Carrello
Carrello vuoto



Indennità per il pregiudizio subito da beni non direttamente espropriati: art. 44 dpr 327/2001


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE PER PUBBLICA UTILITÀ - dieci anni di giurisprudenza
anno:2016
pagine: 3597 in formato A4, equivalenti a 6115 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 60,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> BENI NON ESPROPRIATI NEL DIRITTO DI PROPRIETÀ --> ART. 44 DPR 327/200

L'art. 44 D.P.R. n. 327 del 2001 (che ha sostituito la previsione di cui all'art. 46 L. n. 2359 del 1865), chiaramente basata su di su di un principio di giustizia distributiva, contiene una previsione diretta a porre un rimedio contro le conseguenze pregiudizievoli della c.d. espropriazione di valore larvata, per cui non è consentito soddisfare l'interesse generale attraverso il sacrificio della proprietà del singolo senza che quest'ultimo ne sia indennizzato.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> BENI NON ESPROPRIATI NEL DIRITTO DI PROPRIETÀ --> ART. 44 DPR 327/2001 --> CONDIZIONI

Secondo l'interpretazione fornita dalla consolidata giurisprudenza di legittimità, condizioni dell'esercizio del diritto all'indennizzo ex art. 44 DPR 327/2001 sono: a) un'attività lecita della P.A. (perché, altrimenti, si rientrerebbe nella sfera di applicazione dell'art. 2043 c.c.); b) l'imposizione di una servitù o la produzione di un danno che si concreti nella perdita o nella riduzione di facoltà inerenti il diritto di proprietà... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...comportare una permanente diminuzione di valore del bene; c) l'esistenza di nesso di causalità tra l'esecuzione dell'opera pubblica ed il pregiudizio subito.

Condizioni dell'azione volta all'accertamento del diritto all'indennizzo ex art. 44 D.P.R. n. 327 del 2001, è che venga fornita la prova in ordine alla posteriorità dell'approvazione del progetto esecutivo dell'opera pubblica rispetto alla data di ultimazione dei lavori relativi al manufatto di proprietà del privato e ciò allo scopo di scongiurare illegittimi intenti speculativi.

Intervenuta l'acquisizione per via negoziale delle aree interessate dall'opera pubblica, i danni patrimoniali e non patrimoniali di cui il proprietario delle aree situate nei pressi di quelle utilizzate per la realizzazione dell'opera pubblica chiede la riparazione scaturiscono, ove esistenti, da attività legittima della p.a.; ciò può dare titolo esclusivamente alla speciale indennità di cui all'art. 44 D.P.R. n. 327/2001 anziché al risarcimento del danno.

L'indennizzo di cui alla L. n. 2359 del 1865, art. 46 ora trasfuso nell'art. 44 del T.U., è invocabile dal proprietario, rimasto tale, allorché la riduzione della godib... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...; di un suo immobile e/o la menomazione, la diminuzione o la perdita di una o più facoltà (non marginali) del suo diritto dominicale si manifesti in conseguenza dell'esecuzione o della presenza dell'opera pubblica, ovvero della sua utilizzazione in conformità della funzione per la quale è stata progettata e realizzata.

L'indennizzo di cui alla L. n. 2359 del 1865, art. 46 ora trasfuso nell'art. 44 del T.U., è invocabile dal proprietario, rimasto tale, allorché la riduzione della godibilità di un suo immobile e/o la menomazione, la diminuzione o la perdita di una o più facoltà (non marginali) del suo diritto dominicale si manifesti in conseguenza dell'esecuzione o della presenza dell'opera pubblica, ovvero della sua utilizzazione in conformità della funzione per la quale è stata progettata e realizzata.

La posizione del soggetto riconducibile alla fattispecie regolamentata dall'art. 44 del D.P.R. n. 327 del 2001 è totalmente diversa, nei presupposti e nelle conseguenze, da quella del soggetto espropriato: si tratta, infatti, di un'ipotesi di risarcimento del danno derivante da attività lecita dell'Amministrazione, la cui ratio è quella di tenere indenne ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...etario, non espropriato, i cui beni abbiano subito un'effettiva concreta e rilevante perdita di valore per effetto dell'avvenuta realizzazione di un'opera pubblica.

L'art 44 DPR 327/2001 è disposizione che riconosce un' indennità al proprietario del fondo che, dall'esecuzione dell'opera pubblica o di pubblica utilità, sia gravato da una servitù o subisca una permanente diminuzione di valore per la perdita o la ridotta possibilità di esercizio del diritto di proprietà. Non è pertanto detta norma invocabile in ipotesi in cui non venga creata alcuna servitù di o non sia stata provata la diminuzione di valore degli immobili, ovvero la riduzione dell'esercizio del diritto di proprietà.

Riguardo agli aspetti legati agli effetti che l'opera è in grado di arrecare su una porzione della (residua) proprietà che non è direttamente interessata dalla procedura di esproprio (nel caso di specie danno derivante dalla mancata installazione delle barriere antirumore e dal dissesto della strada di accesso alla proprietà), trova applicazione l'art. 44 del DPR n. 327 del 2001.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> BENI NON ESPROPRIATI NEL DIRITT... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ETÀ --> ART. 44 DPR 327/2001 --> DANNO NON PATRIMONIALE

Il pregiudizio asseritamente sofferto dal privato nella propria sfera non patrimoniale non può essere ricompreso nell'indennizzo di cui all'art. 44 D.P.R. n. 327 del 2001, atteso che la norma risulta chiaramente volta alla reintegrazione dei soli pregiudizi attinenti alla sfera patrimoniale del privato e, comunque, trattandosi di previsione eccezionale, non si ravvisano i presupposti per una interpretazione estensiva.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> BENI NON ESPROPRIATI NEL DIRITTO DI PROPRIETÀ --> ART. 44 DPR 327/2001 --> FABBRICATI ABUSIVI

Presupposto dell'indennizzabilità ex art. 44 DPR 327/2001 del pregiudizio subito per effetto della realizzazione di un'opera pubblica è la legittimità urbanistica del fabbricato di proprietà del privato: si osserva infatti che, in assenza di concessione edilizia, il pregiudizio lamentato dal privato sarebbe inesistente, prima che eventualmente ingiusto, in quanto l'immobile abusivo non è suscettibile di essere scambiato sul mercato. Ma, soprattutto, si sottolinea che, per l'ordinamento giuridico, il manufatto edificato illegittimamente non può... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...nte alcuna di locupletazione, almeno sino a quando non sia stato sanato, secondo il consolidato principio che qui in re illicita versatur tenetur etiam pro casu.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> BENI NON ESPROPRIATI NEL DIRITTO DI PROPRIETÀ --> ART. 44 DPR 327/2001 --> FABBRICATI ABUSIVI --> SANATORIA

Presupposto dell'indennizzabilità ex art. 44 DPR 327/2001 del pregiudizio subito per effetto della realizzazione di un'opera pubblica è la legittimità urbanistica del fabbricato di proprietà del privato: tuttavia la giurisprudenza ritiene che l'indennizzo ex art. 44 D.P.R. n. 327 del 2001 non può essere negato ove l'illiceità sia esclusa dal controllo postumo sulla regolarità amministrativa della costruzione, attraverso il rilascio del permesso di costruire in sanatoria, atteso che l'immobile sanato, non essendo più incommerciabile, è in grado di risentire della correlata diminuzione di valore.

L'indennizzo ex art. 44 D.P.R. n. 327 del 2001 non può essere negato ove l'illiceità sia esclusa dal controllo postumo sulla regolarità amministrativa della costruzione, attraverso il rilascio del permesso di costruire in s... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...tteso che l'immobile sanato, non essendo più incommerciabile, è in grado di risentire della correlata diminuzione di valore. Sul punto, va anche osservato che l'effettivo rilascio del permesso di costruire in sanatoria, ponendosi quale condizione dell'azione esercitata, può, come tale, utilmente sopravvenire nel corso del giudizio, sino al momento della sua decisione.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> BENI NON ESPROPRIATI NEL DIRITTO DI PROPRIETÀ --> ART. 44 DPR 327/2001 --> INDENNITÀ PER DANNO PERMANENTE --> CASISTICA

Indennizzabile ai sensi dell'art 44 D.P.R. n. 327 del 2001 risultano soltanto quei nocumenti che si traducano in una sensibile compressione delle obiettive possibilità di utilizzazione degli edifici posti in prossimità dell'opera pubblica, come si verifica, ad esempio, allorché, trattandosi di fabbricati per civile abitazione, venga compromessa la capacità abitativa del bene.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> BENI NON ESPROPRIATI NEL DIRITTO DI PROPRIETÀ --> ART. 44 DPR 327/2001 --> INDENNITÀ PER DANNO PERMANENTE --> CASISTICA --> IMMISSIONI NOCIVE

Indennizzab... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i dell'art 44 D.P.R. n. 327 del 2001 è il pregiudizio subito dall'abitazione del privato per effetto di immissioni di rumori, vibrazioni, gas di scarico e simili, quando (e solo se) le stesse, per la loro continuità ed intensità, superino i limiti della normale tollerabilità, da apprezzarsi secondo i criteri posti dall'art. 844 c.c. e, in particolare, avendo riguardo alla destinazione della zona ove è situato l'immobile. In effetti, dette propagazioni di gas e di rumori, per il loro carattere obbiettivo e l'elevato grado di incidenza, sono in grado di diminuire sensibilmente la possibilità di godimento dell'immobile secondo la sua normale destinazione, arrecandovi un pregiudizio permanente, concettualmente equiparabile ad una parziale espropriazione per pubblica, utilità del suo valore intrinseco, da compensare perciò con un indennizzo.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> BENI NON ESPROPRIATI NEL DIRITTO DI PROPRIETÀ --> ART. 44 DPR 327/2001 --> INDENNITÀ PER DANNO PERMANENTE --> CASISTICA --> LUCE, ARIA, VEDUTA

La giurisprudenza, pur nella varietà delle situazioni prese in esame, afferma che non può ritenersi indennizzabile ai sens... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...44 D.P.R. n. 327 del 2001 ogni pregiudizio, anche lieve, arrecato al diritto del privato dalla realizzazione di un'opera pubblica, ma occorre un'apprezzabile compressione del contenuto del diritto inciso. In tale prospettiva, non si ritengono indennizzabili quelle utilità marginali che non trovano tutela nell'ordinamento giuridico come diritti soggettivi autonomi o come attributi caratteristici del diritto di proprietà, quali l'insolazione, l'areazione, l'ampiezza della veduta panoramica, ecc.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI