Carrello
Carrello vuoto

PATRIMONIO PUBBLICO 5/2016

Raccolta di giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici


titolo: PATRIMONIO PUBBLICO 5/2016
sottotitolo: Raccolta di giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici
area/e tematica/che: demanio
data: Settembre-Ottobre 2016
testo in formato: pdf  
pagine: 129 in formato A4 (cm 21X29,7), corrispondenti a 219 in formato libro (cm 17X24)
 
prezzo:
€ 20,00

  leggi qui come funziona
vai al sommario
vai all'abstract e alla descrizione
segnala ad un amico
SCARICA GRATIS ALCUNE PAGINE

editore: Exeo
collana: osservatorio di giurisprudenza
numero in collana: 272
issn: 2239-8015
sigla: PAT35
categoria: PATRIMONIO PUBBLICO
tipologia: raccolta
genere: annuario/agenda/rivista
altezza: cm 29,7
larghezza: cm 21
dimensione: A4
funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
protezione: digital watermarking
disponibità: illimitata
destinatari: professionale accademico
soggetto: diritto
consigliato da :   
 
prezzo:
€ 20,00

 GUARDA LA COPERTINA ANTERIORE      

Selezione delle notizie più lette - derivanti dalla giurisprudenza in materia di demanio, patrimonio e beni pubblici - pubblicate nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.patrimoniopubblico.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui si riferiscono

COMMETTE IL REATO DI INVASIONE DI TERRENO DEMANIALE CHI LO OCCUPA PUR ESSENDO AUTORIZZATO DAL SOGGETTO CHE LO DETIENE IN CONCESSIONE

PER LA SUSSISTENZA DEL REATO DI PERICOLO DI CUI AL R.D. 523/1904, ART. 96, SUB F) NON OCCORRE VERIFICARE IL DANNO ALL'ALVEO DEL CORSO D'ACQUA O ALLE SUE SPONDE

VA ESCLUSO L'ASSOGGETTAMENTO DEI CANONI PERCEPITI DALLE AUTORITÀ PORTUALI PER LA CONCESSIONE DI AREE DEMANIALI MARITTIME AD IVA E AD IRES

NEL REGIME ANTE L. 37/1994 LA SDEMANIALIZZAZIONE TACITA DEI BENI DEL DEMANIO IDRICO NON PUÒ DESUMERSI DALLA SOLA CIRCOSTANZA DEL MANCATO USO PUBBLICO DA LUNGO TEMPO

IL REATO DI OCCUPAZIONE ABUSIVA EX ART. 1161 COD. NAV. HA CARATTERE PERMANENTE E SI PROTRAE FINCHÉ PERSISTONO L'USO ED IL GODIMENTO ILLEGITTIMI

È VALIDO IL CONTRATTO DI LOCAZIONE TRA PRIVATI DI BENI DEMANIALI ANCHE SE IL LOCATORE LI HA OCCUPATI ABUSIVAMENTE

GIURISDIZIONE ORDINARIA PER LE CONTROVERSIE SUL CANONE PER L'OCCUPAZIONE DI SPAZI E AREE PUBBLICHE, POICHÉ ESSO NON HA NATURA TRIBUTARIA

L'INCLUSIONE O MENO NELL'ELENCO DELLE STRADE COMUNALI HA NATURA DICHIARATIVA: NON È DI PER SÈ SUFFICIENTE A DETERMINARE L'APPARTENENZA AL DEMANIO COMUNALE

LA VALUTAZIONE SUI PERICOLI PER LA SICUREZZA PUBBLICA NON PUÒ CONFIGURARSI COME PRESUPPOSTO DEL POTERE SANZIONATORIO EX LEGGE 94/2009 PER OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SUOLO PUBBLICO

LA SDEMANIALIZZAZIONE DEL SUOLO FERROVIARIO PUÒ ESSERE ANCHE TACITA PURCHÉ RISULTI DA ATTI UNIVOCI E CONCLUDENTI

DEMANIO STRADALE: LA PRESUNZIONE DI RESPONSABILITÀ PER DANNI EX ART. 2051 C.C. NON SI APPLICA SE NON È POSSIBILE ESERCITARE IN CONCRETO LA CUSTODIA

SE IL COMUNE RISCUOTA GIÀ ALTRI CANONI PREVISTI DALLA LEGGE, DEVONO ESSERE PORTATI IN DETRAZIONE RISPETTO ALLA MISURA COMPLESSIVA DEL COSAP

RISARCIMENTO DANNI DA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI: SE C'È REATO SI PRESCRIVE IN DUE ANNI DALLA SENTENZA IRREVOCABILE NEL PROCEDIMENTO PENALE

APPRENSIONE O ABBATTIMENTO DI FAUNA SELVATICA SENZA LICENZA DI CACCIA: È CONFIGURABILE IL REATO DI FURTO AGGRAVATO AI DANNI DEL PATRIMONIO INDISPONIBILE DELLO STATO

L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ILLUMINAZIONE ELETTRICA VOTIVA DEL CIMITERO COMUNALE È UNA VERA E PROPRIA CONCESSIONE DI SERVIZI EX ART. 3 D.LGS. 163/2006

L'OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO ABUSIVA A FINI DI COMMERCIO PUÒ CONCRETIZZARSI CON QUALSIASI TIPOLOGIA DI ATTREZZATURE FISSE O AMOVIBILI

UN IMMOBILE DI INTERESSE STORICO, ARCHEOLOGICO OD ARTISTICO INCLUSO NEL DEMANIO ACCIDENTALE NON È SUSCETTIBILE DI SDEMANIALIZZAZIONE TACITA O DI FATTO

UN CANALE DI BONIFICA NON RIENTRA NEI CORSI D'ACQUA SOTTOPOSTI PER UNA FASCIA DI M. 150 AL VINCOLO DI TUTELA PAESAGGISTICA EX ART. 142 D.LGS. 42/2004

IL REATO DI CUI ALL'ART. 1161 COD. NAV. È COMMESSO ANCHE DA CHI ABBIA PROTRATTO UN'OCCUPAZIONE ABUSIVA INIZIATA PRECEDENTEMENTE DA ALTRI

PER QUALIFICARE COME ABUSIVA L'OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO RILEVA LA MERA OCCUPAZIONE MATERIALE STRUMENTALE ALL'ATTIVITÀ COMMERCIALE

NON È NECESSARIA LA PUBBLICAZIONE DI ISTANZA DI CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA CHE NON ABBIA SUPERATO IL VAGLIO PRELIMINARE

È REATO PERMANENTE DI OCCUPAZIONE ABUSIVA DI AREA DEMANIALE SE C'È LIMITAZIONE DELL'USO COLLETTIVO, ALTRIMENTI SI TRATTA DEL REATO ISTANTANEO DI ILLECITA INNOVAZIONE

IL POSIZIONAMENTO ABUSIVO DI OMBRELLONI, SEDIE E SDRAIO SULLO SPAZIO DI LUNGOMARE ANTISTANTE ALLA SCALINATA DI ACCESSO AL LIDO INTEGRA IL REATO DI CUI ALL'ART. 1161 C.N.

IL MARE TERRITORIALE, AGLI EFFETTI PENALI DELL'ART. 181 DEL D.LGS. N. 42 DEL 2004, È SOTTRATTO ALLA QUALIFICA DI BENE PAESAGGISTICO

IL SINDACO NON PUÒ VIETARE AL GESTORE L'INTERRUZIONE DELLA FORNITURA IDRICA NEI CONFRONTI DI UTENTI MOROSI CON ORDINANZA CONTINGIBILE E URGENTE

L'ACCERTAMENTO DELLA DECADENZA DI UNA CONCESSIONE DEMANIALE PER MANCATO UTILIZZO DA PARTE DEL CONCESSIONARIO È UN POTERE DI AUTOTUTELA VINCOLATO E AD AVVIO DOVEROSO

IL RILASCIO DI CONCESSIONI PER OSP NON COSTITUISCE UN ATTO DOVUTO: IL CONCESSIONARIO NON VANTA ALCUN DIRITTO D'INSISTENZA NÉ ASPETTATIVE AL RINNOVO

L'ART. 63 DEL D. LGS. 446/1997 STABILISCE LA SOGLIA MASSIMA DEL CANONE CHE I COMUNI POSSONO RISCUOTERE PER L'OCCUPAZIONE PERMANENTE DI PROPRI BENI DEMANIALI

GIURISDIZIONE AMMINISTRATIVA PER IL CONTENZIOSO SULLA RIDETERMINAZIONE DEL CANONE SULLE CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME SE NON SI TRATTA DI MERA QUANTIFICAZIONE

L'UTILIZZO DELLO SPAZIO DI CARICO/SCARICO MERCI ANTISTANTE UN SUPERMERCATO COME DEPOSITO MATERIALI CONCRETIZZA UN'OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO TOTALMENTE ABUSIVA

LEGITTIMO SUBORDINARE A GARA IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI ALL'INSTALLAZIONE DI CARTELLI PUBBLICITARI PER IL NUMERO LIMITATO DI AUTORIZZAZIONI RILASCIABILI

LA L. 84/1994 INTENDE COME "PORTO" SIA L'INFRASTRUTTURA DEMANIALE, SIA LE SUPERFICI SU CUI SI ESERCITA IL POTERE REGOLATIVO E PIANIFICATORIO DELL'AUTORITÀ PORTUALE

MISURE DI TUTELA INDIRETTA DI UN BENE CULTURALE: SE IMPLICANO RESTRIZIONI AL COMMERCIO SU AREA PUBBLICA VANNO COORDINATE TRA TUTTE LE AMMINISTRAZIONI PREPOSTE

L'ART. 27 DEL CODICE DELLA STRADA NON SI APPLICA AI GESTORI DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO: AD ESSI NON VIENE CONCESSO IN USO IL DEMANIO STRADALE MA IL DEMANIO IDRICO

IN VENETO LA DELEGA AI COMUNI DELLE FUNZIONI IN MATERIA DI CONCESSIONI DEMANIALI MARITTIME COMPRENDE ANCHE IL CONTROLLO SUL CORRETTO USO DELLE AREE

L'ATTRAVERSAMENTO DEL DEMANIO IDRICO CON FIBRA OTTICA NON PUÒ ESSERE SUBORDINATO AD ALCUN CANONE

LE MISURE DI TUTELA INDIRETTA DEL BENE CULTURALE CHE IMPLICANO RESTRIZIONI AL COMMERCIO SU AREA PUBBLICA VANNO COORDINATE TRA TUTTE LE AMMINISTRAZIONI PREPOSTE

RITARDO NELLA RIASSEGNAZIONE DI UNO SPAZIO PUBBLICO: LA P.A. DEVE RISARCIRE I COSTI SOSTENUTI DAL PRIVATO PER L'USO DI LOCALI TEMPORANEI

SUBENTRO NELLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA: È INOPPUGNABILE DAL NUOVO TITOLARE SE IL PRECEDENTE NON L'HA MAI CONTESTATA

LE OPERE DI COMPENSAZIONE PER L'ESERCIZIO DI IMPIANTO IDROELETTRICO INCIDONO SULLA REGIMAZIONE IDRAULICA: GIURISDIZIONE AL TSAP

LA DETERMINAZIONE DEL COSTO DEL GAS PER FISSARE IL VALORE DELLE ALIQUOTE SPETTANTI ALLO STATO VA FATTA ALLE CONDIZIONI DI FORNITURA PER IL MERCATO REGOLAMENTATO

TUTELA INDIRETTA DEL BENE CULTURALE: LE MISURE VANNO COORDINATE TRA TUTTE LE AMMINISTRAZIONI COINVOLTE SE IMPLICANO RESTRIZIONI AL COMMERCIO SU AREA PUBBLICA

L'ORDINE REGIONALE DI METTERE IN SICUREZZA UNA CAVA O MINIERA AUTORIZZA IL SINDACO AD IMPORLO AGLI INTERESSATI CON ORDINANZA CONTINGIBILE ED URGENTE

L'ATTRIBUZIONE A TERZI DI TUTTI I SERVIZI DELLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA VIOLA LA PREVISIONE DI INCEDIBILITÀ

DEMANIO IDRICO: AUTOTUTELA ILLEGITTIMA SE IL FIUME HA MODIFICATO IL PROPRIO CORSO PRIMA DEL 1994

IL DINIEGO DI UNA NUOVA CONCESSIONE DI OCCUPAZIONE DI SUOLO PUBBLICO È MOTIVATO DI PER SÉ DALLA VALUTAZIONE DI PREPONDERANZA DEL PUBBLICO INTERESSE

LA RINUNCIA ALLA CONCESSIONE DEMANIALE NON DETERMINA IL VENIR MENO DELL'INTERESSE A RICORRERE SULLA RIDETERMINAZIONE DEL CANONE PER GLI ANNI PRECEDENTI

AI FINI DEL CANONE DEMANIALE MARITTIMO ANCHE I LOCALI ACCESSORI HANNO DESTINAZIONE COMMERCIALE

È LEGITTIMO IL PROVVEDIMENTO SANZIONATORIO CON IL QUALE L'AMMINISTRAZIONE SOSPENDE PER ALCUNI GIORNI IL TITOLO CONCESSORIO

È LEGITTIMO SUBORDINARE LA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA ALLA SUSSISTENZA DI DETERMINATI REQUISITI DEL CONCESSIONARIO

È ILLEGITTIMA LA SOSPENSIONE DELLA CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA CHE REPLICA ALLE DEDUZIONI PRIVATE CON UNA MERA FORMULA DI STILE

LA CONCESSIONE DI UN BENE CULTURALE NON NECESSITA DEL PREVIO ASSENSO DELLA SOPRINTENDENZA

È LEGITTIMO INDICARE LE STRADE DI USO PUBBLICO NEGLI STRUMENTI URBANISTICI COMUNALI

PIATTAFORMA GALLEGGIANTE PERTINENZIALE AD UNA CLUB HOUSE: SI APPLICA IL CANONE TABELLARE E NON QUELLO DI MERCATO

GLI SPAZI PUBBLICI POSSONO ESSERE CONCESSI ANCHE AGLI ESERCIZI COMMERCIALI NON IMMEDIATAMENTE CONTIGUI AD ESSI

CESSAZIONE DELLA CONCESSIONE: SE IL BENE PUBBLICO NON VIENE RESTITUITO DEVE ESSERE PAGATA L'INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE

LE PROCEDURE DI CONCESSIONE DEMANIALE NON ANCORA CONCLUSE NON SONO ACCESSIBILI AI TERZI

TRASFERIMENTO DELLA SALMA: IL CANONE DELLA CONCESSIONE CIMITERIALE DEVE ESSERE RESTITUITO PER LA PARTE NON GODUTA

I SUOLI DESTINATI A CONCESSIONE CIMITERIALE PERPETUA SI POSSONO RIUTILIZZARE PREVIA ESTUMULAZIONE DELLA SALMA

CONCESSIONE DI AREE DESTINATE ALL'USO PUBBLICO SUSCETTIBILI DI UTILIZZO SINGOLARE CON FINALITÀ ECONOMICHE: SEMPRE NECESSARIA PROCEDURA COMPETITIVA AD EVIDENZA PUBBLICA

STRADE: ECCO IL "CATALOGO" DEGLI ELEMENTI IDONEI A COMPROVARE L'USO PUBBLICO

NAUTICA DA DIPORTO: LA VIA VA RESA SUL PROGETTO DEFINITIVO E NON SU QUELLO PRELIMINARE

IL PROVVEDIMENTO COMUNALE DI RECUPERO DI SUOLO ABUSIVAMENTE OCCUPATO DA UN PRIVATO NON HA NATURA EDILIZIA MA DI AUTOTUTELA SUI BENI DEMANIALI

GIURISDIZIONE ORDINARIA PER LA CONTROVERSIA IN CUI VIENE CHIESTO L'ACCERTAMENTO DEL PROPRIO DIRITTO A SUBENTRARE NELLA CONCESSIONE CIMITERIALE

LA CONCESSIONE PER RIMESSAGGIO, RICOVERO E ALAGGIO DEI NATANTI È TURISTICO-RICREATIVA E NON CANTIERISTICA

IN ATTESA DI UNA DEFINITIVA RIPARTIZIONE DEGLI SPAZI PUBBLICI È LEGITTIMO CONSENTIRE L'OCCUPAZIONE A CHI ABBIA GIÀ AVUTO LA CONCESSIONE IN PASSATO

LE OPERE REALIZZATE SU SUOLO DEMANIALE NON SONO SOGGETTE A CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

LA VOLTURA DI CONCESSIONE DEMANIALE È SUBORDINATA AL PERMANERE DELLO STESSO ASPETTO DI PUBBLICO INTERESSE, O QUANTOMENO DI APPREZZABILE UTILITÀ COLLETTIVA

L'ASSOCIAZIONE A SCOPO NON LUCRATIVO CONCESSIONARIA DI AREA DEMANIALE MARITTIMA DEVE PROVARE L'IMPIEGO PER SCOPI DI INTERESSE PUBBLICO PER LA RIDUZIONE DEL CANONE

L'AREA DESTINATA A VERDE PUBBLICO FA PARTE DEL PATRIMONIO INDISPONIBILE DEL COMUNE: ESSO PUÒ RIMUOVERE LE OPERE CHE NE PREGIUDICHINO L'UTILIZZAZIONE PUBBLICA