Carrello
Carrello vuoto

espropri e occupazioni

 

TEMI degli articoli



Impugnazione dell'immissione in possesso
Avviso e verbale di immissione in possesso non hanno carattere provvedimentale e non sono impugnabili.

Legittimazione ad impugnare i V.A.M.
È attribuito alla Regione il potere di istituire la Commissione competente alla determinazione dell’indennità di esproprio, di nominare la maggioranza dei componenti della medesima, di decidere se nominare altri componenti oltre quelli previsti e di istituire sottocommissioni. La disciplina nazionale non attribuisce alla Regione solo un potere di costituzione dell’organo, ma, al contrario, un potere di costituzione di un organo destinato a svolgere funzioni con esclusivo riferimento regionale

Contestazioni e impugnabilità dell’esistenza, validità ed efficacia del vincolo espropriativo
L'atto di approvazione del progetto preliminare comportante variante urbanistica impositiva di vincolo espropriativo, è certamente lesivo degli interessi dei proprietari dei beni incisi da suddetto vincolo.

Nel procedimento preordinato all'esproprio, il piano particellare non è impugnabile autonomamente
Il piano particellare, in quanto atto interno al procedimento preordinato all'esproprio, non è autonomamente impugnabile ma solo unitamente al provvedimento finale a conclusione del procedimento.

Impugnabilità dell'indennità provvisoria di espropriazione: cause e condizioni
L’atto con il quale viene quantificata l’indennità di espropriazione provvisoria non incide sulla posizione sostanziale del privato; tale atto, pertanto, è, generalmente, ritenuto non autonomamente e direttamente impugnabile.

Impugnabilità della dichiarazione di pubblica utilità dell'opera
In difetto di una rituale apposizione del vincolo preordinato all’esproprio, non vi è onere di impugnare la dichiarazione di pubblica utilità, attesa la sua inefficacia ai sensi dell'art. 12, terzo comma, d.p.r. n. 327/2001.

Impugnazione dell'avviso di immissione in possesso
L'avviso per l’immissione in possesso è atto sprovvisto del connotato della diretta ed immediata lesività; inammissibile pertanto la relativa impugnazione.

Ammissibilità dei ricorsi contro gli atti di approvazione di un progetto per la realizzazione di un'opera pubblica
Va dichiarato inammissibile il ricorso avente ad oggetto comunicazioni ed atti endoprocedimentali privi di autonoma efficacia lesiva.

L'impugnazione degli atti del procedimento ablatorio dopo l'accettazione dell'indennità
Una volta emanato il decreto di esproprio a seguito di accettazione e corresponsione dell'indennità, i soggetti espropriati non possono sollevare avverso il medesimo contestazioni relative ad atti e fatti, antecedenti all’accettazione dell’indennità; ne consegue l’inammissibilità del ricorso, per intervenuta acquiescenza alla procedura espropriativa e carenza di interesse a far valere tali profili di illegittimità formale antecedenti all’accettazione dell’indennità