Carrello
Carrello vuoto



Il potere prefettizio di requisizione amministrativa degli immobili

Giustificato da ragioni di urgenza in presenza di situazioni improvvise e imprevedibili, il potere prefettizio di requisizione ha natura eccezionale ed è finalizzato alla cura degli interessi generali non altrimenti tutelabili. L'Amministrazione che procede alla requisizione acquista la disponibilità dell'immobile sottraendola al proprietario o titolare di altro diritto, facendosi carico della custodia e della detenzione.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:ORDINANZE CONTINGIBILI ED URGENTI nel governo del territorio
anno:2014
pagine: 155 in formato A4, equivalenti a 264 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 15,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> REQUISIZIONE

Il potere prefettizio di requisizione ha natura eccezionale ed è finalizzato alla cura degli interessi generali non altrimenti tutelabili, giustificato da ragioni di urgenza in presenza di situazioni inaspettate, improvvise e imprevedibili, intese come impossibilità di utilizzare i rimedi ordinari previsti dall'ordinamento.

È illegittima l'ordinanza prefettizia di requisizione di un bene in precedenza locato alla P.A. rispetto al quale sia scaduto il contratto di locazione e la P.A. non abbia provveduto a svolgere diligentemente le trattative per il rinnovo.

L'art. 7 della legge sul contenzioso amministrativo ha la funzione di completare il sistema legislativo nella materia delle requisizioni riferendosi all'adozione di atti di disposizione della proprietà privata immobiliare e mobiliare quando urgenti necessità di interesse pubblico lo richiedono.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> REQUISIZIONE --> COMPETENZA

In relazione all'attività di requisizione di immobili, posta in essere dal Sindaco su delega del Commissario straordin... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...erno per le zone colpite dal sisma del 1980, D.L. n. 76 del 1980, art. 3 conv. con modificazioni, nella L. n. 874 del 1980, delega da ritenersi interorganica, l'Amministrazione che procede alla requisizione acquista la disponibilità dell'immobile sottraendola al proprietario o titolare di altro diritto sullo stesso, e quindi si fa carico, nella normalità dei casi, della custodia e della detenzione, sulla stessa gravando gli oneri economici conseguenti alla requisizione sia che si tratti di corresponsione dell'indennità di requisizione che di danni conseguenti ad attività illecita o arbitraria, salvo l'accertamento, riservato al giudice del merito, sul se e quali obblighi siano residuati a carico del soggetto passivo della requisizione in forza delle speciali previsioni della normativa e del concreto provvedimento amministrativo da cui origina la singola requisizione.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> REQUISIZIONE --> RAPPORTO CON L'ESPROPRIAZIONE

La norma di cui all'art. 6 della L. 18 aprile 1984 n. 80, intendeva imporre l'espropriazione solo ed esclusivamente delle aree che erano già state, a suo tempo, occupate d'urgenza, ed escludere la facoltà di espropria... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i e differenti aree; in sostanza voleva semplicemente imporre la coerenza delle procedure espropriative con la precedente azione amministrativa d'urgenza.

In base all'art. 6 della L. n.80/1984 non era necessaria alcuna particolare istruttoria e neppure una specifica motivazione della necessità di procedere all'espropriazione delle aree già occupate in precedenza.

Le precedenti destinazioni urbanistiche non avevano alcun rilievo ostativo all'adozione dei provvedimenti di espropriazione delle aree occupate ex L. n. 80/1984, per il principio dell'irrilevanza delle prescrizioni edificatorie posto dal quarto comma dell'art. 6 della L. n. 80 cit., il quale espressamente prevedeva che "Le aree di cui al comma precedente sono espropriate indipendentemente dalla loro attuale destinazione urbanistica".

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> REQUISIZIONE --> RAPPORTO CON L'OCCUPAZIONE D'URGENZA

In tema di occupazioni d'urgenza attuate a seguito del sisma del 1980 nelle regioni Campania e Basilicata, la norma di cui alla L. n. 80 del 1984, art. 6, ha introdotto una disciplina innovativa rispetto al passato, comportando una trasformazione funzionale del titolo in forza del qu... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... erano state provvisoriamente requisite, mutando, cioè, la requisizione in uso temporaneo in occupazione preordinata all'espropriazione, con conseguente possibilità, per i Comuni, di espropriare le aree originariamente occupate.

L'occupazione temporanea, non finalizzata all'esproprio, si avvicina all'istituto della requisizione temporanea, poiché entrambi gli istituti in comune presentano i caratteri della temporaneità dell'occupazione finalizzata a sopperire ad un'esigenza pubblica contingente e non all'acquisizione definitiva della titolarità di quel bene.

Nel caso dei comuni dichiarati disastrati, ai sensi del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 aprile 1981, al fine del recupero del patrimonio edilizio danneggiato dal sisma, il Legislatore dell'Emergenza aveva previsto all'art. 6, comma 4, della L. n. 80/1984, la possibilità che la disposta requisizione delle aree si convertisse in occupazione preordinata all'esproprio.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> REQUISIZIONE --> RAPPORTO CON LE SANZIONI EDILIZIE

Il potere, sanzionatorio ed ordinario, esercitato dall'Amministrazione comunale nella repressione degli abusi... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...a ambito di applicazione diverso da quello di requisizione, previsto dall'art. 7 della legge 23 marzo 1865, n.2248, all. E.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> REQUISIZIONE --> RESTITUZIONE

In tema di occupazioni d'urgenza attuate a seguito del sisma del 1980 nelle regioni Campania e Basilicata, per effetto della norma di cui alla L. n. 80 del 1984, art. 6, ove l'attività svolta sul suolo requisito non ne avesse comportato l'irreversibile trasformazione (nel qual caso il risarcimento del danno sarebbe stato dovuto dall'Amministrazione centrale), il Comune deve essere ritenuto obbligato a corrispondere l'indennità di occupazione legittima per il periodo successivo all'avvenuta trasformazione della requisizione in occupazione, ed a restituire il suolo rimasto inutilizzato dopo la scadenza del termine della detta occupazione.

In ipotesi in cui Comuni non si siano avvalsi della facoltà concessa dalla L. n.80/1964 art. 6 comma 4, concernente la conversione della disposta requisizione delle aree in occupazione preordinata all'esproprio, alla scadenza del termine di efficacia biennale della disposta requisizione, la protrazione dell'occupazione delle aree doveva ritenersi or... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...esidiata da alcun titolo legittimante, con la conseguente illiceità della stessa.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> REQUISIZIONE --> RESTITUZIONE --> COMPETENZA

E' il soggetto in cui favore è disposta la requisizione del bene (soggetto il quale viene materialmente immesso nella disponibilità del bene in forza del provvedimento amministrativo), tenuto a provvedere alla restituzione del bene stesso nel momento in cui gli effetti della requisizione vengono meno.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> REQUISIZIONE --> RESTITUZIONE --> RESPONSABILITÀ

La scadenza di un atto o di un provvedimento (nel caso di specie decreto di requisizione), che a qualsiasi titolo determini l'occupazione di un bene da parte di un soggetto diverso dal proprietario non fa venir meno l'occupazione di fatto del bene stesso, essendo necessario, per far cessare l'occupazione, un atto di riconsegna del bene al proprietario, in mancanza del quale l'occupazione permane e, in quanto illegittima, costituisce fonte di responsabilità.

Caducato il provvedimento di requisizione ed intervenuto il provvedimento di... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ione, da cui la cessazione degli effetti di tale atto, non è più invocabile la responsabilità del delegante per le obbligazioni nascenti dall'attività svolta dal delegato nell'esercizio del potere delegatogli, con la conseguenza che la responsabilità per la mancata restituzione ricadrà sull'amministrazione delegata.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI