URBIUM 2/2018

Le nostre pubblicazioni sono realizzate nel pratico  formato PDF e sono scaricabili immediatamente dopo l'acquisto online. Non vendiamo libri cartacei.

Giurisprudenza in materia di edilizia ed urbanistica

06 giugno 2018

pdf  / 168 Pagine in formato A4 (21X29,7 cm)

Selezione delle notizie più lette - derivanti dalla giurisprudenza in materia di urbanistica ed edilizia - pubblicate nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.urbium.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.

25,00

  • editore: Exeo
  • collana: osservatorio di giurisprudenza
  • numero in collana: 319
  • issn: 2039-6678
  • sigla: URB44
  • categoria: URBIUM
  • tipologia: giuridica
  • genere: raccolta
  • altezza: cm 29,7
  • larghezza: cm 21
  • dimensione: A4
  • funzioni permesse: Stampa: SI - Modifica: NO - Copia/Incolla: SI
  • protezione: digital watermarking
  • disponibità: illimitata
  • destinatari: professionale accademico
  • soggetto: diritto

I REATI DI OMESSA DENUNCIA, PRESENTAZIONE DI PROGETTI E INIZIO DEI LAVORI SENZA PREVENTIVA AUTORIZZAZIONE SCRITTA DELL'UFFICIO COMPETENTE HANNO NATURA PERMANENTE

SOLO IN CASO DI SEMPLICE RISTRUTTURAZIONE O RICOSTRUZIONE LA DISTANZA FRA EDIFICI PUÒ RESTARE INFERIORE A QUELLA PRESCRITTA DA NORME ENTRATE IN VIGORE DOPO LA LORO REALIZZAZIONE

PAGAMENTO PARZIALE DEGLI ONERI CONCESSORI: LA P.A. CONSERVA IL DIRITTO AL CONGUAGLIO FINO ALLO SPIRARE DEL TERMINE DI PRESCRIZIONE

LE ORDINANZE DI DEMOLIZIONE DELLE OPERE ABUSIVE VANNO EMANATE NEI CONFRONTI DEL PROPRIETARIO ATTUALE ANCHE SE NON È RESPONSABILE DELL'ABUSO

DIVERSA DISTRIBUZIONE DI AMBIENTI INTERNI: NON SERVE IL PERMESSO DI COSTRUIRE E NON PUÒ ESSERE SANZIONATA CON LA RIDUZIONE IN PRISTINO

I VANI TECNICI DIVENTANO RILEVANTI NEL CALCOLO DELLA VOLUMETRIA SE VENGONO TRASFORMATI IN SPAZI IDONEI ALL'USO RESIDENZIALE

VIOLAZIONE DELLE DISTANZE TRA COSTRUZIONI: AL PROPRIETARIO CONFINANTE SPETTA SIA IL RIPRISTINO DELLA SITUAZIONE ANTECEDENTE L'ILLECITO CHE IL RISARCIMENTO

L'ORDINE DI DEMOLIZIONE IMPARTITO DAL GIUDICE PENALE HA NATURA AMMINISTRATIVA E NON È SUSCETTIBILE DI PASSARE IN GIUDICATO

IN CASO DI DINIEGO SULLA RICHIESTA DI ACCERTAMENTO DI CONFORMITÀ DEVE ESSERE EMESSA UNA NUOVA ORDINANZA DI DEMOLIZIONE CHE FISSI NUOVI TERMINI PER OTTEMPERARVI

IL CARICO URBANISTICO CAUSATO DA UN ATTIVITÀ DI TIPO LOGISTICO NON AUMENTA SE LA SUPERFICIE UTILE VIENE DIVISA TRA DUE DIVERSI SOGGETTI

SE LA RISTRUTTURAZIONE MANTIENE I PARAMETRI URBANISTICI ED EDILIZI PREESISTENTI NON DEVE RISPETTARE I VINCOLI POSTI DAGLI STRUMENTI URBANISTICI SOPRAVVENUTI

DEPOSITO AGRICOLO PERTINENZIALE DI LIMITATE DIMENSIONI: NON NECESSITA DI TITOLO EDILIZIO QUINDI NON PUÒ ESSERE SOGGETTO A DEMOLIZIONE

IL CAMBIAMENTO DI DESTINAZIONE D'USO ANCHE SENZA REALIZZAZIONE DI OPERE EDILIZIE DEVE COMUNQUE RISPETTARE LE PREVISIONI URBANISTICHE DI ZONA

IL PROVVEDIMENTO DI CONDONO NON PUÒ FORMARSI PER SILENZIO-ASSENSO LADDOVE L'IMMOBILE SIA GRAVATO DA UN VINCOLO PAESAGGISTICO

LA D.I.A. IN ASSENZA DELL'AUTORIZZAZIONE PAESAGGISTICA NON PRODUCE EFFETTI: LE OPERE COSTRUITE VANNO RITENUTE PRIVE DI TITOLO ABILITATIVO

LE STRUTTURE GALLEGGIANTI STABILMENTE ANCORATE ALLE SPONDE DI UN FIUME ED UTILIZZATE COME ABITAZIONI O AMBIENTI DI LAVORO NECESSITANO DEL PERMESSO DI COSTRUIRE

È USUCAPIBILE LA SERVITÙ DI MANTENIMENTO DI UNA COSTRUZIONE A DISTANZA INFERIORE A QUELLA FISSATA DALLE NORME DEL CODICE CIVILE O DAGLI STRUMENTI URBANISTICI LOCALI

ACCERTAMENTO DI CONFORMITÀ: IL SILENZIO DELLA P.A. HA VALORE DI DINIEGO DELLA SANATORIA SIA IN RELAZIONE A INTERVENTI OGGETTO DI D.I.A. CHE DI PERMESSO DI COSTRUIRE

L'ESISTENZA DEL VINCOLO VA VALUTATA AL MOMENTO DELLA DOMANDA DI CONDONO EDILIZIO, A PRESCINDERE DALL'EPOCA DELLA SUA INTRODUZIONE

I PROPRIETARI DI FONDI CONFINANTI NON POSSONO CONTRATTARE LA COSTRUZIONE DI OPERE AD UNA DISTANZA INFERIORE A QUELLA PREVISTA DAL CODICE CIVILE O DAI REGOLAMENTI LOCALI

È SANZIONABILE EX D.P.R. 380/2001 L'IMPIANTO RADIOELETTRICO PRIVO DI CONFORMITÀ EDILIZIA-URBANISTICA

VARIAZIONI DI VOLUMETRIA, SUPERFICIE E ALTEZZA: È NUOVA COSTRUZIONE ANCHE AI FINI DELLE DISTANZE RISPETTO AGLI IMMOBILI CONTIGUI

L'ASSEVERAZIONE DEL PROGETTISTA ABILITATO SULLA CONFORMITÀ ALLA DISCIPLINA URBANISTICA VIGENTE È NECESSARIA PER IL SILENZIO ASSENSO SULLA DOMANDA DI PERMESSO DI COSTRUIRE

LA RIDUZIONE IN PRISTINO DELLA COSTRUZIONE CHE VIOLA LE DISTANZE LEGALI VA ORDINATA INCONDIZIONATAMENTE ANCHE SE INCIDE SULLE PARTI DELL'EDIFICIO REGOLARI

NUOVA COSTRUZIONE SENZA DI PERMESSO DI COSTRUIRE IN ZONA VINCOLATA: NON SUSSISTE SANZIONE ALTERNATIVA ALLA DEMOLIZIONE CON RIPRISTINO

NON RICORRE ULTRAPETIZIONE SE IL GIUDICE ORDINA LA DEMOLIZIONE ANZICHÉ L'ARRETRAMENTO E RIDUZIONE IN PRISTINO DI UNA COSTRUZIONE IN VIOLAZIONE DELLE DISTANZE LEGALI

SONO INTERVENTI DI NUOVA COSTRUZIONE AI SENSI DELL'ART. 3, COMMA 1, LETT. E), D.P.R. 380/2001 ANCHE I MANUFATTI EDILIZI INTERRATI

LA PERGOTENDA VA QUALIFICATA COME ARREDO ESTERNO DI RIPARO E PROTEZIONE ED È RICONDUCIBILE AGLI INTERVENTI MANUTENTIVI LIBERI

L'ACQUISIZIONE GRATUITA DI UNA PORZIONE ULTERIORE RISPETTO ALL'AREA DI SEDIME DELL'ABUSO EDILIZIO DEVE ESSERE ADEGUATAMENTE MOTIVATA

LE TERRAZZE POSSONO CONFIGURARE VEDUTA A CARICO DEL FONDO VICINO SOLO SE MUNITE DI RINGHIERA O PARAPETTO

QUANDO IL PIANO PARTICOLAREGGIATO ESECUTIVO PRESCRIVE LE DISTANZE DAL CONFINE NON È CONSENTITA LA COSTRUZIONE IN ADERENZA, SALVO ESPLICITA PREVISIONE

IL PRINCIPIO DELLA PREVENZIONE SI APPLICA SOLO ALLE DISTANZE TRA COSTRUZIONI, NON PER L'APERTURA DELLE VEDUTE

L'ADOZIONE DI UNA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO NON PUÒ SANARE UN TITOLO EDILIZIO GIÀ RILASCIATO NÉ RENDERE SANABILI GLI EVENTUALI ABUSI COMMESSI

UNA TENDA A SCOMPARSA ANCHE SE ANCORATA AL SUOLO RIENTRA NELL'ATTIVITÀ EDILIZIA LIBERA SALVO DIVERSE PRESCRIZIONI CONTENUTE NEGLI STRUMENTI URBANISTICI

SOLO LE AEROFOTOGRAMMETRIA REALIZZATE CON ALTA RISOLUZIONE GRAFICA RILEVANO AI FINI DELLA DATAZIONE DELL'EPOCA DI REALIZZAZIONE DI UN MANUFATTO

CON UN RESTAURO SI PUÒ INTEGRARE PORZIONI DI MURATURE, COPERTURE O ALTRI ELEMENTI ARCHITETTONICI DETERIORATI, MA NON RICOSTRUIRE PER INTERO UN VOLUME EDILIZIO

L'ISTANZA DI ACCERTAMENTO DI CONFORMITÀ INCIDE UNICAMENTE SULLA POTESTÀ DEL COMUNE DI PORTARE AD IMMEDIATA ESECUZIONE LA DEMOLIZIONE

NELL'INTERPRETARE LE PROPRIE REGOLE URBANISTICHE IL COMUNE DEVE ATTENERSI AI CANONI ERMENEUTICI PREVISTI DALL'ORDINAMENTO E AI PRINCIPI DEL DIRITTO VIVENTE

LA CHIUSURA ANCHE PARZIALE DI UN PORTICO DETERMINA LA CREAZIONE DI NUOVA VOLUMETRIA: È NUOVA COSTRUZIONE

IL D.LGS. 42/2004 CONSENTE DI VIETARE L'EDIFICABILITÀ ANCHE DI UN'AREA ESTESA PER SALVAGUARDARE IL DECORO, LA VISIBILITÀ E IL CONTESTO AMBIENTALE DEL BENE ARCHEOLOGICO

AGLI AUTORI DI ABUSI EDILIZI SU TERRENO APPARTENENTE AL PATRIMONIO DISPONIBILE DELLO STATO NON SI ADDEBITANO LE LE SPESE DELLA DEMOLIZIONE

DISTANZA LEGALE NELLE COSTRUZIONI: DEVE TENERSI CONTO ANCHE DEL PORTICATO APERTO CON PILASTRI ALLINEATI AL MURO DI FACCIATA

LE NORME SULLE DISTANZE SONO APPLICABILI ANCHE AD UN EDIFICIO CONDOMINIALE SE SONO COMPATIBILI CON LA DISCIPLINA PARTICOLARE RELATIVA ALLE COSE COMUNI

AI FINI DELLE DISTANZE SONO NUOVE COSTRUZIONI ANCHE GLI INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE CHE RENDANO L'OPERA OGGETTIVAMENTE DIVERSA DA QUELLA PREESISTENTE

IL POTERE DI ANNULLAMENTO D'UFFICIO DELLE AUTORIZZAZIONI PAESAGGISTICHE SI PUÒ ESERCITARE PER QUALSIASI VIZIO DI LEGITTIMITÀ

D.I.A. E S.C.I.A.: INCOMPATIBILITÀ DEL CUMULO DEL PROVVEDIMENTO SILENZIOSO DELLA P.A. E DELL'IMPUGNATIVA PRIVATA

NON SUSSISTE INTERESSE A FAR VALERE LA VIOLAZIONE DELLA DISTANZA RISPETTO A UN FONDO DI TERZI ESTRANEI

LA SANZIONE PECUNIARIA EX ART. 37 DPR 380/01 SI APPLICA QUALORA L'OPERA RISULTI CONFORME ALLA NORMATIVA EDILIZIA E URBANISTICA VIGENTE AL MOMENTO DELLA CONTESTAZIONE

IL VICINO CONTROINTERESSATO AL RILASCIO DEL TITOLO EDILIZIO NON È UN SOGGETTO DI QUELLI CUI VA INVIATA LA COMUNICAZIONE D'AVVIO DEL PROCEDIMENTO

È SOGGETTO A DEMOLIZIONE L'INTERVENTO SU IMMOBILI IN AREE SOTTOPOSTE A VINCOLO PAESISTICO, SE ESEGUITO IN DIFFORMITÀ DELL'AUTORIZZAZIONE EDILIZIA

LA REALIZZAZIONE DI MERCATI DI QUARTIERE RIENTRA NELLA LOGICA DEGLI INTERVENTI DI URBANIZZAZIONE SECONDARIA EX ART. 16, COMMA 8, D.P.R. 380/2001

I BALCONI NON DEVONO ESSERE COMPUTATI PER MISURARE LE DISTANZE TRA PARETI FINESTRATE DELLE ABITAZIONI

NON PUÒ ESSERE APPLICATA LA SOLA MISURA SANZIONATORIA PECUNIARIA PER ABUSI EDILIZI CHE ABBIANO DETERMINATO UN AUMENTO DI CUBATURA

NON E' DOVUTO IL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE PER I FABBRICATI ASSERVITI AD UN IMPIANTO INDUSTRIALE.

L'INTERVENTO TARDIVO SULLA S.C.I.A. COSTITUISCE L'EXTREMA RATIO GIUSTIFICATA DA RAGIONI DI INTERESSE PUBBLICO.

DEVE ESCLUDERSI LA NATURA EDIFICABILE DELLE AREE COMPRESE IN ZONA DESTINATA DAL PRG A "VERDE PUBBLICO ATTREZZATO"

OGGETTO DELLA VALUTAZIONE PAESISTICA È LA TOLLERABILITA' DEL DISTURBO PRODOTTO DALLA MODIFICA ABUSIVA.

L'INDENNITA' PER ABUSI EDILIZI IN ZONE VINCOLATE E' UNA SANZIONE AMMINISTRATIVA NON UN RISARCIMENTO DEL DANNO

L'UTILIZZABILITÀ PER FINI PUBBLICI DELL'OPERA EDILIZIA ABUSIVA È CONDIZIONE NECESSARIA PER L'ACQUISIZIONE GRATUITA AL PATRIMONIO INDISPONIBILE DEL COMUNE

IL CARATTERE DEROGATORIO DEL PIANO CASA NON PERMETTE INTERPRETAZIONI ESTENSIVE

IN TEMA DI ANNULLAMENTO DELL'AUTORIZZAZIONE PAESISTICA LA SOPRINTENDENZA NON PUO' EFFETTUARE UN RIESAME DELLE VALUTAZIONI COMPIUTE DALL'ENTE COMPETENTE

LA NOZIONE URBANISTICA DI PERTINENZA E' APPLICABILE AD OPERE DI MODESTA ENTITA' E ACCESSORIE ALL'EDIFICIO PRINCIPALE

IL PROPRIETARIO È LEGITTIMATO PASSIVO DELL'ORDINANZA DI DEMOLIZIONE ANCHE SE NON È L'AUTORE DELL'ABUSO EDILIZIO

LA REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO NON È UNA DONAZIONE

TITOLO EDILIZIO NON SFRUTTATO: GLI ONERI VANNO RESTITUITI CON INTERESSI MA SENZA RIVALUTAZIONE

NON C'È AFFIDAMENTO LEGITTIMO NEI CONFRONTI DI UN PRIVATO PER L'ANNULLAMENTO DI UN TITOLO EDILIZIO SE LA RICHIESTA NON ERA FONDATA SU CIRCOSTANZE VERITIERE

L'ESPOSIZIONE DI AUTOVEICOLI SU UN'AREA A DESTINAZIONE COMMERCIALE SENZA INTERVENTI DI MODIFICA DEL TERRITORIO NON RICHIEDE ALCUN TITOLO EDILIZIO

SPETTA AL RICHIEDENTE IL TITOLO EDILIZIO FORNIRE TUTTI GLI ELEMENTI IDONEI A DIMOSTRARE LA COMPATIBILITÀ DELL'INTERVENTO CON LE PRESCRIZIONI URBANISTICHE ED EDILIZIE

IL CARATTERE EDIFICABILE NON VIENE MENO CON IL REGIME DELLE ZONE BIANCHE

ILLEGITTIMO IL SILENZIO SU ISTANZA DI RIPIANIFICAZIONE

CONFLITTO DI INTERESSI: IL PRG PUO' ESSERE VOTATO DAPPRIMA PER STRALCI CON ASTENSIONI E POI UNITARIAMENTE SENZA ASTENSIONI

L'ATTO CHE ACCERTA L'INOTTEMPERANZA E DISPONE LA CONFISCA EDILIZIA NON È IL VERBALE DEI VIGILI

LA SANZIONE PECUNIARIA ALTERNATIVA ALLA DEMOLIZIONE È POSSIBILE SOLO NEL CASO IN CUI IL COMUNE VALUTI L'EVENTUALE COMPROMISSIONE DELLA PARTE CONFORME

DICHIARAZIONI FALSE: IL TERMINE RAGIONEVOLE PER L'AUTOTUTELA DECORRE DALLA SCOPERTA

I VOLUMI TECNICI NON POSSONO OTTENERE LA COMPATIBILITA' PAESAGGISTICA POSTUMA

LE SANZIONI EDILIZIE SONO NECESSARIAMENTE SOGGETTE A NOTIFICAZIONE INDIVIDUALE

IN FASCIA DI RISPETTO STRADALE CONSENTITI SOLO ALCUNI MANUFATTI FUNZIONALI ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE

NON BASTA LO SCHERMO DELLA PERSONA GIURIDICA PER PRESERVARE L'ABUSO EDILIZIO DALLA CONFISCA COMUNALE

RIGETTO DELL'ISTANZA DI SANATORIA: I 90 GIORNI PER DEMOLIRE SPONTANEAMENTE RIDECORRONO EX NOVO

È COMPITO DEL COMUNE DEVE VERIFICARE L'OTTEMPERANZA AI PROPRI ORDINI DI DEMOLIZIONE

LE CERTIFICAZIONI CATASTALI NON BASTANO PER CONTESTARE LA LEGITTIMAZIONE A RICHIEDERE UN TITOLO EDILIZIO

I TITOLI ABILITATIVI RISALENTI NON DIMOSTRANO LA SANABILITA' ATTUALE DELL'OPERA ABUSIVA

AFFIDAMENTO OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO: L'UNICA NOVITA' DEL D.LGS. 50/2016 RIGUARDA LE SECONDARIE SOTTOSOGLIA

VERDE PUBBLICO: VINCOLO CONFORMATIVO

PER RISCONTRARE NEGATIVAMENTE LA SCIA NON OCCORRE ALCUN PREAVVISO DI RIGETTO

LA TETTOIA NON RICHIEDE TITOLO EDILIZIO SE DIMENSIONI E CONFORMAZIONI DIMOSTRANO FINALITA' DI ARREDO, RIPARO O PROTEZIONE

IL RIPRISTINO DELLA SOPRAELEVAZIONE ABUSIVA NON PUO' TROVARE OSTACOLO NEL PREGIUDIZIO PER LA STATICITA'

SITO CONTAMINATO IN CORSO DI BONIFICA: È LEGITTIMO VIETARE LA DESTINAZIONE D'USO RESIDENZIALE

È LEGITTIMA LA SANZIONE IRROGATA DALL'ENTE PARCO A CARICO DI UN DEPOSITO ABUSIVO DI ROTTAMI DI AUTO IN AREA PROTETTA

L'ORDINANZA DI SOSPENSIONE LAVORI NON PROVOCA DANNI RISARCIBILI

LE OPERE INTERESSATE DA DIA NON POSSONO ESSERE DIRETTAMENTE OGGETTO DI SANZIONE DEMOLITORIA

PER GLI IMPIANTI GSM-R A SERVIZIO DELLA RETE FERROVIARIA NON SERVE ALCUN TITOLO ABILITATIVO COMUNALE

Produciamo e vendiamo esclusivamente pubblicazioni professionali in formato pdf. 

Sono testi che puoi consultare e trasportare ovunque con qualunque dispositivo, realizzati nel più comune e universale dei formati digitali. 

Se hai necessità di stamparli o di fare il copia incolla, puoi farlo, salvo alcune eccezioni e nel rispetto del divieto di distribuzione a terzi e della nostra politica di copyright riguardo la riproduzione dei contenuti.  

I nostri prodotti sono privi di restrizioni DRM, sono solo marchiati digitalmente con il nome dell'utilizzatore; possono essere aperti senza limiti dal soggetto destinatario su più dispositivi e scaricati ogni volta che vuole dal sito una volta acquistati.

Per saperne di più clicca qui.