Carrello
Carrello vuoto



Il principio di trasparenza


 Sono omessi dal presente articolo eventuali note ed altri contenuti reperibili nel prodotto

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL DIRITTO DI ACCESSO
anno:2015
pagine: 86
formato: pdf  
prezzo:
€ 10,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!

Avvocato

La trasparenza dell'azione amministrativa, quale imperativo di ogni ordinamento democratico, costituisce uno strumento indispensabile per realizzare un concreto e reale rapporto tra governanti e governati i quali, sempre più spesso, si pongono come attori consapevoli, e non più meri spettatori, nell'ingranaggio della gestione della cosa pubblica.

Nonostante l'esigenza di affermare il carattere pubblico del potere fosse già stata avvertita sul finire del 1800, secolo in cui la diffusione degli ideali illuministici cominciò a fare della trasparenza uno dei capisaldi dello Stato democratico, la consacrazione del principio appartiene a epoca relativamente recente. L'istituto dell'accesso ai documenti amministrativi, che costituisce il fondamento della legge 7 agosto 1990, n. 241, è frutto del lungo dibattito [Omissis - versione integrale presente nel testo]. Il risultato ultimo è che, oggi, la trasparenza, stante la sua duplice natura, configurandosi contestualmente, da un lato, in termini di obiettivo che il legislatore si propone di realizzare a tutti i livelli dell'ordinamento e, dall'altro, come basilare canone operativo, al quale nessuna autorità è in grado di sottrarsi legittimamente, ha, mano a man... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...lo spessore di vera e propria priorità: il principio rappresenta la regola generale dell'azione amministrativa e l'accesso ai documenti consente di rendere conoscibile quest'ultima da parte di chiunque vi abbia interesse. Di qui la duplice valenza del diritto d'accesso che, da un lato garantisce al privato la tutela di situazioni giuridicamente rilevanti nei confronti della P.A. e, dall'altro, è funzionale ad assicurare la concretizzazione dei principi generali di imparzialità e trasparenza amministrativa.

La trasparenza è tornata ancora di recente a far sentire tutta la propria valenza ideologica anche in alcuni testi comunitari. A livello europeo, infatti, secondo quanto stabilito dal nuovo articolo 15 del Trattato sul funzionamento dell'Unione Europea, grazie alle modifiche apportate dal Trattato di Lisbona, questo principio [Omissis - versione integrale presente nel testo].

Scopo del presente scritto è quello di fornire agli operatori giuridici uno strumento di lavoro utile per affrontare la tematica del diritto di accesso ma soprattutto di procurare al cittadino le linee guida di pronta consultazione, utili per tutelare da solo il proprio diritto di accesso, senza bisogno di costose intermediazioni p... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i, come consentitogli dalla legge.

Dalle numerose normative che, da oltre un ventennio, hanno interessato la pubblica amministrazione traspare chiaro il disegno del legislatore di realizzare una funzione amministrativa partecipata, ove un ruolo di primo piano dovesse essere svolto dal destinatario dell'azione amministrativa: è quest'ultimo, infatti, che, da mero soggetto passivo in un "rapporto di forza" basato sulla supremazia della pubblica amministrazione, è oggi titolare [Omissis - versione integrale presente nel testo].

Già a partire dalla L. 241/1990, la trasparenza è stata elevata al rango di imperativo categorico ed ha, da ultimo, assunto una speciale connotazione con il D.Lgs. 33/2013, che, a chiusura del sistema, ha sancito l'obbligo di trasparenza delle informazioni e dei dati concernenti l'organizzazione e l'attività amministrativa attraverso i siti delle PP.AA.

La L. 241/1990 ha dato il via ad un profondo processo di rinnovamento della P.A., sancendo il passaggio da un'amministrazione chiusa ed arroccata su posizioni di supremazia ad un'amministrazione che interagisce con i soggetti destinatari della sua azione e che dà conto del proprio operato, secondo i cri... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ormazione e pubblicità. Questo passaggio è stato significativamente sottolineato dall'utilizzo, sempre più frequente, della locuzione "casa di vetro", elaborata proprio per indicare la pubblica amministrazione che rende accessibili agli interessati notizie e documenti concernenti l'operato dei pubblici poteri. La normativa in questione contiene una serie di disposizioni volte a promuovere il principio di trasparenza, la cui principale attuazione è data dalla partecipazione del singolo cittadino all'esercizio dell'azione amministrativa: si pensi, ad esempio, all'art. 1 che individua nell'economicità, nell'efficacia, nell'imparzialità, nella pubblicità e nella trasparenza i criteri che devono reggere l'azione amministrativa; alle norme del Capo III, dedicato agli istituti della partecipazione, ed a quelle del Capo V, che disciplinano l'accesso ai documenti amministrativi. Inoltre, tale concezione della P.A. è ulteriormente rafforzata dall'art. 29 della stessa l.241/90, che tra i livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale, ex art. 117, comma 2, lettera m, Cost., include anche le disposizioni [Omissis - versione integrale... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...el testo].

Si consideri, peraltro, che l'obbligo di trasparenza dell'azione amministrativa, sebbene pacificamente riconosciuto da tempo nel nostro ordinamento, è stato espressamente codificato solo con la 1. n. 15 del 2005, di modifica della 1. n. 241 del 1990, il cui art. 1, comma 1, prevede ora che "L'attività amministrativa persegue i fini determinati dalla legge ed è retta da criteri di pubblicità e di trasparenza".

La trasparenza nella Pubblica amministrazione è stata da ultimo disciplinata dal d.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 ( Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni), modificato dall'art. 29, comma 3, d.l. 21 giugno 2013, n. 69 (c.d. decreto del fare), convertito con modificazioni dalla 1. 9 agosto 2013, n. 98. Il d.lgs. n. 33 del 2013, attuazione della c.d. legge anticorruzione 6 novembre 2012, n. 190, ha riordinato, in un unico corpo normativo, le numerose disposizioni legislative, in materia di obblighi di informazione, trasparenza e pubblicità da parte delle Pubbliche amministrazioni, susseguitesi nel tempo e disseminate in diversi testi normativi. L'intervento di sempli... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ormativa non si è limitato alla sola ricognizione e al coordinamento delle disposizioni vigenti ma ha modificato [Omissis - versione integrale presente nel testo].




 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI