Carrello
Carrello vuoto

Materie


DIRITTO PENALE


 

anno: 2016 - mese: Agosto - collana: osservatorio di giurisprudenza - 263 - isbn: 978-88-6907-200-0

Raccolta, ordinata in una classificazione tematica, di sintesi ed estratti giurisprudenziali in materia di ABUSI DEI PRIVATI SU AREE E SU BENI DEMANIALI E PATRIMONIALI PUBBLICI, elaborate dalla redazione della rivista giuridica Patrimoniopubblico.it, tratti da pronunce recensite dalla medesima rivista appartenenti agli anni dal 2009 al 2015 compresi.

anno: 2016 - mese: Marzo - isbn: 978-88-6907-189-8

L’opera analizza la disciplina prevista dal legislatore per il fenomeno della guida in stato di ebbrezza alla luce della riforma intervenuta con la legge 120 del 2010. Viene altresì riassunto il dibattito giurisprudenziale attinente alla materia dei sinistri stradali mortali provocati da guidatori in stato di ebbrezza o in stato di alterazione psicofisica dovuto all’assunzione di sostanze psicotrope o stupefacenti. Sono illustrate la tesi tradizionale che sussume tale fattispecie storica nella figura dell’omicidio colposo aggravato e quella innovativa che ritiene configurabile l’articolo 575 del codice penale a titolo di dolo eventuale. L’opera fa emergere in tutta la sua evidenza il disagio e la difficoltà proprie degli interpreti del diritto: quest’ultimi devono affrontare fenomeni propri della modernità con strumenti giuridici diastorici in quanto propri di un’epoca ormai passata. Per tale ragione il testo prospetta le soluzioni attuate in altri ordinamenti giuridici. Questa terza edizione segue l’entrata in vigore della Legge 41/2016 che introduce nell’ordinamento penale il reato autonomo di omicidio stradale e lesioni personali stradali.

anno: 2016 - mese: Marzo - isbn: 978-88-6907-188-1

L’opera illustra la disciplina codicistica della legittima difesa, andando ad analizzare gli elementi costitutivi della fattispecie, per poi procedere all’individuazione della legittima difesa domiciliare, della legittima difesa putativa, dell’eccesso colposo nella legittima difesa, evidenziando le differenze intercorrenti tra queste figure. Nell’ultimo capitolo vengono poi analizzati i casi più emblematici di cronaca giudiziaria degli ultimi anni, per verificare come le norme prima descritte siano state interpretate dalla giurisprudenza. L’opera si rivolge non solo agli operatori del diritto, ai quali sono dedicati i primi quattro capitoli, ma anche a tutti coloro che, pur privi di una specifica formazione giuridica, siano desiderosi di conoscere i limiti entro i quali l’ordinamento giuridico facoltizza l’autodifesa privata.

anno: 2016 - mese: Febbraio - collana: diritto pratico - 12 - isbn: 978-88-6907-182-9

Compiuta analisi dell’abusivismo edilizio: dall’esame dei titoli abilitativi prescritti per le diverse opere, ai rimedi preposti: la sanatoria e il condono. Partendo col fornire una definizione dell''abuso edilizio, l'opera offre un’analisi sistematica delle fattispecie illecite, per giungere all’illustrazione dei rimedi: sanatoria e condono edilizio. L’opera è corredata da un pratico formulario, dalla richiesta o presentazione del titolo abilitativo prescritto, passando per l’eventuale contenzioso giurisdizionale amministrativo, fino agli atti relativi alla fase di demolizione dell’intervento abusivo. Questa nuova edizione è integrata con le novità di cui al D.L. 133/2014 “Sblocca Italia” e nel settore Formulario con i modelli ufficiali CIL e CILA.

anno: 2016 - mese: Febbraio - collana: temi europei e internazionali - 3 - isbn: 978-88-6907-178-2

L’opera si propone di analizzare l’evoluzione della cooperazione giudiziaria penale nell’UE. Dalle origini intergovernative, fino alla possibile istituzione della Procura europea, passando per i meccanismi di mutuo riconoscimento e gli interventi di armonizzazione. La prima parte dell’opera ripercorre brevemente la storia della cooperazione giudiziaria penale in Europa, ponendo in rilievo il controverso rapporto fra sviluppo economico e cooperazione. La seconda parte invece analizza i principali istituti in materia di libertà personale, raccolta transnazionale delle prove ed esecuzione, mentre la terza è interamente dedicata alla Procura europea.

anno: 2015 - mese: Novembre - isbn: 978-88-6907-144-7

Il furto è statisticamente uno dei più frequenti delitti contro il patrimonio e la sua consumazione è regolarmente aggravata da una complessa serie di circostanze che la presente opera si propone di analizzare nel dettaglio. Vengono prese in considerazioni le cosiddette aggravanti comuni, previste dall’art. 61 c.p., e quelle ad effetto speciale di cui all’art. 625 c.p., facendo particolare attenzione ai casi pratici più rilevanti che la recente giurisprudenza si è trovata ad affrontare. La trattazione è stata aggiornata alla modifica al Codice penale di cui al D.L. 93/2013, che aggrava specificamente il furto di materiale inerente le infrastrutture. L’opera offre dunque un approfondimento giurisprudenziale in tema di furto aggravato, mirando a soddisfare le esigenze di chi affronta gli studi della materia penale e si accinge a risolvere le problematiche sottese all’applicazione del diritto nella pratica quotidiana.

anno: 2015 - mese: Marzo - collana: diritto pratico - 7 - isbn: 978-88-6907-102-7

Esaustiva analisi normativa e giurisprudenziale sull’evoluzione del giudizio di responsabilità medica tanto in sede penale quanto in sede civile. Il taglio giuridico-codicistico dell'opera ne fa materia privilegiata per gli operatori del diritto, ma la spiegazione dei temi più ostici da parte dell’Autrice rende il contenuto accessibile anche ai neofiti della materia, e agli esercenti la professione sanitaria direttamente interessati dalla riforma Balduzzi. Il fulcro della trattazione ruota infatti intorno alle novità introdotte dalla Legge 189/2012, fautrice di una depenalizzazione di condotte lievemente colpose, purché rispettose delle c.d. linee guida.

anno: 2015 - mese: Febbraio - collana: diritto pratico - 6 - isbn: 978-88-6907-100-3

L’opera ricostruisce la giurisprudenza in materia di responsabilità civile da danno da esposizione all’amianto. Posto che la responsabilità del datore di lavoro è di tipo contrattuale, il lavoratore deve dimostrare il danno alla salute e il nesso causale, secondo la regola del “più probabile che non”. La prova liberatoria per il datore di lavoro consiste nel dimostrare di aver adottato tutte le misure per evitare il danno, secondo la clausola generale contenuta nell’art. 2087 c.c..

anno: 2015 - mese: Febbraio - collana: il penale - 4 - isbn: 978-88-6907-099-0

Il volume consegna al lettore una compiuta analisi del riciclaggio e del favoreggiamento reale, cercando di cogliere i punti di maggiore contatto tra le due fattispecie, per poi giungere all'illustrazione di un originale criterio risolutivo del loro apparente conflitto: la “rilevanza del contesto tipico di fattispecie”. Chiude il libro una serie di riflessioni critiche sul delitto di autoriciclaggio, introdotto nell'ordinamento italiano il 4 dicembre 2014.

anno: 2015 - mese: Gennaio - collana: temi europei e internazionali - 2 - isbn: 978-88-6907-071-6

L'opera è concettualmente suddivisa in quattro parti. La prima parte analizza la nascita e l’evoluzione dell’istituto penitenziario in Europa. La seconda parte conduce uno studio sugli strumenti e sui meccanismi di protezione dei diritti dei detenuti nel quadro del Consiglio d’Europa e dell’U.E.. La terza parte presenta il sistema italiano di controllo giurisdizionale come esempio di strumento per la tutela dei diritti fondamentali. La quarta parte analizza il tema dell’ipertrofia carceraria. Il lavoro termina infine con una valutazione delle politiche carcerarie in Europa.