Carrello
Carrello vuoto

  • HOME
  • Pubblicazioni
  • MONOGRAFIE
  • GUIDA PRATICA ALLA RIFORMA DELLE SANZIONI CATASTALI (2^ edizione)

GUIDA PRATICA ALLA RIFORMA DELLE SANZIONI CATASTALI (2^ edizione)

L’atto di contestazione: la predisposizione dei rimedi giustiziali e processuali


titolo: GUIDA PRATICA ALLA RIFORMA DELLE SANZIONI CATASTALI (2^ edizione)
sottotitolo: L’atto di contestazione: la predisposizione dei rimedi giustiziali e processuali
autore/i: Perosino, Luca
area/e tematica/che: catasto
data: Marzo 2013
testo in formato: pdf  
pagine: 119
 
prezzo:
€ 15,00

  leggi qui come funziona
vai al sommario
vai all'abstract e alla descrizione
info autori
guarda le slides
segnala ad un amico
SCARICA GRATIS ALCUNE PAGINE
leggi i seguenti brani : -Il catasto nella legge di stabilità 2011
-L'appello alla Commissione Tributaria e il giudicato in breve
-Il d.lgs. n. 472/1997: nascita del procedimento sanzionatorio pecuniario catastale

editore: Exeo
collana: avanguardia giuridica
numero in collana: 45
isbn: 978-88-97916-47-5
sigla: MA45
categoria: MONOGRAFIE
tipologia: guida operativa
genere: manuali
altezza: cm 24
larghezza: cm 17
funzioni permesse: stampa=SI - copia incolla=SI
protezione: digital watermarking
disponibità: illimitata
destinatari: professionale accademico
soggetto: diritto
consigliato da :   
 
prezzo:
€ 15,00

leggi i seguenti brani : Il catasto nella legge di stabilità 2011
L'appello alla Commissione Tributaria e il giudicato in breve
Il d.lgs. n. 472/1997: nascita del procedimento sanzionatorio pecuniario catastale
 GUARDA LA COPERTINA ANTERIORE       GUARDA LA COPERTINA POSTERIORE

>> <<
  • Una guida che illustra tutto il percorso delle sanzioni catastali dalla disciplina legislativa sino ai rimedi giustiziali e giudiziali con un approfondimento dell’atto di contestazione.
  • Il d.lgs. n. 472/1997 rappresenta il fulcro della disciplina sulle sanzioni catastali rappresentata dalle volture, dal PREGEO e dai DOCFA. Prescindendo dal tema esclusivamente teorico del tema delle sanzioni, il procedimento che porta all’applicazione della sanzione catastale ha subito numeroso modifiche con riguardo essenzialmente alla sua quantificazione. Negli ultimi due anni, con la l. n. 220/2010 e il d.lgs. n. 23/11 si è assistito ad interventi rilevanti che condizionano l’odierno inasprimento delle tariffe sanzionatorie.
  • L’atto di contestazione della sanzione, notificato dall’Agenzia del Territorio, non è di immediata lettura. Non si comprende la reale importanza che assume la definizione agevolata, trattandosi di un rimedio preventivo della lite favorevole al trasgressore. D’altra parte occorre valutare anche i profili secondari e le eventualità che possono concretizzarsi in capo al professionista e al trasgressore laddove non si voglia addivenire alla definizione agevolata. Certamente risulta parecchio diffuso ancora oggi il rimedio giudiziale del ricorso dinnanzi alla Commissione Tributaria Provinciale, senza dimenticare che il comportamento inerte del sanzionato viene valutato negativamente dalla P.A. perché comporta l’iscrizione a ruolo.
  • L’autotutela è il rimedio giustiziale più diffuso che può essere utilizzato soltanto in determinati casi regolati dal d.M. n. 37/1997. Trattasi di una procedura di riesame che può essere attivata non solamente dalla stessa amministrazione che ha deliberato l’atto di contestazione, ma anche dal trasgressore tramite apposita istanza. Il riesame si caratterizza, generalmente, nell’annullamento d’ufficio o nella revoca dell’atto. Tuttavia, è risaputo che la materia sanzionatoria è un’attività prettamente vincolata, pertanto, si tratta il più delle volte dell’autoannullamento con la relativa giurisdizione del giudice tributario come inquadrata recentemente dalla giurisprudenza di legittimità.
  • Si ripercorre la procedura del processo tributario, dall’introduzione del giudizio di primo grado fino alle ultime questioni che interessano il giudicato formale e sostanziale. La trattazione è caratterizzata da una base teorica fortemente affiancata da aspetti pratici essenziali.
  • La guida pratica tratta argomenti che richiedono la massima sinteticità ed è diretta principalmente ai professionisti quali geometri e avvocati. Dal punto di vista, della struttura del procedimento e provvedimento sanzionatorio l’opera assume rilevanza per tutti coloro che lavorano alle dipendenze della P.A. nel settore catastale.

Dopo una lunga evoluzione normativa che prende le mosse dal D.Lgs. 472/1997, il 2011 ha rappresentato una svolta caratterizzata dall’inasprimento delle tariffe. Nell’opera viene ricostruita la sanzione nella pratica nonché i rimedi giustiziali e giudiziali con annessi i risvolti giuridici e tecnici. Questa seconda edizione è aggiornata alla mediazione tributaria di cui all'art. 17 bis, d.lgs. n. 546/92 ora applicata anche ai ricorsi avverso l'ex Agenzia del Territorio (ora Agenzia delle Entrate) come da art. 23 quater, d.l. n. 95/2012, conv. in l. n. 135/2012.

Con il d.lgs. n. 472/1997 si è assistito all’introduzione nell’ordinamento italiano del sistema unico di disciplina delle sanzioni amministrativo-tributarie. La norma introdotta ha previsto un sistema che mantiene formalmente le caratteristiche basilari del sistema penale precedente. In particolare, il metodo utilizzato dal legislatore delegato ha previsto l’utilizzo del sistema afflittivo che ha interessato perfino la materia sanzionatoria catastale. Ebbene, ultimamente sono state introdotte alcune disposizioni che hanno inasprito fortemente il sistema originario; ci riferiamo essenzialmente alla l. n. 220/2010 e al d.lgs. n. 23/2011. L’opera ha lo scopo di accompagnare il professionista nell’esame delle nuove disposizioni in materia di sanzioni PREGEO, DOCFA e volturali, aiutandolo a definire, nel miglior modo possibile, la controversia. A tal fine, nel corso della monografia vengono forniti ulteriori spunti concernenti i rimedi giustiziali e giudiziali esperibili nel momento in cui viene notificato l’atto di contestazione dalla P.A., tenendo conto delle recenti riforme che hanno interessato il processo tributario. L’opera tende inoltre a ricostruire tutto l’iter burocratico tramite un confronto tra la nuova e la vecchia disciplina, assumendo interesse preminente per i dirigenti e funzionari pubblici che prestano il loro servizio nell’ambito del sistema sanzionatorio catastale atteso che la monografia descrive analiticamente tutta la procedura nei suoi aspetti più cocenti. Per tali motivi, la guida pratica offre esempi concreti sulla lettura dell’atto di contestazione di sanzioni DOCFA, PREGEO e volturali.
CAPITOLO I - INTRODUZIONE
1. Le sanzioni tributarie applicate al catasto
2. Piano dell’opera

CAPITOLO II - RIFERIMENTI NORMATIVI
SEZIONE I - PROLUSIONE
1. Norme e prassi: campo applicativo
SEZIONE II - ANALISI DEL QUADRO NORMATIVO
2. Il d.lgs. n. 472/1997: nascita del procedimento sanzionatorio pecuniario catastale
3. Interventi modificativi del d.lgs. n. 472/1997: l’odierno inasprimento delle tariffe sanzionatorie
SEZIONE III - LA LEGGE DI STABILITÀ 2011
4. Il catasto come fine di stabilità del debito pubblico
5. Le sanzioni sulle volture
6. Le sanzioni sul PREGEO
7. Il d.lgs. 23/2011: la sanzione DOCFA oggi
8. L’incidenza delle sanzioni DOCFA sui principi di capacità contributiva e ragionevolezza

CAPITOLO III - I RIMEDI ALLA NOTIFICA DELL’ATTO DI CONTESTAZIONE
1. Come leggere l’atto di contestazione
2. Termini di decadenza della definizione agevolata
3. Autotutela.
4. Predisposizione del ricorso in Commissione Tributaria e relativa giurisdizione
5. L’appello e il giudicato in breve
6. Osservazioni conclusive

CAPITOLO IV - ESEMPI PRATICI ILLUSTRATI
1. Volture
2. DOCFA

ALLEGATI
All. 1: elenco categorie catastali

BIBLIOGRAFIA

SITOGRAFIA

Prodotti associati
NomeDescrizioneCopertina
IL CODICE DEL CATASTO

978-88-6907-038-9
Raccolta esaustiva dei provvedimenti di rango normativo ed attuativo in materia di catasto, in ordine cronologico a partire dal 1904 fino al maggio 2014. Tutti i testi sono presentati nel testo vigente e coordinato che ne assicura la corretta lettura nel contesto delle numerose modifiche intervenute nel tempo, mediante una rigorosa annotazione redazionale. Il compendio di giurisprudenza, riferita al periodo 2009-2013, a corredo del corpus normativo, completa efficacemente la panoramica giuridica sull'intera materia catastale, rendendo la presente opera indispensabile a tutti gli operatori del settore.