Carrello
Carrello vuoto



Limitazione dell'indennizzo da esproprio di immobile abusivo in fascia di rispetto


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DELLE DISTANZE
anno:2017
pagine: 2838 in formato A4, equivalenti a 4825 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 40,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


L'art. 46 L. n. 2359/1865 1^ ipotesi, impedisce il riconoscimento dell'indennizzo nella fattispecie relativa ad edificio eseguito a distanza inferiore da quella normativamente prevista dal ciglio stradale, allorché il danno lamentato consista proprio nella diminuzione di godimento del bene o nella diminuzione del suo valore commerciale a causa dell'esercizio stradale ovvero delle opere che interessano la strada pubblica. In tal caso, infatti, difetta proprio "il diritto" richiesto dalla norma alla realizzazione, nonché al mantenimento dell'edificio alla distanza vietata, altrimenti consentendosi al proprietario di trarre beneficio dalla sua illecita edificazione.

Nessuno può trarre vantaggio dall'attività illecita posta in essere; ne consegue il diniego di indennizzo del pregiudizio derivante dall'opera pubblica a manufatto abusivo, in quanto ubicato in fascia di rispetto (nel caso di specie) ferroviaria.

Non è indennizzabile ex art. 46 L. n. 2359/1865 il deprezzamento conseguente alla costruzione dell'opera pubblica, ad edificio realizzato a distanza inferiore da quella stabilita dalle norme impositive di vincolo di rispetto (nel caso di specie vincolo ferroviario), allorché il danno lamentato c... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...prio nella diminuzione di godimento del bene o nella diminuzione del suo valore commerciale a causa dell'esercizio ferroviario ovvero delle opere che interessano la ferrovia, difettando nel caso di specie il "diritto" che la norma presuppone.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI