Carrello
Carrello vuoto

passiva

 

TEMI degli articoli



Legittimazione passiva e conferenza di servizi
Qualora la conferenza di servizi abbia natura decisoria, il ricorso deve essere notificata alla stessa conferenza di servizi.

L'eccezione di carenza di legittimazione passiva
L'eccezione di carenza di legittimazione passiva è preclusa ove la parte abbia tenuto un comportamento processuale inequivocabilmente integrante il riconoscimento della propria qualità di parte sostanziale.

Impugnazione degli atti avversi alla realizzazione di impianti industriali e di servizio
Legittimati passivi, rispetto all'azione intentata ai sensi dell'art. 844 c.c., sono gli autori delle immissioni, allorché la domanda sia diretta a respingere il fatto di questi ultimi ed a farne cessare l'attività.

Verifica della legittimazione passiva della parte convenuta
La legittimazione a contraddire - che non costituisce presupposto processuale - si risolve nell'accertare se, secondo la prospettazione dell'attore, il convenuto assuma la veste di soggetto tenuto a subire la pronuncia giurisdizionale; mentre attiene invece al merito della lite la questione relativa alla reale titolarità passiva del rapporto sostanziale dedotto in giudizio, che si risolve nell'accertamento di una situazione di fatto favorevole all'accoglimento o al rigetto della pretesa azionata

Domande di risarcimento danni per ordinanze contingibili e urgenti: l'amministrazione è legittimata passiva
Va affermata la legittimazione passiva dell'amministrazione comunale in ordine a domande di risarcimento di danni derivanti da ordinanze contingibili e urgenti (nella fattispecie: provvedimenti di limitazione del traffico), in quanto, pur agendo il sindaco in veste di organo dello Stato e quindi di organo a servizio di più enti, egli opera nel quadro del complesso organizzatorio comunale quale elemento di tale complesso con la conseguente responsabilità del sindaco nelle suddette qualità

I privati assegnatari degli alloggi realizzati in P.E.E.P. sono legittimati a rivendicarne il possesso
La domanda di rivendicazione ai sensi dell’art. 948 c.c., deve essere proposta contro coloro che si trovano, al momento della sua proposizione, nel possesso del bene rivendicato. La legittimazione passiva nell'azione reale di rivendicazione compete infatti al soggetto che, secondo la prospettazione attorea, sia di fatto ed illegittimamente nel possesso o nella detenzione del bene preteso.

La legittimazione passiva all'impugnazione degli atti delle agenzie fiscali
L'agenzia fiscale è un ente dotato di personalità giuridica di diritto pubblico distinto dallo Stato e non può essere configurata quale organo dello Stato dotato di personalità giuridica, presupponendo tale configurazione che l'attività dell'ente sia direttamente imputata allo Stato medesimo in base a sicure indicazioni normative, qui invece del tutto mancanti.

Presupposti per ritenere un soggetto autore morale di un illecito possessorio
I presupposti per ritenere un soggetto autore morale di un illecito possessorio (anche per la legittimazione passiva alla relativa azione), sono essenzialmente due: 1) che il soggetto pur non avendo autorizzato la condotta illecita, abbia tratto vantaggio dall'illecito possessorio materialmente posto in essere da altri; 2) che il soggetto, preteso autore morale, abbia consapevolezza che l'atto di molestia compiuto da terzi integra gli estremi dell'illecito.

Notifica al C.I.P.E. dell'impugnazione di suoi atti emanati
Il C.I.P.E. è un’amministrazione dello Stato, così come lo sono i singoli ministeri. Ne consegue che, ove il CIPE emani atti amministrativi asseritamente lesivi della posizione giuridica dei destinatari o di terzi (nel caso di specie progettazione con effetto di variante urbanistica ed apposizione di vincolo preordinato all’esproprio), la domanda di annullamento non è validamente proposta se il ricorso che la veicola non è ad esso notificato, ovviamente in persona del Presidente pro tempore

La legittimazione processuale passiva delle amministrazioni in caso di conferenza di servizi
Qualora la conferenza di servizi abbia natura decisoria, il ricorso deve essere notificata alla stessa conferenza di servizi.