Carrello
Carrello vuoto

limiti oggettivi/soggettivi

 

TEMI degli articoli



Impugnazione giudiziale di accatastamento e classamento catastale
Il giudicato in materia di accatastamento degli immobili formatosi nei confronti dell'Agenzia del territorio fa stato anche nei confronti della amministrazione comunale, che nell'applicazione dell'ICI non può che attenersi alle risultanze catastali così come modificate dalla sentenza.

Limiti oggettivi e soggettivi nella formazione del giudicato processuale
Ai sensi dell'art. 2909 c.c., nell'esecuzione del giudicato occorre attenersi ai limiti soggettivi ed oggettivi del giudicato medesimo, che fa stato fra le parti (nonché fra i loro eredi e aventi causa), per quanto attenga al titolo dell'azione ed al bene della vita che ne forma oggetto, ivi comprese questioni che – benché non dedotte in giudizio – costituiscano presupposto logico e indefettibile della decisione, con copertura estesa non solo al dedotto, ma anche al deducibile.

Poteri del giudice in caso di violazione delle distanze tra costruzioni
Qualora sia accertata la violazione delle distanze tra costruzioni, è preclusa al giudice ogni indagine sull'idoneità dell'intercapedine ad arrecare il pregiudizio per l'igiene e la salubrità dell'ambiente, che le norme sulle distanze intendono impedire, in quanto la legge, imponendo l'osservanza di determinate distanze, ha ritenuto che soltanto queste valgano presuntivamente a soddisfare le esigenze di sicurezza e di igiene.