URBIUM 1/2014

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

notiziario bimestrale di giurisprudenza in materia di edilizia ed urbanistica

11 marzo 2014

pdf  / 199 pagine in formato A4

Vincolo paesaggistico sui corsi d'acqua; motivazione nelle scelte urbanistiche; rimozione del titolo edilizio formatosi per silentium; casistica degli interventi soggetti a permesso di costruire; luci e vedute negli edifici ad angolo; procedure di condono pendenti al 31.12.2009; nozione di lotto edificabile; vas per i piani ante 21.7.2004; terzo condono e abusi in area vincolata; stralcio operato dalla regione sul p.r.g. comunale; casistica di mutamenti di destinazione d'uso; indennità per abusi edilizi ambientali; chi è sanzionabile per ristrutturazione abusiva; opere abusive su area vincolata; trasferimento di diritti edificatori; aree periurbane; impianto fotovoltaico in zona agricola; volumetria delle aree destinate a standard nel piano attuativo; sanzione edilizia irrogata a distanza di decenni; riesame del titolo edilizio; commerciabilità di aree e diritti edificatori; responsabilità del proprietario dell'area interessata da un abuso edilizio; trasmissibilità agli eredi della sanzione dell'abuso; balconi nel computo delle distanze; ristrutturazione edilizia e distanze; piani volumetrici; leggi regionali sul recupero dei sottotetti e regolamenti contrattuali; eccetera

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 147
  • issn: 2039-6678
  • sigla: URB19
  • categoria: URBIUM
  • tipologia: giuridica
  • genere: periodico
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

CORSI D'ACQUA: PER I FIUMI E PER I TORRENTI IL VINCOLO PAESAGGISTICO ESISTE A PRESCINDERE DALL'ISCRIZIONE NEGLI ELENCHI

LA RICHIESTA DI CANCELLAZIONE DAI REGISTRI IMMOBILIARI DIMOSTRA LA PIENA CONOSCENZA DEL PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE GRATUITA

LA P.A. GODE DI UN'AMPIA VALUTAZIONE DISCREZIONALE NELLE SCELTE URBANISTICHE DA MOTIVARE IN FORMA GENERALE

AI FINI DELLA RIMOZIONE DEL TITOLO EDILIZIO FORMATOSI PER SILENTIUM LA P.A. DEVE RISPETTARE LE GARANZIE DEL CONTRADDITTORIO CON GLI INTERESSATI

PERMESSO DI COSTRUIRE PER LA SERRA ANCORATA AL SUOLO CON MASSETTO IN CALCESTRUZZO

ANCHE GLI EDIFICI UBICATI DALLO STESSO LATO DELLA VIA PUBBLICA SONO SOTTRATTI ALLA DISCIPLINA DI LUCI E VEDUTE

GLI EDIFICI AD ANGOLO NON SONO TENUTI AL RISPETTO DELLE DISTANZE LEGALI

PER LE PROCEDURE DI CONDONO PENDENTI AL 31.12.2009 IL PARERE DELLA SOPRINTENDENZA VA RESO SECONDO LA NUOVA DISCIPLINA DELL'AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

LA NOZIONE DI LOTTO EDIFICABILE PRESCINDE DAL PROFILO DOMINICALE

NIENTE VAS PER I PIANI IL CUI PROCEDIMENTO DI APPROVAZIONE È INIZIATO PRIMA DEL 21.7.2004

NEL TERZO CONDONO GLI ABUSI IN AREA VINCOLATA SONO INSANABILI A PRESCINDERE DAL PARERE DELLA P.A.

LO STRALCIO OPERATO DALLA REGIONE SUL P.R.G. COMUNALE COMPORTA UN'APPROVAZIONE PARZIALE DELLO STESSO

LA REALIZZAZIONE DI UN SERVIZIO SANITARIO E DI UN RIPOSTIGLIO NON DETERMINA EX SE' UN MUTAMENTO DI DESTINAZIONE D'USO

L'INDENNITA' PREVISTA PER ABUSI EDILIZI AMBIENTALI E' APPLICABILE SIA PER ILLECITI SOSTANZIALI CHE FORMALI

ACCOGLIMENTO DELL'IMPUGNATIVA COMUNALE DEL PIANO REGIONALE: L'ANNULLAMENTO VA LIMITATO AL TERRITORIO DI QUEL COMUNE

RISTRUTTURAZIONE ABUSIVA: LA SANZIONE PECUNIARIA È APPLICABILE AGLI ATTUALI PROPRIETARI DELL'IMMOBILE ANCHE SE NON SONO RESPONSABILI

OPERE ABUSIVE SU AREA VINCOLATA: LA SOPRINTENDENZA PUÒ RILEVARE ANCHE LA VIOLAZIONE DELLA DISCIPLINA URBANISTICA LIMITATIVA DELL'EDIFICAZIONE

L'OMESSA COMUNICAZIONE DEI MOTIVI OSTATIVI ALL'ACCOGLIMENTO NON COMPORTA L'ANNULLAMENTO DEL PROVVEDIMENTO IL CUI CONTENUTO NON AVREBBE POTUTO ESSERE DIVERSO

LEDE GLI AMBITI DECISIONALI DELLA PA LA SENTENZA CHE LE IMPONE IL TRASFERIMENTO DI DIRITTI EDIFICATORI

IL REGOLAMENTO URBANISTICO CONSIDERA SIA I SUOLI URBANIZZATI CHE LE AREE PERIURBANE

PER INTERVENIRE IN AUTOTUTELA SULLA DIA/SCIA NON SERVE LA PREVIA COMUNICAZIONE DI AVVIO

LA COLLOCAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO IN ZONA AGRICOLA INCIDE SU QUEST'ULTIMA AL PARI DI UN IMPIANTO INDUSTRIALE

LE AREE DESTINATE A STANDARD ESPRIMONO LA PROPRIA VOLUMETRIA NEGLI ALTRI LOTTI DEL PIANO ATTUATIVO

IL TITOLO EDILIZIO NON COMPRENDE ANCHE LA CONCESSIONE DI SUOLO PUBBLICO

LA SANZIONE AMMINSITRATIVA IRROGATA PER VIOLAZIONE DEGLI OBBLIGHI RELATIVI LA TUTELA DEL PAESAGGIO E' LEGITTIMA ANCHE IN ASSENZA DI UN DANNO AMBIENTALE

L'ANNULLAMENTO DEL DINIEGO DI TITOLO EDILIZIO LEGITTIMA LA PRETESA DI UNA VARIANTE URBANISTICA

LA CHIUSURA CON VETRATE DI UN CAPANNONE APERTO NON COSTITUISCE INTERVENTO MANUTENTIVO

OVE IL GIUDICATO IMPONGA UN OBBLIGO PUNTUALE LA PA DEVE ADOTTARE UN ATTO RIPRODUTTIVO DEL CONTENUTO DELLA SENTENZA

LA SANZIONE EDILIZIA IRROGATA A DISTANZA DI DECENNI DEVE ESSERE MOTIVATA

IL PERMESSO DI COSTRUIRE PUO' ESSERE RILASCIATO AL SOGGETTO CHE HA LA MATERIALE DISPONIBILITA' DEL SUOLO IN BASE AD UN DIRITTO PERSONALE

AVVIATO IL RIESAME DEL TITOLO EDILIZIO IL COMUNE HA L'OBBLIGO DI PROVVEDERE ESPRESSAMENTE

LA COMMERCIABILITA' DI AREE E DIRITTI EDIFICATORI ESCLUDE LA DISPARITA' DI TRATTAMENTO TRA LE SOTTOZONE

NESSUN PREGIUDIZIO PUO' ESSERE LAMENTATO IN CARENZA DI ACCERTAMENTO DELLA SPETTANZA DEL BENE DELLA VITA

LE MEDIE STRUTTURE DI VENDITA POSSONO ESSERE SUDDIVISE IN SOTTOCATEGORIE PER FINALITA' URBANISTICHE

E' ILLEGITTIMO IL VERBALE DELLA CONFERENZA DI SERVIZI PER INSEDIAMENTI PRODUTTIVI SE LA SOPRINTENDENZA NON VI PRENDE PARTE

IL PROPRIETARIO DELL'AREA INTERESSATA DA UN ABUSO EDILIZIO DEVE RITENERSI CORRESPONSABILE FINO A PROVA CONTRARIA

ISTANZA DI VARIANTE: IL COMUNE CHE COMMISSIONA UNO STUDIO DI FATTIBILITA' NON FA SORGERE LEGITTIME ASPETTATIVE

ABUSI PAESAGGISTICI: LA SANZIONE PECUNIARIA È TRASMISSIBILE AGLI EREDI

LE NORME DEL PIANO CASA CAMPANIA NON POSSONO DEROGARE AL P.U.T. DELL'AREA SORRENTINO-AMALFITANA

NEL COMPUTO DELLE DISTANZE RILEVANO ANCHE I BALCONI CHE SIANO ELEMENTI FUNZIONALI DEL CORPO DI FABBRICA

IN PRESENZA DI VIZI FORMALI O PROCEDURALI DEL TITOLO EDILIZIO SI APPLICA LA SANZIONE PECUNIARIA

LA RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA CHE CONSERVI LA MEDESIMA VOLUMETRIA E SAGOMA NON E' TENUTA AL RISPETTO DELLE DISTANZE LEGALI

PIANO CASA LAZIO: LA DELIBERA DI ESCLUSIONE PUÒ RIFERIRSI ANCHE AD AMBITI DELLO STRUMENTO URBANISTICO E NON SOLO A SPECIFICI IMMOBILI

LE LEGGI REGIONALI SUL RECUPERO DEI SOTTOTETTI NON POSSONO DEROGARE AI REGOLAMENTI CONTRATTUALI

IL TITOLO PAESAGGISTICO FIRMATO DALLO STESSO SOGGETTO CHE HA SOTTOSCRITTO IL TITOLO EDILIZIO NON È DI PER SÉ ILLEGITTIMO

L'ALTEZZA DEGLI EDIFICI ARRETRATI RISPETTO ALLA STRADA VA MISURATA DALLA LINEA DI SISTEMAZIONE ESTERNA E NON DAL PIANO STRADALE

C'E' CONTRASTO DI GIURISPRUDENZA SULL'ONERE MOTIVAZIONALE DELLA REPRESSIONE DI ABUSI EDILIZI A DISTANZA DI TEMPO

IL RILASCIO DI AUTORIZZAZIONI COMMERCIALI E L'ACCATASTAMENTO NON BASTANO A FAR RITENERE AUTORIZZATO IL MUTAMENTO DI DESTINAZIONE D'USO SOTTO IL PROFILO EDILIZIO

ANCHE AI PIANI VOLUMETRICI SI APPLICA IL TERMINE DECENNALE DI DURATA DEI PIANI PARTICOLAREGGIATI

RITARDO NELLA RIQUALIFICAZIONE URBANISTICA: RISARCIBILE E' IL DANNO CONSEGUENTE ALLO STATO DI INCERTEZZA

CHI RENDE RESIDENZIALE IL MANUFATTO AGRICOLO DEVE RISPETTARE LE DISTANZE SENZA POTERSI GIOVARE DELLA PREVENZIONE

TAMPONATURA DI TETTOIA CON REALIZZAZIONE DI VERANDA: PERMESSO DI COSTRUIRE

L'ATTIVITÀ EDIFICATORIA CHE SI RADICA DIRETTAMENTE AL SUOLO INTEGRA UNA MODIFICAZIONE DI NATURA INNOVATIVA

INAMMISSIBILE L'ANNULLAMENTO PARZIALE IN AUTOTUTELA DEL TITOLO EDILIZIO

LE AREE DESTINATE AD EDILIZIA UNIVERSITARIA SONO INEDIFICABILI

LA SOPRAGGIUNTA PREVISIONE ESPROPRIATIVA LEGITTIMA IL DINIEGO DI PROROGA DEL TITOLO EDILIZIO

ZONA D: NON INDIVIDUABILE ALCUN VINCOLO ESPROPRIATIVO

INEDIFICABILE L'AREA IN FASCIA DI RISPETTO CIMITERIALE

L'ABITABILITA' NON ESCLUDE L'ABUSIVISMO DELL'IMMOBILE

DECADENZA VINCOLO ESPROPRIATIVO: MOTIVAZIONE PUNTUALE DOPO LA PRIMA REITERA

LA CESSAZIONE DEL PEEP NON FA VENIR MENO LA PRESCRIZIONE DI PRG CHE RICHIEDE UNO STRUMENTO ATTUATIVO

REITERAZIONE VINCOLI: SE DISPOSTA CON VARIANTE GENERALE NON NECESSITA DI SPECIFICA MOTIVAZIONE

PARETI FINESTRATE: LE DISTANZE VANNO MISURATE IN MODO LINEARE E PERPENDICOLARE

EFFICACIA PIANO ATTUATIVO: NON DEROGABILE DALLE PARTI

PROGRAMMA COSTRUTTIVO EX ART. 51 L. n. 865/71: PRESUPPONE LA DESTINAZIONE RESIDENZIALE

PARCHEGGIO PUBBLICO: VINCOLO CONFORMATIVO SE E' COSENTITO ANCHE L'INTERVENTO DEL PRIVATO SEPPUR PREVIA CONVENZIONE

DISTANZE E IUS SUPERVENIENS: IL GIUDICE DEVE VALUTARNE LA PORTATA

MANCATA CONCLUSIONE DI CONTRATTI DA STIPULARE IN ESECUZIONE DI PIANO DI LOTTIZZAZIONE: G.A.

FASCIA DI RISPETTO STRADALE: PER STABILIRE SE LA COSTRUZIONE È IN CENTRO ABITATO È IRRILEVANTE L'ATTO FINALIZZATO A SANARE POSIZIONI INDIVIDUALI

LA CASETTA PREFABBRICATA IN LEGNO NON COSTITUISCE VOLUME UTILE AI FINI EDILIZI E PAESAGGISTICI

PLATEA DI CEMENTO: CONCESSIONE EDILIZIA

TENDE, OMBRELLONI E CANNICCIATO A PROTEZIONE DEI MACCHINARI E DEL PERSONALE DI UN'OFFICINA: PERMESSO DI COSTRUIRE

PER I P.U.A. CONFORMI AL P.R.G. ADOTTATI ANTE D.L. 70/2011 LA COMPETENZA ALL'APPROVAZIONE SPETTA ALLA GIUNTA COMUNALE

I VINCOLI STRUMENTALI NON DECADONO

POZZETTI DI ISPEZIONE ACQUE NERE: L'APPLICABILITÀ DELLA DISTANZA DI DUE METRI DAL CONFINE VA ACCERTATA IN CONCRETO

FONTI RINNOVABILI: LA LEGGE REGIONALE NON PUÒ PREVEDERE LA PRODUZIONE DEL TITOLO DI PROPRIETÀ DEL SUOLO INTERESSATO

OPERE CONFORMI A D.I.A. MA NON CONFORMI ALLA DISCIPLINA URBANISTICA: PRIMA DI SANZIONARE SI DEVONO ESERCITARE I POTERI DI AUTOTUTELA

FASCIA DI RISPETTO IDRICA: DA 4 A 10 METRI PER I CANALI DI BONIFICA, 10 METRI NEGLI ALTRI CASI

FONTI RINNOVABILI: LA SOTTOPOSIZIONE DELL'IMPIANTO A P.A.S. DA PARTE DELLA REGIONE NON ALTERA IL REGIME DI ASSOGGETTABILITÀ A V.I.A.

LA MERA CLASSIFICAZIONE A STANDARD NON GIUSTIFICA LE LIMITAZIONI ALLO IUS AEDIFICANDI

IL PREESISTENTE VINCOLO PROMISCUO NON IMPEDISCE L'INTERVENTO PUBBLICO

REITERA: LEGITTIMA ANCHE SENZA PREVISIONE DI INDENNIZZO

D.I.A.: FINO ALLA SCADENZA DEL TERMINE PER L'ESERCIZIO DEL POTERE INIBITORIO SI PUÒ DARE RILIEVO ALLE SOPRAVVENIENZE NORMATIVE

L'UTILIZZATORE DEL BENE IN LEASING È LEGITTIMATO AD OTTENERE IL TITOLO EDILIZIO PER OPERE AUTORIZZATE DAL CONTRATTO

ANCHE GLI ASSERVIMENTI DEVONO ESSERE PRECEDUTI DALL'IMPOSIZIONE DEL VINCOLO ESPROPRIATIVO

IL VINCOLO INDIRETTO NON PRESUPPONE L'ACCERTAMENTO DEL PREGIO CULTURALE DELL'AREA SU CUI È IMPOSTO

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Notiziario bimestrale delle principali notizie derivanti dalla giurisprudenza in materia di urbanistica ed edilizia, recensita nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.urbium.it. Alle massime (“sintesi”) sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.

PRODOTTI CORRELATI

Nuovo