Carrello
Carrello vuoto



Accertamento giurisdizionale dell’esistenza della servitù di pubblico passaggio su una strada


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:LE STRADE
anno:2017
pagine: 2523 in formato A4, equivalenti a 4289 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 40,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


GIUDIZIO --> GIURISDIZIONE E COMPETENZA --> STRADE --> SERVITÙ DI USO PUBBLICO

Rientra nella giurisdizione amministrativa la questione del carattere pubblico ovvero privato di una strada, nonché della sussistenza di una servitù di uso pubblico sulla strada privata - eventualmente costituita anche mediante dicatio ad patriam - allorquando sia richiesto di risolverla non già come questione principale, sulla quale pronunciarsi con efficacia di giudicato, ma come questione preliminare ad altra, ovvero alla questione, dedotta in via principale - e all'evidenza rientrante nella sua giurisdizione.

La controversia promossa dal privato per negare che il fondo sia gravato da una servitù di pubblico transito affermata da un provvedimento della P.A. (avente efficacia meramente dichiarativa e non costitutiva) appartiene al G.O., trattandosi di questione avente ad oggetto l'accertamento dell'esistenza e dell'estensione di diritti soggettivi, sia di privati che della P.A.; questo anche se la controversia è introdotta formalmente impugnando la deliberazione comunale di classificazione della strada.

È devoluta alla giurisdizione del G.O. la controversia in cui il privato contesta il rigetto dell... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... declassificazione di una strada da pubblica a privata, asserendo che questa è di proprietà esclusiva.

Il G.A., nel sindacare la legittimità di un provvedimento negativo adottato a seguito della presentazione di una d.i.a., può conoscere incidentalmente dell'esistenza di un diritto di servitù di uso pubblico su una strada.

L'accertamento giurisdizionale dell'effettiva esistenza della servitù di pubblico passaggio compete al G.O., trattandosi di materia di diritto soggettivo, e non di interesse legittimo; il G.A. può esercitare, al riguardo, esclusivamente una cognizione incidentale (cfr. art. 8, co. 1, c.p.a.), senza poter fare stato con la propria decisione sulla questione, e al solo e limitato fine di pronunciarsi sulla legittimità della determinazione che forma specifico oggetto di impugnazione.

Una cognizione incidentale sulla classificazione pubblica o privata di una via è consentita al G.A. solo ove finalizzata alla risoluzione di un contenzioso avente ad oggetto in principalità un provvedimento amministrativo; ove, per contro, la controversia sia in realtà volta a stabilire la sussistenza di un diritto di proprietà o di una servitù di uso... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...l'oggetto della controversia è devoluto alla cognizione del G.O..

Il G.A. può verificare la sussistenza di una servitù di uso pubblico su una strada al fine di stabilire se la delibera comunale che ha regolamentato il percorso attraverso di essa sia o meno legittimo.

L'accertamento giurisdizionale dell'effettiva esistenza della servitù di uso pubblico sulle aree in contestazione compete al G.O., fermo il potere per il G.A. di accertarne incidentalmente l'esistenza al solo fine di pronunciarsi sulla legittimità della determinazioni impugnate.

In merito all'accertamento di servitù pubblica di passaggio, sussiste la giurisdizione del giudice amministrativo qualora, in applicazione dell'art. 8 CPA, affronti la questione solo in via incidentale, al fine di sindacare la legittimità del provvedimento amministrativo impugnato.

Ai sensi dell'art. 8 legge 1034/1971 (oggi art. 8 c.p.a.) rientra nella giurisdizione del G.A. l'accertamento incidentale della proprietà di una strada, necessario al fine di accertare la legittimità del provvedimento impositivo di opere di manutenzione o del titolo edilizio.

L'accertamento giurisdizionale dell'effettiva esisten... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...rvitù di pubblico passaggio su una strada privata compete all'autorità giudiziaria ordinaria, trattandosi di materia di diritto soggettivo e non di interesse legittimo: il G.A. può, sul punto, esercitare esclusivamente una cognizione incidentale sulla questione al solo fine di pronunciarsi sulla legittimità della determinazione della P.A. oggetto dell'impugnazione.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI