URBIUM 5/2013

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

notiziario bimestrale di giurisprudenza in materia di edilizia ed urbanistica

04 novembre 2013

pdf  / 206 pagine in formato A4

Sanatoria di opere non contemplate nella domanda; demoricostruzione su diverso sedime; indennizzo da reitera del vincolo espropriativo con la perequazione; trasformare di autorimessa; obbligo di denuncia degli abusi edilizi; autoannullamento del permesso di costruire; demolizione di pertinenze abusive; letti cucine e destinazione abitativa dell'immobile; ripianificazione urbanistica; natura del vincolo che preclude ogni forma di intervento del privato; certificato di agibilità dell'abuso edilizio; sospensione del permesso di costruire; demoricostruzione e distanze; natura del vincolo a parco pubblico; localizzazione dell'opera in fascia di rispetto; reitera del vincolo mediante variante generale; decadenza fascia di rispetto ferroviario; mutamento di destinazione d'uso e ristrutturazione; distanze dal confine tra norme locali e codice civile; normativa comunale sulle distanze dalle pareti finestrate; verde pubblico attrezzato: quando vincolo espropriativo; edificabilità area soggetta ad usi civici; estensione del vincolo storico-artistico; diniego accertamento di conformità; edificabilità area destinata alla fruizione pubblica; natura vincoli di interesse paesistico; eccetera

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 136
  • issn: 2039-6678
  • sigla: URB17
  • categoria: URBIUM
  • tipologia: giuridica
  • genere: periodico
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

È ILLEGITTIMA LA SANATORIA RELATIVA AD OPERE NON CONTEMPLATE NELLA DOMANDA

SULLA DIA INTERVIENE ANCHE LA CASSAZIONE: È UN TITOLO EDILIZIO CHE SI FORMA PER L'OMESSO ESERCIZIO DEL POTERE INIBITORIO

NON È RISTRUTTURAZIONE LA DEMORICOSTRUZIONE CHE OCCUPA UN DIVERSO SEDIME

INDENNIZZO DA REITERA DEL VINCOLO ESPROPRIATIVO: PUÒ ESSERE SODDISFATTO CON IL RICORSO A ISTITUTI PEREQUATIVI

LA RICHIESTA ISTRUTTORIA INTERROMPE E NON SOSPENDE IL TERMINE PER ANNULLARE L'AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA

PER TRASFORMARE L'AUTORIMESSA IN ABITAZIONE OCCORRE IL PERMESSO DI COSTRUIRE

I TECNICI COMUNALI DEVONO DENUNCIARE GLI ABUSI EDILIZI ALL'AUTORITÀ GIUDIZIARIA

AUTOANNULLAMENTO DEL PERMESSO DI COSTRUIRE: L'INTERESSE DEL PRIVATO VA CONSIDERATO SOLO SE INCOLPEVOLE E CONSOLIDATO

LE PERTINENZE ABUSIVE NON SONO SANZIONABILI CON L'ORDINE DI DEMOLIZIONE

L'ASSENZA DI LETTI E CUCINE NON ESCLUDE LA DESTINAZIONE ABITATIVA DELL'IMMOBILE

IL GIUDICE DELL'OTTEMPERANZA NON PUÒ IMPORRE LA DESTINAZIONE DELL'AREA SE IL COMUNE HA AVVIATO LA RIPIANIFICAZIONE URBANISTICA

IL VINCOLO CHE PRECLUDE OGNI FORMA DI INTERVENTO DEL PRIVATO IN VISTA DI FUTURE SCELTE DELLA PA, HA NATURA SOSTANZIALMENTE ESPROPRIATIVA

IL CERTIFICATO DI AGIBILITÀ NON INGENERA UN AFFIDAMENTO OPPONIBILE ALLA REPRESSIONE DELL'ABUSO EDILIZIO

ABUSI EDILIZI: I TEMPI LUNGHI NON INDICANO AFFIDAMENTO BENSI' VOLONTÀ DI PERSISTERE NELL'ILLEGALITÀ

IL PERMESSO DI COSTRUIRE PUÒ ESSERE SOSPESO PURCHÈ PER UN PERIODO DI TEMPO DETERMINATO

DEMORICOSTRUZIONE: LA NORMATIVA COMUNALE PUÒ STABILIRE CHE SI APPLICHINO LE NORME SOPRAVVENUTE IN MATERIA DI DISTANZE

PARCO PUBBLICO: VINCOLO CONFORMATIVO IN IPOTESI DI ZONIZZAZIONE - ESPROPRIATIVO IN IPOTESI DI LOCALIZZAZIONE LENTICOLARE

LA LOCALIZZAZIONE DELL'OPERA IN FASCIA DI RISPETTO PRESUPPONE L'IMPOSIZIONE DEL VINCOLO

REITERA MEDIANTE VARIANTE GENERALE: IL TERMINE PER IMPUGNARE DECORRE DALLA PUBBLICAZIONE

IL GIUDICE AMMINISTRATIVO NON PUÒ SOSTITUIRSI ALLA SOPRINTENDENZA NELLA VALUTAZIONE DI COMPATIBILITÀ DELL'INTERVENTO EDILIZIO

FASCIA DI RISPETTO FERROVIARIO: VINCOLO NON SOGGETTO A DECADENZA

ONERI CONCESSORI: NON SEMPRE IL MUTAMENTO DI DESTINAZIONE D'USO È RISTRUTTURAZIONE

L'AVVERAMENTO DI UNA CONDIZIONE RISOLUTIVA DETERMINA IL VENIR MENO DEL TITOLO EDILIZIO SENZA BISOGNO DI ALCUNA MOTIVAZIONE SULL'INTERESSE PUBBLICO

LE NORME LOCALI CHE PREVEDANO DISTANZE DAL CONFINE HANNO VALENZA INTEGRATIVA DEL CODICE CIVILE

LA NORMATIVA COMUNALE NON PUÒ PREVEDERE CHE AI FINI DELLA DETERMINAZIONE DELLE DISTANZE DALLE PARETI FINESTRATE NON SI DEBBA TENER CONTO DEI BALCONI

VERDE PUBBLICO ATTREZZATO: VINCOLO ESPROPRIATIVO IN RAGIONE DELLA FUNZIONALITÀ DELLE OPERE ALLA FRUIZIONE PUBBLICA

L'AREA SOGGETTA AD USI CIVICI È INEDIFICABILE

IL VINCOLO STORICO-ARTISTICO NON È LIMITATO ALLE PARTI DELL'EDIFICIO MENZIONATE NEL DECRETO IMPOSITIVO

SE UNA VARIANTE GENERALE È STATA ANNULLATA PER DIFETTO DI MOTIVAZIONE, LA P.A. IN SEDE DI RIPIANIFICAZIONE DEVE TENER CONTO DELLA PRECEDENTE DESTINAZIONE

ACCERTAMENTO DI CONFORMITÀ: PER IL DINIEGO NON BASTA DIRE CHE MANCA LA DOPPIA CONFORMITÀ

NON EDIFICABILE L'AREA DESTINATA ALLA FRUIZIONE PUBBLICA

TITOLO EDILIZIO: IL COMMISSARIO AD ACTA PUÒ DECIDERE ANCHE SULLA SANABILITÀ DI DIFFORMITÀ PROGETTUALI

I VINCOLI DI INTERESSE PAESISTICO RIENTRANO NEL POTERE CONFORMATIVO DELLA PA

PIANO CASA VENETO: LA RICOSTRUZIONE CON AMPLIAMENTO DEVE AVVENIRE SU UN'AREA DI SEDIME IN QUALCHE MODO COLLEGATA A QUELLA DELL'EDIFICIO DEMOLITO

LA RISOLUZIONE DELLA CONVENZIONE URBANISTICA GIUSTIFICA L'ANNULLAMENTO IN AUTOTUTELA DEL TITOLO EDILIZIO A CUI L'ACCORDO ACCEDE

LE SCELTE URBANISTICHE RICHIEDONO UNA VALUTAZIONE PIÙ PUNTUALE SE ADOTTATE IN SEDE DI VARIANTE

HOUSING SOCIALE: LA DELIBERA COMUNALE NON È UN ATTO POLITICO E VA DUNQUE MOTIVATA

IL DIVIETO DI AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA IN SANATORIA NON SI APPLICA ALLE OPERE ANTERIORI AL 2006

DESTINAZIONE A SERVIZI PUBBLICI: VINCOLO CONFORMATIVO SE CONSENTITO L'INTERVENTO DEL PRIVATO

IL COMUNE CHE NON REAGISCE ALLA DIA ILLEGITTIMA PUÒ ESSERE CONDANNATO AD ADOTTARE SENZ'ALTRO I PROVVEDIMENTI SANZIONATORI

LOCALIZZAZIONE PEEP: LA DISCREZIONALITÀ DELLA P.A. NON PUÒ TRADURSI IN DISPARITÀ DI TRATTAMENTO

VERDE BOSCHIVO: VINCOLO CONFORMATIVO

VINCOLO ARCHEOLOGICO: CONFORMATIVO

L'INTERVENTO EDILIZIO CONFORME AL PIANO URBANISTICO MA DIFFORME DAL TITOLO ABILITATIVO È COMUNQUE ABUSIVO

L'ELIMINAZIONE DELLA PARTE ILLEGITTIMA DI UN TITOLO EDILIZIO NON INTEGRA UN ATTO DI AUTOTUTELA

LA VARIANTE AL PEEP NON PUÒ PRIVARE LE COOPERATIVE CONVENZIONATE DEL DIRITTO DI REALIZZARE DETERMINATE OPERE

L'ACCATASTAMENTO DI CASSONI PER LA FRUTTA, PER QUANTO GIGANTESCO, NON SI PUÒ CONSIDERARE UN EDIFICIO

PARCHEGGIO PUBBLICO: VINCOLO ESPROPRIATIVO

DESTINAZIONE A PARCHEGGIO: LA RISERVA DI UNA QUOTA AL PRIVATO NE ESCLUDE LA NATURA ESPROPRIATIVA

VINCOLO PAESAGGISTICO: IL DIVIETO DI INCREMENTO DEI VOLUMI ESISTENTI VALE ANCHE PER I VOLUMI TECNICI

LO SBANCAMENTO COSTITUISCE INIZIO DEI LAVORI SOLO SE DI RILEVANTI DIMENSIONI

LE SANZIONI DELLA LEGGE 47/1985 SONO IRRETROATTIVE

L'ACCERTAMENTO DI COMPATIBILITÀ PAESAGGISTICA NON VA NECESSARIAMENTE ACQUISITO IN SENO AL PROCEDIMENTO DI V.I.A.

OPERE IN ZONA VINCOLATA MA NON VISIBILI: IL DINIEGO DI SANATORIA EDILIZIA NON PUÒ ESSERE MOTIVATO DEDUCENDO UN GENERICO CONTRASTO CON IL PAESAGGIO

NON PUÒ SUBIRE LA RIDUZIONE IN PRISTINO IL PREVENIENTE CHE RISTRUTTURI SENZA INCIDERE SULLE DISTANZE

OBBLIGO DI RIPIANIFICAZIONE: IL GIUDICE NON PUÒ SOSTITUIRSI ALLA PA

ALLA SCADENZA DEL TITOLO A TERMINE L'OPERA REALIZZATA DIVENTA ABUSIVA

LA VERIFICA DI COMPATIBILITÀ EFFETTUATA DALLA REGIONE SU UNA STRUTTURA SANITARIA CONCERNE PROFILI DISTINTI DALLA CONFORMITÀ URBANISTICA

IL DINIEGO DI SANATORIA DI OPERE REALIZZATE IN ZONA VINCOLATA È SUFFICIENTEMENTE MOTIVATO OVE INDICHI LE RAGIONI DI INCOMPATIBILITÀ

GLI ARTT. 873 E SS. C.C. TROVANO APPLICAZIONE SOLTANTO IN CASO DI EDIFICI FRONTESTANTI

DOPO LA PRIMA REITERAZIONE DEL VINCOLO SI IMPONE UNA MOTIVAZIONE PIÙ PUNTUALE

L'ORDINANZA DI DEMOLIZIONE, IN QUANTO ESPRESSIONE DI ATTIVITÀ AMMINISTRATIVA DOVEROSA, È UN ATTO VINCOLATO

DISTANZE TRA LE PARETI FINESTRATE: SE C'È UN POZZO LUCE CHE INTERROMPE LA CONTINUITÀ DELLA PARETE È CORRETTO CONSIDERARLA COME NON UNITARIA

DISTANZE LEGALI: SE È DISPOSTA LA DEMOLIZIONE, IL RISARCIMENTO DEL DANNO ULTERIORE NON PUÒ ESSERE COMPUTATO CON RIFERIMENTO ALLA PERDITA DI VALORE DELL'IMMOBILE

COMPRAVENDITA: NON SEMPRE LA FALSA DICHIARAZIONE SULLA REGOLARITÀ EDILIZIA DELL'IMMOBILE SOSPENDE LA PRESCRIZIONE DELL'AZIONE PER VIZI

LE DISTANZE LEGALI VANNO RISPETTATE ANCHE DALLA COSTRUZIONE CHE EMERGE DAL SUOLO MA È UBICATA A QUOTA INFERIORE RISPETTO AL FONDO FINITIMO

DISTANZE DALLE VEDUTE: PER ORDINARE LA RECINZIONE UBICATA A MENO DI TRE METRI OCCORRE ACCERTARE CHE QUESTA IMPEDISCA L'INSPECTIO E LA PROSPECTIO

NON POSSONO OPERARE MECCANISMI PEREQUATIVI SE L'AREA È INEDIFICABILE

POSSIBILE ORDINARE L'ARRETRAMENTO DI UNA COSTRUZIONE ESEGUITA IN VIOLAZIONE DELLE DISTANZE SULLA BASE DI NORMA DICHIARATA INCOSTITUZIONALE ANCHE SE IL TITOLO EDILIZIO È INOPPUGNABILE

DIRETTORE DEI LAVORI OBBLIGATORIO SOLO PER OPERE IN CEMENTO ARMATO E IN ZONA SISMICA

I GEOMETRI NON POSSONO PROGETTARE OPERE CHE RICHIEDONO IL CEMENTO ARMATO, NEMMENO SE SI TRATTA DI MODESTE COSTRUZIONI CIVILI

L'EVENTUALE AFFIDAMENTO DEL PRIVATO NON RILEVA AI FINI DELL'ESERCIZIO DEL POTERE SANZIONATORIO DELL'AMMINISTRAZIONE

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Notiziario bimestrale delle principali notizie derivanti dalla giurisprudenza in materia di urbanistica ed edilizia, recensita nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.urbium.it. Alle massime (“sintesi”) sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.

PRODOTTI CORRELATI

Nuovo