Carrello
Carrello vuoto

  • HOME
  • Pubblicazioni
  • MONOGRAFIE
  • EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E AGEVOLATA

EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E AGEVOLATA

EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E AGEVOLATA


editore: Exeo
collana: urbium
numero in collana: 3
isbn: 978-88-97916-59-8
sigla: PL16
categoria: MONOGRAFIE
tipologia: studio applicato
genere: manuali
altezza: cm 24
larghezza: cm 17
funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
protezione: digital watermarking
disponibità: illimitata
destinatari: professionale accademico
soggetto: diritto
consigliato da :   
 
prezzo:
€ 25,00

leggi i seguenti brani : L'edilizia residenziale pubblica in Italia
Diritto all’abitazione: analisi del quadro normativo internazionale
Il diritto all'abitazione nella Costituzione italiana
 GUARDA LA COPERTINA ANTERIORE      

L’edilizia residenziale pubblica agevolata è un particolare tipo di intervento adottato dal legislatore, tramite il quale si realizzano abitazioni a condizioni particolarmente favorevoli grazie ai finanziamenti messi a disposizione dallo Stato o dalle regioni. Tale strumento consente di agevolare i cittadini appartenenti a fasce a basso reddito o che versano in condizioni economiche svantaggiate.
Condizioni economiche di crescente povertà, alloggi generalmente troppo costosi, canoni di locazione a prezzi proibitivi, emergenza degli immigrati e degli sfrattati: il problema dell’abitazione esiste ed è un problema reale. Tali fattori hanno messo completamente in discussione il sistema delle politiche abitative nel nostro Paese, rendendo quanto mai attuale l’esigenza di interventi dello Stato.
Oltre all’edilizia residenziale pubblica agevolata, esistono due ulteriori forme di intervento di edilizia residenziale pubblica: sovvenzionata e convenzionata. La prima è la forma più antica ma è attualmente ancora molto diffusa ed è quella alla quale ci si riferisce semplicemente con la terminologia di “edilizia residenziale pubblica”. L’edilizia convenzionata, invece, è quella che si è inserita più di recente ed è caratterizzata dalla stipula di una convenzione tra gli operatori privati del settore edile e i Comuni.
La materia dell’edilizia residenziale pubblica è piuttosto articolata, essendosi susseguiti nel tempo numerosi interventi normativi. Dalla Legge Luzzatti fino ai giorni nostri il legislatore ha infatti rivolto spesso la sua attenzione a tale settore, al fine di fornire strumenti utili per affrontare l’emergenza abitativa.
Uno dei problemi centrali in tema di edilizia residenziale pubblica è il riparto di competenze tra Stato e regioni. A seguito di alcuni interventi legislativi ed in particolare dopo la riforma del Titolo V della Costituzione, sono state attribuite maggiori competenze in capo alle regioni, residuando allo Stato compiti di fissazione di principi e di finalità di carattere generale, di impulso delle politiche abitative e di garanzia e sostegno alle fasce più deboli.
Parlando di edilizia residenziale agevolata e di politiche abitative non si può non parlare di diritti, di garanzie del singolo individuo, di tutele che ogni essere vivente dovrebbe avere per poter condurre un’esistenza dignitosa. Ed è proprio per assicurare tali diritti e aspettative che le istituzioni hanno il dovere di intervenire con provvedimenti seri e concreti.
Obiettivo della presente opera è quello di analizzare come le istituzioni pubbliche abbiano tentato di dare una risposta ai bisogni sociali di natura abitativa, in particolar modo soffermandosi sugli interventi di edilizia residenziale pubblica agevolata. Un lavoro complesso rivolto a chiunque voglia approfondire le diverse sfaccettature di un tema che riporta a questioni sociali, economiche e politiche ben più ampie: un utile strumento ricco di spunti per lo studio di una questione di grande attualità.

Il concetto della Casa come elemento sostanziale dello sviluppo economico e dell’assistenza alla famiglia fu introdotto per la prima volta nel nostro Paese da Luigi Luzzatti. Era l’anno 1903 e il Parlamento italiano approvò una legge di sostegno creditizio all’edilizia residenziale: in poche parole vennero inventate le case popolari.

Da allora il percorso è stato lungo, molti sono stati gli interventi normativi sul tema e mai come ai giorni nostri si sente la necessità di sottolineare l’importanza di iniziative concrete volte a ridurre il disagio abitativo e a riequilibrare le situazioni di disuguaglianza.

L’opera intende proprio far chiarezza su come il legislatore abbia tentato di dare delle risposte, cercando di mettere ordine nell’intricato sistema di norme, disposizioni ed interventi susseguitisi negli corso degli anni.

Fulcro della trattazione è l’edilizia residenziale pubblica agevolata, una delle tre tipologie di edilizia residenziale pubblica, attraverso la quale si realizzano abitazioni a condizioni particolarmente favorevoli, grazie a finanziamenti dello Stato o delle regioni.

Non mancheranno poi cenni agli altri tipi di intervento, unitamente ad alcuni approfondimenti su questioni particolarmente significative legate al problema-casa: problema reale e concreto. Problema di tutti.

CAPITOLO I
INTRODUZIONE
1. Premessa
CAPITOLO II
DIRITTO ALLA CASA
1. Diritto all’abitazione: analisi del quadro normativo internazionale
2. Il diritto all’abitazione nella Costituzione italiana
3. Estrinsecazione del diritto all’abitazione
CAPITOLO III
LE ORIGINI DELL’EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
1. Origini e sviluppi
2. Dal testo unico sull’edilizia al piano Gescal
3. I piani di zona per l’Edilizia Economica Popolare
4. Dalla legge di riforma sulla casa alla liberalizzazione del mercato degli affitti
5. Le politiche per l’edilizia residenziale del nuovo millennio
5.1 Interventi per la riduzione del disagio abitativo
5.2 Il nuovo “Piano casa” con la legge finanziaria del 2009
6. Approfondimento: le censure della Corte costituzionale alla disciplina del piano nazionale dell’edilizia abitativa
7. Regioni e competenza
8. Prospettive per il futuro
CAPITOLO IV
L’EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA AGEVOLATA
1. L’edilizia residenziale pubblica agevolata: caratteri generali
2. Disciplina vigente
3. Requisiti per l’accesso all’edilizia residenziale agevolata
4. Vincoli
5. Un approfondimento: le cooperative d’abitazione
CAPITOLO V
LE ALTRE FATTISPECIE DI EDILIZIA RESIDENZIALE
1. Premessa
2. L’edilizia residenziale sovvenzionata
3. L’edilizia residenziale convenzionata
CAPITOLO VI
RECENTE GIURISPRUDENZA IN TEMA DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA
1. Premessa
2. Il riparto di giurisdizione
3. L’assegnazione dell’alloggio e il requisito dell’impossidenza
4. Ancora sull’assegnazione. La questione della comproprietà
5. Edilizia residenziale e società cooperative
6. Divieto di alienazione
7. Edilizia residenziale e successione mortis causa
CAPITOLO VII
L’EDILIZIA ABITATIVA NELLE VARIE REGIONI
1. Premessa
2. Attribuzione delle risorse alle singole regioni.
3. Lo sviluppo dell’edilizia residenziale pubblica nella regione Piemonte
3.1 Normativa
3.2 Programma casa: 10.000 alloggi entro il 2012
4. Le politiche abitative nella regione Lazio
4.1 Premessa
4.2 Provvedimenti legislativi
5. La regione Lombardia e gli interventi di edilizia residenziale
CAPITOLO VIII
EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E NUOVE CATEGORIE DI AVENTI DIRITTO
1. Gli stranieri e il diritto alla casa
2. Le politiche abitative sugli immigrati nel nostro Paese
3. Interventi delle regioni sul tema. Un caso particolare: Emilia Romagna
4. L’accesso degli stranieri all’edilizia residenziale pubblica in giurisprudenza
5. L’insufficienza di politiche abitative in Italia
6. Approfondimento: reclamo dinnanzi al Consiglio d’Europa per la violazione da parte dell’Italia dell’art. 31 della Carta Sociale Europea.
CAPITOLO IX
CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE
1. Conclusioni
BIBLIOGRAFIA
SITOGRAFIA
FONTI NORMATIVE NAZIONALI
FONTI NORMATIVE INTERNAZIONALI
FONTI NORMATIVE REGIONALI
Regione Piemonte:
Regione Lazio:
Regione Lombardia
Regione Emilia Romagna
DELLO STESSO AUTORE/I :
CategoriaN.AnnoTitoloAutore/iPrezzo
MONOGRAFIE52015IL SISTEMA PENSIONISTICO ITALIANO Botta, Valeria € 20,00
Prodotti associati
NomeDescrizioneCopertina
IL CODICE DELL'EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA E AGEVOLATA

978-88-6907-097-6
Raccolta di provvedimenti di rango normativo ed attuativo in materia di edilizia residenziale pubblica e agevolata. Tutti i testi sono presentati nel testo vigente e coordinato che ne assicura la corretta lettura nel contesto delle numerose modifiche intervenute nel tempo, mediante una rigorosa annotazione redazionale. Il compendio di giurisprudenza a corredo del corpus normativo completa efficacemente la panoramica giuridica della materia, rendendo la presente opera indispensabile agli operatori del settore.
SCIA e DIA

978-88-6907-196-6
Il libro “SCIA e DIA”, giunto alla quarta edizione, ha l’obiettivo di fornire a tecnici e a giuristi un ausilio per affrontare le problematiche più ricorrenti che possono porsi sul piano pratico. L’opera, dopo aver analizzato l’istituto sul piano generale e aver ripercorso l’evoluzione storica dei titoli edilizi, delimita l’ambito di applicazione della s.c.i.a. e della d.i.a. nell’edilizia, descrivendo i singoli interventi, analizzando il procedimento e le sanzioni e la problematica della tutela dei terzi, alla luce delle ultime innovazioni legislative e dei più recenti orientamenti giurisprudenziali. Di fronte agli ultimi interventi di semplificazione dei Governi Letta e Renzi, la sensazione dell’operatore del settore dell’edilizia e dell’urbanistica è di smarrimento. Le recenti innovazioni legislative, infatti, hanno finito con il complicare il sistema dei titoli e degli interventi edilizi, innestandosi su un quadro legislativo reso già farraginoso e poco chiaro dai precedenti interventi del legislatore.