Carrello
Carrello vuoto



La natura giuridica del patto territoriale

Espressione di un giudizio di valore sulla iniziativa privata proposta e dell'impegno a sostenerla con il finanziamento pubblico, gli impegni assunti con il Patto territoriale (art. 2 comma 203 e ss. L.662/1996) sono assistiti da essenziali obblighi accessori, individuati nell’esercizio dei poteri necessari a coordinare l’iniziativa stessa con tutte le altre fonti normative e regolamentari.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:TRASFERIMENTO E ACQUISTO DI DIRITTI REALI CON LA P.A.
anno:2017
pagine: 2105 in formato A4, equivalenti a 3578 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 40,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ACCORDI EX ART. 11 L. 241/90 --> PATTO TERRITORIALE

La mera esistenza di un vincolo obbligatorio a carico del Comune (nella specie generato da un patto territoriale e segnatamente dal Patto territoriale delle colline romane), appare del tutto inidoneo ad incidere sulla tutela, di carattere reale, di un'area sottoposta a vincolo paesaggistico ai sensi del Dlgs 42/2004, non potendo determinare la consumazione del potere ordinario di pianificazione e governo del territorio, attribuito agli enti locali.

E' legittimo il provvedimento con il quale il Consiglio regionale dell'urbanistica presso l'Assessorato territorio e ambiente della Regione siciliana motiva il proprio parere sfavorevole ad un'iniziativa valorizzando la circostanza della difformità del progetto rispetto al Piano Territoriale Paesistico.

La disciplina del Patto territoriale si rinviene principalmente nell'art. 2 comma 203 e ss. della l. 662/1996.

Il Patto territoriale è un negozio di diritto pubblico e rientra nel novero degli accordi procedimentali di cui agli artt. 11 e ss. della l. 241/90.

Con il Patto territoriale, l'e... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i poteri della P.A. diventa, da libero nel fine, vincolato quanto agli specifici obiettivi di sostegno e di aiuto allo sviluppo.

Gli elementi del Patto territoriale sono l'espressione di un giudizio di valore sulla iniziativa privata proposta, l'impegno ad autorizzare l'iniziativa e l'impegno a sostenere l'iniziativa con il finanziamento pubblico.

Gli impegni assunti con il Patto territoriale sono assistiti da essenziali obblighi accessori, individuati nell'esercizio dei poteri necessari a coordinare l'iniziativa stessa con tutte le altre fonti normative e regolamentari che, volta per volta, si rendono necessarie per raggiungere lo scopo consacrato nell'accordo.

Laddove le iniziative previste nel Patto territoriale si pongono in contrasto con uno strumento di pianificazione, le Amministrazioni titolari del potere di elaborare e disporre il Piano, parti anch'esse dello strumento negoziale del Patto, sono obbligate ad adoperarsi per il coordinamento delle prime con le seconde.

Nell'ambito della collaborazione tra parti pubbliche e private alla realizzazione del Patto territoriale, il legislatore non ha imposto tout court un preciso ordine di gerarchia tra... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...nti di programmazione, tale per cui, ad esempio, il PTP condiziona il Patto o viceversa, ma ha sancito solo un obbligo di coordinamento, del tutto esigibile secondo comune diligenza e che non richiede particolari sforzi organizzativi da parte della P.A., concretizzandosi semplicemente in un esame congiunto delle relative previsioni (normative quelle del Piano paesaggistico, di programmazione quelle del Patto) al fine di salvaguardare, ove possibile, le finalitá di entrambe.

Alle operazioni di coordinamento del Patto territoriale con gli strumenti di pianificazione paesaggistica devono partecipare sia le Amministrazioni preposte al Patto che quelle preposte alla tutela del vincolo e deve essere operato un motivato bilanciamento degli interessi e dei beni in conflitto.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI