GIUDIZIO PROCESSO

Stai vedendo 482-456 di 848 risultati

L'eccezione di carenza di legittimazione passiva

L'eccezione di carenza di legittimazione passiva è preclusa ove la parte abbia tenuto un comportamento processuale inequivocabilmente integrante il riconoscimento della propria qualità di parte sostanziale.

La legittimazione passiva nell'impugnazione dei provvedimenti ablativi: il beneficiario dell'espropriazione

E’ del tutto pacifico in giurisprudenza che il soggetto beneficiario dell'espropriazione per pubblica utilità non è parte necessaria nel giudizio avverso il procedimento espropriativo, in relazione alla circostanza che i vantaggi diretti e immediati della procedura ablatoria ridondano esclusivamente nei confronti del soggetto espropriante.

La legittimazione passiva nell'impugnazione del decreto d'esproprio e della domanda risarcitoria

Correttamente è evocato in giudizio unicamente l’ente che ha adottato il decreto di esproprio impugnato, in considerazione della richiesta consistente nell’annullamento del provvedimento.

Impugnazione degli atti avversi alla realizzazione di impianti industriali e di servizio

Legittimati passivi, rispetto all'azione intentata ai sensi dell'art. 844 c.c., sono gli autori delle immissioni, allorché la domanda sia diretta a respingere il fatto di questi ultimi ed a farne cessare l'attività.

Verifica della legittimazione passiva della parte convenuta

La legittimazione a contraddire - che non costituisce presupposto processuale - si risolve nell'accertare se, secondo la prospettazione dell'attore, il convenuto assuma la veste di soggetto tenuto a subire la pronuncia giurisdizionale; mentre attiene invece al merito della lite la questione relativa alla reale titolarità passiva del rapporto sostanziale dedotto in giudizio, che si risolve nell'accertamento di una situazione di fatto favorevole all'accoglimento o al rigetto della pretesa azionata

La legittimazione passiva del Consorzio Urbanistico

Sussiste la legittimazione passiva del Consorzio Urbanistico con riferimento alla domanda con cui un proprietario partecipante alla lottizzazione chiede di essere compensato della perdita connessa al conferimento di area eccedente quella che avrebbero dovuto cedere in base alla convenzione di lottizzazione.

Condizioni di ammissibilità del ricorso avverso il mancato rispetto della normativa antisismica

E' inammissibile la doglianza relativa al mancato rispetto della normativa antisismica se il ricorso non è stato notificato al competente Ufficio del Genio Civile.

Impugnazione della cartella esattoriale per il pagamento degli oneri di urbanizzazione: legittimazione passiva

Qualora il destinatario di una cartella esattoriale relativa al pagamento di oneri di urbanizzazione impugni detto provvedimento e l'iscrizione a ruolo, correttamente è evocata in giudizio la concessionaria del servizio riscossione per la parte del ricorso indirizzata avverso la cartella di pagamento.

Domande di risarcimento danni per ordinanze contingibili e urgenti: l'amministrazione è legittimata passiva

Va affermata la legittimazione passiva dell'amministrazione comunale in ordine a domande di risarcimento di danni derivanti da ordinanze contingibili e urgenti (nella fattispecie: provvedimenti di limitazione del traffico), in quanto, pur agendo il sindaco in veste di organo dello Stato e quindi di organo a servizio di più enti, egli opera nel quadro del complesso organizzatorio comunale quale elemento di tale complesso con la conseguente responsabilità del sindaco nelle suddette qualità

La Regione è legittimata passiva nell'impugnazione di provvedimenti in materia urbanistica

E' inammissibile l'impugnazione delle norme tecniche di attuazione in ragione dell’omessa notifica all’amministrazione regionale alla quale è da imputarsi, congiuntamente al Comune, l’atto complesso gravato.

I privati assegnatari degli alloggi realizzati in P.E.E.P. sono legittimati a rivendicarne il possesso

La domanda di rivendicazione ai sensi dell’art. 948 c.c., deve essere proposta contro coloro che si trovano, al momento della sua proposizione, nel possesso del bene rivendicato. La legittimazione passiva nell'azione reale di rivendicazione compete infatti al soggetto che, secondo la prospettazione attorea, sia di fatto ed illegittimamente nel possesso o nella detenzione del bene preteso.

Il subentro allo sportello unico delle attività produttive e la legittimazione passiva del Comune

Il Comune ha la legittimazione passiva a resistere con riferimento a pratiche nella cui trattazione sia subentrato per effetto del mancato rinnovo della convenzione relativa allo sportello unico delle attività produttive.

Pagina 38 di 71 38 70