Carrello
Carrello vuoto

cooperative

 

TEMI degli articoli



Cooperative agricole
L'assunzione, da parte dello Stato, delle garanzie prestate dai soci di cooperative agricole in favore delle cooperative stesse, di cui sia stata previamente accertata l'insolvenza, ha per effetto la liberazione dei garanti nei confronti dei terzi creditori.

Cooperative bancarie
Il fondo mutualistico per la promozione e lo sviluppo della cooperazione, il quale agisca per la devoluzione, in proprio favore, del patrimonio di una banca di credito cooperativo, nell'ipotesi di incorporazione di questa, non ha l'onere di esperire preventivamente l'opposizione alla fusione dal momento che tale rimedio ha la funzione di impedire - ove accolto - il realizzarsi della fusione, ossia lo stesso presupposto del diritto alla devoluzione vantato.

Cooperative sociali
L’iscrizione all’Albo delle Cooperative Sociali è subordinato all’oggettiva sussistenza di determinati requisiti e al rispetto di specifici adempimenti, cosicché non rileva, nei rapporti con l’amministrazione onerata di tenere tale Albo, se il venir meno dei requisiti e il mancato espletamento degli oneri di carattere formale siano eventualmente dovuto alla condotta illecita di terzi.

Fallimento delle cooperative
Poiché lo scopo mutualistico di una cooperativa non è inconciliabile con quello di lucro, potendo i due fini coesistere ed essere rivolti al conseguimento di uno stesso risultato, ne consegue che, ai fini della possibilità del fallimento delle cooperative, per l'accertamento della sussistenza del fine predetto occorre avere riguardo alla struttura ed agli scopi di essa.

Disciplina fiscale e tributaria delle cooperative
In tema di agevolazioni tributarie in favore delle società cooperative, l'attribuzione dei benefici presuppone necessariamente il concorso sia del dato formale, costituito dall'esistenza di previsioni statutarie relative alla devoluzione a fondi mutualistici di quote degli utili netti e del patrimonio residuato alla liquidazione, sia del dato fattuale che le medesime previsioni siano state concretamente osservate.

Lavoro e previdenza nelle cooperative
In tema di agevolazioni contributive, non rileva la provincia ove ha sede la singola cooperativa, ma quella della zona ove essa svolge in modo prevalente la propria attività, conformemente alla ratio delle norme di tutela della cooperazione, che avrebbero effetti distorsivi della concorrenza se le cooperative aventi sede nelle province beneficiarie di disposizioni maggiormente favorevoli potessero giovarsene per i servizi resi nel restante territorio nazionale.

Società cooperative
Lo scopo mutualistico proprio delle cooperative può avere gradazioni diverse, che vanno dalla mutualità pura, caratterizzata dall'assenza di qualsiasi scopo di lucro, alla mutualità spuria che, con l'attenuazione del fine mutualistico, consente una maggiore dinamicità operativa anche nei confronti di terzi non soci, conciliando cosi il fine mutualistico con un'attività commerciale e con la conseguente possibilità per la cooperativa di cedere beni o servizi a terzi a fini di lucro.

Organi sociali delle società cooperative
I poteri di controllo sulla gestione sociale costituiscono strumento di attuazione di un diritto attribuito ai soci, ma ciò non toglie che, da un lato, il controllo sulla "gestione sociale" è affidato al collegio sindacale e, dall'altro, la vigilanza compete agli enti istituzionali, non essendo attribuibile ai soci che ne sono vittime la responsabilità per le conseguenze dannose causate da chi quella vigilanza ha omesso di esercitare.

Vigilanza sulle cooperative
La responsabilità della P.A. per omessa vigilanza nei confronti delle società cooperative non è attenuata dalla mancata attivazione, da parte dei soci, dei poteri di controllo agli stessi spettanti ai sensi degli artt. 2408 e 2422 cod. civ., atteso che il controllo sulla gestione sociale è affidato al collegio sindacale, mentre la vigilanza compete agli enti istituzionali.