Carrello
Carrello vuoto



Opere ed interventi edilizi: sopraelevazione

La sopraelevazione designa l'innalzamento di un edificio oltre la sua linea di gronda, attuato mediante la creazione di uno o più piani in aggiunta a quello o a quelli preesistenti: essa, dunque, presuppone necessariamente il mantenimento dei piani sottostanti, in maniera che la costruzione preesistente ne risulti modificata solo in altezza.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OPERE ED INTERVENTI EDILIZI
anno:2016
pagine: 1508 in formato A4, equivalenti a 2564 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 30,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


Ai sensi delle Norme Tecniche per le costruzioni (D.M. 14/01/08, art.8.4.1), una variazione dell'altezza dell'edificio, per la realizzazione di cordoli sommitali, sempre che resti immutato il numero di piani, non è considerata sopraelevazione o ampliamento.

La realizzazione, in sopraelevazione di un vecchio fabbricato, di un piano abitativo costituisce una nuova costruzione, per la quale è necessario premunirsi del permesso di costruire e non della mera autorizzazione, oggi sostituita dalla d.i.a..

La nozione di "sopraelevazione" non va circoscritta alla costruzione di nuovi piani dell'edificio, ma si estende ad ogni intervento che comporta l'innalzamento della copertura del fabbricato. Né può essere condiviso l'assunto secondo cui l'opera realizzi non già una sopraelevazione ma il mero ampliamento in linea orizzontale di un corpo di fabbrica già esistente, nel caso in cui il nuovo manufatto, collocato sull'ultimo piano dell'edificio, sposti comunque verso l'altro la copertura del fabbricato in corrispondenza della superficie da esso occupata, superando in tale punto l'altezza originaria dell'edificio.

Per sopraelevazione di un edificio deve intender... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i costruzione che si eleva al di sopra della linea di gronda di un preesistente fabbricato, con conseguente ampliamento della volumetria del fabbricato stesso.

Costituisce sopraelevazione l'intervento edilizio che dà luogo ad un innalzamento sul punto di gronda.

La sopraelevazione designa l'innalzamento di un edificio oltre la sua linea di gronda, attuato mediante la creazione di uno o più piani in aggiunta a quello o a quelli preesistenti: essa, dunque, presuppone necessariamente il mantenimento dei piani sottostanti, in maniera che la costruzione preesistente ne risulti modificata solo in altezza.

La sopraelevazione rispetto al preesistente edificio, se destinata ad un'autonoma fruibilità e comportante un aumento di cubatura e modifica della sagoma del preesistente edificio, costituisce nuova costruzione e necessita quindi del rilascio di un permesso di costruire.

Il manufatto edificato sul lastricato solare, munito di copertura e di tompagnatura esterna, che rende oggettivamente suscettibile di uso abitativo un nuovo piano dell'edificio, assume rilevanza volumetrica e si configura, con tutta evidenza, come nuova costruzione, per la quale occorre munirsi preventivamente del pe... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ostruire.

Perché si possa parlare di sopraelevazione, l'intervento edilizio deve essere effettuato sopra un fabbricato già esistente e deve avere ad oggetto una nuova costruzione con aumento della volumetria.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> sopraelevazione --> NATURA

La demolizione e successiva ricostruzione di un fabbricato con soprelevazione deve essere ricondotta alla tipologia della nuova costruzione e non a quella della ristrutturazione.

L'edificazione, in sopraelevazione del fabbricato esistente, di un intero piano, rientra tra gli interventi di nuova edificazione sottoposti al regime del permesso di costruire e non è annoverabile tra gli interventi di ristrutturazione edilizia, tenuto conto dell'incidenza non solo sulla sagoma ma anche sulla volumetria, la superficie ed il carico urbanistico.

La sopraelevazione di un fabbricato che determini un aumento della sagoma esterna e della volumetria è ascrivibile alla categoria edilizia della nuova costruzione.

La sopraelevazione, comportando un aumento di volumetria e delle superfici di ingombro, va considerata come una nuova costruzione e quindi soggetta alla dis... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...anistica in vigore al momento della sua realizzazione.

La sopraelevazione, realizzando un ampliamento dell'edifico al di fuori della sagoma originaria, va ricondotta ad una nuova costruzione, essendo ricompresa nella previsione dei cui all'art. 3, comma 1), lett. e.1) d.p.r. 380/01, secondo il quale rientra in tale fattispecie l'ampliamento degli edifici all'esterno della sagoma esistente.

La sopraelevazione va ricondotta alla nuova costruzione.

La sopraelevazione, anche se di ridotte dimensioni, comporta sempre un aumento della volumetria e della superficie di ingombro e va, pertanto, considerata a tutti gli effetti, e, quindi, anche per la disciplina delle distanze, come nuova costruzione.

La sopraelevazione di un edificio preesistente, determinando un incremento della volumetria del fabbricato, è qualificabile come nuova costruzione.

La sopraelevazione rientra nella nozione di nuova costruzione.

La sopraelevazione di un edificio non può farsi rientrare nel concetto di ristrutturazione.

La sopraelevazione indica, attraverso la realizzazione di piani ulteriori del fabbricato, un incremento di quest'ultimo che si ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...a per il superamento dell'altezza originaria dell'edificio: di conseguenza, la realizzazione di opere nuove, per essere ritenuta sopraelevazione, deve comportare un aumento dell'altezza originaria dell'intero edificio e non di singole parti di esso, rilevando ai fini della configurabilità di una sopraelevazione il superamento del punto più alto della costruzione.

La sopraelevazione non può essere considerata "pertinenza" ai fini urbanistici, mancando il connotato dell'autonomia e accede all'edificio principale.

La realizzazione di un intero piano, in aumento volumetrico, con la conseguente modificazione dei parametri edilizi, è qualificabile come nuova costruzione.

Una sopraelevazione non può essere ridotta a livello di sporto, considerate le dimensioni e gli scopi della stessa, e pertanto non può essere invocato il carattere ornamentale di essa.

La sopraelevazione costituisce nuova costruzione.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> sopraelevazione --> PROVA

L'autorizzazione alla demolizione del primo piano dimostra la preesistenza del primo piano: il provvedimento è infatti concepi... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ul presupposto dell'esistenza della sopraelevazione, per cui l'intervento demolitivo assume una valenza logico-fattuale decisiva sulla prova della preesistenza.

La documentazione fotografica da cui si ricava che un edificio è completo del tetto non è logicamente incompatibile con la prova dell'avvenuta demolizione del primo piano, intervento che è del tutto logico venga completato con il rifacimento di un tetto ad idonea copertura del restante piano terreno.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI