Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo nella pagina prodotto.

IL CODICE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA

PEREQUAZIONE --> COMPENSAZIONE --> RAPPORTO CON IL VINCOLO PAESAGGISTICO

E' perfettamente ragionevole che un bene sottoposto a vincolo conformativo derivante dal piano paesistico con conseguenti ridotte possibilità edificatorie, sia escluso dalla compensazione edificatoria.

Il rapporto sinallagmatico che caratterizza la compensazione urbanistica implica che l’amministrazione comunale deve garantire ai privati la concreta possibilità di realizzare le cubature riconosciute: questi effetti, tuttavia, si esauriscono nell’ambito della gestione del territorio a fini di sfruttamento edilizio e non possono condizionare l’esercizio del distinto potere proprio dello Stato di imporre una tutela specifica ad ambiti di paesaggio rilevanti, purché gli stessi presentino le caratteristiche coerenti con il fine da raggiungere.

PEREQUAZIONE --> COMPENSAZIONE --> RAPPORTO CON LA LOCALIZZAZIONE DELL'OPERA PUBBLICA

Non muta la qualificazione giuridica dell’area gravata da un vincolo preordinato all’esproprio (nel caso di specie parcheggio pubblico), la circostanza che si preveda la possibilità di assoggettare l’area a meccanismo compensativo consentendo l’utilizzo della potenzialità edificatoria di compensazione anche in aree diverse individuate dallo strumento urbanistico ove sia prevista la possibilità di... _OMISSIS_ ...la possibilità di utilizzare gli indici edificatori dell’area sottoposta a vincolo, attraverso il “meccanismo compensativo” può semmai avere rilievo in sede di determinazione dell’indennità di esproprio ma non muta la natura di vincolo urbanistico preordinato all’esproprio.

Con la compensazione sotto forma di nuova cubatura si definisce un equilibrio che dal lato del Comune costituisce applicazione dei poteri di perequazione urbanistica e dal lato del privato implica l’accettazione della localizzazione dell'opera pubblica. Rispetto a questo equilibrio di natura pubblicistica il privato non può esigere che l’amministrazione prenda successivamente in esame soluzioni alternative; se così fosse, infatti, la compensazione sotto forma di ulteriore cubatura si trasformerebbe in un ar... _OMISSIS_ ...

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

...continua.

Acquista l'articolo per soli 3,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista