Carrello
Carrello vuoto



Abusi dei privati sui beni patrimoniali pubblici: autotutela della p.a.


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:ABUSI SU BENI DEMANIALI - giurisprudenza sistematica 2009-2015
anno:2016
pagine: 763 in formato A4, equivalenti a 1297 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 30,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> AUTOTUTELA --> CATEGORIE DI BENI, CASISTICA --> PATRIMONIO DISPONIBILE

La c.d. autotutela patrimoniale è esercitabile esclusivamente nei confronti di beni appartenenti al demanio ovvero al patrimonio indisponibile della P.A., mentre non è assicurata con riguardo alla gestione dei beni appartenenti alla categoria del patrimonio disponibile.

Il Comune non può rientrare in possesso di un bene del patrimonio disponibile mediante l'autotutela esecutoria, ma deve rivolgere un semplice invito al rilascio dell'immobile, a cui l'ente potrà far seguire – in caso di mancato rilascio – un'azione civile di sfratto.

In relazione ad un bene del proprio patrimonio disponibile, l'Amministrazione comunale non può che agire "jureprivatorum" (al di fuori cioè dell'esplicazione di qualsivoglia potestà pubblicistica, attribuitale, dall'art. 823 cod. civ., esclusivamente in relazione ai beni demaniali e a quelli patrimoniali indisponibili degli enti pubblici), il che, più specificamente, si traduce nell'assenza di poteri autoritativi sia sul versante della chiusura di un eventuale rapporto pregresso, sia su quello connesso ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o del bene.

Gli atti amministrativi di sgombero di un bene del patrimonio disponibile sono nulli, perché adottati in assoluta carenza di potere, e come tali inefficaci ed insuscettibili di essere portati ad esecuzione in via amministrativa, salvi gli eventuali loro effetti producibili nell'ambito privatistico, al quale il rapporto deve essere ricondotto.

La P.A. che ordina il rilascio di un bene appartenente al patrimonio disponibile, essa agisce iure privatorum, e dunque al di fuori dell'esplicazione di potestà pubblicistiche di autotutela, esercitabili esclusivamente in relazione ai beni demaniali e patrimoniali indisponibili.

Ai sensi dell'art. 823 comma secondo codice civile, il potere di autotutela esecutiva spetta all'autorità amministrativa, in alternativa ai mezzi ordinari a difesa della proprietà e del possesso in relazione ai beni demaniali ed ai beni del patrimonio indisponibile (sotto tale aspetto, assimilati ai primi) non anche rispetto ai beni che fanno parte del patrimonio disponibile dell'Ente pubblico.

La c.d. autotutela patrimoniale non è assicurata con riguardo alla gestione dei beni appartenenti alla categoria del patrimonio disponibile degli Enti.

Es... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...iurisdizione del giudice amministrativo la controversia che abbia ad oggetto l'ordine di rilascio di un bene appartenente al patrimonio disponibile di un ente territoriale, atteso che in tal caso l'Amministrazione agisce jure privatorum, al di fuori cioè dell'esplicazione di qualsivoglia potestà pubblicistica (potestà attribuitale, dall'art. 823 cod. civ., esclusivamente in relazione ai beni demaniali ed a quelli patrimoniali indisponibili).

In relazione ai beni del patrimonio disponibile la tutela non può essere assicurata attraverso l'esercizio di poteri pubblicistici.

La possibilità concessa alla P.a. di avvalersi del particolare regime giuridico dei beni del demanio e di quelli del patrimonio indisponibile onde recuperarne il possesso, ivi compresa la potestà di "procedere in via amministrativa", presuppone che il bene di cui si discute sia catalogabile nel novero di quelli assoggettati al regime ora ricordato.

Quando l'immobile non è asservito ad uso pubblico in forza di un atto amministrativo che ne abbia tracciato la destinazione ad un fine di primario interesse generale in uno alla concreta sua utilizzazione a tale fine, la P.a. è obbligata ad avvalersi dei mezzi ordinari... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...a difesa della proprietà e del possesso al fine di recuperarne la disponibilità.

Se l'ente proprietario ha esternato la volontà di conferire un particolare uso pubblico all'immobile affidato al privato, ma difetta una specifica e concreta utilizzazione dell'immobile al fine divisato, la P.a. non può legittimamente rientrare in possesso dell'immobile attraverso il recupero coattivo del bene ma è tenuta a utilizzare gli ordinari mezzi di tutela innanzi al G.o., a pena di indebita estensione dello speciale regime di tutela che l'ordinamento appronta solo per beni con particolari caratteristiche.

Nel caso di beni del patrimonio disponibile la P.A. non può esercitare i propri poteri di autotutela demaniale previsti dall'art. 823 c.c. e non dispone di poteri autoritativi né sul versante della chiusura di un eventuale rapporto pregresso né sul versante del rilascio del bene.

È nullo il provvedimento di sgombero adottato con riferimento ad un bene inserito nel patrimonio disponibile dell'ente.

L'esercizio del potere di autotutela esecutiva è precluso con riferimento a beni appartenenti al patrimonio disponibile della P.A..

Nel caso di beni appa... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... patrimonio disponibile la P.A. può agire soltanto iure privatorum, ed è priva di poteri autoritativi sia sul versante della chiusura di un eventuale rapporto pregresso, sia su quello connesso del rilascio del bene.

È nullo il provvedimento di rilascio di un bene del patrimonio disponibile, e come tale inefficace ed insuscettibile di essere portato ad esecuzione in via amministrativa.

In caso di beni appartenenti al patrimonio disponibile, la controversia riguardante la pretesa di mantenere il godimento, a titolo di locazione, dell'area, in quanto caratterizzata da posizioni paritetiche di diritto, è devoluta alla giurisdizione del G.O..

L'ordine ex art. 54 d. lgs. 267/2000 di sgomberare i locali appartenenti al patrimonio disponibile del comune è nullo in quanto emanato in carenza di potere: l'art. 823 c.c., infatti, ammette il ricorso dell'Amministrazione all'esercizio dei poteri amministrativi solo al fine di tutelare i beni del demanio pubblico.

Il potere di autotutela di cui all'art. 823 c.c. è attribuito solo con riferimento ai beni demaniali e appartenenti al patrimonio indisponibile: di conseguenza è nulla l'ordinanza di rilascio adottata con riferimento a beni de... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o disponibile dati in comodato.

L'art. 823 del codice civile ammette il ricorso dell'Amministrazione all'esercizio dei poteri amministrativi, ma solo al fine di tutelare i beni del demanio pubblico.

Il provvedimento autoritativo di sgombero di un bene appartenente al patrimonio disponibile dell'ente pubblico è nullo, in quanto emesso in carenza assoluta di potere.

Un potere di sgombero va sì riconosciuto in titolarità all'Amministrazione comunale, ma solo quale espressione di autotutela esecutiva esperibile (ai sensi dell'art. 823 cod. civ.) esclusivamente in relazione a beni demaniali o patrimoniali indisponibili e non invece riguardo a un bene patrimoniali disponibile.

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> AUTOTUTELA --> CATEGORIE DI BENI, CASISTICA --> PATRIMONIO INDISPONIBILE

L'uso dei poteri propri della c.d autotutela esecutiva previsti dall'art. 823 cod. civ., sebbene espressamente disciplinata per i beni demaniali, può estendersi anche ai beni del patrimonio indisponibile.

Sebbene l'art. 823 c.c., comma 2°, c.c. faccia esclusivo riferimento ai beni del demanio, dottrina e giurisprudenza sono concordi nel sostenerne l'applicabilit&... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...he ai beni del patrimonio indisponibile di cui all'art. 826 del codice civile.

Alla categoria del patrimonio indisponibile sono pacificamente riferibili i poteri amministrativi di autotutela di cui all'art. 823 co. 2 cc.

In caso di occupazione abusiva con attrezzature sportive di un'area comunale per servizi, accertata con appositi precedenti sopralluoghi, l'amministrazione ha il potere-dovere di intervenire, per reprimere gli abusi accertati.

La c.d. autotutela patrimoniale delle Amministrazioni è esercitabile esclusivamente nei confronti di beni appartenenti al demanio ovvero al patrimonio indisponibile.

Il potere di autotutela possessoria in via amministrativa disciplinato dall'art. 823 c.c., che, letteralmente, fa riferimento ai soli beni del demanio estende il suo ambito applicativo anche ai beni del patrimonio indisponibile.

Il potere di autotutela possessoria disciplinato dall'art. 823 c.c. può essere esercitato anche quando un immobile ha natura di bene patrimoniale indisponibile.

L'adozione dell'ordinanza sindacale di sgombero del bene del patrimonio indisponibile, costituendo espressione di autotutela demaniale ex art 823 c.c., non necessita di particolari formalit&a... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] .../>
L'esercizio del potere di autotutela ex art. 823 c.c. è possibile anche con riferimento ai beni del patrimonio indisponibile.

Rispetto ai beni beni entrati a far parte del patrimonio indisponibile l'amministrazione ben può esercitare, "erga omnes", il potere di autotutela previsto per i beni demaniali dall'art. 823, comma 2, Cod. civ.; l'autotutela amministrativa prevista dall'art. 823, 2º comma c.c. ha un ambito di applicazione generale, costituendo ipotesi autonoma rispetto alle singole disposizioni di legge che prevedono particolari procedimenti a tutela dei beni demaniali.

Legittimamente l'Amministrazione può intimare lo sgombero del bene espropriato, siccome bene entrato a far parte del patrimonio indisponibile, suscettibile di essere salvaguardato da quest'ultima con atti di natura autoritativa ed in autotutela.

Lo speciale potere di autotutela previsto dall'art. 823 c.c. non può essere limitato alla tutela dei beni appartenenti al demanio, ma deve essere esteso anche a quelli patrimoniali indisponibili.

Il potere di autotutela ex art. 823 c.c. è utilizzabile a tutela di beni del patrimonio indisponibile e quindi in primo luogo per acquisirne il possesso e poterl... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...e a fini di pubblico interesse e il suo esercizio non è precluso dalla pendenza di eventuali azioni in sede giudiziaria ordinaria, dato che gli strumenti ordinari sono previsti in alternativa all'uso dell'autotutela senza ordine di priorità e senza preclusioni.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI