Carrello
Carrello vuoto



Il ruolo del responsabile del procedimento (RUP) nel danno erariale

La responsabilità amministrativa relativa all'occupazione sine titulo e alla trasformazione irreversibile del fondo sorge in capo alla società delegata, qualora questa abbia agito in assenza di provvedimento autorizzativo di competenza del RUP. È compito del responsabile del procedimento, o RUP, infatti, coordinare i rapporti tra l'Ente pubblico, titolare del potere espropriativo, e le imprese private esecutrici.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:SOGGETTI E RESPONSABILITÀ NELL'ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITÀ
anno:2014
pagine: 2218 in formato A4, equivalenti a 3771 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


RESPONSABILITÀ --> SOGGETTI --> SOGGETTI PASSIVI --> RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Sintesi: Il responsabile del procedimento (RUP) riveste un ruolo essenziale nello svolgimento dei rapporti tra stazione appaltante pubblica e imprese esecutrici dovendo coordinare attraverso la direzione dei lavori l'esecuzione dell'opera, in rappresentanza e nell'interesse della committente pubblica.


Estratto: «2.2.Osserva il Giudicante che il punto essenziale della controversia so... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ta gravemente colposa sia derivato un danno alla Amministrazione pubblica.»

Sintesi: Il responsabile del procedimento di aggiudicazione dei lavori pubblici è responsabile delle disfunzioni, degli impedimenti e dei ritardi nell'attuazione dell'opera.

Estratto: «1) S. C., responsabile del procedimento sino al 31 dicembre 2001.Sebbene il convenuto sia cessato dal servizio prima dell'inizio della fase esecutiva dei lavori che hanno interessato il ripascimento del (OMISSIS), anch'esso ha concorso in maniera determinante alla causazione dell'evento dannoso.Come sottolineato dal Procuratore regionale, il responsabile del procedimen... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...sce una figura centrale nell'ambito dei lavori pubblici, trattandosi del funzionario che ha la diretta responsabilità e vigilanza dell'intervento, secondo le disposizioni contenute negli artt. 7 della legge MERLONI e 7 e 8 del regolamento sui lavori pubblici (v. ora l'art. 10 del d. l.vo 12 aprile 2006, n. 163).In particolare, egli ha il dovere di segnalare "eventuali disfunzioni, impedimenti o ritardi nell'attuazione degli interventi" e di fornire all'amministrazione "i dati e le informazioni relativi alle principali fasi di svolgimento del processo attuativo necessari per l'attività di coordinamento, di indirizzo e di controllo di sua competenza". Tra i suoi poteri, vi sono quelli di accertare "la data di effettivo inizio dei lavori e ogni altro termine di svolgimento dei lavori", di ordinare la sospensione dei lavori "per ragioni di pubblico interesse o necessità, nei limiti e con gli effetti previsti dal capitolato generale", di irrogare "le penali per il ritardato adempimento degli obblighi contrattuali, anche sulla base delle indicazioni fornite dal direttore dei lavori" e di proporre "la risoluzione del contratto ogni qual volta se ne realizzino i presupposti".Orbene, nel periodo in cui il convenuto ha svolto le funzioni di responsabile del procedimen... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o è palese che "disfunzioni, impedimenti o ritardi" nell'attuazione dell'opera si sono ampiamente manifestati, giusta quanto precedentemente posto in evidenza, ma è altrettanto indubitabile che gli stessi sono stati in gran parte dovuti anche alla sua stessa condotta.Già nella fase della prima aggiudicazione, poi annullata dal giudice amministrativo, il convenuto, assieme agli altri componenti della commissione preposta, si è reso responsabile di palesi errori nella valutazione dell'anomalia dell'offerta presentata dall'impresa vincitrice della gara.L'annullamento dell'aggiudicazione ha comportato ritardi nell'esecuzione dei lavori, dovuti alla sospensione degli stessi, ed è francamente paradossale che la difesa del convenuto, nel replicare alla contestazione dell'accusa, di aver tollerato che l'impresa, nonostante le formali diffide, si attardasse, per circa un anno e mezzo, nell'effettuazione di studi, ricerche e analisi dirette all'individuazione della cava marina, adduca a scusante proprio la vicenda giudiziaria sfociata nella pronuncia di annullamento.Non ci si sofferma sul dettaglio degli errori commessi nell'occasione aventi un carattere più squisitamente giuridico, del resto ben evidenziati nelle sentenze del giudice amministrati... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... e secondo grado e riportati in citazione.Si vuole invece sottolineare il fatto, che nella dinamica degli eventi successivi appare di assoluto rilievo, dell'aver ingiustificatamente trascurato l'importanza della presentazione, da parte dell'impresa, di campioni di sabbia marina che, secondo quanto ammesso dalla stessa impresa, non erano conformi alle prescrizioni contrattuali (all'epoca non ancora "rielaborate").La Sezione non ritiene, come fa il Procuratore regionale, che la commissione di aggiudicazione potesse interpretare le norme di capitolato per espungere dallo stesso la possibilità, ivi chiaramente contemplata, sia pure con le incongruenze già dette, di approvvigionamento della sabbia dal mare.E' però certo che, per le ragioni che si è avuto modo di sottolineare, la commissione avrebbe dovuto esaminare con particolare attenzione tutti gli aspetti tecnici di un tale tipo di offerta (con particolare riguardo alla qualità del materiale) che ne manifestassero le incongruenze e rendessero non improbabile l'evenienza di future difficoltà esecutive.La difesa del convenuto, in disparte la presunta irrilevanza causale di tale illegittima aggiudicazione, in relazione al fatto che la stessa venne poi rinnovata e riconosciuta stavolta legitt... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...dice amministrativo (su cui si dirà oltre), ha replicato dando degli errori commessi la seguente spiegazione: "l'ing. S. C. – pur di fronte a delle giustificazioni insufficienti relativamente all'anomalia del prezzo offerto e non all'inidoneità del ripascimento a mezzo sabbie marine – [ha] optato, nell'interesse esclusivo dell'amministrazione che il finanziamento comunitario non poteva vedere dissolto, per l'aggiudicazione all'ATI Mantovani, nel convincimento che tale proposta – come acclarato nel secondo ricorso dal TAR Sardegna – costituisse la soluzione più coerente con gli interessi dell'amministrazione".L'affermazione, che se provenisse dallo stesso interessato equivarrebbe ad una confessione, lascia sconcertati.Non è infatti consentito ad un funzionario pubblico far prevalere sue personali convinzioni in ordine a cosa sia meglio per l'interesse della P.A. in presenza di aspetti che attengano alla legittimità dell'azione amministrativa: in poche parole, non è consentito adottare atti illegittimi arrogandosi il potere di stabilire che ciò sia più funzionale al perseguimento dell'interesse pubblico.»

RESPONSABILITÀ --> SOGGETTI --> SOGGETTI PASSIVI --> PRIVATO... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ALTATORE

Sintesi: In ipotesi di contratto di appalto non sussiste quel rapporto funzionale che giustifica l'esercizio di poteri e facoltà pubbliche da parte del concessionario di opera pubblica e presupposto per l'esercizio della giurisdizione amministrativa-contabile.

Sintesi: Il contratto di appalto è retto da regole proprie, non riconducibile a quel rapporto di servizio che connota nell'ampia casistica giurisprudenziale le fattispecie sottoposte alla giurisdizione contabile, caratterizzato da una remunerazione in chiave sinallagmatica per la prestazione di un' opera o di un bene da parte del privato in favore della P.A., senza per questo alcuna investitura di un "munus" pubblico (art. 1655 c.c.).

Estratto: «La vicenda così come configurata dall'accusa involge alcune problematiche che si legano alla legittimazione passiva delle imprese private esecutrici dei lavori, alla natura dei danni liquidati dal giudice civile ai privati, all'accertamento delle condotte dei convenuti rispetto ai danni indicati dall'organo requirente.1.Sotto il primo profilo, il Collegio osserva che la Procura ha chiamato in giudizio dinanzi a questa Corte le imprese esecutrici dei lavori dell... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...bblica appaltata dalla …...., i direttori dei lavori e il Responsabile del Procedimento e Ingegnere Capo degli stessi (RUP) ritenendo sussistere nei confronti delle imprese private la giurisdizione di questa Corte dei Conti sul presupposto che "..nei confronti di società private concessionarie di opere pubbliche comportanti sia l'affidamento dei lavori sia lo svolgimento di tutte le attività organizzative, tecniche ed amministrative, finalizzate alla realizzazione delle stesse, giacché in tal caso di viene a concretare un vero e proprio rapporto di servizio… o, almeno un rapporto funzionale, tra l'amministrazione appaltante e la società privata, in quanto la stessa si inserisce nell'organizzazione dell'ente con i connessi vincoli ed obblighi particolari" (Sez. Giurisdizionale Marche n. 33/2004, Sez. Giur. Lombardia n.100/2007, Sez. II Appello n.51/2007).La prospettazione attorea si attaglia alle fattispecie di concessione di opere pubbliche (costruzione, realizzazione e anche gestione) con conferimento al soggetto appaltatore di poteri e facoltà spettanti all'ente concedente (decreti di espropriazione, pagamento delle indennità, realizzazione dei lavori, costi di gestione dell'opera realizzata&hell... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ustifica l'inserimento del soggetto privato nell'organizzazione dell'Ente pubblico.Nel caso di specie, come potrà evidenziarsi nel prosieguo, la disamina della documentazione amministrativa versata in atti, non appare suffragare detta configurazione dei rapporti tra l'Ente pubblico e il RTI, sulla quale fondare, secondo l'asserzione attorea, quel rapporto funzionale che giustifica l'esercizio di poteri e facoltà pubbliche da parte del concessionario di opera pubblica e presupposto per l'esercizio della giurisdizione amministrativa-contabile.Di conseguenza non trova giustificazione l'asserzione secondo cui l'azione contabile nei confronti delle imprese convenute facenti capo al RTI appare fondata sull'asserito inserimento funzionale nell'organizzazione amministrativa in conseguenza dell'appalto dei lavori e di tutte le attività connesse, con trasferimento di poteri pubblici dall'amministrazione, con grave inadempimento delle obbligazioni nascenti a loro carico dai rapporti professionali intercorsi con la comunità montana.Al riguardo, i rapporti tra Imprese e ….... sono disciplinati da un contratto di appalto (art. 1655 c.c.) e non in base ad una "concessione" di opera pubblica involgente un rapporto tra le parti al pari d... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...alla p.a. (art.52 r.d. n.1214/1934, art.81 e 83 r.d. n.2440/1923, art.1 l.n.20/1994), ovvero di soggetti estranei all'amministrazione, ma legati alla stessa da un rapporto di servizio, configurandosi tale legame allorquando la persona fisica o giuridica venga inserita a qualsiasi titolo nell'apparato organizzativo pubblico e venga investita sia autoritativamente che convenzionalmente dello svolgimento in modo continuativo di una attività retta da regole proprie dell'azione amministrativa, così da essere partecipe dell'attività amministrativa medesima (Corte conti SS.RR. n.63/1996; Sez. Lombardia n.344/ord./1997; Cass., sez. un. n.8409/2008; sez. n.7448/ord./2008; sez. un. n.2289/2008; giurisprudenza richiamata da Sez. Calabria n. 146/2011).Secondo l'orientamento espresso più volte dalla Cassazione a sezioni unite, l'esistenza della relazione funzionale deve implicare la partecipazione del soggetto alla gestione di risorse pubbliche e il suo assoggettamento a vincoli e ad obblighi volti ad assicurare la corretta gestione dei beni pubblici, derivando, al contrario, l'esclusione del rapporto di servizio in mancanza di una investitura per lo svolgimento di una determinata attività in favore della p.a. secondo criteri e regole ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ate, in assenza di un inserimento, quanto meno funzionale, nell'apparato organizzativo della amministrazione preponente, e, pertanto in mancanza di una preposizione funzionale e della cornice di una convenzione di affidamento di compiti specifici da esercitare per conto dell'amministrazione, nell'ambito di un pubblico interesse ad esso affidato dalla legge (Cass. sez. un. n.12041/1997); così come pure è stata esclusa la giurisdizione contabile qualora non sussista un rapporto di servizio caratterizzato dall'inserimento del soggetto nell'organizzazione dell'amministrativa pubblica, ma si sia in presenza di prestazioni saltuarie, rese in posizione esterna all'amministrazione (Corte Cass. Sez. un. n.664/1990). Il rapporto di servizio sorge solo quando lo stesso risulti caratterizzato dall'inserimento, quanto meno funzionale, nell'apparato amministrativo del soggetto privato, con affidamento di compiti specifici da esercitare per conto della p.a., e dall'osservanza delle regole proprie di tale struttura; in applicazione di tali principi sempre la giurisprudenza della Cassazione ha ritenuto sussistente la giurisdizione contabile con riferimento al rapporto tra amministrazione pubblica e concessionario per la costruzione di un'opera pubblica solo quan... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... e le attribuzioni dello stesso concessionario configurino un rapporto di servizio (Cass. n.4112/2007), tale da collocare il soggetto preposto in condizione di compartecipe nell'iter procedimentale o nell'apparato organico dell'ente, e renderlo compartecipe dell'attività amministrativa dell'ente preponente (ex multis Cass. Sez. un. n. 10963/1991; sez. un. 9751/1994; sez. un. 12221/1990; Cass. sez. un. n. 19662/2003).Diversamente da quanto sostenuto parte attrice, il legame tra le imprese raggruppate nel RTI, affidatario dell'opera pubblica di che trattasi, e la …...., committente, si fonda su contratto di appalto, retto da regole proprie, non riconducibile a quel rapporto di servizio che connota nell'ampia casistica giurisprudenziale le fattispecie sottoposte alla giurisdizione contabile, caratterizzato da una remunerazione in chiave sinallagmatica per la prestazione di un' opera o di un bene da parte del privato in favore della P.A., senza per questo alcuna investitura di un "munus" pubblico (art. 1655 c.c.).In definitiva, il Collegio è dell'avviso di dover circoscrivere, l'ambito soggettivo dell'odierno giudizio ai direttori dei lavori e all'ingegnere capo (RUP), con estromissione delle Imprese riunite nel RTI ed appaltatrici dei lavo... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...la estraneità delle stesse all'organizzazione amministrativa dell'Ente pubblico, cui sono legate da un vincolo discendente dal contratto di appalto dal quale scaturiscono i reciproci obblighi assunti dalle parti contraenti e in base al quale debbono essere regolate le vicende connesse alla esecuzione dei lavori (mai ultimati dalle imprese appaltatrici).»

RESPONSABILITÀ --> SOGGETTI --> SOGGETTI PASSIVI --> PRIVATO --> DELEGA

Sintesi: Sussiste la responsabilità amministrativa della società che, in assenza di ogni provvedimento autorizzativo, ha occupato prima e trasformato in maniera irreversibile poi terreni privati diversi ed ulteriori rispetto a quelli oggetto di cessione, creando i presupposti per la inevitabile soccombenza in sede civile del Comune. E' ravvisabile infatti un rapporto di servizio con l'Amministrazione danneggiata, per essere la società stessa stata delegata dal Comune all'effettuazione di procedure espropriative. Ne è conseguentemente derivata quella stabile e continuativa compartecipazione all'attività amministrativa dell'Ente, idonea, per consolidato orientamento giurisprudenziale, a fondare il richiamato rapporto di servizio.
... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...stratto: «Nello specifico, sussistono, in maniera indiscutibile, tutti i pres... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ndanna, a titolo di responsabilità amministrativa, della soc. A. srl.»



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI