCUPABILITA' DEL SUOLO PUBBLICO SONO APPROVATI DAI CONSIGLI MUNICIPALI

L'USO DELLA MOTIVAZIONE PER RELATIONEM IMPONE ALL'AMMINISTRAZIONE DI INDICARE GLI ESTREMI DEGLI ATTI RICHIAMATI

FINCHÉ PERDURA LA CONCESSIONE GLI IMPIANTI SPORTIVI REALIZZATI DAL CONCESSIONARIO NON SONO DI PROPRIETÀ PUBBLICA

L'APERTURA DI NUOVI ESERCIZI COMMERCIALI NON E' SOGGETTA A LIMITI TERRITORIALI O DI ALTRA NATURA

GIURISDIZIONE DEL GIUDICE AMMINISTRATIVO NEI CASI DI ESERCIZIO DI POTERE DISCREZIONALE NELLA DETERMINAZIONE DEL CANONE DEMANIALE

IL VINCOLO IDRAULICO NON IMPEDISCE AI PRIVATI DI SISTEMARE L'ALVEO E METTERE IN SICUREZZA LA STRADA DEMANIALE

AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA ANNULLABILE ENTRO 60 GIORNI DALLA RICEZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE COMPLETA

L'INOSSERVANZA DEL TERMINE DI CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO NON DETERMINA L'ILLEGITTIMITÀ DELL'ATTO FINALE

LO IUS SEPULCHRI NEI CONFRONTI DEI TERZI ASSUME LE CARATTERISTICHE DI UN DIRITTO REALE

I COMUNI NON POSSONO INTRODURRE ULTERIORI TITOLI ABILITATIVI PER LA REALIZZAZIONE DI STAZIONI RADIO BASE

LA MANCATA INDICAZIONE DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO NON COMPORTA L'INVALIDITÀ DELL'ATTO

L'ADIBIZIONE DI UN'AREA DEMANIALE AD ATTIVITÀ TURISTICO - RICREATIVA DEVE ESSERE ASSENTITA DALL'AMMINISTRAZIONE

LE CONFUTAZIONI ALLE OSSERVAZIONI RELATIVE A PIANI URBANISTICI SOVRACOMUNALI NON RICHIEDONO UNA SPECIFICA MOTIVAZIONE

L'ATTO DI MERA CONFERMA REITERA IL CONTENUTO DISPOSITIVO E MOTIVAZIONALE DI UN PRECEDENTE PROVVEDIMENTO

L'ATTRIBUZIONE DA PARTE DELLA LEGGE DI UN SIGNIFICATO AL SILENZIO DELLA P.A. CONSENTE DI SUPERARNE L'INERZIA

LA RIDETERMINAZIONE DEI CANONI DI CUI ALLA L. 296/2006 NON RIGUARDA LE CONCESSIONI PREESISTENTI

LA DISDETTA DELLA CONCESSIONE DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO OPERA DALLA SCADENZA DEL RAPPORTO

I COMUNI POSSONO REGOLAMENTARE IL RILASCIO DI CONCESSIONI DEMANIALI ANCHE NELLE MORE DELL'ADOZIONE DEI PIANI REGIONALI

LA CONCESSIONE DI SUOLO PUBBLICO NON ATTRIBUISCE ALCUN DIRITTO DI INSISTENZA NE' UN'ASPETTATIVA AL RINNOVO DEL RAPPORTO

LA LEGITTIMAZIONE AD ACCEDERE RICHIEDE UN INTERESSE CONCRETO E ATTUALE COLLEGATO ALLA CONOSCENZA DEI DATI RICHIESTI

DIRETTA INCIDENZA SUL REGIME DELLE ACQUE PUBBLICHE LADDOVE UN ATTO INCIDA IMMEDIATAMENTE SULL'USO DELLE STESSE

L'OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO EFFETTUATA DA UN TERZO CON IL CONSENSO DEL CONCESSIONARIO NON PUÒ DIRSI TOTALMENTE ABUSIVA

LA COMPETENZA PER LA BONIFICA DI AREE INQUINATE DI INTERESSE NAZIONALE SPETTA AL MINISTERO DELL'AMBIENTE SENTITO QUELLO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

E' LEGITTIMO SOTTOPORRE OGNI INTERVENTO SULLE RAFFINERIE ALLA PREVIA AUTORIZZAZIONE DELL'AUTORITÀ DEMANIALE

PER RECUPERARE LA FASCIA COSTIERA È LEGITTIMO RIGETTARE LA SANATORIA DEGLI ABUSI EDILIZI IVI REALIZZATI

IL COMUNE NON PUÒ VIETARE L'INSTALLAZIONE DI CARTELLI PUBBLICITARI IN ATTESA DI UN PROPRIO REGOLAMENTO

GIURISDIZIONE ORDINARIA SULL'ISTANZA RISARCITORIA AVANZATA DALLA P.A. PER L'INADEMPIMENTO DEL CONCESSIONARIO

IL CANONE E' DETERMINATO IN BASE ALLE CARATTERISTICHE OGGETTIVE DEL SINGOLO COMPENDIO DEMANIALE

LE OPERE RELATIVE AD UNA CONCESSIONE DEMANIALE DEVONO REALIZZARSI ENTRO IL PRIMO TERMINE DI VALIDITÀ DELLA STESSA

IL PROVVEDIMENTO DI CHIUSURA TEMPORANEA DELL'ESERCIZIO COMMERCIALE PER OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO PUBBLICO HA NATURA VINCOLATA

IL SOGGETTO CHE SI SPOGLIA DEL BENE CONCESSO DECADE DALLA CONCESSIONE CIMITERIALE

L'OBBLIGO DI RIPRISTINARE LA SITUAZIONE AMBIENTALE COMPROMESSA NON GRAVA SUL DETENTORE DELL'AREA NON RESPONSABILE DELL'INQUINAMENTO

IL MANCATO RISPETTO DEL TERMINE DI CONCLUSIONE DEL PROCEDIMENTO NON DETERMINA L'ILLEGITTIMITÀ DEL PROVVEDIMENTO FINALE

ILLEGITTIMO IL PROVVEDIMENTO CON CUI LA P.A. SOSPENDE UN'AUTORIZZAZIONE SENZA INDICARE UN TERMINE

PUGLIA: SCADUTA LA CONCESSIONE A FAVORE DEL COMUNE È QUEST'ULTIMO IL SOGGETTO COMPETENTE A RIAFFIDARE IL BENE

AVENDO ACCESSO DALLA STRADA PUBBLICA ALLE LORO PROPRIETÀ UNICAMENTE ATTRAVERSO LA STRADA INTERPONDERALE, AVREBBERO POTUTO SUBIRE UN PREGIUDIZIO ANCHE SOLTANTO DA UNA TEMPORANEA LIMITAZIONE DEL GODIMENTO DI TALE ACCESSO DERIVANTE DALL’EFFETTUAZIONE DEI LAV

LE OPERE PRECARIE A SERVIZIO DI UNO STABILIMENTO BALNEARE POSSONO MANTENERSI PER L'INTERO ANNO SOLARE

ESCLUSA LA CONTINUATIVITA' DI OCCUPAZIONI ABUSIVE SE LO SPAZIO OCCUPATO E' DIVERSO IN TERMINI DI SUPERFICIE E LUOGO

NON E' NECESSARIA UNA MOTIVAZIONE SPECIFICA DELL'ANNULLAMENTO D'UFFICIO IN PRESENZA DI UN ATTO DIFFORME DALLA DISCIPLINA URBANISTICA

L'ASSENZA DEL PARERE DELL'AUTORITÀ DI BACINO NON RENDE ILLEGITTIMO IL PIANO URBANISTICO GENERALE

VI E' OCCUPAZIONE USURPATIVA IN CASO DI SCONFINAMENTO SU AREA PRIVATA NELLA COSTRUZIONE DI UNA STRADA PUBBLICA

L'OMESSA VERIFICA DI COMPATIBILITÀ DEL DISTRIBUTORE DI CARBURANTE NON GARANTISCE IL RINNOVO DELLA RELATIVA CONCESSIONE

LE VALUTAZIONI E GLI ACCERTAMENTI DI CARATTERE TECNICO SONO SINDACABILI SOLO PER MANIFESTA IRRAGIONEVOLEZZA O ILLOGICITA'

LA DETERMINAZIONE DEI CANONI DI OCCUPAZIONE VA IMPUGNATA UNITAMENTE ALL'INGIUNZIONE DI PAGAMENTO

E' LEGITTIMO IL RIGETTO DELL'ASSEGNAZIONE DELL'ALLOGGIO CHE RIENTRA NEL PATRIMONIO DISPONIBILE E NON HA PERTANTO FINALITÀ PUBBLICISTICA

L'ANNULLAMENTO D'UFFICIO DEVE ESSERE MOTIVATO DA UN INTERESSE PUBBLICO SPECIFICO DIVERSO DAL MERO RIPRISTINO DELLA LEGALITA'

NON E' NECESSARIA UNA CONCESSIONE AMMINISTRATIVA PER IL GODIMENTO DEI BENI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE DEL COMUNE

LA CONFORMITA' TRA PIANO PORTUALE E STRUMENTO URBANISTICO GENERALE E' GARANTITA DALL'INTESA TRA LE AUTORITA' COINVOLTE

IN ASSENZA DEL PIANO COMUNALE DELLE COSTE I COMUNI APPLICANO LE DISPOSIZIONI DEL RELATIVO PIANO REGIONALE

LA FUORIUSCITA DI LIQUAMI SULLA STRADA LEGITTIMA L'EMANAZIONE DI ORDINANZE CONTINGIBILI ED URGENTI

L'ORDINE DI RIMUOVERE I RIFIUTI NON È UN'ORDINANZA CONTINGIBILE ED URGENTE SE NON MENZIONA PARTICOLARI SITUAZIONI DI PERICOLO

IL PARCO FERROVIARIO ADIACENTE AL PORTO NON PUÒ ESSERE CONCESSO IN ESCLUSIVA AD UN OPERATORE PRIVATO

IL CRITERIO DI COMPETENZA FUNZIONALE PREVALE SU QUELLO DI COMPETENZA TERRITORIALE

L'ABUSO EDILIZIO COSTITUISCE UN ILLECITO PERMANETE LA CUI REPRESSIONE PUO' ESSERE DISPOSTA IN QUALSIASI MOMENTO

L'OBBLIGO DI PROVVEDERE IN CAPO ALL'AMMINISTRAZIONE NON RICHIEDE UNA DISPOSIZIONE PUNTUALE E SPECIFICA

LA RICHIESTA DI CONCESSIONE IN FORZA DI UNA NORMATIVA SOPRAVVENUTA RENDE IMPROCEDIBILE L'IMPUGNAZIONE DEL PRECEDENTE DINIEGO

SPETTA AL GIUDICE AMMINISTRATIVO LA CONTROVERSIA RELATIVA ALLA DETERMINAZIONE DEL CONGUAGLIO PRETESO SUL CANONE DEMANIALE

IL DIVIETO DI EDIFICARE NELLA FASCIA DI RISPETTO CIMITERIALE NON OPERA PER GLI IMPIANTI DI TELEFONIA MOBILE

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Selezione delle notizie più lette - derivanti dalla giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici - pubblicate dalla rivista telematica www.patrimoniopubblico.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui si riferiscono.