PATRIMONIO PUBBLICO 1/2020

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Raccolta di giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici

03 marzo 2020

pdf  / 170 pagine in formato A4

Selezione delle notizie più lette - derivanti dalla giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici - pubblicate nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.patrimoniopubblico.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui si riferiscono

20,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 360
  • issn: 2239-8015
  • sigla: PAT55
  • categoria: PATRIMONIO PUBBLICO
  • tipologia: giuridica
  • genere: raccolta
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: Stampa: SI - Modifica: NO - Copia/Incolla: NO
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

L'AUTORIZZAZIONE DEMANIALE È UN NECESSARIO ANTECEDENTE PER LA LEGITTIMITÀ DELL'OPERA EDILIZIA ERETTA SUL CONFINE CON UN'AREA DEMANIALE MARITTIMA

IN CASO DI INCERTEZZA DEL CONFINE TRA AREA DEMANIALE E PROPRIETÀ PRIVATA LA P.A. DEVE PROCEDERE ALLA DELIMITAZIONE PRIMA DI ORDINARE LO SGOMBERO

PER I BENI CULTURALI PROTETTI DA UN VINCOLO OPE LEGIS, ESSO È RIMOVIBILE SOLO DOPO LA PROCEDURA DI VERIFICA DELL'INTERESSE CULTURALE

NON POSSONO ESSERE AFFIDATI IN CONCESSIONE GRATUITA AL GESTORE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO IMPIANTI E INFRASTRUTTURE APPARTENENTI A SOGGETTI PRIVATI

GIURISDIZIONE AMMINISTRATIVA SULLE CONTROVERSIE CHE HANNO AD OGGETTO OPERE CIVILI CHE NON INCIDONO DIRETTAMENTE SUL REGIME DELLE ACQUE PUBBLICHE

IL PROPRIETARIO DEL FONDO NON PUÒ ESSERE CHIAMATO A RISPONDERE DI ABBANDONO INCONTROLLATO DI RIFIUTI SE A SUO CARICO NON SUSSISTE DOLO O COLPA

LE TENDE SOLARI APPOSTE ALL'ESTERNO DI UN ESERCIZIO COMMERCIALE SONO IDONEE A REALIZZARE OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO

I PROVVEDIMENTI DI REVOCA O DECADENZA SANZIONATORIA DELLE CONCESSIONI O.S.P. DEVONO ESSERE NOTIFICATI CON INDICAZIONE DEL TERMINE PER IL RILASCIO

LA MANCANZA DEL REGOLAMENTO COMUNALE E/O DEL PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI NON PUÒ INIBIRE SINE DIE LE INSTALLAZIONI PUBBLICITARIE

CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME RILASCIATE AD UNA S.A.S.: ALLA MORTE DEL SOCIO ACCOMANDATARIO I SOCI ACCOMANDANTI E GLI EREDI NON POSSONO SUBENTRARVI

È ILLEGITTIMA LA LIMITAZIONE DELL'OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO PER TUTELARE UN BENE STORICO DICHIARATO COMPATIBILE CON L'OCCUPAZIONE

LA RESPONSABILITÀ PER I DANNI DERIVANTI DALLA MANCATA MANUTENZIONE DI STRADE VICINALI PRIVATE GRAVA ESCLUSIVAMENTE SUI PROPRIETARI INTERESSATI

LA GARA PER ASSEGNARE SPAZI PER IMPIANTI PUBBLICITARI REGOLAMENTA LA CONCESSIONE D'USO DI UN'AREA PUBBLICA, NON UNA CONCESSIONE DI PUBBLICO SERVIZIO

IL COMUNE NON PUÒ SOSPENDERE IL RILASCIO DI CONCESSIONI PER IMPIANTI PUBBLICITARI SOLO PERCHÉ NON HA ADOTTATO I PERTINENTI ATTI DI PIANIFICAZIONE

VERTENZA SUL RILASCIO DI IMMOBILE NON PIÙ DESTINATO A SERVIZIO PUBBLICO: LA P.A. NON PUÒ SERVIRSI DEL POTERE DI AUTOTUTELA DEMANIALE EX ART. 823 C.C.

ANCHE LA RICHIESTA DI CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA PER POSA PEDALÒ NON PUÒ PRESCINDERE DALL'ESPLETAMENTO DA UNA PROCEDURA AD EVIDENZA PUBBLICA

L'ORDINE DI RIMOZIONE DI RIFIUTI RICHIEDE IL PREVIO CONTRADDITTORIO ANCHE SE EMANATO IN FORZA DEL CODICE DELLA STRADA

LE NUOVE CONCESSIONI DEL DEMANIO MARITTIMO DEVONO ESSERE ASSEGNATE CON PROCEDURA COMPARATIVA CHE GARANTISCA LA MIGLIORE PROFICUA UTILIZZAZIONE

L'ART. 25 C.D.S. NON ESCLUDE DI PER SÉ LA LEGITTIMITÀ DI UNA CONCESSIONE IN USO ESCLUSIVO A UN TERZO DI UNA STRADA DEMANIALE

IL VINCOLO CIMITERIALE È ASSOLUTO E INDEROGABILE, SALVE IPOTESI TASSATIVE, E PREVALE SUGLI STRUMENTI URBANISTICI 

L'AUTORIZZAZIONE ALL'OCCUPAZIONE È NECESSARIO PRESUPPOSTO AL RILASCIO DEL TITOLO EDILIZIO PER QUALSIASI INTERVENTO SUL SUOLO PUBBLICO

È ILLEGITTIMO IMPORRE IL CANONE EX ART. 27 C.D.S. PER LA POSA DI CAVI E TUBI INTERRATI CHE NON PRECLUDE LA GENERALE FRUIZIONE DELLA RISORSA STRADALE

È LEGITTIMO PROTEGGERE IL BENE STORICO AL CENTRO DI UNA PIAZZA ALLONTANANDO DA ESSO LE CONCESSIONI DI PLATEATICO

LA CONTROVERSIA SUL PROVVEDIMENTO COMUNALE DI MERA INTIMAZIONE DI PAGAMENTO DEI CANONI COSAP SPETTA ALLA GIURISDIZIONE ORDINARIA

SUSSISTE UNA SERVITÙ DI USO PUBBLICO SU UNA STRADA SE VI È LA COSTITUZIONE IN FAVORE DI UN ENTE E LA DESTINAZIONE ALL'USO PUBBLICO

IL VINCOLO DI INEDIFICABILITÀ CIMITERIALE EX ART. 338 DEL R.D. 1265/1934 SI APPLICA NON SOLO AI CENTRI ABITATI MA ANCHE AGLI EDIFICI SPARSI

IL RILASCIO O L'AMPLIAMENTO DI UNA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA NON DEVONO PREGIUDICARE ALTRI INTERESSI PUBBLICI RILEVANTI

GIURISDIZIONE DEL TSAP SUL SILENZIO DELLA P.A. IN MERITO ALL'INTIMAZIONE A MANTENERE IN EFFICIENZA LE OPERE DI SMALTIMENTO DELLE ACQUE METEORICHE

L'ESISTENZA DI UN DIRITTO DI USO PUBBLICO SU DI UNA STRADA NON PUÒ SORGERE PER MERI FATTI CONCLUDENTI, MA PRESUPPONE UN TITOLO IDONEO

L'ORDINE DI RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI VALE ANCHE SE L'OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO PUBBLICO VIENE RIMOSSA DOPO L'ACCERTAMENTO DELL'INFRAZIONE

LE SENTENZE DEL COMMISSARIO PER LA LIQUIDAZIONE DEGLI USI CIVICI CHE ASCRIVONO UN BENE AL DEMANIO COLLETTIVO HANNO EFFICACIA ERGA OMNES 

LA SOPRAVVENIENZA DEL VINCOLO CIMITERIALE RISPETTO ALL'ABUSO EDILIZIO OBBLIGA LA P.A. A VALUTARE LA COMPATIBILITÀ DELL'INTERVENTO DA CONDONARE

L'ACQUISIZIONE DELLE OPERE NON AMOVIBILI SULL'AREA DEMANIALE ALLA SCADENZA DELLA CONCESSIONE OPERA ANCHE SE NON È STATA PREVISTA NELL'ATTO CONCESSORIO

L'OGGETTIVA INCERTEZZA SULLA PERIMETRAZIONE DELLE AREE DEMANIALI MARITTIME RENDE ILLEGITTIMO UN PROCEDIMENTO SVOLTOSI IN ASSENZA DEL PRIVATO

GLI INTERESSI IMPRENDITORIALI DEI PRIVATI SONO SEMPRE RECESSIVI RISPETTO ALLE ESIGENZE PUBBLICHE NELLE CONCESSIONI O.S.P. NEI CENTRI STORICI CITTADINI

LA DISCIPLINA DELLA SCADENZA DELLE CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME RIENTRA NELLA TUTELA DELLA CONCORRENZA: LE REGIONI NON POSSONO NORMARE TALE MATERIA

LE CONTROVERSIE INERENTI ALLE RICHIESTE DI INDENNIZZO PER OCCUPAZIONE ABUSIVA DI UN BENE DEMANIALE APPARTENGONO ALLA GIURISDIZIONE ORDINARIA

IL CONSORZIO DI BONIFICA NON PUÒ SUBORDINARE LA CONCESSIONE DI DEMANIO IDRICO ALL'OTTENIMENTO DEL PARERE FAVOREVOLE DELLA REGIONE

L'IMBARCAZIONE INCAGLIATA A CAUSA DI UN EVENTO CALAMITOSO NON PUÒ ESSERE OGGETTO DI ORDINE DI RIMOZIONE EX ART. 54 COD. NAV.

LA PRESENZA DEI SOTTOSERVIZI E GLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE SU DI UNA STRADA PRIVATA DA PARTE DEL COMUNE SONO INDIZI DEL VINCOLO DI USO PUBBLICO

UNA VOLTA ATTIVATO IL PROCEDIMENTO DI DELIMITAZIONE MARITTIMA LA P.A. DEVE PROCEDERE ALL'ACCERTAMENTO IN CONTRADDITTORIO DELLA SITUAZIONE DEI CONFINI

LA MOROSITÀ DELL'UTENZA DEL S.I.I. NON PUÒ ESSERE COLLOCATA IN TARIFFA COME UNA SORTA DI RIMBORSO AUTOMATICO A CARICO ANCHE DEGLI UTENTI VIRTUOSI

I COMUNI HANNO IL POTERE DI SANCIRE LA DECADENZA DELLA CONCESSIONE CIMITERIALE EX ART. 92 DPR 285/90 IN CASO DI MANCATA REALIZZAZIONE DELLA SEPOLTURA

RIENTRA NELLA COMPETENZA DEL COMUNE E NON DEL M.I.T. IL RILASCIO DI CONCESSIONI DI BENI DEL DEMANIO MARITTIMO E DI ZONE DEL MARE TERRITORIALE

I DIVIETI EDIFICATORI SANCITI DAL R.D. 523/1904 ART 96 ASSICURANO LO SFRUTTAMENTO DELLE ACQUE DEMANIALI O IL DEFLUSSO DELLE ACQUE SCORRENTI NEI FIUMI

GIURISDIZIONE DEL TSAP SULLE CONTROVERSIE CHE IMPLICANO PER LORO NATURA LA SOLUZIONE DI QUESTIONI TECNICHE DI CARATTERE IDRAULICO E ACQUEDOTTISTICO

LA CONCESSIONE DI UNO SPECCHIO D'ACQUA SI RIFERISCE SOLO ALLA SUPERFICIE OCCUPATA E NON PUÒ ESTENDERSI ANCHE ALLE CATENARIE E AI CORPI MORTI

IL CONCESSIONARIO DI UN'AREA DEMANIALE SULLA QUALE SIA REALIZZATO UNO STABILIMENTO BALNEARE È SOGGETTO AD ICI SE TITOLARE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE

IN CASO DI CESSIONE DI DIRITTO DI USUFRUTTO DI CAVA IL CORRISPETTIVO RICONOSCIUTO ALL'USUFRUTTUARIO È REDDITO DIVERSO EX ART. 67, COMMA 1, TUIR

USI CIVICI: IN MANCANZA DI OPPOSIZIONI TARDIVE IL PROGETTO DI LEGITTIMAZIONE DEVE ESSERE RESO ESECUTIVO

L'ISCRIZIONE DI UNA STRADA NELL'ELENCO DELLE VIE PUBBLICHE O GRAVATE DA USO PUBBLICO GENERA UNA PRESUNZIONE DI PUBBLICITÀ DELL'USO

IL TERMINE DI PRESCRIZIONE DEL CREDITO PER I CANONI DI CONCESSIONI DEMANIALI È QUELLO DI CINQUE ANNI FISSATO DALL'ART. 2948, N. 4, COD. CIV.

IL CANONE PER L'OCCUPAZIONE STRADALE EX ART. 27 C.D.S. NON SI APPLICA IN CASO DI INTERRAMENTO DI CONDUTTURE PER L'ESERCIZIO DI PUBBLICI SERVIZI

GIURISDIZIONE ESCLUSIVA AMMINISTRATIVA SUL RICONOSCIMENTO DEL DIRITTO DI SEPOLTURA PRIVATA ESERCITATO DA TEMPO IMMEMORABILE IN UN CIMITERO PUBBLICO

IL COMUNE PUÒ REVOCARE LA CONCESSIONE CIMITERIALE SE NE SUSSISTONO I PRESUPPOSTI ANCHE IN PRESENZA DI UN DIRITTO PERPETUO DI SEPOLCRO

L'ART. 6 DEL D.P.R. 380/2001 CONSENTE L'ATTIVITÀ EDILIZIA LIBERA SOLO SU AREE PRIVATE E NON SUL SUOLO PUBBLICO IN DIFETTO DI UN TITOLO ALL'OCCUPAZIONE

IL CANONE RICOGNITORIO POSTULA CHE L'OCCUPAZIONE DELL'AREA PERSEGUA UNA FINALITÀ PUBBLICA E L'ATTIVITÀ SIA PRIVA DI REDDITTIVITÀ

MODESTI "INCIDENTI DI PERCORSO" NELL'ESERCIZIO DELLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA POSSONO ESSERE LEGITTIMAMENTE TOLLERATI DALLA P.A.

IL DIVIETO DI COSTRUIRE ATTORNO AI CIMITERI COMPORTA ANCHE QUELLO DI AMPLIARE GLI EDIFICI PREESISTENTI E SI APPLICA ANCHE ALLE SOPRAELEVAZIONI

LA SOSTITUZIONE SOGGETTIVA NON AUTORIZZATA NELLA GESTIONE DI AREA IN CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA LEGITTIMA IL PROVVEDIMENTO DI DECADENZA

LO SFRUTTAMENTO DELL'AREA PORTUALE IN FORMA PRIVATISTICA ED ESCLUSIVA VA ASSOGGETTATO AD ICI ESSENDO PRODUTTIVO DI REDDITO

LO SFRUTTAMENTO DI AREA PORTUALE DEMANIALE DA PARTE DI UN OPERATORE COMMERCIALE IN FORMA PRIVATISTICA ED ESCLUSIVA È ASSOGGETTATO AD ICI

IN SITUAZIONE EMERGENZIALE L'APERTURA DI UNA DISCARICA PUÒ AVVENIRE TRAMITE LA REQUISIZIONE IN USO DI UN IMMOBILE

LA NON SANABILITÀ DI UN IMMOBILE ABUSIVO IN ZONA DEMANIALE MARITTIMA COMPORTA NECESSARIAMENTE IL VENIRE MENO DELLA CONCESSIONE DI CUI ESSO È OGGETTO

LA CONTROVERSIA RELATIVA ALL'ESECUZIONE DEL CONTRATTO DI GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI NON RIENTRA NELLA GIURISDIZIONE ESCLUSIVA AMMINISTRATIVA

L'ISTITUTO PRIVATISTICO DELLA PRELAZIONE AGRARIA SI APPLICA ANCHE AI RAPPORTI DI DIRITTO PUBBLICO AVENTI AD OGGETTO I TERRENI AGRICOLI DEMANIALI

IL TERRENO AGRICOLO INSERITO IN PROGRAMMI URBANISTICI COMPLESSI NON PUÒ ESSERE DISMESSO CON LE PROCEDURE DI CUI ALL'ART. 66 D.L. 1/2012

L'ART. 96 DEL R.D. 523/1904 HA LA FINALITÀ DI CONSENTIRE IL LIBERO DEFLUSSO DI TUTTE LE ACQUE PUBBLICHE, QUINDI SI APPLICA ANCHE AI LAGHI

CHI OTTIENE UN'IMPORTANTE CONCESSIONE DI DERIVAZIONE IDRICA DEVE INDENNIZZARE L'UTENTE SOTTESO FORNENDOGLI L'OPPORTUNA QUANTITÀ DI ACQUA O ENERGIA

SUSSISTE UN'INSCINDIBILE CONNESSIONE TRA L'AUTORIZZAZIONE AL COMMERCIO SU SUOLO PUBBLICO E LA CONCESSIONE PER L'OCCUPAZIONE DELL'AREA

IL CONTRATTO CON IL QUALE IL TITOLARE DI UNA PUBBLICA CONCESSIONE AFFITTI A UN TERZO L'AZIENDA INTEGRA UN CONTRATTO DI SUBCONCESSIONE

LA MANCATA RIMOZIONE DI UN MANUFATTO STAGIONALE DAL SUOLO PUBBLICO ALLA SCADENZA DELL'AUTORIZZAZIONE INTEGRA IL REATO DI CUI ALL'ART. 44 DPR 380/2001

IL PASSAGGIO DI PROPRIETÀ IN CAPO ALL'UTILIZZATORE DEL BENE DEMANIALE PUÒ AVVENIRE SOLO A SEGUITO DI PRONUNCIA CHE RIENTRA NELLA GIURISDIZIONE DEL GO

UN'AREA AD USO PUBBLICO DEVE ESSERLO INTRINSECAMENTE E L'USO DEVE AVVENIRE DA UNA COLLETTIVITÀ INDETERMINATA DI PERSONE PER UN PUBBLICO INTERESSE

IL PERICULUM IN MORA PER IL SEQUESTRO PREVENTIVO NEL REATO EX ART. 1161 C.N. SI CONFIGURA CON LA SOTTRAZIONE DELL'AREA DEMANIALE ALLA COLLETTIVITÀ

L'INEDIFICABILITÀ PRODOTTA DAL VINCOLO CIMITERIALE PUÒ ESSERE RIMOSSA SOLO IN IPOTESI ECCEZIONALI DI INTERESSE PUBBLICO

L'AMPLIAMENTO DELLA CONCESSIONE CON CONCESSIONE SUPPLETIVA RICHIEDE LA PROCEDURA DI EVIDENZA PUBBLICA

È ESENTE DA TOSAP LA SOCIETÀ AFFIDATARIA DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLE AREE DESTINATE A PARCHEGGIO SE IL COMUNE NE MANTIENE LA DISPONIBILITÀ

NON PUÒ IMPORSI IL COSAP PER LA PROIEZIONE DI UNA MANTOVANA SU SUOLO PUBBLICO SE ESSO NON VIENE SOTTRATTO ALL'UTILIZZO COLLETTIVO

PER IL RILASCIO DELLE CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME PER SCOPI TURISTICO-RICREATIVI IL COMUNE È TENUTO AD AVVIARE UNA PROCEDURA DI SELEZIONE PUBBLICA

IL RINNOVO TACITO DELLE LOCAZIONI AI SENSI DELLA L. 392/1978 IN CUI È PARTE LA P.A. NON RICHIEDE ALCUNA ESPRESSA PREVISIONE NEL CONTRATTO ORIGINARIO

CHI REALIZZA UNA RECINZIONE CHE IMPEDISCE IL PASSAGGIO A MARE DELLA COLLETTIVITÀ ATTRAVERSO IL PROPRIO FONDO INTEGRA IL REATO EX ALL'ART. 1161 C.N.

GIURISDIZIONE ORDINARIA PER LE CONTROVERSIE SULLA DEMANIALITÀ E/O LA PROPRIETÀ DI UN BENE E DELL'AREA DI SEDIME SU CUI INSISTE

L'EVENTUALE ACCESSIONE DELL'IMMOBILE AL SUOLO STATALE EX ART. 49 C.N. SI VERIFICA IPSO IURE SOLO AL TERMINE DEL PERIODO DI CONCESSIONE

IN CASO DI INGRANDIMENTO UN CIMITERO, LA NUOVA FASCIA DI RISPETTO VA MISURATA RADIALMENTE DAL PERIMETRO ESTERNO DELLE ZONE DI AMPLIAMENTO

LA REGIONE È L'UNICO SOGGETTO COMPETENTE AD AUTORIZZARE LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DI NUOVI IMPIANTI DI SMALTIMENTO E RECUPERO DEI RIFIUTI

È PRECLUSA LA CONCESSIONE DI APERTURA DI UN ACCESSO CARRAIO SU UN'AREA PRIVATA DESTINATA AD USO PUBBLICO

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Ultimi articoli pubblicati

APPROFONDIMENTI