Carrello
Carrello vuoto

infrastrutture energetiche

 

TEMI degli articoli



I gasdotti di interesse locale in Veneto
È stata pubblicata la legge regionale del Veneto n.5/2009 per il conferimento di funzioni e compiti amministrativi agli enti locali in materia di autorizzazione dei gasdotti di interesse non nazionale disciplinando a livello regionale l’applicazione delle integrazioni introdotte al TU sugli espropri dal decreto legislativo n.330/2004 per la realizzazione di infrastrutture lineari energetiche. Il Veneto si allinea così alla totalità delle altre Regioni italiane nell'applicazione di tale normativa

L'espropriazione per la realizzazione di impianti elettrici
Il procedimento d'espropriazione per l’installazione di linee elettriche è disciplinato specificamente dal r.d. n.1775/1933, recante il testo unico delle disposizioni di legge sulle acque e sugli impianti elettrici. Le domande di autorizzazione per costruzione di nuove linee o per varianti a quelle esistenti, corredate dal piano tecnico delle opere da costruire, sono presentate al prefetto o al Ministro dei lavori pubblici, secondo la rispettiva competenza, attraverso l'ufficio del Genio civile

L'espropriazione per la realizzazione di impianti elettrici: autorizzazioni, indennità e risarcimenti
La giurisprudenza ha confermato la necessità per l'ENEL di ottenere l’autorizzazione definitiva necessaria per imprimere carattere di pubblica utilità all’opera. Il proprietario del fondo è altresì tenuto a dar passaggio nei suoi fondi alle condutture elettriche aeree o sotterranee solo a chi abbia ottenuto permanentemente o temporaneamente l’autorizzazione dall’autorità competente. L’ente può, così, legittimamente realizzare le linee di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica.