Carrello
Carrello vuoto



Veicoli a due ruote e insidie stradali: l'onere di autoresponsabilità

Poiché il veicolo a due ruote è caratterizzato da naturale instabilità e da particolare sensibilità alle irregolarità dell'asfalto, il conducente di motociclo deve moderare particolarmente la velocità proprio in relazione alle sconnessioni che sono proprie della tipologia della strada in lastricato attraversata dalle rotaie del tram.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:LE STRADE
anno:2017
pagine: 2523 in formato A4, equivalenti a 4289 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 40,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


DEMANIO E PATRIMONIO --> STRADE --> RESPONSABILITÀ CIVILE - ART. 2051 --> CASISTICA --> VEICOLI A DUE RUOTE

Il veicolo a due ruote è caratterizzato da naturale instabilità e da particolare sensibilità alle irregolarità dell'asfalto.

Il regolare transito sulla sede stradale con la propria bicicletta non costituisce certo una condotta anomale o imprevista ed imprevedibile e, se non vi è prova del fatto che il ciclista fosse distratto, ovvero stesse procedendo ad una velocità particolarmente elevata, non costituisce neppure una condotta imprudente idonea a dar luogo ad un concorso di colpa.

Il conducente di un motociclo, nel percorrere la carreggiata di una strada in sé pericolosa, ma la cui tipologia è piuttosto frequente nella città e le cui caratteristiche devono ritenersi immediatamente evidenti al conducente del veicolo in transito, deve porre la massima attenzione nel condurre il mezzo moderando particolarmente la velocità proprio in relazione alle sconnessioni che sono proprie della tipologia della strada in lastricato attraversata dalle rotaie del tram.

Ai condu... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...icoli (ed in special modo di motocicli) va riconosciuta una ragionevole aspettativa di trovare la carreggiata sgombra e priva di ostacoli, dovendo concentrare la propria attenzione soprattutto sul traffico e sui movimenti degli altri utenti della strada, cosicché anche l'onere di autoresponsabilità affermato da Corte Costituzionale n.156/99 può ritenersi soddisfatto ove non risulti che il motociclista abbia trasgredito ad alcuna regola di circolazione.

Il fatto che il motociclista non fosse in possesso di idonea licenza di guida non comporta, di per sé, che egli non disponga di abilità più che adeguate.

Alla guida di un motociclo il conducente è tenuto a concentrarsi sul movimento del traffico, pertanto, non si può pretendere che egli, avvistando una buca al suolo, ponga in essere una manovra improvvisa per scansarla, che, nella maggior parte dei casi, è sconsigliabile.

Non vi è nessuna norma che imponga ai ciclisti per diletto di indossare il casco.

E' notorio che la presenza, al di sotto delle ruote, di un elemento che non consenta alle stesse di girare, comporta uno sbilanciamento con conseguente p... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...'equilibrio.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI