URBIUM 1/2012

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

edilizia ed urbanistica

13 marzo 2012

pdf  / 177 pagine in formato A4

variante urbanistica dopo il p.a.v.i. | titolo edilizio ai non legittimati | interventi realizzati in fascia di rispetto stradale | regime tavolare | immissioni intollerabili | misure di salvaguardia regionali e nazionali | effetti dell'approvazione del piano di lottizzazione | carico urbanistico nella macro-categoria | prescrizione degli oneri e contributi | violazione delle distanze dal confine | manufatto interrato e distanze tra costruzioni | motivazione della zonizzazione | piano territoriale | ricostruzione con aumento di superfici o volumi e distanze legali | linee guida per l’autorizzazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili | sospensiva del diniego di titolo edilizio e danno risarcibile | lotto intercluso | edilizia scolastica: natura del vincolo | adozione del piano paesistico e vincoli «galasso» | disciplina locale delle distanze e art. 9 d.m. 1444/1968 | l’accertamento di compatibilità paesaggistica | demoricostruzione di un manufatto abusivo | titolo edilizio in sanatoria e reato edilizio | rimessione in pristino in caso di distanza violata | istanza di riqualificazione e obbligo di pronuncia del comune | strumenti urbanistici e v.a.s.

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 63
  • issn: 2039-6678
  • sigla: URB07
  • categoria: URBIUM
  • tipologia: giuridica
  • genere: periodico
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: Stampa: SI - Modifica: SI - Copia/Incolla: SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

L’ART. 41-QUINQUIES L.U. ABROGATO DAL T.U. EDILIZIA SEGUITA A TROVARE APPLICAZIONE PER LE FATTISPECIE ANTERIORI   

UNA VOLTA INSERITI DEI BENI NEL P.A.V.I. I COMUNI HANNO L’ONERE DI ATTIVARE UNA VARIANTE URBANISTICA   

È ILLEGITTIMO IL TITOLO EDILIZIO RILASCIATO, NONOSTANTE LE OPPOSIZIONI DI TERZI, A CHI NON LEGITTIMATO   

LA P.A. NON PUÒ ACCETTARE AUTODICHIARAZIONI SE I VICINI CONTESTANO LA LEGITTIMITÀ DEL TITOLO EDILIZIO   

IL COMUNE DEVE CONCLUDERE IL PROCEDIMENTO DI VARIANTE PER INSEDIAMENTI PRODUTTIVI ENTRO 120 GIORNI DALLA RICEZIONE DELLA PROPOSTA DELLA CONFERENZA DI SERVIZI   

NELL’ANNULLAMENTO DEL TITOLO EDILIZIO NON SI DEVONO SOVRAPPORRE LE VALUTAZIONI DELL’AUTOTUTELA E QUELLE DELL’ART. 38 DPR 380/2001   

GLI INTERVENTI REALIZZATI IN FASCIA DI RISPETTO STRADALE POSSONO ESSERE CONDONATI SOLO SE ANTERIORI AL DM 1404/1968   

LADDOVE VIGE IL REGIME TAVOLARE IL CONSENSO DELLE PARTI NON BASTA A TRASFERIRE I DIRITTI REALI   

L’ESISTENZA DI IMMISSIONI INTOLLERABILI PUÒ ESSERE DESUNTA DA VICINANZA E USO DELLA CANNA FUMARIA, ANCHE LADDOVE NON SIA CONCRETAMENTE RILEVATA LA PRESENZA DI FUMO   

LE REGIONI POSSONO ASSOGGETTARE LE MISURE DI SALVAGUARDIA AD UNA DURATA DIVERSA DA QUELLA FISSATA DAL LEGISLATORE NAZIONALE   

IL PIANO DI LOTTIZZAZIONE NON È MAI UN ATTO DOVUTO   

SE LA REGIONE SUGGERISCE MODIFICHE PURAMENTE ARCHITETTONICHE NON OCCORE UNA NUOVA CONFERENZA DI SERVIZI   

IL CARICO URBANISTICO PUÒ AUMENTARE ANCHE NELL’AMBITO DI UNA STESSA MACRO-CATEGORIA   

IL DIES A QUO DELLA PRESCRIZIONE DEGLI ONERI E CONTRIBUTI È COSTITUITO DAL RILASCIO DEL TITOLO EDILIZIO   

LA VIOLAZIONE DELLE DISTANZE DAL CONFINE DÀ LUOGO AD ARRETRAMENTO ANCHE SE IL FONDO LIMITROFO È INEDIFICATO   

LA VIABILITÀ DEVE ESSERE VALUTATA NELLO STRUMENTO URBANISTICO GENERALE E NON NEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE   

IL COMUNE PUÒ RICHIEDERE UN PIANO DI LOTTIZZAZIONE ANCHE LADDOVE NON SIA IMPOSTO DAL PRG   

IL MANUFATTO VIRTUALMENTE INTERRATO DEVE RISPETTARE LE DISTANZE TRA LE COSTRUZIONI   

I LAVORI SI POSSONO RITENERE INIZIATI PRIMA DELLA COMUNICAZIONE SE SONO CONFORMI AL PROGETTO INIZIALE

LA ZONIZZAZZIONE RICHIEDE SPECIFICA MOTIVAZIONE SOLO SE INCIDE SU UNA POSIZIONE GIURIDICA DIFFERENZIATA

IL PIANO TERRITORIALE NON IMPEDISCE AL COMUNE DI DETTARE UNA DISCIPLINA URBANISTICA PIÚ RESTRITTIVA

L’ESISTENZA DI BOCCHE DI LUPO NON IMPLICA CHE IL MANUFATTO NON È INTERRATO

IL PASSAGGIO DAL COMMERCIO ALL’INGROSSO AL COMMERCIO AL DETTAGLIO GIUSTIFICA LA RIQUANTIFICAZIONE DEI CONTRIBUTI CONCESSORI

IL RICORRENTE NON HA L’ONERE DI IMPUGNARE LA DELIBERA CONSILIARE CHE RITIENE LESA DAL TITOLO EDILIZIO

LA RICOSTRUZIONE CON AUMENTO DI SUPERFICI O VOLUMI DEVE RISPETTARE LE DISTANZE LEGALI

L’APPROVAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE NON EQUIVALE AD OCCUPAZIONE DI AREE DI INTERESSE PUBBLICO

INEDIFICABILI LE AREE UBICATE IN FASCIA DI RISPETTO

L’EDIFICIO CHE VIOLA LE DISTANZE LEGALI PUÒ ESSERE CONDONATO

IL DIRITTO ALLA CESSIONE DELLE AREE DESTINATE AD OPERE DI URBANIZZAZIONE NON È INDISPONIBILE NÉ IMPRESCRITTIBILE

LE LINEE GUIDA PER L’AUTORIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI ALIMENTATI DA FONTI RINNOVABILI LEDONO LE COMPETENZE RISERVATE ALLE PROVINCE AUTONOME

LA DECISIONE SULL’ISTANZA DI RINNOVO DI TITOLO SCADUTO NON È UN PROVVEDIMENTO CONFERMATIVO

LA SOSPENSIVA DEL DINIEGO DI TITOLO EDILIZIO NON DIMOSTRA LA SUSSISTENZA DI UN DANNO RISARCIBILE

SOPRAELEVAZIONE: AI FINI DELLE DISTANZE È NUOVA COSTRUZIONE LA SOLA PARTE SOPRAELEVATA

UN LOTTO NON È INTERCLUSO SE NON È CIRCONDATO DA AREE TOTALMENTE INEDIFICATE

EDILIZIA SCOLASTICA: VINCOLO ESPROPRIATIVO SOGGETTO A DECADENZA

CAMPANIA: GLI EREDI DEL TITOLARE DEL DISTRIBUTORE DI CARBURANTE DEVONO CHIEDERE UNA NUOVA CONCESSIONE ENTRO UN ANNO DALL’APERTURA DELLA SUCCESSIONE   

L’IMPOSIZIONE DI SERVITÚ DI INEDIFICABILITÀ PUÒ ANCHE RISULTARE DALLA SOLA PREMESSA DELL’ATTO DI ACQUISTO   

L’ADOZIONE DEL PIANO PAESISTICO NON FA VENIR MENO I VINCOLI «GALASSO»   

L’AMPLIAMENTO DI UN OPIFICIO NON È PERTINENZA   

LA NATURA DEL VINCOLO VA DESUNTA DALLE NTA   

VERDE PUBBLICO: VINCOLO ESPROPRIATIVO SE ESCLUSO L’INTERVENTO DEL PRIVATO   

LA DISCIPLINA LOCALE DELLE DISTANZE CHE CONTRASTA CON L’ART. 9 D.M. 1444/1968 È SOSTITUITA DA QUESTO   

LOMBARDIA: IL PIANO CASA CONSENTE DI DEROGARE ANCHE AI LIMITI NON VOLUMETRICI   

INEDIFICABILE IL TERRENO DESTINATO A EDILIZIA SCOLASTICA   

LA SOPRAELEVAZIONE IN ZONA SISMICA VA DEMOLITA SE SI APPOGGIA AD ALTRO EDIFICIO   

LA DESTINAZIONE AGRICOLA NON È VINCOLO ESPROPRIATIVO

L’ACCERTAMENTO DI COMPATIBILITÀ PAESAGGISTICA NON ESTINGUE IL REATO SE I LAVORI HANNO DETERMINATO L’AUMENTO DI VOLUMETRIA O DI SUPERFICIE

LA DEMORICOSTRUZIONE DI UN MANUFATTO ABUSIVO NON È RISTRUTTURAZIONE

LA DISTANZA TRA LE COSTRUZIONI RILEVA A PRESCINDERE DAL LORO FRONTEGGIARSI

FASCIA DI RISPETTO STRADALE: VINCOLO CONFORMATIVO NON SOGGETTO A DECADENZA

QUALSIASI TRASFORMAZIONE ILLEGITTIMA DEL TERRITORIO PROVOCA AI VICINI UN DANNO RISARCIBILE

IL DIRETTORE DEI LAVORI FORMALMENTE NOMINATO RISPONDE PENALMENTE ANCHE SE LE SUE FUNZIONI SONO DI FATTO SVOLTE DA ALTRO SOGGETTO

IL TITOLO EDILIZIO IN SANATORIA ESTINGUE IL REATO EDILIZIO SOLO SE LEGITTIMAMENTE RILASCIATO

È IL CONDUTTORE CHE DEVE VERIFICARE CHE L’IMMOBILE ABBIA LE CARATTERISTICHE PER OTTENERE L’AGIBILITÀ

PARCHEGGIO AD USO PUBBLICO: L’INTERVENTO DEL PRIVATO NE ESCLUDE IL CARATTERE ESPROPRIATIVO

IL GIUDICE NON PUÒ ORDINARE LA DEMOLIZIONE SE IL REATO È PRESCRITTO

VA ORDINATA LA RIMESSIONE IN PRISTINO ANCHE SE LA DISTANZA RISULTA VIOLATA DA UN PICCOLO TRATTO DELLO SPIGOLO DELL’EDIFICIO

INSANABILE IL MUTAMENTO DI DESTINAZIONE D’USO IN STUDIO PROFESSIONALE DI UN’AUTORIMESSA REALIZZATA AI SENSI DELLA «LEGGE TOGNOLI»

IL RILASCIO DI UNA VARIANTE NON COMPORTA IL DECORSO DI UN NUOVO TERMINE PER L’INIZIO DEI LAVORI

IL PIANO DI RECUPERO NON COSTITUISCE SANATORIA DELLA LOTTIZZAZIONE ABUSIVA

LA ZONIZZAZIONE NON DETERMINA IL SORGERE DI VINCOLI ESPROPRIATIVI

OPERA ABUSIVA REALIZZATA DAL TERZO CON MATERIALI PROPRI: NON È DOVUTO L’INDENNIZZO DA ACCESSIONE

ISTANZA DI RIQUALIFICAZIONE: IL COMUNE È TENUTO A PRONUNCIARSI SULLA NATURA DEL VINCOLO CON TEMPESTIVITÀ

VANNO SOTTOPOSTI A V.A.S. TUTTI GLI STRUMENTI URBANISTICI

VARIANTE: NON PRECLUSA DALLA PENDENZA DEL PROCEDIMENTO

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.

Notiziario bimestrale delle principali notizie derivanti dalla giurisprudenza in materia di urbanistica ed edilizia, recensita nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.urbium.it. Alle massime (“sintesi”) sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.

PRODOTTI CORRELATI

Nuovo

Ultimi articoli pubblicati

APPROFONDIMENTI