Carrello
Carrello vuoto

  • HOME
  • giudizio, processo
  • L'opposizione alla stima non si configura come impugnazione del provvedimento amministrativo


L'opposizione alla stima non si configura come impugnazione del provvedimento amministrativo


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:DETERMINAZIONE GIUDIZIALE DELL'INDENNITÀ DI ESPROPRIO
anno:2015
pagine: 581 in formato A4, equivalenti a 988 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 25,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


Il giudizio di opposizione alla stima in materia d'indennità di espropriazione non costituisce un mero controllo giurisdizionale di atti assunti dall'Amministrazione nel procedimento espropriativo, né una loro integrazione, ma ha un'autonoma portata dispositiva in relazione all'indennità dovuta.

La c.d. opposizione alla stima non costituisce una fase impugnatoria di un provvedimento amministrativo, ma realizza un giudizio di autonoma quantificazione dell'indennità ad opera del giudice chiamato ad una decisione di carattere determinativo del valore dell'immobile espropriato; il contenuto giurisdizionale della sentenza ha ad oggetto l'ordine di deposito di eventuali somme aggiuntive rispetto alla somma originariamente versata presso la Cassa DD.PP.

L'opposizione alla stima non è mero giudizio d'impugnazione del provvedimento amministrativo che determina l'indennità ma è giudizio sul rapporto, per cui esso non si esaurisce nella semplice verifica dell'esattezza o meno dei criteri astratti (di legge) che hanno presieduto in sede amministrativa alla determinazione dell'indennità, ma deve estendersi ad una autonoma determinazione. Di conseguenza, la tempestiva opposizione alla stima da parte dell'espr... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...venir meno l'efficacia vincolante della stima stessa per tutti i soggetti del rapporto espropriativo e l'espropriante può legittimamente svolgere in giudizio le sue difese in ordine all'accertamento dell'indennità di esproprio.

Il giudizio di opposizione alla stima non si configura come mero giudizio di impugnazione del provvedimento amministrativo che determina la indennità, ma è un ordinario giudizio di cognizione diretto a stabilire l'ammontare dell'indennità di esproprio, sulla esclusiva base dei parametri normativi vigenti ritenuti applicabili, in piena autonomia rispetto alla stima amministrativa, e indipendentemente dalle deduzioni delle parti.

"l'opposizione alla stima" non si configura come un giudizio di impugnazione avverso l'atto amministrativo ma introduce un ordinario giudizio di cognizione diretto a stabilire il "quantum" dell'indennità effettivamente dovuta.

L'opposizione alla stima non si configura come fase di mera impugnazione del provvedimento amministrativo, ma si caratterizza come giudizio di autonoma quantificazione dell'indennità da parte del giudice.

Il giudizio di opposizione alla stima - sia esso proposto dell'espropriato che... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...priante - non si configura come un giudizio di impugnazione, ma introduce un ordinario giudizio di cognizione diretto a stabilire l'ammontare dell'indennità, e comporta il potere-dovere del giudice adito di compiere la relativa valutazione in piena autonomia, facendo applicazione delle norme e dei criteri vigenti al momento della decisione.

L'opposizione alla stima, di cui all'art. 19 L. n. 865/1971, introduce un ordinario giudizio di cognizione avente ad oggetto la determinazione dell'indennità di esproprio dovuta per legge, per cui la proposizione dell'azione determina il venir meno del carattere vincolante della determinazione amministrativa e del riferimento ai presupposti normativi su cui essa è basata.

Il giudizio di opposizione alla stima, non ha natura impugnatoria e non tende ad una determinazione giudiziale dell'indennità di espropriazione avulsa dal procedimento amministrativo, ma soltanto ad offrire una tutela giurisdizionale limitatamente al punto concernente il giusto ammontare dell'indennità dovuta dall'espropriante.

Il giudizio di opposizione alla stima non ha carattere impugnatorio, e il giudice decide indipendentemente dalle richieste delle parti.

Il giudizio di oppos... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... stima non si configura come un giudizio di impugnazione della stima amministrativa dell'indennità, ma introduce un ordinario giudizio di cognizione diretto a stabilirne l'ammontare in via autonoma rispetto alle stime amministrative e indipendentemente dalle richieste delle parti.

Il giudizio di opposizione alla stima, sia esso proposto dall'espropriato che dall'espropriante, non si configura come un giudizio di impugnazione dell'atto amministrativo di stima dell'indennità, ma introduce un ordinario giudizio di cognizione diretto a stabilirne l'ammontare effettivamente dovuto e comporta il potere-dovere del giudice adito di compiere la relativa valutazione in piena autonomia.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI