Carrello
Carrello vuoto

patrimoniopubblico

 

anno: 2016 - mese: Ottobre - collana: patrimoniopubblico - 7 - isbn: 978-88-6907-204-8

La problematica del rilascio e del rinnovo delle concessioni demaniali con finalità turistico-ricreative continua ad essere al centro dell’attenzione nazionale e dell’Unione. La sentenza della Corte di Giustizia Europea del 14 luglio 2016 ha circostanziato alcuni capisaldi che impongono un urgente intervento normativo interno al fine di uniformare la materia ai principi ed alle direttive europee, necessità ben nota ma ancora non direnta. Con la presente opera, l’Autore, dopo aver tratteggiato l’evoluzione delle vicende, analizza nel dettaglio relazione dell’Avvocatura Generale e la sentenza della CGE, la posizione della Commissione Europea e le situazioni di Spagna e Portogallo, fornendo dettagliati riferimenti normativi comparati al fine di individuare possibili soluzioni interpretative. Inoltre, esamina i dispositivi “tampone” introdotti con le modifiche all’articolo 24 del D.L. 113/2016 apportate dalla legge di conversione n. 160/2016 e commenta i contenuti del presumibile testo normativo predisposto per costruire le nuove basi giuridiche su cui innestare il nuovo sistema di regolazione della materia, focalizzando l’attenzione sulle necessità del settore.

anno: 2013 - mese: Luglio - collana: patrimoniopubblico - 6 - isbn: 978-88-97916-64-2

Analisi della normativa nazionale e delle direttive comunitarie riguardo le concessioni demaniali marittime, con particolare riguardo al delicato rapporto tra stabilità del titolo di concessione e apertura al regime di concorrenza nel comparto turistico-balenare. Il testo, in particolare, parte dagli effetti dell’intervento comunitario nella disciplina demaniale, analizzando i suoi prodromi nazionali ed arrivando alla verifica delle conseguenze di tali istituti e delle novelle legislative sulle diverse modalità di utilizzo delle aree demaniali marittime.

anno: 2013 - mese: Luglio - collana: patrimoniopubblico - 5 - isbn: 978-88-97916-65-9

Disamina dei profili penalistici conseguenti alle attività abusive dei privati sui beni pubblici, che il lettore troverà preceduta da una preliminare trattazione dell’annosa questione relativa ai beni pubblici, in cui viene trattato il regime codicistico attualmente vigente, ma anche tracciate le prospettive di riforma idonee a semplificare l’intricato mondo dei beni demaniali, beni del patrimonio indisponibile e beni del patrimonio disponibile.Ciò posto, l’opera esamina alcune delle più rilevanti fattispecie penali che possono essere integrate in danno dei beni pubblici, anche rinvenibili al di fuori del codice penale vigente. Si è quindi evidenziato come, per ragioni attinenti alla natura collettiva dei beni coinvolti, il legislatore abbia approntato una tutela tanto più decisa quanto più esposto all’abuso risulti il medesimo bene.

anno: 2013 - mese: Maggio - collana: patrimoniopubblico - 4 - isbn: 978-88-97916-52-9

Analisi del tema delle occupazioni di suolo pubblico, disciplinate dal decreto legislativo n. 507/1993, esaminando i vari aspetti sui quali questo si incentra come la suddivisione delle suddette occupazioni in permanenti o temporanee, le modalità di determinazione della relativa tassa, le esenzioni dalla stessa, l’aspetto sanzionatorio, nonché la tematica relativa alle concessioni di posteggio, affrontata essenzialmente attraverso un attento esame delle norme che la regolamentano, sia sul fronte nazionale che su quello europeo, con il costante richiamo, per entrambi gli argomenti, alle recenti pronunce giurisprudenziali.

anno: 2010 - mese: maggio - collana: patrimoniopubblico - 1 - isbn: 978-88-95578-07-1

L'opera tratta delle attività turistico ricreative sul demanio marittimo, e in particolare delle conseguenze giuridiche e procedimentali per l'utilizzo del bene pubblico in relazione al trasferimento di funzioni e dei suoi riflessi sulle attività imprenditoriali. Viene inoltre affrontata la classificazione delle opere realizzate sul demanio marittimo e analizzato il rapporto tra concessioni demaniali marittime e concorrenza, anche sotto l'aspetto delle modalità operative delle procedure di assegnazione.