Carrello
Carrello vuoto

ESPROPRIonline 2/2017

Raccolta bimestrale di giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità


titolo: ESPROPRIonline 2/2017
sottotitolo: Raccolta bimestrale di giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità
area/e tematica/che: espropri
data: Marzo-Aprile 2017
testo in formato: pdf  
pagine: 227 in formato A4 (cm 21X29,7), corrispondenti a 386 in formato libro (cm 17X24)
 
prezzo:
€ 25,00

  leggi qui come funziona
vai al sommario
vai all'abstract e alla descrizione
segnala ad un amico
SCARICA GRATIS ALCUNE PAGINE

editore: Exeo
collana: osservatorio di giurisprudenza
numero in collana: 282
issn: 1971-999 X
sigla: EOL58
categoria: ESPROPRIonline
tipologia: raccolta
genere: annuario/agenda/rivista
altezza: cm 29,7
larghezza: cm 21
dimensione: A4
funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
protezione: digital watermarking
disponibità: illimitata
destinatari: professionale accademico
soggetto: diritto
consigliato da :   
 
prezzo:
€ 25,00

 GUARDA LA COPERTINA ANTERIORE      

Selezione delle notizie più lette - derivanti dalla giurisprudenza in materia di espropriazione per pubblica utilità - pubblicate nel bimestre di riferimento dalla rivista telematica www.esproprionline.it. Alle massime/sintesi sono associati i brani pertinenti originali delle sentenze a cui esse si riferiscono.

DELEGHE INTERNE E INCARICHI A CONSULENTI ESTERNI NON ESIMONO DA RESPONSABILITÀ ERARIALE

IL TERMINE PER L'IMPUGNAZIONE DEL VINCOLO ESPROPRIATIVO DECORRE DALLA NOTIFICA

ANCHE IL LAUREATO IN GIURISPRUDENZA PUÒ FARE IL RUP

SE SI ACQUISISCE UN BENE SENZA ESPROPRIARLO, IL MAGGIOR COSTO È DANNO ERARIALE

IL GIUDICE ORDINARIO PUÒ DISAPPLICARE IL DECRETO DI ESPROPRIO ILLEGITTIMO SENZA NECESSITÀ DI GIUDICATO AMMINISTRATIVO

DANNO PERMANENTE: PUÒ NON COMPENSARE INTEGRALMENTE LA DIMINUZIONE DI VALORE

L'AZIONE RISARCITORIA PRESSO IL GIUDICE ORDINARIO NON È INIBITA DALL'ARTICOLO 42-BIS

NON SI PUÒ STIMARE L'AREA TENENDO CONTO DEL COSTO DI COSTRUZIONE DELL'OPERA

L'IMPUTAZIONE DELLE SPESE DEL COLLEGIO DEI TECNICI NON È CONDIZIONATA DALLA STIMA IN CORTE D'APPELLO

CONDANNA A RISARCIMENTO SOVRASTIMATO: RISPONDE L'AVVOCATO CHE NON ABBIA SOLLECITATO UNA REAZIONE

OCCUPAZIONI ILLEGITTIME: RISPONDONO IL SINDACO E IL RESPONSABILE DELL'UFFICIO ESPROPRI

AREA SEQUESTRATA: INDENNITÀ SOLO IN CASO DI CONTESTUALE OCCUPAZIONE LEGITTIMA

INDENNITÀ: SCORPORO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE POSSIBILE SOLO CON IL CRITERIO ANALITICO

RISARCIMENTO DEL DANNO DA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: PRESCRIZIONE QUINQUENNALE DALLE SINGOLE ANNUALITÀ

L'INDENNITÀ AGGIUNTIVA DEVE ESSERE OGGETTO DI SPECIFICA DOMANDA GIUDIZIALE

L'ERRONEA DETERMINAZIONE DEL VALORE DI MERCATO PUÒ ESSERE FATTA VALERE IN CASSAZIONE SOLO EX ART. 360 N. 5 CPC

L'ARTICOLO 40 COMMA 1 SI APPLICA SOLO ALLE AREE COLTIVATE

UN'AREA EDIFICATA A CINEMA NON PUÒ ESSERE VALUTATA CON VALORI DESUNTI DAL SETTORE RESIDENZIALE E COMMERCIALE

ERRONEO COMPUTARE NELL'INDENNITÀ LA VOLUMETRIA DELLE FASCE DI RISPETTO

ABDICAZIONE O ACQUISIZIONE SANANTE: IL DANNO NON PATRIMONIALE DEVE ESSERE DIMOSTRATO

O 42 BIS O RESTITUZIONE; NON CI SONO NÉ ABDICAZIONE NÉ USUCAPIONE

L'ABDICAZIONE CONTRASTA CON L'ARTICOLO 42-BIS

PIP: ILLEGITTIMO ESPROPRIARE SOLO ALCUNI E CONSENTIRE AD ALTRI LA MERA CORRESPONSIONE DEI COSTI DI URBANIZZAZIONE

ILLEGITTIMA L'ACQUISIZIONE SANANTE EFFETTUATA PER IL SOLO MOTIVO DI NON ESSERE IN GRADO DI RIVALERSI SULL'AUTORE DELL'ILLECITO

UNICO CRITERIO INDENNITARIO: VALORE DI MERCATO (COMPRESO IL TERTIUM GENUS MA ESCLUSA L'EDIFICABILITÀ DI FATTO)

OCCUPAZIONE APPROPRIATIVA: AL G.A. LE CONTROVERSIE INSTAURATE DAL 10 AGOSTO 2000

ILLEGITTIMA LA LOCALIZZAZIONE NEL PSC - IMMOTIVATA - DI UNA PISTA CICLABILE CHE ATTRAVERSA UN'AZIENDA AGRICOLA

OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: O RESTITUZIONE, O TRANSAZIONE, O 42 BIS

LEGITTIMO PASSARE AL 22 BIS ANCHE SE SI È GIÀ COMINCIATO L'ITER DELL'ARTICOLO 20

ILLEGITTIMA LA VARIANTE URBANISTICA DA PARTE DELLA GIUNTA COMUNALE

42-BIS: LA CONTROVERSIA SUL QUANTUM DEBEATUR È DEVOLUTA ALLA CORTE D'APPELLO IN UNICO GRADO

IL DECRETO DI ESPROPRIO IN ASSENZA DI PUBBLICA UTILITÀ È NULLO

IL TERMINE PER L'IMPUGNAZIONE DEI VINCOLI DECORRE DALLA PUBBLICAZIONE SUL BUR SE ESSA NE PERFEZIONA L'EFFICACIA

DANNI LAMENTATI DAI PROPRIETARI CONTIGUI ALL'OPERA: DAVANTI AL G.A. SE SI CONTESTANO LE MODALITÀ REALIZZATIVE

IL TERMINE DECADENZIALE PER L'IMPUGNAZIONE DEL VINCOLO PREORDINATO ALL'ESPROPRIO DECORRE DALLA PUBBLICAZIONE

L'INDENNIZZO DA REITERAZIONE DEL VINCOLO NON PUÒ FARE APODITTICO RIFERIMENTO AI VALORI DELLE AREE AI FINI IMU

ANCHE I POSSESSORI POSSONO IMPUGNARE GLI ATTI DELLA PROCEDURA ESPROPRIATIVA

ESPROPRIATIVI I VINCOLI PRECLUSIVI IN MODO ASSOLUTO DI EDIFICABILITÀ PRIVATA

I CREDITI DA SENTENZA PASSATA IN GIUDICATO DOPO IL DISSESTO NON ENTRANO NELLA MASSA PASSIVA

INAMMISSIBILE IL 42-BIS SULLA BASE DI MOTIVAZIONE APPARENTE

L'INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE DEVE ESSERE CORRISPOSTA FIN DALLA DATA DEL RELATIVO DECRETO

ILLEGITTIMO IL 42-BIS SENZA COMPENSAZIONE DEL DEPREZZAMENTO DELLA PARTE RESIDUA

RISARCIBILE IL DANNO NON PATRIMONIALE

PIP: PRINCIPIO DEL PAREGGIO INDEROGABILE, PIENO ED EFFETTIVO

INDENNITÀ: SI CONSIDERA L'INDICE TERRITORIALE E NON QUELLO FONDIARIO

VERDE PRIVATO ATTREZZATO: VINCOLO CONFORMATIVO

ILLEGITTIMO L'AVVISO DI AVVIO DEL PROCEDIMENTO CHE RIPORTI LA DICITURA "E.U." IN LUOGO DELL'INTESTATARIO

SÌ AL TERTIUM GENUS

L'EDIFICABILITÀ DI FATTO È ESCLUSA DALLA PRESENZA DI VINCOLI CONFORMATIVI

LA SENTENZA DELLA CORTE D'APPELLO È SUSCETTIBILE DI OTTEMPERANZA PRESSO IL TAR

DESTINAZIONI AGRICOLE, A SEDE STRADALE, AD ATTREZZATURE DI INTERESSE COMUNE, A RISPETTO FLUVIALE, NON DECADONO

L'INDENNIZZO DA REITERAZIONE DEL VINCOLO SI CUMULA CON L'INDENNITÀ DI ESPROPRIO

SÌ AL TERTIUM GENUS

ESCLUSA LA SOLIDARIETÀ ATTIVA DEL CREDITO RISARCITORIO

ART. 17 L. 865/71: NIENTE INDENNITÀ AGGIUNTIVA ALL'IMPRENDITORE AGRICOLO

TASSATO ANCHE IL RISTORO DEL DEPREZZAMENTO DELL'AREA RESIDUA

IL PRELIMINARE DI CESSIONE NON È SUFFICIENTE A IMPEDIRE L'OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA

L'AZIONE PER L'ILLEGITTIMO SPOSSESSAMENTO È IMPRESCRITTIBILE

GIUDIZIO DI OPPOSIZIONE ALLA STIMA: LA CPE NON È LEGITTIMATA PASSIVA

DESTINAZIONE A SERVIZI OSPEDALIERI: AREA INEDIFICABILE

LA DESTINAZIONE A VERDE PUBBLICO NON DECADE

IMPOSTE SULL'INDENNITÀ: PRINCIPIO DI CASSA ANCHE QUANDO IL PAGAMENTO CONSEGUA A UN LUNGO CONTENZIOSO

L'OCCUPAZIONE DI AREE NON PREVISTE NEL DECRETO DI ESPROPRIO O DI OCCUPAZIONE ESULA DALLA COMPETENZA DEL GIUDICE AMMINISTRATIVO

UNA DESTINAZIONE PUBBLICISTICA NON PUÒ ESSERE CONSIDERATA EDIFICABILE NEMMENO SE REALIZZABILE AD INIZIATIVA PRIVATA

IL CRITERIO INDENNITARIO DEL VALORE VENALE NON FA VENIR MENO LA NECESSITÀ DI TENERE CONTO DELLA NATURA EDIFICABILE DEL TERRENO

IL 42-BIS DEVE ESSERE ATTUATO DAL SOGGETTO CHE UTILIZZA IL BENE

ANCHE SE IL PROPRIETARIO VUOLE LA RESTITUZIONE, DEVE SUBIRE L'ACQUISIZIONE SANANTE

INDENNITÀ AGGIUNTIVA 40.4: SOLO VAM E NON LUCRO CESSANTE

GLI STANDARD INCIDONO NELLA STIMA, ANCHE SE PIÙ ELEVATI RISPETTO A QUELLI DEL DM 1444

L'OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA NON È UTILE AI FINI DELL'USUCAPIONE

OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA: PAGA IL RISARCIMENTO IL SOGGETTO IN POSSESSO DEL BENE

NO ALLA AUTOSUFFICIENZA DELL'EDIFICABILITÀ DI FATTO

VINCOLO PROMISCUO: AREA INEDIFICABILE

L'OPERA PUBBLICA NON PUÒ ESSERE REALIZZATA NELLA FASCIA DI RISPETTO STRADALE

SCADUTA LA P.U., GLI ATTI DELLA PROCEDURA NON CONCLUSA PERDONO DI EFFICACIA E NON SERVE ANNULLARLI

L'ACCETTAZIONE DELL'INDENNITÁ INIBISCE PRETESE SU ULTERIORI DEPREZZAMENTI

CORRISPETTIVO DELLA CESSIONE VOLONTARIA: NON RIDETERMINABILE IN ASSENZA DI VIZI DEL VOLERE O DI SPROPORZIONE TRA LE PRESTAZIONI

IL DANNO DA OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA PUÒ ESSERE RAGGUAGLIATO AL VALORE LOCATIVO

42 BIS: IL PASSAGGIO DI PROPRIETÀ AVVIENE CON L'EMANAZIONE E IL PAGAMENTO O DEPOSITO

42-BIS: MOTIVAZIONE RAFFORZATA E GARANZIE PARTECIPATIVE RIGOROSE

DESTINAZIONE A VERDE ATTREZZATO-SPORT: INEDIFICABILE

ELETTRODOTTO: VA INDENNIZZATO IL DEPREZZAMENTO PER LA VICINANZA AI CAMPI ELETTROMAGNETICI, NON IL DANNO ALLA SALUTE IN QUANTO TALE

IL PROVVEDIMENTO DI ACQUISIZIONE SANANTE NON INFLUISCE SUL GIUDICATO IN TEMA DI RISARCIMENTO DEL DANNO

L'AZIONE DI DETERMINAZIONE DELL'INDENNITÀ - SENZA LA DEFINITIVA - SI PRESCRIVE IN DIECI ANNI DALL'ESPROPRIO

DOPO IL DECRETO DI ESPROPRIO IMMEDIATAMENTE ATTIVABILE LA DETERMINAZIONE GIUDIZIALE DELL'INDENNITÀ

LA FASCIA DI RISPETTO RENDE IL BENE INEDIFICABILE PER LEGGE, INDIPENDENTEMENTE DALLA COMPUTABILITÀ NELLA DETERMINAZIONE VOLUMETRICA

42-BIS INIDONEO ALL'ACQUISIZIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE