Carrello
Carrello vuoto



L'azione di responsabilità a seguito di procedura espropriativa

 La clausola compromissoria
 La comparsa di risposta
 Le finalità perseguite
 L'invito a dedurre
 La legittimazione passiva

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:SOGGETTI E RESPONSABILITÀ NELL'ESPROPRIAZIONE PER PUBBLICA UTILITÀ
anno:2014
pagine: 2218 in formato A4, equivalenti a 3771 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


RESPONSABILITÀ --> AZIONE --> CLAUSOLA COMPROMISSORIA

Non sono compromettibili ad arbitri le controversie sottratte alla giurisdizione ordinaria in quanto devolute alla giurisdizione di giudice speciale ed esclusivo (quale la Corte dei Conti).

RESPONSABILITÀ --> AZIONE --> COMPARSA DI RISPOSTA

Nel processo per responsabilità amministrativa, la violazione del termine assegnato dal presidente della Sezione ai sensi dell'art.17, comma 2 del R.D. 13 agosto 1938 n.1038, non può avere alcuna conseguenza sull'ammissibilità delle memorie difensive. La mancanza nel giudice contabile di una fase procedimentale istruttoria fa sì che le memorie non costituiscono che un complesso di argomentazioni difensive, prive di qualche rilievo delimitativo del processo, sicché è da escludere la perentorietà prevista dall'art.190 c.p.c. sulla base del rinvio dinamico di cui all'art.26 del suddetto R.D. n.1038/1933 e dunque anche l'inammissibilità della memoria difensiva depositata oltre il termine.

RESPONSABILITÀ --> AZIONE --> FINALITÀ

L'azione di responsabilità non è intesa al mero ripristino dell'equilibrio patrim... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...il soggetto pubblico leso dal danno e l'autore dell'illecito che lo ha causato, ma tutela soprattutto l'esigenza che i mezzi finanziari ed il patrimonio pubblico siano utilizzati per il raggiungimento dei fini istituzionali di cui è attributario il soggetto pubblico.

L'azione di responsabilità amministrativa è attribuita in via esclusiva al Procuratore Regionale/Generale della Corte dei conti, quale soggetto rappresentativo degli interessi dello Stato-comunità, alla soddisfazione dei cui bisogni è destinato il patrimonio pubblico ed è indirizzata l'attività amministrativa, sottraendo così alla valutazione discrezionale degli amministratori degli enti pubblici la tutela di suddetti interessi.

Attraverso l'obbligatorietà ed irrinunciabilità dell'azione di responsabilità amministrativa, trova tutela sia l'interesse pubblico all'utilizzazione finalizzata del patrimonio pubblico, sia l'aspetto "risarcitorio" dei comportamenti illeciti dei pubblici amministratori e dipendenti.

Per la parte pubblica diventa dovere di comportamento, di convenire in giudizio tutti i soggetti che hanno arrecato danno all'ente pubblico con dolo o colpa grave sia a fini riprist... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... patrimonio pubblico sia a fini "sanzionatori" dei comportamenti devianti, rilevando sotto ambedue i profili che nel giudizio stiano tutti i soggetti responsabili e solo essi (o più precisamente quelli che la parte pubblica ritiene responsabili).

RESPONSABILITÀ --> AZIONE --> INVITO A DEDURRE

Come più volte chiarito dalla giurisprudenza contabile, l'invito a dedurre ha l'esclusivo scopo di consentire una conoscenza effettiva dei fatti materiali oggetto del procedimento, attraverso la partecipazione del soggetto interessato. In tale fase, pertanto, non è necessaria la presenza del difensore, poiché eventuali eccezioni di legittimità e di merito potranno e dovranno essere fatte valere nel corso del vero e proprio processo.

L'invito a dedurre, disciplinato dall'art. 5 del D.L. 15 novembre 1993, n.453, convertito dalla legge n.19 del 1994 e successive modificazioni, rappresenta l'atto conclusivo delle indagini condotte dal procuratore regionale e svolge la funzione di completare, attraverso l'interpello del presunto responsabile/i, l'acquisizione degli elementi probatori che determinano il convincimento dell'attore per la proposizione (o meno) della citazione, così tutelando... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...direttamente lo stesso soggetto invitato e per rappresentare espressione di garanzia, negli anzidetti limiti.

Una volta che è stato introdotto il giudizio, la direzione dello stesso appartiene al giudice, chiamato ad affrontare e risolvere le relative problematiche, quale quella dell'instaurazione del contraddittorio sui diversi profili di addebito sollevati, problematiche che sono e rimangono quindi estranee alla fase dell'invito a dedurre, tanto più che la lettera della norma neppure consente una diversa conclusione atteso che l'art.5 del D.L. 15.11.1993, convertito dalla legge n.19 del 1994, succ. mod., non prevede il caso della chiamata in giudizio iussu judicis.

E' legittimo l'atto di citazione integrativo non preceduto da invito a dedurre, emesso dal Procuratore regionale in esecuzione dell'ordinanza del Collegio adottata al fine di integrare il contraddittorio nei confronti di altri presunti responsabili.

L'invito a dedurre ha la funzione di atto pre-processuale volto ad assicurare la massima completezza istruttoria ed a consentire al presunto responsabile di svolgere le proprie argomentazioni a difesa, senza peraltro il configurarsi di una contrapposizione dialettica tra PM e persona invitata, contrapposizione ch... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ra solo con l'emissione dell'Atto di citazione in giudizio.

L'invito a dedurre deve essere formulato dal Procuratore regionale prima di emettere l'atto di citazione in giudizio, e cioè ad istruttoria conclusa, quando la parte pubblica abbia maturato l'opinione che il soggetto invitato sia responsabile del danno. In fase istruttoria, infatti, il Procuratore dispone di ampi poteri quali enunciati dal comma quarto dell'art. 2 e dal comma sesto dell'art. 5 della L. n. 19/1994, esercitati senza la presenza degli indagati.

L'invito a dedurre è un istituto a garanzia del presunto responsabile, il quale può introdurre anteriormente all'inizio del giudizio elementi, fatti e documenti idonei ad indurre il Procuratore regionale a non emettere l'atto di citazione, a dimensionare diversamente la responsabilità, a chiamare in giudizio altri corresponsabili.

L'invito è un atto procedimentale pre-processuale che assolve ad una duplice funzione, la prima di garanzia difensiva accordata all'invitato (consentendogli di svolgere le proprie argomentazioni difensive al fine di evitare la successiva citazione in giudizio), la seconda di garantire la massima possibile completezza istruttoria.

RESPONSABILIT&Ag... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...; AZIONE --> INVITO A DEDURRE --> CONTESTUALITÀ

La non "contestualità" degli inviti a dedurre indirizzati ai presunti responsabili di un'ipotesi di danno è una circostanza del tutto fisiologica nelle fattispecie più complesse e, comunque, assolutamente ininfluente rispetto alla citazione successivamente emessa.

RESPONSABILITÀ --> AZIONE --> LEGITTIMAZIONE PASSIVA

La legittimatio ad causam (passiva) costituisce una condizione dell'azione la cui esistenza (necessaria perché il giudizio possa giungere in decisione), va accertata con riferimento alla prospettazione attorea, risolvendosi nella coincidenza tra il soggetto chiamato in giudizio e colui che secondo la suddetta prospettazione deve subire l'azione, mentre si prescinde dall'effettiva titolarità del diritto controverso.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI