Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo nella pagina prodotto.

IL CODICE DEGLI ABUSI EDILIZI

TITOLO EDILIZIO --> ABUSI EDILIZI --> SANATORIA --> CONDONO --> IMPUGNAZIONE

La presentazione di una domanda di condono comporta il venir meno dell’interesse alla decisione sul ricorso avverso l’ordinanza di demolizione dell’abuso edilizio.

L’impugnazione dei titoli edilizi (concessioni ed oggi permessi di costruire) in sanatoria deve essere proposta nel termine di decadenza decorrente dalla pubblicazione all'albo del relativo provvedimento, mentre è possibile prospettare un diverso momento di decorrenza del termine con riguardo ad attività edilizie che seguano il rilascio dei titoli abilitativi.

In presenza di attività edilizia ex post sanata, ma comunque già percepibile nella sua consistenza fisica e nella sua valenza assunta come lesiva degli interessi e/o diritti dei terzi, non vale il principio della piena conoscenza dell'atto ai fini dell'impugnazione, ma ritorna in tutta la sua efficacia il principio generale di decorrenza dei termini dalla pubblicazione. Non esiste, infatti, alcuna delle ragioni di temperamento indotte per le concessioni ordinarie dalla non immediata percezione della lesività dell'atto che il solo provvedimento concessorio formalmente emanato può non evidenziare.

Ai fini della decorrenza del termine per l’impugnazione, da parte di terzi, di provvedimenti di concessione in sanatori... _OMISSIS_ ...e avere esclusivo riguardo alla data di scadenza della pubblicazione del provvedimento a sanatoria – da effettuarsi in forza dell'art. 20 del testo Unico in materia edilizia di cui al D.P.R. n. 380 del 2001, in quanto è compiutamente nota la lesione materiale subita, che peraltro continua a costituire, anch'essa, necessitato presupposto per l'impugnativa.

Il principio, per il quale il termine per l’impugnazione delle concessioni edilizie decorre dal giorno in cui si è avuta piena conoscenza del contenuto della concessione, trova diversa applicazione nel caso di concessioni in sanatoria, nel senso che, mentre per le prime la piena conoscenza dell'opera che è stata autorizzata si realizza, di regola, con la conoscenza dell'atto concessorio, per le concessioni in sanatoria si verifica solo da quando si viene a sapere che per una determinata opera, già esistente e definita, è stato rilasciato il titolo in sanatoria.

L’indirizzo giurisprudenziale in tema d’individuazione del termine di decorrenza d’impugnazione della concessione edilizia in sanatoria (a mente del quale la piena conoscenza si verifica quando si sappia che per una determinata opera, esistente e definita, sia stata rilasciata la sanatoria) è condivisibile per la concessione in sanatoria di un unico e definito immobile, ma deve essere adeguato cum grano salis a compendi immobiliari artico... _OMISSIS_ ...di cui una principale e le altre accessorie, con volumi interrati e non.

In materi di sanatoria degli abusi edilizi, l'illegittimità dei provvedimenti dell'autorità preposta alla tutela del vincolo paesistico si ha solo quando la motivazione, anziché basarsi su argomentazioni attinenti a ragioni di tutela del paesaggio e dell'ambiente, involge esigenze edilizie ed urbanistiche, le quali rientrano nelle competenze dell’autorità comunale.

TITOLO EDILIZIO --> ABUSI EDILIZI --> SANATORIA --> CONDONO --> IMPUGNAZIONE --> EFFETTI SULLA PROCEDURA ESPROPRIATIVA

La definizione della controversia sul condono edilizio non è pregiudiziale né condiziona l’esercizio del potere ablativo.

TITOLO EDILIZIO --> ABUSI EDILIZI --> SANATORIA --> CONDONO --> INTERVENTI SUCCESSIVI AL CONDONO

La delibazione della domanda di condono si riferisce necessariamente al manufatto così come è stato realizzato entro la scadenza prevista dal legislatore, dovendo in pendenza del relativo procedimento ammettersi solo interventi di tipo conservativo.

In pendenza della procedura di condono, non possono essere eseguiti neppure interventi di completamento, senza la previa autorizzazione ex art. 35 l. 47/85, con la conseguenza, che gli interventi, sia pure qualificabili come di manutenzione e di ristruttur... _OMISSIS_ ...aratteristica di illegittimità dell’opera principale cui accedono e sono pertanto suscettibili delle medesime sanzioni.

La mera presentazione dell'istanza di condono non autorizza la prosecuzione dei lavori abusivi a completamento delle opere oggetto della richiesta di sanatoria, le quali, fino al momento dell'eventuale accoglimento della domanda di condono, devono ritenersi comunque abusive.

Per far luogo ad un qualsivoglia intervento, per di più su di un territorio vincolato, occorre attivare previamente la speciale procedura imposta dall’art. 35 della l. 47 del 1985 con la conseguenza che, in difetto, la misura repressiva si appalesa doverosa e non può essere evitata nell’assunto che per le opere realizzate, da valutarsi nella loro globalità e non in via atomistica, non fosse necessario il permesso di costruire o che avessero natura pertinenziale.

In caso di prosecuzione dei lavori di un immobile già oggetto di domanda di condono vale il principio in forza del quale è la prosecuzione in sé dei lavori ad essere preclusa, senza che sia possibile distinguere tra opere pertinenziali e non, tra opere soggette al permesso di costruire ed opere realizzabili con d.i.a.

L’art. 35 della legge 28 febbraio 1985, n. 47, autorizza esclusivamente, quando sussistono i presupposti da essa indicati, la realizzazione di lavori di c... _OMISSIS_ ...

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

...continua.

Acquista l'articolo per soli 5,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista