Carrello
Carrello vuoto



Indennità di esproprio e piano particellare


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE PER PUBBLICA UTILITÀ - dieci anni di giurisprudenza
anno:2016
pagine: 3597 in formato A4, equivalenti a 6115 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 60,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


INDENNITÀ DI ESPROPRIO --> PIANO PARTICELLARE

L'oggetto del giudizio di determinazione dell'indennità di espropriazione è normalmente circoscritto in relazione a quanto ha formato oggetto del decreto di espropriazione, in conformità con il piano particellare approvato, sicché, se oggetto di espropriazione siano dei terreni, e non si faccia menzione dei fabbricati soprastanti, si deve presumere che essa abbia ad oggetto delle nude aree; costituisce onere dell'espropriato allegare l'esistenza di fabbricati sui terreni espropriati, e dimostrare la loro indennizzabilità in contrasto con il piano particellare.

Il piano particellare d'esproprio costituisce parte del progetto definitivo, e deve consentire la quantificazione dei costi di espropriazione o di costituzione di servitù, che concorrono all'elaborazione del quadro economico dell'opera.

Le indennità indicate nel piano particellare non sono indennità provvisorie ma solo indennità indicate in prima approssimazione, salva successiva formale fissazione ed offerta, alla quale deve seguire la prescritta notificazione, tesa a stimolarne l'accettazione o il rifiuto da parte da parte degli interessati.

Se l... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...l'indennità di esproprio contenuta nel piano particellare grafico descrittivo non indica i criteri utilizzati per la determinazione del valore di mercato, non è idonea a superare le risultanze di una successiva determinazione dell'indennità più analitica, documentata, e maggiormente attendibile.

INDENNITÀ DI ESPROPRIO --> PORZIONI DELLA STESSA PARTICELLA

Il valore di mercato di un certo metraggio scorporato da una maggiore estensione è dato dal valore che il terreno avrebbe potuto avere a prescindere dallo scorporo. Una striscia sottile pochi metri, che si allunghi di fianco alla strada, non ha alcun valore, ma la striscia, ceduta in tutt'uno con la retrostante proprietà di cui fa parte, ha lo stesso valore unitario dell'intera proprietà, se non addirittura maggiore.

L'esposizione, la disposizione (pianeggiante o scoscesa), l'oreografia e l'eventuale presenza di altri fattori (strade, vicinato) rappresentano ragioni sufficienti per giustificare una diversa valutazione su diverse porzioni di una stessa particella, se separatamente considerate, costituendo le stesse beni distinti.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI